***Born to be Wild***

Chi non conosce la celebre canzone dei Steppenwolf "Born to be wild"? Era una canzone del 1978 dedicata ai chopperisti che hanno fatto della moto un vero e proprio stile di vita.

Get your motor runnin’
Head out on the highway
Lookin’ for adventure
And whatever comes our way
Yeah Darlin’ go make it happen
Take the world in a love embrace
Fire all of your guns at once
And explode into space

I like smoke and lightning
Heavy metal thunder
Racin’ with the wind
And the feelin’ that I’m under
Yeah Darlin’ go make it happen
Take the world in a love embrace
Fire all of your guns at once
And explode into space

Like a true nature’s child
We were born, born to be wild
We can climb so high
I never wanna die

Born to be wild
Born to be wild

Nato Per Essere Selvaggio

fai correre il motore
a testa bassa sull’autostrada
cercando l’avventura
e tutto ciò che capita sulla tua strada
sì cara, fai che succeda
prendi il mondo in un abbraccio d’amore
fai fuoco con le tue pistole contemporaneamente
ed esplodi in cielo

mi piacciono il fumo e il lampo
il tuono dell’heavy metal
gareggiando col vento
e sentendo che sono sotto

sì cara, fai che succeda
prendi il mondo in un abbraccio d’amore
fai fuoco con le tue pistole contemporaneamente
ed esplodi in cielo

come un vero figlio della natura
siamo nati, nati per essere selvaggi
possiamo scalare così in alto
non voglio morire mai

nati per essere selvaggi
nati per essere selvaggi

Mi sono avvicinata a questo mondo diversi anni fa e ho sempre notato una gran somiglianza fra la vita on the road del biker e quella del camionista, a cominciare dal fatto che la maggior parte dei colleghi che conosco sono anche possessori di moto.
Il personaggio

Sia che si trovi alla guida di un camion e sia che si trovi alla guida di una moto, il "pilota" è sempre una persona allegra, esuberante e spontanea che si diverte a raccontare le sue vicende on the road. E’ portato ad avere avventure amorose ma xchè ama la vita e assapora la giornata x tutte le cose che gli si presenta. Sembra duro e cattivo x la vitaccia che sta conducendo poi se è pieno di tatuaggi l’aspetto "vissuto" è ancora + evidente. A volte si incazza e prenderebbe a cazzotti tutti quelli che gli vengono a tiro. Ma è raro trovarsi di fronte a situazioni alla Bud Spencer e Terence Hill. + che altro si incazza x il sistema di cose che impedisce di provare quella libertà che si realizza decidendo dove fermarsi, quanto guidare ancora, quando sorpassare, ecc. Pertanto se nn si rispetta quel che ti impongono sei considerato un delinquente. Ancora oggi biker e camionista sono visti in malo modo dalla maggioranza delle persone al contrario del resto d’Europa che se vai + a nord trovi + accoglienza, ospitalità e rispetto.

Sei sempre su una strada
Viaggiare x noi porta forti emozioni da quando scaldi il motore x partire a quando lo spegni xchè sei arrivato. Guidando provi dominanza, ti senti padrone del mezzo oltre che della strada, macinare km su km ti porta a conoscere posti e gente nuova, e poi succede sempre qualcosa di insolito.

ll nome
Siamo riconosciuti x un nome che nn sempre corrisponde a quello di battesimo. Nella mia vita ho conosciuto parecchi biker con soprannomi e ancora oggi nn so come si chiamano veramente. Nel trasporto + che altro lo si inventa x identificarsi e quindi essere l’unico a chiamarsi con un certo nominativo soprattutto al CB. Nn è mai scelto a caso e lo si espone x bene sul vetro con una tabella colorata e anche luminosa, se non tramite adesivi sullo spoiler della cabina.
Il mezzo
E’ sempre ben curato, soprattutto se è personalizzato. Nell’ambiente biker la moto è modificata con marmitta rumorosa, pedane avanzate, cromature a iosa, disegni aerografici e luci colorate a mò di presepio. Bè anche il camion lo si può decorare con accessori e modifiche varie (marmitta, trombe, luci, parti cromate, ecc) che xò spesso nn sono omologati quindi in un certo senso siamo dei fuorilegge xchè siamo contro le regole. D’altronde le regole sono anche fatte x essere trasgredite 😉 

Solidarietà
Fra motorizzati ci si sente come fratelli xchè la categoria è una minoranza e allora si cerca di darsi una mano nei momenti di difficoltà per esempio fornendo informazioni varie (destinazioni nuove, ristoranti, officine) o venendo in aiuto su problemi meccanici (gomma buca, batterie scariche,ecc) passaggi, ecc.

L’aspetto femminile
Se guardiamo 10 anni fa le ragazze motorizzate erano delle mosche bianche. Allora la gente era meravigliata nel vedere la passione di queste Bad Girls alle prese con corse e manovre che sembrerebbero al di fuori della loro portata. E invece ora sono numerose solo che le motocicliste sono molto di + xchè cmq la moto resta un hobby, mentre il camion è uno strumento di lavoro. Xò nnnstante ci siano + presenze è ancora lontana l’accettazione femminile nella categoria. X fortuna molte mentalità maschiliste sono cambiate rispetto a una volta.

I raduni
I raduni sono organizzati da club e associazioni il cui scopo è trovarsi x condividere la propria passione x il mezzo. In entrambi i casi si arriva con il proprio mezzo. Anche in questi eventi i programmi coincidono: ci si trova a far festa con degustazioni e buona musica, si partecipa ai giochi e gare x ricevere delle premiazioni, nascono nuove amicizie.

L’abbigliamento
La nostra divisa è il gilet: x il biker è in pelle e pieno di patch, x il camionista imbottito multitasche che cmq espone il logo dell’azienda x cui si lavora. E io ne possiedo un terzo gilet: in jeans e patch di bandiere degli stati europei che ho attraversato con il camion e spillette varie.

E qui concludo con una celebre frase che secondo me è azzeccata x tutti i motorizzati, non a caso riportata sul parasole di DAFNE.

Live to ride

Buona strada a tutti!!!!!!!!
Precedente Album degl'incontri.... - 9 Successivo 13/03/08: Buon Compleanno Elda!

10 commenti su “***Born to be Wild***

  1. Hai proprio ragione Rò… sono tante le ragazze che hanno anche la passione per la moto… due mondi che viaggiano in parallelo per certi aspetti…. grazie delle tue delucidazioni, molte cose per me completamente nuove, altre già conosciute ma piacevoli da ricordare… Sia in moto che in camion… BUONA STRADA!!!

  2. FrancescoPatti il said:

    Applausi, applausi e ancora applausi a Rò….

    Il parallelismo fra camion e moto è una vera e propria perla!

    Buona strada!

  3. SimonaeGuido il said:

    Io ho una sorella gemella; io ho la passione per i camion e ne guido uno, lei ha la passione per le moto e ne ha una. Io faccio parte di un gruppo, Buona Strada, lei de “Le motocicliste”. Si potrebbe fare un sodalizio… chissà !!!!

    L’ho invitata a lasciare un commento, un saluto. L’aspetto !!

    Ciao Sivy Buona strada a te e alle tue amiche motocicliste !!!

  4. anonimo il said:

    Si cerca la Sivy e la Sivy risponde 😉

    Buona strada ragazze !

    a voi e a noi !

    a chi ama le due ruote e chi ne ha a disposizione qualcuna in più !

    a noi che soffriamo nelle tute di pelle con il sole e ringraziamo per quelle di nylon con la pioggia.

    a voi che la stessa pioggia sono problemi di carico e problemi di traffico.

    a noi che anche 50 kilomentri sono un viaggio meraviglioso e a voi che gli stessi 50 km sono la parte infinitesimale dello stesso meraviglioso viaggio.

    a noi che sembriamo così piccole da stupirci di portare a spasso bestioline simili e a voi grandissime che portate a spasso bestioloni più cresciuti.

    a noi che il “clack” della prima inserita sembra collegare la marcia e scollegare tutti i problemi e a voi che chiusa la portiera si apre un’avventura.

    a chi basta un giorno così a cancellare 120 giorni stronzi e a chi vive giorni splendidi anche in giorni stronzi.

    a noi che abbiamo sempre un angelo seduto sul sellino dietro e a voi che lo stesso è li seduto comodo al vostro fianco.

    a noi e a voi che in moto e in strada si muore, è vero, ma non esiste modo migliore per vivere.

    Buona strada alla mia metà e buona strada a tutte voi ragazze ovunque siate e ovunque andiate !

    Sivy

  5. Ciao Rò…fai venir voglia di diventare anche motociclista…invece io ho un pò “paura” delle moto, a 15 anni ho fatto un incidente in motorino con una mia amica e ho picchiato la testa, devo ringraziare il mio Angelo custode se son ancora qui, allora di casco non si sentiva nemmeno parlare, e invece sarebbe stato molto utile! Però ammiro le ragazze che le portano, mi piace vedere che anche le donne possono avere passione per i viaggi e la strada, indipendentemente dal mezzo che guidano, e spero che un giorno non saremo più guardate con diffidenza ma considerate semplicemente alla “pari” dei maschietti.

    Buona strada a tutte: camioniste e motocicliste!!!

    Moni.

  6. Benvenuta Sivy… sapevamo che Simo aveva una sorella, ne è molto orgogliosa e ne parla spesso, ci fa piacere che tu ci sia venuta a raccontare le vostre sensazioni, molte lady truck hanno passione anche per le moto… Buona Strada e torna a trovarci!!! gisy

  7. Ciao Sivy hai detto veramente bene, e questo conferma quanto simili siano le nostre passioni! anch’io sono iscritta a Le motocicliste! purtroppo nn ho mai aderito alle loro iniziative xò apprezzo che ci sia modo di poter valorizzare la figura della donna nel mondo motociclistico! di rito ogni anno io e le mie amiche organizziamo una cena e poi via al raduno/party con la propria moto, oppure via direttamente x un lungo viaggio ma solo donne!!! moto e camion sono mezzi impegnativi se guardiamo la forza fisica, nn potremmo mai superare quella di un uomo ma di quella di volontà nn ci supera nessuno!!!!

    • Prioritatiile mele in viata este sa-I ofer mai mult timp Creatorului meu,sa ma unesc cu Preaiubitul inimii mele,sa alerg spre El,sa-I fac plcraee Stapanului meu sa se bucure de fiinta mea ca intr-o buna zi sa aud o voce care imi spune: Bene,rob bun si credincios;ai fost credincios in putine lucruri,te voi pune peste multe lucruri;intra in bucuria stapanului tau .

  8. anonimo il said:

    Ciao;sono Max e sono un camionista ma ben presto possessore di un’Harley.

    Concordo pienamente con quello che dici,il nostro mondo viaggia in parallelo con quello dei bikers, e fra non molto come già detto,farò parte anche del loro mondo 🙂

    Purtroppo è ancora evidente lo sdegno e il malo modo in cui ci guarda certa gente quando arriviamo col camion in quelche posto e magari siamo ancora un po’ sporchi per la polvere e per il lavoro che siamo costretti a fare,ma c’è anche da dire che se la nostra categoria è vista male è perché alcuni di noi compiono delle azioni non molto “per bene”.Io ho anche tentato di dare una mano alla categoria a rialzarsi ma purtroppo,siamo in pochi ad essere per bene.Ciao e scusami del disturbo.Ci vediamo in strada 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.