Pensieri sparsi…

 

Ogni tanto scrivo poesie…va bè, definirle poesie è allargarsi un po’ troppo… di certo tra me e  Leopardi è meglio lui!!!  Però ogni tanto scrivo….pensieri sparsi dalla cabina di un camion!

 

 

"La notte è arrivata presto.

Sono solo le 19 ed è già buio pesto

ho acceso la luce e messo il quaderno sul volante.

Penso, scrivo….

Il camion è parcheggiato in ribalta,

rumori arrivano da dietro,

dal cassone,

i ragazzi del magazzino stanno scaricando,

ancora non so se ci sarà un nuovo viaggio

una nuova destinazione da raggiungere.

Aspetto….

Il riscaldamento autonomo ronza da un po’.

Intiepidisce il buio e l’attesa.

E’ quasi l’ora di cena per tanta gente,

non per noi, per noi è l’ora di punta,

quella in cui decidono i viaggi…

Se faceva meno freddo

potevo stare con i colleghi

alla macchinetta del caffè a bere qualcosa,

a far quattro chiacchiere e raccontarci le ultime novità

o qualche pettegolezzo o qualche stupidata…

Moni e Vito

Se non era cosi buio

avrei preso un secchio d’acqua e lo spazzolone

e avrei sciacquato almeno i vetri e la cabina.

Ma fa freddo, è buio e in cabina si sta bene…

Altri colleghi iniziano le manovre di agganciamento,

vuol dire che il loro carico è completo

e possono partire.

Prima o poi anche a me diranno: “Vai avanti!!”

E allora mi sposterò e andrò a chiudere i portelloni.

Il carico sarà terminato, la destinazione definita…

Il viaggio tutto da fare…"

Buona strada!!!

 

Moni.