Crea sito
12 commenti

Coda, colonna, stau,ecc….

In coda sull’A22…

 

Giornatona sull’A22, la “famosa” autostrada che porta al Brennero…

Io la ribattezzerei l’autostrada dei divieti…per la sicurezza, dicono…di chi?

Di certo non per la salute mentale dei camionisti che la percorrono…

Abbiamo fatto la prima (urgente) consegna in ZI a Laives, usciamo alle 8 e 35 dallo stabilimento, per andare verso Bolzano due alternative: o RITORNARE allo svincolo di Egna/Ora (quindi un sacco di km in più, tanto il camion nostro va a idrogeno, non a gasolio), oppure ASPETTARE le 9.00 che terminava il divieto per i camion di attraversare l’abitato di Laives…scegliamo l’opzione 2, anche perché a tornar indietro e risalire dalla grande ci avremmo messo più o meno lo stesso tempo.

Sulla grande dopo Bolzano in direzione nord oltre al divieto di sorpasso c’è anche il limite di velocità di 60km/h per i camion, e il divieto di sorpasso 24h anche per le auto con roulotte al seguito…

14 05 2008 roulotte in sorpasso sull…va bè..non per tutte….

La seconda consegna a Bressanone, poi riprendiamo la grande in direzione sud a Chiusa Val Gardena, quando salivamo segnalavano 6 km di coda tra S. Michele e Trento nord, ora il tabellone  vicino Bolzano ne segna solo 4…che bello, pensiamo, sta smaltendo….Cosi messaggio con, sono nei suoi territori…chissà se riusciremo a vederci?

                                               14 05 2008 4 km STAU

Gli stranieri non sono obbligati a rispettare le leggi italiane….si sa…non parlano la nostra lingua e i cartelli nel nostro paese non sono uguali a quelli del loro…(anche se la parola STAU sul tabellone mi suona un po’ tedesca…)

Ma i problemi non sono certo i sorpassi vietati dei colleghi frettolosi…passiamo Egna e poco più avanti si frena e tutti accendono le 4 frecce…ma la coda non doveva iniziare dopo S.Michele?

Poco prima avevo parlato con  Rò e lei mi aveva detto di averci perso una mezzora per quel cantiere…noi ci metteremo un POCHINO di più….

 i capannoniVe li ricordate….ci aveva postato le foto la Rò un po’ di tempo fa, ci stiamo fermi di fianco per un po’… facciamo circa 20 km  incolonnati, si va per un km, poi si sta fermi 5 minuti e via cosi…non passa più. E pensare che quando arriviamo al cantiere la cosa inverosimile è che noi ci dobbiamo solo tirare a destra mentre quelli in nord devono fare scambio di carreggiata e hanno si e no un km di coda! Allucinante!!

14 05 2008 colleghe

Con e la sua mamma Daniela (e il piccolo Ercolino) ci troviamo all’area di servizio Nogaredo, nel frattempo che arrivavamo loro hanno finito di caricare e si son fermate a mangiare un panino. C’era colonna per arrivarci e naturalmente ripartiamo ancora in colonna….più avanti altri cantieri ci fanno ancora rallentare…Io non metto in dubbio che le manutenzioni vanno fatte, che loro stanno lavorando…ma il nostro di lavoro? A noi chi ci pensa? Se non eravamo in due ci toccava di fermarci in giro….Riusciamo ad arrivare a Soave che son le 3 del pomeriggio!!!

Per fortuna facciamo un pezzo di strada fino a Verona in compagnia di Rò, e chiacchierando passa un po’ il nervoso!!

Riparto dall’ultima consegna alle 3 e ½…arrivo in scuderia che son quasi le sette di sera….di notte ci metto 2 ore e ½ circa a fare lo stesso tragitto e senza correre.

A Brescia incrocio la Cristina, quando la vedo penso” che bella collega su quel Mercedes!!” e poi mi accorgo che la conosco! Ci scambiamo un saluto veloce, è un po’ impossibile per due gringhelle parlar sul 5…

Ci sarebbe una cosa che vorrei aggiungere al termine di questo resoconto…ma non ho voglia di far polemiche. Tanto si capisce perché l’ho raccontata  sta storia!

Ciao, buona strada a tutti!

Moni.

About The Author

12 Comments

  1. Misteriosa ha detto:

    Che giorno nefasto! fortuna che siamo riuscite a trovarci, almeno una cosa positiva in questo viaggio che pareva nn finisse mai! domani dovrebbero chiudere un pezzo di autostrada, xò di notte, quindi anche se si va sulla piccola il traffico è abbastanza scorrevole. xò quando si mettono con i cantieri, ovvero i lavori “di corsa”, sulla A22, ne fanno uno dopo l’altro e fra deviazioni, curiosi, paurosi, e tira, e molla, e il divieto di sorpasso, le colonne sono assicurate. Quando sono passata io in quel famoso cantiere “fantasma” (dov’erano i “men at work”? “at home”?) ad un certo punto nn arrivavano nenche +bm credo un camion le ha bloccate x far passare i camion nella strettoia, eppure nn è servito tutti sempre fermi! roba da matti! in questi casi nn sai mai se fai bene a uscire xchè x esperienza, nella maggior parte dei casi, le piccole si intasano e anche là va a finire che perdi tempo. Santa pazienza! dovrebbero sì farci un monumento!!!

  2. gisytruck ha detto:

    Ciao Mony… immagino il tuo umore di oggi… io non percorro quasi mai quell’autostrada ultimamente, mi vengono però in mente tante disavventure vissute anni fa e sentire le tue lamentele mi da l’impressione che non sia migliorato niente… Buona Strada!!!

  3. carlo77 ha detto:

    ciao a tutte… a sentire parlare di brennero mi viene in mente un racconto del terrore!!! con tutto il tempo che ci sono stati i cantieri costruivano la terza corsia!!! invece parlando di baracchino e gringhelle cara moni, dopo che senti solo stronzate ,bestemmie, informazioni sbagliate e quant’altro è normale che alla voce di donna risponde il branco di lupi!!!! scherzo… però abbi pietà!!!a meno che voi donnine non decidete di comune accordo di trovarvi su un canale prestabilito quando vi incrociate… ma a non ,maschietti però ci togliete quello che si dice una boccata d’aria fresca!!!! hi hi hi… buona strada a tutte voi… ciaoooooooo

  4. anonimo ha detto:

    Ciao a tutti!…

    Ma non si è ancora capito cosa ci sia dentro quei simpatici edifici a forma di camion?…

  5. SimonaeGuido ha detto:

    Ciao Moni, che incubo hai vissuto !!! Fare il nostro lavoro è diventato una lotta contro tutte le avversità: il traffico, i divieti, gli orari da rispettare, i blocchi alla circolazione per permettere agli italiani senza soldi di andare in vacanza. Ma almeno hai scoperto che cos’è quello stabile dalla forma strana ? Sono curiosa.

    Per quanto riguarda il canale riservato non credo serva più di tanto perchè tempo qualche secondo e sono già “sulle nostre traccie”; bisognerebbe piuttosto che alcuni colleghi, non tutti per fortuna, imparassero l’educazione e il rispetto per gli altri.

    Ciao e buona strada (magari non in coda)

  6. FrancescoPatti ha detto:

    Ma che “utente anonimo”….

    Quello di sopra sono io…ero convinto di essere loggato!…

    Ciao!

  7. FrancescoPatti ha detto:

    “Quello di sopra” se intanto non mi avesse sorpassato Simona con tanto di Guido a fianco e Nany strombazzante!…

    Ciao!

  8. SimonaeGuido ha detto:

    Non penso proprio !!!!!!!!!!!!!! perchè io e Guido siamo belli almeno il triplo !!!!!!!!!!

    Ho notato con piacere che sei tornato a scrivere dopo una pausa annunciata (in che Paese si trova la spiaggia caraibica su cui eri ? ) :))

  9. FrancescoPatti ha detto:

    > Non penso proprio !!!!!!!!!!!!!!

    > perchè io e Guido siamo belli

    > almeno il triplo !!!!!!!!!!

    Ma tu guarda cosa mi tocca leggere!…Ma che roba!…

    Niente spiaggia caraibica per me, ma sono ugualmente stato al di là dell’oceano….nell’affascinante, folle, incantevole New York!…

  10. ironduckmoni ha detto:

    Ciao!!! Bentornato Carlo…ma io ci parlo anche volentieri con i colleghi maschi…ma DOPO aver salutato le mie amiche!!Se mi parlano sopra un pò mi arrabbio…appena appena….!!Di più quando vado su un altro canale e vengono anche loro a far “proposte indecenti”…Con te ci parlerei anche ma…vediamo se come “spia” funziono ancora bene…eri tu oggi, diciamo verso le 16 in una piazzola dopo Capriate?….io ti vedo, ma tu no!provo a chiamarti ma non mi senti!….ho provato anche a suonare ma c’erano OTTO CORSIE DI MEZZO! Poi magari mi son sbagliata e non eri tu! Però mi sembrava proprio il tuo baraccamento…Sarà per la prossima…lunedi son dalle tue-credo- parti…

    Bentornato anche a Francesco, ci mancavi! com’è andata nella Big Apple? Tutti quelli che ci vanno ne parlano bene, tu cosa ci racconti? Io ci andrò quando faranno il ponte sull’Atlantico…Simo non va in moto, io mi RIFIUTO di andare in aereo!!

    Lo stabile a forma di camion non ha insegne visibili, ma davanti c’è una vasca di depurazione…sarà un’azienda chimica? A sapere che ci stavamo fermi cosi tanto scendevo a scavalcar la rete e vedere da vicino!

    Per le code, oggi è andata di lusso, stamattina ci han scaricato con un’ora di anticipo e abbiam evitato la colonna x prendere la grande a Mestre…non è andata cosi bene a chi andava in direzione TS: alle 6 e 1/2 erano già fermi dal casello! A Brescia quella per l’incidente l’ho evitata perchè dovevam fare una presa in città e quindi ci toccava di uscire cmq…é venerdi sera e son qui bella rilassata, meglio di cosi?

    Mando un saluto a tutti/e, in particolare a Eli e Luciano che magari ora stanno leggendo dopo una settimana di viaggio…!!! Buon weekend, a presto e …buona strada!

    Moni.

  11. FrancescoPatti ha detto:

    > Bentornato anche a Francesco

    > […] com’è andata nella Big

    > Apple? Tutti quelli che ci vanno

    > ne parlano bene, tu cosa ci

    > racconti?

    È una metropoli straordinariamente accogliente, nella quale non ho provato quel senso di estraneità che tipicamente si avverte quando ci si reca in un’altra città.

    Credevo che i suoi abitanti fossero freddi e distaccati e invece ho trovato persone tanto affettuose, gentili, disponibili. Davvero una bella sorpresa.

    E poi ognuno “fa quel che vuole”, si veste come gli pare, usa il PC portatile dove ritiene più opportuno, mangia tra una fermata e l’altra della metropolitana e tanto tanto ancora….

    E in più la Grande Mela non si ferma mai. Numerosi negozi rimangono aperti per tutte le 24 ore, altri chiudono comunque a tarda sera. Ci si può accomodare al ristorante alle 10 del mattino come alle cinque del pomeriggio o alle tre di notte: è sempre uguale, non cambia nulla!

    Quanto ai camion….Li ho visti, finalmente li ho visti dal vivo…

    I musoni, i Peterbilt, i Kenworth, i Freightliner, gli International, i Mack…ma anche splendidi Volvo a cabina arretrata che in Europa non vengono venduti.

    Belli, grandi, eleganti, molto più lunghi di quanto consentito dalle leggi italiane. Sono davvero smisurati, ben oltre quanto le foto lascino intendere.

    > Io ci andrò quando faranno il

    > ponte sull’Atlantico…Simo non va

    > in moto, io mi RIFIUTO di andare

    > in aereo!!

    Suvvia, c’è sempre una prima volta….

    Un abbraccio grande a voi tutte.

  12. SimonaeGuido ha detto:

    Per Sivy: avevo inteso male la scrittura, ma provare a scrivere in italiano no eh ??

    Per Mony: sono l’ultima che dovrebbe parlare circa le paure, ma ti assicuro che l’aereo è una cosa bellissima, ti fa vedere posti che altrimenti non potresti vedere. Per andare in Kenya io e Sivy ci siamo fatte circa otto ore di volo ma ne è valsa la pena. Io proverò a fare brevi tratti in moto e tu magari prova a prenderne uno che va a Roma (più vicino non c’è) (almeno credo) e se propio non ti dovesse piacere puoi sempre tornare in treno…

Leave A Reply