Una settimana on the road…

Diario di Bordo..”Incroci in rosa

 

Una settimana iniziata la domenica sera…primo viaggio nelle Marche con 3 10 3 2008 A13-consegne e rientro veloce…incrocio Anna di RE e Debora nel giro di un paio di km, un saluto veloce a tutte e due…gli avvoltoi si buttano subito sulle prede…basta non rispondergli…11 03 2008 autosole

Prima di arrivare in scuderia, una scena da “PANICO” in superstrada…poi qualcuno le chiama “DISGRAZIE”…io penso che esistono per la maggior parte “DISGRAZIATI/E” al volante…Penso di aver detto tutte le “parolacce” che conosco a quella della BM…Deve solo ringraziare che ero vuota, che già stavo frenando (per quelli che prima di lei non avevano dato la precedenza) e che oltre ai freni ho il rallentatore….fosse arrivato un baraccamento con su 300 quintali a polpette la raccoglievano….

10 03 2008 - fuori pioveRicarichiamo per le Marche. La sera – ma l’ha già raccontato Gisy!!- ci troviamo io e lei x uno scambio “culturale”: lei mi da un libro, io le do dei CD, piove, per fortuna che c’è la pensilina del distributore, 10 03 08 Gisy by nightdopo 5 minuti di chiacchiere veloci riprendiamo le nostre strade in direzioni opposte.

Martedì…a Pesaro, stiamo rientrando, mi allargo per agevolare l’immissione di una motrice Mercedes 12 17… me lo dicono sempre di non essere gentile con le persone…non paga. Dopo una decina di km me lo trovo in sorpasso, 11 3 2008niente di che, è un 80/100, può andare più di me, che problema c’è? Semplice: dopo essere passato con la cabina è rientrato!!!!!!!!!!! E il cassone?? E io?? Inchiodo, mi tiro tutta a destra, gli suono, tutto in un istante, lui imperterrito non fa una piega…se va avanti cosi prima della fine della settimana imparo qualche “imprecazione” nuova….

Verso Imola mi sento chiamare per CB da una voce femminile: “ciao, chi sei?” rispondo. “Son la Romy” mi dice. Per una frazione di secondo penso alla “bimba” di Gisy, ma subito mi rendo conto che non può essere! Difatti è la Romy di RA, è la prima volta che capita di incrociarci, anche con lei solo un saluto veloce, mi dice che fino a PC è tutto positivo: grazie della buona notizia!

Come al solito, in ritardo, mi accorgo di una chiamata di Patty sul cell, cosi la richiamo, è un po’ che non ci sentiamo e non ci incrociamo e ci aggiorniamo sulle ultime novità, le ridò l’indirizzo del blog, ha promesso che verrà a trovarci: noi l’aspettiamo!!

Anche oggi incrocio Anna, saranno 2 anni e forse più che ci salutiamo per baracchino ma non abbiamo mai avuto l’occasione di conoscerci in verticale. Tutte le volte ci ripromettiamo che la “prossima” sarà quella buona per un caffè insieme e prima o poi succederà!! A Melegnano chi ti vedo arrivare sulla rampa d’immissione?11 03 2008 Tang ovest Ma è la nostra Simo!!! Mi allargo per darle strada e andiamo insieme fino allo svincolo per la tangenziale Ovest….circa 3 km!! Li io giro e lei va dritta per la Est,  c’è solo il tempo di salutarci…peccato.

A un semaforo a Busto vedo una collega su uno Scania 4 assi ma è girata…sarà per la prossima volta.

Dopo la “giusta” pausa mercoledì si fa del locale…niente colleghe in giro oggi,  ma dopo essere passati avanti e indietro 3 volte davanti al capannone di Mario a Origgio ed esserci sentiti per tel, finalmente riusciamo a fermarci x un saluto (è l’ora della pausa pranzo e le ditte son chiuse). I lavori procedono e io non vedo l’ora che li finiscano. Quando apriranno sarà un posto che farà “sognare” molti camionisti e non solo!! Ma vi terrò informati sugli sviluppi…

Nel pomeriggio una “presa” premio: non stiamo giocando a Monopoli, questo è un vero vicolo stretto!Vicolo stretto- L’ingresso della ditta è in curva, devi andare avanti e entrarci in retro, con 1 cm di spazio tra gli specchietti e i muri delle case…non è ammesso sbagliare, e i segni sullo spigolo di una casa ne sono la conferma…Allo specchio-

    La sera direzione Toscana, mi posso fare la Cisa, arrivo al valico senza scalare marce: poco peso e traffico quasi nullo, una pacchia!! Poi però in discesa mi tocca perché ci sono un po’ di lavori e degli scambi di carreggiata.

Al ritorno facciamo l’Appennino e siamo fortunati perché poco dopo il nostro passaggio la radio annuncia che un camion ha preso fuoco nella galleria delle Croci…giornata nera per chi si trova in quelle coordinate…

Facciamo una sosta alla Secchia, siamo nel parcheggio in fondo…uno Scania rosso si posiziona nella fila di fronte a me, l’autista si mette in piedi e  si spoglia 11 3 2008 Monitranquillamente in cabina –resta in mutande (bianche)- mentre io lo guardo, non si sarà accorto di me o….meno male che non era niente male!!!

Incrocio Anna anche oggi…niente caffè nemmeno stavolta…incrocio anche lo Scania di Agata e provo a chiamarla e a tel, non risponde, poi però mi tel lei, è in direzione nord…Europa con l’altro camion, era il suo 50. Scambiamo 4 chiacchiere e ci salutiamo, è sempre un piacere sentirla!!!

Dopo qualche presa si rientra in scuderia. C’è un piccolo cambiamento di programma e dobbiamo andare SUBITO a Torino a caricare x un’urgenza, svuotiamo e via. A Torino ci mettiamo “6 minuti” d’orologio a caricare!! Fosse sempre cosi nelle ditte!

Si è fatto tardi e ci fermiamo a cena a Carisio da Garrone. E’ un posto molto conosciuto ma non avevamo mai avuto l’occasione di fermarci per via degli orari. Il parcheggio è pieno di camion di tutti i colori e di tutte le targhe europee, allineati sui due lati del piazzale asfaltato. Un vero piacere per gli occhi passarci in mezzo per arrivare all’ingresso del ristorante.

Ordiniamo e telefono al Gianfranco per un’informazione, mi chiede dove sono:

-Da Garrone, seduta con le gambe sotto il tavolo!

-Ci andavo anch’io una volta quando facevo il Torino, ma li non fanno la pizza però…

-Come no? L’ho appena ordinata!

-Allora è cambiato, quando mi fermavo io non la facevano, ma son passati un po’ di anni…

-Eh si! Mi sa proprio di si! Ora ti devo salutare che è arrivata, la pizza!

Venerdi mattina presto si scarica e poi si torna in scuderia. Altra giornata a girar in zona. Dopo un po’ di consegne all’ultima ci dicono che fino a mezzogiorno non ci fanno entrare a scaricare…son le 10 e 1/2, siamo a Origgio a 500m dal “capannone”: andiamo a trovare Mario! 12 3 2008 Mario e SteDue volte in una settimana e poi magari per mesi non ci sarà più l’occasione. I lavori vanno avanti, sono sempre più convinta che sarà un “bel posto”. L’idea è molto bella e loro faranno di tutto per realizzarla al meglio. Siete un po’ curiosi di sapere di cosa si tratta? Ancora un po’ di pazienza…

Nel pomeriggio saluto la Federica per baracchino, come al solito ci sentiamo perché siamo impegnate a dare informazioni sulle vie della nostra zona. Anche con lei è difficile trovarsi nella stessa direzione o cmq riuscire a fermarsi insieme.

Rientriamo in scuderia, si scarica e si ricarica per domenica sera, un bel viaggio, lunedì mattina c’è da prendere una nave…ma questa sarà un’altra storia.

Buona strada a tutti/e.

Ciao!

Moni.