Crea sito
1 commento

Un sabato bellissimo…

Era una giornata che aspettavo con impazienza quella appena trascorsa, mi dovevo trovare a casa di amici con altri amici tutti accumunati dalla stessa passione: i camion!  Soprattutto i vecchi camion, quelli che hanno fatto la storia del trasporto italiano e non solo. Nessuno di noi ha avuto la fortuna di guidarne uno per lavoro però il vederli ci suscita sempre grandi emozioni, sarà il fascino della storia che si portano appresso, sarà che senza di loro e la fatica dei loro autisti oggi non saremmo qui, Posto di guidasarà l’odore caratteristico che hanno tutti ogni volta che apri un vecchio sportello per curiosare com’erano ai tempi i posti di guida….per qualcuno sono solo del ferro vecchio, per noi sono molto ma molto di più…è una cosa difficile da spiegare, ma salirci su, anche solo per pochi minuti ti da una sensazione bellissima…ti sembra di sentire ancora il rombo del motore che spinge, l’eco delle parole degli autisti….c’è un 690 grigio 4 assi che è la mia passione e ieri ci sono stata su un bel po’, e mi sentivo come una bambina sulle giostre, schiacciavo i pedali, giravo il volante, carezzavo la cabina, mi proclamavo come la sorella di Patrovita Nino e ripetevo le sue battute…La sorella di Patrovita Ninomi son fatta fare un sacco di fotografie…un piccolo attimo di felicità!!!     Poi dopo il giro tra le vecchie glorie siamo tornati in casa e ci siamo dedicati alle fotografie, ognuno di noi era arrivato con uno zaino pieno di album, li abbiamo messi sul tavolo e abbiamo cominciato a sfogliarli, e a chiacchierare, e a raccontare aneddoti nostri o delle persone che ci avevano dato le foto, ed erano tutte parole interessanti, storie a volte divertenti, a volte anche tristi, storie di viaggi e di meccanica,storie di carichi e storie di vita: storie di CAMION.Fiat 690N4  Ci dicevamo: questo dove l’hai trovato? Questo l’ho visto anch’io, questo viaggia ancora, questo l’han tagliato…ce n’era uno uguale là, ne ho visto uno a quel raduno, ho conosciuto l’autista, questo faceva la linea da Milano a… Le ore sono volate via, all’una abbiamo salutato a malincuore i nostri ospiti e siamo tornati a casa. Ora ho solo voglia di dirgli GRAZIE  per il regalo che mi hanno fatto e di sperare di ritrovarci presto tutti insieme per un’altra giornata speciale!!!!   Ciao Mario, ciao Bruno, ciao Dani, ciao Gianluca, ciao Marcy, ciao Gaetano, ciao Stefano: a presto e buona strada!!!                  Moni.

 

About The Author

1 Comment

  1. gisytruck ha detto:

    Immagino Ironduck che salta da un camion all’altro per paura di perdersi qualche particolare… Li avrà guardati con gli stessi occhi che le donne “normali” guardano i diamanti nelle vetrine delle gioiellerie… Non distinguo un camion dall’altro, il 110 nc potrei scambiarlo col 690 ma apprezzo chi si prende cura e conserva questi “gioielli”; ammiro chi li “adora” e li porta nel cuore come Ironduck. Buona Strada!!! gisy

Leave A Reply