Strada facendo…

Ciao ragazze…è un po’ che non scrivo…bè neanche tanto per la verità…un’altra settimana di lavoro è appena finita…sono entrata in casa che eran appena passate le 23…e già sono qui a vedere se ci sono novità nel blog…e a scrivere le mie….

Oggi è stata una bella giornata, non per il tempo perché ha piovuto in tutti i posti in cui siamo stati, ma proprio per i posti: è uno dei viaggi più belli che facciamo quello all’isola d’Elba. Peccato che ci si resta veramente poco tempo, però sarà la bellezza dell’isola, sarà il tragitto in mare, io quando vado li son felice…forse  mi accontento di poco!?!

Riomarina 11 1 2008

Poi oggi in traghetto mi è capitato di scambiar parole con altre passeggere ed è stata una cosa simpatica, parole semplici, sorrisi…la giornata può essere migliore anche solo grazie a questi brevi incontri…la piccola Angelica, una bella bimba bionda a cui la sua mamma raccontava fiabe e che per scherzo le ha detto che ci eravamo addormentati noi al posto suo…allora ha girato dietro il divanetto, mi ha guardato e mi ha detto “eh no! Ero io che mi dovevo addormentare per la favola, non voi!” con quel tono e quella spontaneità che solo i bimbi piccoli hanno…!! Un piccolo angelo veramente!11 01 2008 sul traghetto

Poi da Piombino a Prato per le ultime consegne e poi sosta alla Aglio sull’Appennino…una telefonata a un collega di scuderia, era dietro pochi km, quando è stato a portata di voce al baracchino sono ripartita, giusto 3 baraccamenti davanti a lui…l’appennino è il solito calvario, tu sei leggero e sei obbligato a salire a 40 km/h (quando va bene…) dietro a qualcuno che non ce la fa…va bene dove ci son le gallerie…ma poi? Che senso ha? Il nostro tempo non vale niente per chi comanda…prima c’erano i tratti a 3 corsie dove potevi sperare di passare quelli carichi…ora li hanno fatti tornare a due corsie e allora tutti in colonna appassionatamente…

Con Gianfranco siamo venuti in su chiacchierando di tutto e di più, siamo colleghi da tanti anni.

Poi abbiamo deciso di mangiare fuori, invece di andar a fare la colonna in tangenziale a Milano e arrivare a casa comunque tardi, cosi siamo usciti a Fiorenzuola e abbiamo preso la mitica Via Emilia, a lui avevano parlato bene di un posto – Carini – a Cadeo e voleva provare, ci siamo fermati li, abbiamo fatto salotto nella cabina del suo Magnum per una mezzora e poi siamo entrati nel locale.

Una piccola parentesi: la telefonata di Elisabetta e Luciano di Aosta che stavano rientrando a casa anche loro e a cui voglio mandare un salutone! Sperando di trovarli presto qui…..ciao ragazzi!!11 01 2008 GianF                                                           

Il locale era di quelli di una volta e i gestori gentilissimi, il mangiare buono e abbondante e… stavolta cambio soggetto delle foto: questi sono i miei commensali! Finalmente anche dei maschietti nel blog!

11 01 2008 Stone

 Ho fatto tanto di quel ridere quando Gianfranco faceva l’imitazione del cambio marce dell’OM Tigre che ha guidato in gioventù…poi racconti di viaggi, di incontri, di carichi, di strade…il tempo quando sei in buona compagnia vola…mancava ancora un po’ di strada ad arrivare a casa e cosi’ siamo ripartiti, sempre chiacchierando per baracchino…anche lui è un amante dei gatti e ci piace raccontarci i “disastri” che i nostri amici a quattrozampe e tanta fantasia  combinano in casa…

Ed ora eccomi qua, la giornata è finita, la settimana anche, quindi buon weekend a tutte/i!!!

Ciao, buona strada!

Moni.