Una bella serata!!!

Ciao ragazze,

devo pubblicare questa FOTO DI RITO che abbiamo fatto sabato sera noi piccola delegazione lady truck!

lady truck a Ponte di Barbarano

Il nostro amico graspa è riuscito a radunarci in modo quasi inaspettato per una serata davvero piacevole!!! Permettetemi questo breve ringraziamento (pubblicità) allla Distilleria Dal Toso della sua famiglia per l’ospitalità, le degustazioni e l’intrattenimento del coro-alpini; grazie per questa occasione di ritrovo!

CIMG2716La serata non si è fermata lì, un gruppetto di noi l’ha poi continuata in un bar fuori dal centro per non rompere l’armonia e la gioia di stare insieme con un bicchiere … a questo punto devo aprire una parentesi – la più divertente che teneva banco con i suoi racconti di vita da autotrasportatrice era la mamma di Ro’ … un mito!!! E’ veramente un piacere la sua compagnia!!! –

(rientro a VE oltre le 3!!!) e sveglia alle 8 per la trasmissione rai di gisy!!

Paura della TV

Ciao a tutte/iP1010115

dopo lo spiacevole inconveniente successo a Febbraio con Raitre, di cui a loro non interessa nulla, ma a noi ha dato fastidio, non avrei mai pensato ci fossero i presupposti per accettare l’invito da parte nostra a partecipare a una trasmissione televisiva; mi ha contattato un autrice gentilissima per raccontare la mia storia, l’ho già fatto per i quotidiani locali ma la tv non è la stessa cosa, l’ho sempre detto e ne sono convinta, quindi l’ho spiegato anche a lei e le ho espressamente chiesto di poter parlare del nostro gruppo, dopo alcune rassicurazioni mi sono lasciata convincere, adesso però un pò di paura mi sta venendo… Milena mi accompagnerà nel viaggio ed è tranquilla… dice che sono tutte cose che fanno parte del mio quotidiano e mi usciranno naturali le parole… Se qualcuna vuole tenere le dita incrociate per me e vedere quanto arrossirò o mi tremerà la voce… Rai 1 domattina dalle 6.30 alle 9.30… non so l’orario  preciso della figuraccia… poi vi racconterò il seguito…

BUONA STRADA a Tutte!!!

L'ULTIMO DIARIO DI BORDO…

Quando inizia il viaggio? Quando entri in piazzale e apri la portiera della cabina e metti in moto? Quando compili il disco per il tachigrafo e fai il giro intorno al camion per controllare che sia tutto a posto? Dipende…

22 06 2008 corni di birraQuesta settimana  comincio a raccontarla partendo da sabato sera,  non partendo col camion, ma partendo da una serata in un Birrificio  in compagnia di amici-colleghi camionari e di racconti di viaggi, di camion, di avventure e disavventure on the road, di piatti di cibo e boccali, anzi corni di birra, di risate e di parole serie. Una serata veramente bella, ci siamo salutati quando alla fine hanno spento anche le luci nel parcheggio e stavano per chiudere il cancello! Con chi eravamo? 22 06 2008 Ely e MoniCon Dani Stef LucianoDaniele-Ciccio e Patrizia e Luciano e Elisabetta. Starei le ore a parlare con loro senza stancarmi, ma purtroppo arriva sempre il momento dei saluti…

Domenica sera il viaggio vero, appuntamento in scuderia col GianFranco e strada insieme fino a Bologna dove poi prendiamo direzioni diverse. Siamo andati sul nostro canale e abbiamo chiacchierato del più e del meno…Prima di Parma un tabellone portasfiga ci avvisa di un incidente tra Parma e Campegine. Decidiamo di tornare sul 5 23 06 2008 si parteper chiedere informazioni. Lo fa lui. E’ meglio vista l’ora. Ma non risponde nessuno per un po’. Poi un collega dice “ Non c’è niente!!” in tono secco. Il GF si permette di dire che sul tabellone c’era scritto di un incidente…non l’avesse mai fatto!! Il collega s’incazza di brutto e gliene dice di tutti i colori: “….se t’ho detto che non c’è niente non c’è niente!! Se non ti fidi che c…o chiedi a fare?!? Se ti dico una cosa è quella…se non vuoi credere a quello che ti dico non venire qui a rompere i coglioni…”ecc, ecc. Il GF ringrazia mestamente e torniamo sul nostro. Ci siamo rimasti male tutti e due. Anche perché, purtroppo, tante volte al CB ti danno informazioni fasulle…km di coda inesistenti o peggio ti dicono che è tutto libero e te ne fai una decina…la radio e i tabelloni non sono da meno…e scegliere il percorso migliore a volte è più difficile che fare un terno al lotto. L’appennino: un bilico fermo nella galleria lunga dietro la semicurva, non segnalato e schivato per miracolo. Una motrice fuori strada in salita dopo Barberino. E coda prima dell’ultima galleria quasi a Calenzano: per baracchino dicono che delle pattuglie di puffi hanno blindato una motrice li dentro. Per fortuna l’attesa è breve. Il ritorno lo facciamo dalla Cisa, a Piacenza ci sono 7/8 km di coda per immettersi in un cantiere perché prima c’era stato un incidente.

Martedì, una consegna sulle colline marchigiane, fuori dal traffico metropolitano. 24 06 2008 MarcheCielo blu, paesaggi dolci che rilassano lo spirito, campi di grano maturo che si perdono a vista d’occhio, in un’alternanza di colori  col verde delle altre coltivazioni e dei girasoli che son finalmente fioriti. E poi di nuovo 24 06 2008 A14direzione nord, il mare alla nostra destra, una consegna a Rimini e una a Imola, coda a Bologna per un piccolo incidente sull’immissione sull’Autosole. Pausa obbligatoria  a Fiorenzuola per spezzare le ore e la telefonata di un caro amico incrociato poco prima, un raggio di sole.

Voglia di mordere le gomme a più di uno sulla tangenziale ovest di Milano e sull’Autolaghi…l’educazione stradale da queste parti non esiste. Tutti hanno FRETTA e degli altri chi se ne frega? A volte mi vergogno di vivere da ‘ste parti…

Mercoledì mattina: le campagne del Polesine hanno gli stessi colori giallo frumento maturo e 25 06 2008 Polesineverde mais di quelle marchigiane, ma qui il paesaggio è piatto. Piatto pianura. C’è un caldo afoso, il cielo è grigio anche se non ci sono nuvole. I km scorrono lenti sulla transpolesana. Ancora 2 consegne a Legnago e poi si rientra. La radio parla di 7 km di coda x arrivare a Peschiera, chiedo per baracchino ma non c’è nessuno che arriva dalla 02 che mi risponde, son sulla piccola, decido di restarci, coda per coda…ma qui alla fine c’è solo un semaforo che fa perdere un po’ di tempo…poi tutto liscio fino a destinazione. Una presa 25 06 2008 40 gradi Ccon attesa di più di un’ora in un piazzale assolato, il termometro che segna 40°C…e poi si torna in scuderia. Il parabrezza è pieno di insetti, a volte mentre guido, mi concentro sul pensiero di impedire loro di venirsi a spiaccicare sul mio vetro…non perché me lo sporcano, ma perché sono anche loro creature e vederle morire li  mi dispiace…ma non ci riesco mai…non ho questo superpotere, non vivo in un cartone animato dove tutto è possibile. A volte mi è capitato di prendere in pieno degli uccelli, una notte un barbagianni è sbucato dall’oscurità, ho provato a frenare ma non è 25 06 2008 in cabinaservito, si è sentito un colpo talmente forte e secco sulla parte alta della cabina che credevo si fosse ammaccata…odio essere la causa della morte di questi ignari animali…

Giovedì mattina in toscana. Si sta bene. Il sole è caldo ma non c’è l’afa di ieri in veneto. E’ il mio umore che non va…ascolto Isoradio che dice che l’autosole è chiusa in sud per un incidente tra camion prima di Calenzano. Ci sono 13 km di coda…che tristezza. Poi liberano ma per smaltire la coda ci vorrà del tempo. Lo sciopero previsto per settimana prossima è stato sospeso, sono state fatte nuove promesse…speriamo che stavolta le mantengano. Imbocco l’appennino, all’altezza del primo parcheggio raggiungo la colonna che arranca in salita…uno ad uno i camion davanti a me e anche qualcuno da dietro sorpassano “l’ostacolo”…alla fine sono la prima dietro il lumacone, un bilico con un container e una targa ripetitiva illeggibile…la velocità è di 30/35 km /h…e io son praticamente vuota…ma c’è il divieto di sorpasso e se ti pizzicano oltre alla multa c’è la sospensione della patente per 2 mesi e non mi va di rischiare…invito il collega a fermarsi in un parcheggio o all’Aglio per far smaltire la coda che si è formata dietro a lui, ma non serve a nulla. Nella direzione opposta comunque stanno molto PEGGIO , la coda  in smaltimento è lunghissima e in più c’è stato un altro tamponamento all’interno delle gallerie artificiali tra bm e autobus. Meglio il nostro lumacone, prima del valico di  Roncobilaccio ci riprovo a dirgli di fermarsi, faccio di PEGGIO, gli dico che se non lo fa chiamo i puffi visto che ha anche la targa illeggibile e altre “cattiverie” simili,(che non metterei mai in pratica cmq, perché come diceva il Colautti :“mica sono un soffia, io!”) Non so se son le mie parole o che cosa a convincerlo, ma si decide ad entrare nell’area di servizio…la discesa la faccio “volando” a 80 km/h seguita da alcuni colleghi, con uno ci scambiamo opinioni per baracchino sul fatto che un minimo di educazione da parte di chi ha problemi di peso e velocità in salita non sarebbe niente male!  In barriera a Milano incrocio Ciccio che se ne va in giù, un saluto veloce per Cb e un augurio di buona strada!!

Al rientro in scuderia la notizia che l’ultimo viaggio della settimana lo dobbiamo fare con l’autotreno. Deve ancora rientrare. Ce ne andiamo a casa. Torneremo a 26 06 2008 sottopassoprenderlo al termine della pausa. Ci troviamo con Gisy al Villoresi, facciamo il sottopasso “puzzolente” per raggiungerla  in direzione opposta. Mi deve consegnare un prezioso CD, scambiamo 4 chiacchiere e poi ripartiamo. Il camion teoricamente è uguale al nostro, stesso modello, stesso cambio, stessi CV, ma a me sembra tutta un’altra cosa, abituata a guidare il mio “pupetto” mi sembra che questo ci metta un’eternità a raggiungere la velocità di crociera. Naturalmente è per colpa dei quintali. Siamo a pieno carico e i 412 CV effettivi del Premium sulle salite sono un po’ pochetti. Meno male che non ce ne sono molte. Poi mi mancano le mie “cosette”, un po’ me le sono prese dalla mia cabina prima di partire, ma mica posso fare un trasloco completo! A Bologna, la notte, c’è un tal LEONE che si diverte a trasmettere musica e altri versi per CB, cominci a sentirlo prima di  Modena e te lo porti fino a Imola ( o a metà degli appennini se vai di là). Le leggende sul perché fa cosi sono tante ma il risultato non cambia: un disturbo unico, anche perché ha un baracchino prepotente e fatichi a sentire pure chi ti sta vicino. A Milano c’è il Paolino che da anni si diletta a insultare i colleghi napoletani, ma la sua modulazione non è cosi forte e la sua voce è come una triste litania…è una piaga un po’ ovunque quella delle stazioni fisse che si divertono cosi…versi e stupidi insulti …che tristezza.

Venerdi, un’altra giornata di sole…mi sveglio con un feroce mal di testa. Ste apre le porte e 27 06 2008 disordine in cabinamette il rimorchio in ribalta, poi assiste alle operazioni di scarico, io me ne sto tranquilla in brandina. Qui fan tutto loro. E’ una pacchia!! Ho sparpagliato le mie cose per la cabina e devo dire di aver “creato” un bel disordine…Alle 9 e ¼ il rimorchio è vuoto, ora tocca 27 06 2008 -  rimorchio riflessoalla macchina e poi si riparte. L’asfalto scorre sotto le ruote senza grossi problemi fino a Bologna. Nel 27 06 2008 Marchetratto cittadino dell’A14, quello con la famosa “corsia dinamica” a momenti succede un’ammucchiata generale…I tabelloni segnano il verde in tutte e tre le corsie, ma non è cosi, un bilico è fermo sulla prima!! Inchiodata generale, chi ha spazio si butta in seconda, a me tocca fermarmi, ho delle bm di fianco in seconda e terza corsia…per fortuna avevo la mia bella distanza di sicurezza….il bilico si rimette in movimento piano piano, con le 4 frecce accese, quando c’è un varco lo passo anch’io…anche per stavolta l’abbiamo scampata! Incrocio un po’ 27 06 2008 il camion che si era fermatodi amici, anche la Tania, provo a chiamarli per CB, a lampeggiare, a suonare le trombe,  ma niente, con ‘sto camion non mi riconosce nessuno!! Eppure ha gli stessi colori aziendali di quello che uso di solito… Milano è il solito inferno: siamo in coda dalla Lorenteggio per un incidente che c’è stato in A4 dopo Cormano, è pazzesco…soprattutto la maleducazione dei milanesi: ho perso il conto delle auto che son passate in corsia di emergenza…uno schifo!! Prendo per Torino ed esco a Mesero, faccio la nuova superstrada, almeno qui è più tranquillo. L’ultimo incontro della settimana è con Federica, le lampeggio e lei mi chiede cosa ci faccio qui sopra, se mi hanno cambiato il camion: NO! NO! NO! È solo per questo viaggio! Ci salutiamo e ci auguriamo un buon weekend. Gli ultimi km e siamo in scuderia. Scarico le mie cose dalla cabina…finito il viaggio, finita la settimana, finito il quaderno e anche il diario. Non c’è da caricare. Anzi: lunedì sono in ferie. Ho ancora mal di testa.  Me ne vengo a casa con un po’  di tristezza.

buona strada….

Moni

Attenti a quei 3

AzzuFabiettoRòNiente paura, non sono dei banditi qualunque, ma siamo io e mia sorella di fronte al Scania 500 di Fabietto, in posa x la foto di rito Ieri è passato a trovarci in piazzale mentre stavamo cambiando una gomma stra-sgonfia e abbiamo sottoposto l’abilità di Fabietto nel spostare Dafne x poi effettuare la fatidica retromarcia. Il piazzale da me nn è molto spazioso e doveva metterlo a fianco del bilico; anche se è pilota di bilico le prime esperienze le ha fatte con l’autotreno che da tempo l’ha ceduto al babbo alias "Polvere" ma ho voluto vedere se si ricordava qualcosa   …ma devo dire che se l’è cavata bene, dai! E’ molto orgoglioso del suo "Scandalo", sempre ben curato, se vi dico che è il tipico camionaro che guida con le calze avete capito tutto.
 
DaniScaniaDaniFabietto

(la mamma con Fabietto )
Quì nella mia zona siamo in tanti trasportatori e ci conosciamo tutti, quando ci incrociamo le battute e i saluti sono d’obbligo al cb, e in certi casi ci si aiuta. Fabietto lo conosco da diversi anni, ricordo che quando gli è arrivato lo Scania è venuto a farmelo provare: che onore!!!
allora auguro sempre una buona strada a Fabietto e a tutti voi!!!

ho trovato questo articolo…

Autotrasporto: trovato accordo, sciopero rinviato

Lo sciopero indetto dagli autotrasportatori è stato sospeso, dopo che il governo ha trovato un accordo con la categoria in agitazione contro il caro gasolio.

Lo conferma Fai Conftrasporto, una delle sigle dell’autotrasporto.

Tra i punti dell’intesa, la riduzione dell’accisa sul carburante, interventi per favorire il ricambio del parco circolante con nuovi autocarri e sconti sui pedaggi autostradali.

I rappresentanti sindacali del settore avevano indetto uno sciopero generale di tutti i servizi di autotrasporto merci per il periodo compreso fra il 30 giugno e il 4 luglio.

Oggi il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, aveva detto oggi di aver trovato "qualche risorsa" per aiutare gli autotrasportatori colpiti dal caro-carburante e di essere "moderatamente fiducioso" di poter evitare lo sciopero che la settimana prossima avrebbe rischiato di bloccare il trasporto merci in tutto il Paese.

Prospettando per giugno un "disastroso" mercato dell’auto, la settimana scorsa l’amministratore delegato Fiat Sergio Marchionne aveva paventato la possibilità di "chiusure di stabilimenti" in caso fossero proseguiti gli scioperi degli autotrasportatori legati al caro gasolio

In effetti nessuna di noi ne ha parlato in questo blog ….

In ufficio da me c’è stato abbastanza pre-allarmismo, avremmo dovuto spostare tutte le consegne, avvisare i clienti, insomma avremmo avuto proprio delle belle giornatine!!!

O magari con la tangeziale bloccata non avrei potuto arrivare al lavoro: che bello!! Ci pensate? Io ci penso e in effetti il disagio avrebbe veramente inginocchiato l’Italia, o lo farà – se è solo un rinvio!

Certo non si può più continuare così!!! Per ora vedo solo promesse …. che dite?

Buon compleanno!!! – 9

Ciao a tutte/iscaniaGrifone

oggi voglio fare gli auguri a qualcuno che i camion li ha nel cuore, fanno parte della sua vita da quando è nato, li osserva con grande attenzione, li cura metodicamente come solo chi li ha nel cuore sa fare, con naturalezza senza fatica; per lui è un compleanno importante, finalmente potrà guidare un Bestione, non importa la marca o il modello, anzi no, conta tantissimo, ma è un ragazzo ragionevole e consapevole che bisogna fare la famosa "gavetta"… Non c’è torta o biglietto d’auguri o frasi di circostanza indicate per lui più che queste immagini… Ricordo quando mi ha chiesto di comprare il calendario, non era importante quali lady truck ci fossero, voleva quello dove c’era il "620"…

 BUON COMPLEANNOPLAYBOYV8!!!

qualcuna di noi lo identifica con simpatia: il Pifferino…

Qualunque sia il mezzo con cui la percorrerai… BUONA STRADA sempre ALLE!!!

Diario di bordo – 1

Ciao a tutte/i

un altro viaggio, solita destinazione ma stavolta in compagnia, qualche km avanti a me c’era Susana, c’eravamo accordate al telefono per viaggiare insieme, poi lei mi ha preceduto e l’ho raggiunta all’area di S 26062008964Zenone, un saluto, uno spuntino,una doppia P e ripartenza, non ci avventuriamo a scoprire se l’A4 è aperta, io con la motricetta posso permettermi manovre di retromarcia e inversione quasi ovunque, ma lei col bilico potrebbe incastrarsi da qualche parte e prendiamo la Laghi, la seguo fino all’area-cargo, aspettiamo chiacchierando il nostro turno per la spunta dei documenti più di un’ora, nel frattempo mi elenca le differenze con gli altri aereoporti europei, sono tutte in negativo per questo, sono incuriosita ma allo stesso tempo rassegnata, io qui devo venire e sapere che c’è di meglio mi fa piacere per chi ci va a scaricare, ma non mi cambia nulla… una aspetta l’altra e poi lei va alle rulliere e io alle ribalte, finiamo quasi contemporaneamente, io cambio logistica e lei rientra in ditta poi a casa; ci salutiamo e convinciamo un suo collega a farci una foto insieme, ne abbiamo tante, ma lei dice che sua mamma è contenta che io metto le foto sul blog, così la può vedere dall’Argentina… Questo viaggio è stato molto più rilassante del precedente, meno male!!!

Buona strada a Susana e un abbraccio alla sua mamma!!!

Michele a Isoradio

Ciao a tutte

ieri sera ho sentito su Isoradio Michele La Torre, per una volta ruolo invertito, non era lui ad intervistare ma Fabio Montanaro, hanno dato una visione dei rapporti tra i camionisti di oggi e quelli di camonicauna volta, cercando di capire e far capire quando e perchè si è perso il lato umano… sono intervenuti parecchi colleghi portando le loro esperienze e le impressioni, il processo di cambiamento che c’è stato negli anni, le cause di una trasformazione così radicale a totale sfavore dell’autista, che esso sia dipendente o padroncino. Entrambi mi hanno ospitato più volte alle loro trasmissioni per far conoscere il nostro gruppo e le nostre iniziative,  ma la trasmissione di ieri mi ha commosso perchè li ho sentiti impegnati a difendere l’immagine collettiva di una categoria che a priori è soggetta a pregiudizi. Michele ha parlato anche dei raduni, momenti d’incontro creati per socievolizzare con i colleghi e le loro famiglie, visto che i tempi di lavoro non lo consentono più e in luoghi predisposti e autogestiti da gruppi di colleghi.

Buona strada a Fabio e Michele e naturalmente a tutte Voi!!!

Una lunga giornata…

Ciao a tutte

Avrei voluto raccontarvi un viaggio qualunque, per fortuna non sono tutti così, altrimenti la passione si trasformerebbe in qualcosa d’altro… si comincia con il carico in una ditta di Castellarano, la mail d’incarico parla di 6 pallets, dopo diverse conversazioni tra magazzinieri, 24062008960impiegato e non so chi me ne caricano 4 e anche malridotte, la bolla in conto lavorazione avrebbe dovuto concludere la fase negativa di questo viaggio, invece la centralinista si rifiutava di aprire la sbarra perché mancava mezzora alla chiusura, non proprio pazientemente le ho spiegato che stavo lavorando per loro e mi stavano aspettando, le ho dato il nome dell’impiegata a cui chiedere, e chiesto di aprirmi che avevo fretta… in magazzino tutti a scherzare che non vado daccordo con le donne… ma se lavoro per loro, possibile che io sia trasparente e questa non mi ha mai visto? Mentre vado alla logistica per caricare il mio solito viaggio incontro Ramona col suo 24062008961Stralis, a destra ho visto un bimbo, ma non avrei mai pensato fosse il piccolino… ciao Daniel, vuole il microfono del cb ma dal seggiolino non si può muovere… saluto e mi raccomando per la foto del calendario… Un’ora dopo parto direzione Malpensa, l’incidente di cui ho sentito al cb non è ancora stato rimosso, ma entro ugualmente in A1 e arrivata al Km 122 mi rendo conto che è dall’altra parte quindi la coda si era formata per il restringimento di una sola corsia… ma l’autista stanotte non dormirà di sicuro, speriamo non si sia ferito; sorpasso Ivan un amico che m’informa di averne incontrato un altro in Liguria ieri, di andare a vedere su Youtube il 620 di Mirko, lo assicuro che lo farò presto e lascerò anche il mio voto, saluti e alla prossima; proseguo 24062008962e verso Piacenza da lontano vedo un incendio, poi avvicinandomi mi rendo conto che è una vettura, ormai irrecuperabile… Ancora km, la tangenziale ovest, imbocco la A4 per Torino e arrivata ad Arluno c’è uscita obbligatoria, senza nessuna segnalazione prima, avrei potuto prendere tranquillamente la Laghi, ma perché preoccuparsi di noi che siamo in strada per fare gli scemi??? All’uscita una marea di spaesati, comprese due suore su di una Punto che intralciano metà rotonda, convinta di trovare la solita strada aperta mi avvio per la piccola, niente da fare c’è sbarrata la direzione che devo seguire, non c’è problema andrò a Mesero a prendere la strada 25062008963che imbocco all’uscita dell’autostrada, arrivata lì mi rendo conto che si sale solo dall’altra parte del paese e ci vado seguendo le segnalazioni e all’ennesima rotonda trovo un’ennesima transenna, ma in questo paese non sa nessuno che le segnalazioni vanno coperte quando il percorso non è agibile, secondo me ho già fatto 10 km in più, tanto il gasolio costa niente, il tempo pure… mi dirigo verso Magenta e vado a prendere la mia famosa strada da dove inizia, pensando di aver finito di tribolare, invece per la prima volta da sei mesi, mancano 3 colli e i magazzinieri c’impiegano oltre al tempo di norma un’ora e mezzo in più tra conti e pesi… Verifico al tel che i colli non siano rimasti alla partenza, ma niente… Riparto e credo proprio che per questo viaggio i brutti momenti siano finiti… ma al Km 140 c’è un collega che è uscito di strada, non ho visto bene il mezzo, ma dentro di me spero che non sia qualcuno che conosco e in ogni caso spero che non si sia fatto male… In quel momento mi chiama La Ciociara e parlare con lei mi fa abbassare la tensione e sperare che il prossimo viaggio sia più rilassante… In tangenziale a Modena incontro un altro amico che mi augura Buonanotte e ne ho proprio bisogno, quando mi sono alzata pensavo che la peggior cosa della giornata, sarebbe stata l’alta temperatura…

 Buona Strada a Lorenzo e a tutte voi!!!

Raduni… – 1

Ciao a tutte/iDSCF0444

DSCF0454ieri si sono svolti  raduni a cui non abbiamo potuto partecipare, speriamo con lo spirito giusto e che i colleghi presenti abbiano portato via con loro il ricordo di un bel fine settimana, trascorso in allegra compagnia… magari qualcuno ci invierà qualche foto, località lontane tra loro ma con DSCF0462lo stesso intento: predisporre uno spazio e un evento di DSCF0540ritrovo per dare un altra visione dei camionisti, un lato umano che il mondo esterno rifiuta e continua a considerarci: brutti, sporchi e cattivi, se non addirittura assassini. Da S Andrea Bagni (PR) alcune foto ricordo, sono passate settimane ma il lavoro di Stefano va ricordato, sono stati due giorni divertenti e lo rigraziamo dell’invito e dell’ospitalità, proponendo queste immagini..

Buona strada agli organizzatori di questi eventi e a tutte/i noi!!!