Novità!!!

Ciao a tutte/i

avrei dovuto pubblicare le foto del passato fine settimana, parlare di un sacco di notizie di cronaca tristi a dimostrazione di quanta degenerazione ci sia in questo mondo; preferisco invece aggiornarvi sulle novità che riguardano il nostro gruppo, è stata creata una casella e-mail dove potete scrivere, sia per contattare una di noi o il gruppo in generale, basta specificare nell’oggetto: [email protected]. Risponderemo a domande e riceveremo con piacere notizie che riguardano il nostro mondo…Buona_strada_Lady_truck_driver_team-blu_fans-_bis

I nostri amici e colleghi che hanno apprezzato la nostra compagnia di persone semplici e motivate, ci hanno chiesto di poter mettere anche loro la nostra targa sul cruscotto del loro camion, a noi serve per riconoscerci e dopo sarebbe stato più complicato, quindi è stata ideata la targa "fans", non per fare le dive ma per riconoscere anche i nostri amici e sorridergli anche per strada, potendoli riconoscere e augurargli:

BUONA STRADA!!!

Un diario un pò strano…

APPUNTI DI VIAGGIO

27  maggio 2008 – martedi

 Me ne sto qui seduta con i piedi sul cruscotto a guardar il paesaggio scorrere di fianco a noi. Sono di pessimo umore, capita. Non ci si può sempre svegliare col sorriso…

Quello che vedo: campi di frumento che avrebbe bisogno di un po’ di sole per maturare, frutteti, campi di mais ancora piccolo, frutteti, campi di colza che ormai hanno abbandonato il loro bel colore giallo, frutteti, ancora mais, un campo di barbabietole, filari di peschi, vecchie cascine, orrende barriere antirumore…Un fiume, il Panaro, 240 m di ponte, il suo livello è già tornato normale, settimana scorsa era gonfio d’acqua. Uno svincolo, Modena sud, barriere antirumore; un campo di frumento che sta imbiondendo, macchiato dal rosso dei papaveri, foraggio, barriere antirumore, un campo incolto, uno stabilimento. Il cielo è grigio, la temperatura 24°C, l’aria è afosa. Abbiamo acceso l’aria condizionata al minimo. Altri campi, una baracca che mi son sempre chiesta come fa a stare in piedi, è in fianco alla grande: c’è chi dice che il passaggio dei camion fa crepare i muri e cadere le tegole delle case di cemento e mattoni, questo su strade con molto meno traffico che sull’autosole, e lei è li, cosi, da anni.

 4 corsie, noi in prima, un bilico ci passa in 2^, un autobus in 3^…Modena si avvicina. Ora c’è una complanare in fianco all’autostrada, un sacco di cartelli pubblicitari poco più in là…altre barriere antirumore. Una casa gialla che si affaccia sulla corsia di emergenza.

27 05 2008 Modena NordModena nord: c’è chi esce e c’è chi entra. Subito dopo l’autogrill di Secchia: c’è chi si ferma e c’è chi riparte, e dopo ancora l’imbocco dell’A22: c’è chi svincola e chi si immette. Un austriaco con una Golf nera ci sorpassa e ci frena davanti, sta a cavallo delle corsie, Stef gli suona e lui si decide a tirarsi a destra, mentre gli passiamo di fianco lo guardo digitare sul telefonino: per la serie tutto il mondo è paese! L’autostrada è tornata a 3 corsie. Ora in fianco a noi abbiamo i binari della TAV, ci accompagneranno più o meno vicini fino a Milano. Il paesaggio qui è come mutato da prima che la costruissero. E ancora non hanno finito: In certi punti è orrenda, un muro di cemento…al di là dei binari altre barriere antirumore…ora anche al di qua.. Tonnellate e tonnellate di cemento.

In lontananza  comincia ad apparire la sagoma del ponte di Calatrava. Sulla sinistra c’è uno stabilimento che nel piazzale ha 2 enormi bulloni incrociati, passiamo sotto il ponte, col

cielo di questo colore quasi non se ne distingue la sagoma. Lo svincolo di Reggio Emilia, ancora barriere di cemento a protezione della TAV. Chissà se tutto sto lavoro che stanno facendo 27 05 2008 cementoservirà veramente a diminuire il traffico qui in autostrada? Un parcheggio costruito e mai aperto invecchia al di là del guard-rail tra i km 133 e 132. Non lo so qual è il nome esatto per definirli, ma i tralicci che sostengono i cavi elettrici della ferrovia che si perdono a vista d’occhio e che riflettono quel poco sole  che sbuca tra le nuvole non contribuiscono a migliorare l’aspetto del paesaggio. Basterebbe guardare al di là dell’autostrada per vedere qualcosa di bello, la dolcezza delle campagne, ma l’occhio è come attratto dalla bruttura di questa ferrovia troppo vicina all’autostrada. La nuova uscita di “Terre di Canossa – Campegine” poco dopo il km 125. Una vecchia stalla abbandonata col tetto in eternit sembra dover crollare da un momento all’altro. Un po’ di stabilimenti e sempre questi muri di cemento, un tratto sopraelevato su pilastri di cemento…Per fortuna la natura fa il suo lavoro e in ogni posto possibile son cresciute erbe e fiori. L’area di servizio di S.Martino. Manca ¼ alle 12,  facciamo una sosta. I parcheggi “segnati” sono tutti occupati…ci fermiamo dopo i distributori, quasi sull’uscita…tanto camminare un po’ fa bene. Smetto di scrivere, scendo

.

UN INCONTRO SERALE

28 maggio 2008 – mercoledi

 28 05 2008 Mo e Gisy

Gisy è quasi arrivata a destinazione, noi stiamo partendo, ci troviamo alla solita rotonda, stasera c’è un via vai pazzesco di BM, 4 chiacchiere sulle ultime novità, la foto di rito vicino al camion, un abbraccio e si riparte. Sull’autolaghi, se si considera che a quest’ora praticamente  non ci sono camion, il numero delle BM è lo stesso di quello delle 5 di sera: è piena…solo che son le 11 passate!! Chissà dove vanno tutti? Io a lavorare.

 

UN’AMARA CONSIDERAZIONE

 29 maggio 2008 – giovedì

 

La Costituzione Italiana dice che l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro.

Le cronache sono piene di storie di furti, rapine, truffe, gente che ha poca voglia di lavorare.

Poi ci siamo NOI, i camionisti. Una categoria di MOSTRI da combattere con ogni arma possibile…

Quando sono in giro col camion a fare le prese non sto RUBANDO le merci che mi vengono affidate per essere trasportate in un altro luogo, vuoi per terminare la lavorazione, vuoi per essere vendute al pubblico. Nelle ditte dove vado a caricare gli impiegati e gli operai non sono dei pazzi criminali, ma delle persone che come me stanno LAVORANDO – onestamente – per guadagnarsi uno stipendio e vivere dignitosamente. Allora io mi chiedi: PERCHE’?? Perché in certi paesi gli abitanti di certe case che si trovano nella stessa via dove sorgono stabilimenti che danno da lavorare a tante persone, che cosi non devono andare a rubare per vivere, perché queste persone fanno di tutto per ostacolare il lavoro delle persone ONESTE???

Vi chiederete come: semplice, parcheggiando le loro automobili in modo da dar fastidio ai camion e da impedirgli di far manovra. Oggi mi è capitato di andare in una via di Lonate Pozzolo dove è ammesso l’accesso solo per carico/scarico. Mi devo fermare in strada perché dal cancello non ci passo, quello della casa di fronte, come tutte le altre volte che son venuta qui, ha la macchina parcheggiata fuori (nonostante abbia un cortile grande), quindi chi percorre la strada deve fare lo slalom tra me e lui…ma, ciliegina sulla torta, in fondo la via sbuca su un’altra: o giri a destra o giri a sinistra, io per uscire sfioro sempre il marciapiede sul lato opposto perché è un incrocio stretto. Oggi li c’era una station-wagon parcheggiata! Ma, correggetemi e datemi dell’ignorante se sbaglio: non è vietato parcheggiare sugli incroci? Anche in quelli a T? Abbiam chiesto all’impiegato se sapevano di chi era, ci ha chiesto cortesemente se potevamo uscire in retromarcia (100 m per raggiungere la statale, per fortuna siamo in due) perché li è una guerra tutti i giorni e anche a chiamare i vigili tanto le auto non le fanno rimuovere. Una volta c’erano vigili e carabinieri che litigavano tra loro su chi aveva ragione e chi torto…che bello! Sono discussioni continue con questi “vicini”, dice che lo fanno apposta perché non vogliono lo stabilimento davanti casa, vogliono che chiude!

Ma queste M…E di persone non vanno a lavorare anche loro da qualche parte? Non usufruiscono pure loro delle merci trasportate dai camion? Non hanno problemi più seri nella vita cosi da non dover passare il tempo a fare cattiverie nei confronti del prossimo? E se invece di un camion che è venuto a caricare, di li dovesse passare un camion dei POMPIERI perché sta bruciando una casa (magari la loro…) e non ce la fa a passare per colpa della loro stupidità? E magari poi qualcuno ci rimette qualcosa di più di un’incazzatura? A queste persone dedico questo pensiero:” Meditate quando fate gli stronzi gratuitamente, perché prima o poi vi si potrebbe ritorcere contro!!”

Ho scritto di Lonate, ma sapete quante, troppe, veramente troppe volte capitano queste cose? Forse dovremmo VERAMENTE  andare a fare i DELINQUENTI, son più rispettati loro della gente che lavora ONESTAMENTE.

 

PIOGGIA e ….

30 maggio 2008 – venerdi

 

Stanotte pioveva, pioveva, pioveva, pioveva, una pioggia densa,

ininterrotta, nera.

Continua a piovere anche stamattina a Prato. Sono giorni che più o meno, qua o là piove, piove piove, piove sempre. Dopo la prima settimana ho cominciato a far della ruggine…un po’ di macchie sparse…dopo la seconda settimana l’umidità era scesa più in profondità ed era tutto un fiorir di muffa…dopo la terza settimana d’acqua i polmoni stanno mutando in branchie, i piedi assomigliano più a delle pinne, sono palmati come quelli delle anatre e la pelle è tutta coperta di piccole squame…

E’ l’evoluzione della specie che in un mondo frenetico come il nostro ha accelerato vertiginosamente i suoi tempi per adeguarsi alle mutate condizioni ambientali. Anche la testa comincia a dare i numeri: il cervello è ormai annacquato e i pensieri nuotano come pesci rossi in una boccia di vetro.

 

Ma oggi sono felice, aspetto l’arrivo della sera, e nonostante il traffico di Milano e l’averci messo un’ora abbondante in più ce l’ho fatta ad arrivare in tempo a casa. Tra un po’ verrà mio fratello a prendermi e andremo insieme al Forum di Assago al concerto di Lorenzo.

Sono felice

30 05 2008 andando al concerto

C’era traffico anche a tornarci a Milano….abbiam fatto vie traverse e siamo arrivati in tempo….non cosi tutti gli altri, il Forum era mezzo vuoto e gli organizzatori hanno ritardato l’inizio del concerto di ¾ d’ora per permettere a tutti quelli che erano rimasti bloccati in tangenziale di non perdersi lo spettacolo: grandi!! Poi è stato bellissimo, energia positiva e musica a tutto volume, cori e mani al cielo, danze e sorrisi. Grande Lorenzo!!!!

30052008 concerto

…..a te che sei /semplicemente sei / sostanza dei giorni miei / sostanza dei sogni miei…

 

 

A tutti voi…Buona strada!!

Moni

 

Help…

Ciao a tutte/i

non so se qualcuna di voi riesce ad aprire o vi appare una pagina bianca… Chiederò a Rò di verificare cosa sia successo e ripristinare il tutto, se è nelle sue possibilità… Ma sempre e comunque…

Buona Strada!!!