Crea sito
8 commenti

Festa del Lambrusco a Sorbara

Ciao a tutte/i

Quest’anno Sara ha deciso di ripetere l’esperienza di abbinare il  raduno deiCcamion gisy-Ivan e Titti camion alla Festa del Lambrusco di Sorbara, dove abita con la famiglia e a cui ha sempre partecipato attivamente; pensava di rendere un Omaggio al suo papà Graziano,  scomparso recentemente, autotrasportatore per una vita intera e grande appassionato di camion vecchi e nuovi; noi siamo state avvisate tardi, Herbert e Massimoavevamo gia preso un impegno con Elda e le ragazze venete che ci vediamo costrette a disdire e di questo ci scusiamo; Anche se Sara non frequenta  molto il gruppo ne ha fatto parte dall’inizio e anche nella passata edizione eravamo presenti, ha scritto per il nostro blog una sua esperienza e cercheremo di aiutarla, nel limite delle nostre possibilità, a portare anche a Sorbara un’altra immagine dei Camion e dei Camionisti.

Appuntamento Sabato e Domenica a Sorbara!!!

 

Le foto sono dell’edizione scorsa.

 

BUONA STRADA A TUTTE/I !!!!

About The Author

8 Comments

  1. anonimo ha detto:

    Ciao a tutti, i raduni continuano e a me piacerbbe partecipare a tutti, ma purtroppo gli impegni quotidiani non me lo permettono, anche se prima di sposarmi li facevo quasi tutti! Scrivo oggi perchè sono particolarmente arrabbiata, un’altro incidente di camion a portato i mass a dipingerci come assassini, delinquenti…A loro fa comodo dire queste cose, senza cercare il problema alla radice!Tutti gli incidenti sono stati causati da camion non italiani, ma dei paesi dell’est, che vengono di qua e fanno quello che vogliono!Mi piacerebbe proprio fare qualcosa per dimostrare a quella gente che ci dipinge come più gli fa comodo o meglio come più fa notizia chi siamo, quanti sacrifici facciamo per fare un lavoro alla fine socialmente utile!E quanto questa gente ci abbia messo in difficoltà stto tutti i punti di vista.

    Ciao a tutti e buona strada! Agata

  2. gisytruck ha detto:

    Ciao Agata

    come ti avevamo detto… scrivere nel blog è più facile di quanto sembri…BENVENUTA!!! Hai ragione ad essere arrabbiata, anch’io di notte non vedo mai pattuglie, quando ci sono, non sono ferme con camion stranieri o guidati da stranieri… i corrieri perchè… non si sa quale Dio li protegge e gli altri? Mai una targa straniera…Mistero!

    Una volta ho chiesto a un poliziotto e mi ha detto che c’erano troppe complicazioni per via della lingua… Un altro, “Pezzo da 90” a un convegno sulla sicurezza mi aveva negato fosse così… Un agente della mia zona, dove sinceramente tutti i giorni sul quotidiano si legge del loro operato: arresti di clandestini, o per traffico di droga o furti ai camion, merce contraffatta e tanto altro…mi ha detto che non hanno il tempo materiale, ora accompagnano spesso il camion- revisione-mobile…

    Più di una volta in autostrada, ho visto ed evitato camion che s’immettevano in corsia di marcia senza prendere velocità, direttamente dalla piazzuola alla prima corsia, una volta anche facendo retromarcia per uscire a T, neanche a dirlo ma nessuna di quelle targhe era italiana… Questi ultimi giorni hanno restrinto i controlli nel tratto che attraversa la mia provincia, seguendo le direttive del Ministro, immancabilmente rilevato un numero alto di mezzi che non era idoneo alla circolazione… ma questi non vanno una volta l’anno alla revisione come devo fare io? Gli autisti che non erano in regola con la patente non sanno quali sono gli obblighi in Italia per poter guidare, vivono e lavorano in Italia che si documentino! Fortunatamente non hanno trovato tassi alcolemici alti… ma forse era solo questione d’orario, e qui non sono disposta a giustificare nessuno: Se devi guidare non bevi!Chiaro e semplice! Perchè devi andare a mettere a rischio la vita degl’altri? Per quanto riguarda la tua, se ti vuoi ammazzare buttati da un ponte alto, ma salva il camion e chi non c’entra con la tua follia…

    L’idoneità dei mezzi è un altro punto dolente, ti ritirano il libretto se hai i fari sulla cabina e lasciano circolare un’infinità di semirimorchi accecati completamente… cosa danneggia di più la sicurezza? Non puoi oscurare i vetri del camion per la sicurezza, dicono,e poliziotti incoscienti, puntano il faro all’autista in faccia accecandolo per parecchi secondi…, non è a discapito della sicurezza non vedere niente per 10/20 secondi? per fortuna non tutti sono privi di buon senso e ci sono anche tante brave persone… Mi chiedo però perchè l’Italia è quel Paese dove noi nativi dobbiamo sempre dimostrare di non essere delinquenti, sempre a priori, anche in un normale controllo sulle strade e gli stranieri invece, intracomunitari o extracomunitari che siano sono sempre tutelati e rispettati finchè non risulta palese ed evidente il contrario?

    Scusatemi x lo sfogo!

    Buona Strada a tutte/i!!!

  3. anonimo ha detto:

    condivido pienamente il tuo sfogo.come sempre i camion contrllatii sono quelli con targa italiana………………….capitato gia molte volte di sentire storie di colleghi che si sono visti ritirare il libretto di circolazione per dei semplici fari motati sulla cabina…………………………………

  4. Misteriosa ha detto:

    E’ veramente così: autisti stranieri sembrano che quì abbiano il via libera, l’Italia è troppo permissiva con loro!!! Vai tu all’estero e vedi se nn ti fermano, soprattutto i gendarmi, sembri preso di mira! Sulla A22 mi è capitato di schivare 2 frontali in 2 momenti diversi (andavano in contromano): di un camion straniero e una bm di cileni ubriachi fermati dalla polizia qualche km prima che arrivassi io fortunatamente. Nn voglio fare di erba un fascio ma parlo anche in generale: rom, zingari, clandestini, che stanno tranquillamente nel nostro Paese e che x vivere vanno a rubare e fanni i loro sporchi comodi.

    Ed è x questo che a volte lascerei tutto x tornare in Australia…

  5. gisytruck ha detto:

    Ringrazio per la solidarietà… ma manca la firma!

    Buona Strada!!!

  6. gisytruck ha detto:

    CAUSA MALTEMPO IL RADUNO dei CAMION è STATO RIMANDATO!

  7. ironduckmoni ha detto:

    Ciao…ci ho pensato su un po’ prima di commentare….perchè non sono d’accordo. Non che le cose scritte non siano vere, ma io le vedo da UN ALTRO punto di vista. Gli incidenti c’erano anche prima che gli autisti stranieri “invadessero” l’Italia sia come autisti per ditte italiane che arrivando con i loro camion dai paesi dell’est. Ho iniziato a guidare nella metà degli anni ‘80…. ci fu un BRUTTO incidente, dissero che due camion stavano facendo una gara di velocità in autostrada, fini in tragedia, ci fu un forte giro di vite nei confronti della categoria….tante cose che fino ad allora erano tollerate divennero intollerabili. Tipo partire prima alla domenica….fino ad allora non ti dicevano quasi niente se invece che a ½ notte partivi alle 8 di sera, ora lo sapete com’è.

    Quando c’erano incidenti sui giornali eravamo cmq definiti TIR assassini, certi giornali sparavano a zero sulla categoria, devo avere ancora in giro qualche articolo di quegli anni….cosa è cambiato al giorno d’oggi? Niente, semmai è peggiorata la situazione, perché il DIO Denaro ha conquistato ancora più potere, anche nel nostro settore. Ci chiediamo perché i camion di certe ditte non vengono mai fermati?….guardiamo i nomi e rispondiamoci da soli. Ci chiediamo perché la PS preferisce fermare i camion italiani e non quelli stranieri? Ci rispondiamo che è una questione di lingua…ma allora di chi è la colpa? Del bulgaro che non sa parlare italiano o del poliziotto italiano che non è in grado di farsi capire? C’è chi racconta che all’estero la Polizia SA farsi capire….che se non paghi di li non ti muovi….ma forse gli ordini dall’alto sono di fare cassa ed è più semplice guardare sotto un camion per vedere se ha la valvola per aprire lo scarico e fare la multa per quello!

    Gli autisti stranieri sono persone come noi, ci lamentiamo di essere discriminati dalle altre persone e poi ci discriminiamo all’interno della nostra categoria, non hanno l’esclusiva dell’indisciplina sulle strade, io tutte le volte che ho rischiato la pelle è sempre stato per colpa di italiani e lo so perché ci ho parlato per baracchino. Mi hanno anche offeso invece di chiedere scusa per certe manovre da pazzi. Certo, leggendo le cronache è facile vedere nomi stranieri, ma perché, torno a ripetermi, sono persone come noi, STESSI PREGI E STESSI DIFETTI. Solo che una volta abitavano al loro paese e ora vivono qui. Venti anni fa le discriminazioni erano tutte basate su due termini: “terroni” e “polentoni”. Al baracchino era un offesa continua, non che adesso questa “guerra” sia finita, solo che si hanno altre persone da prendere di mira, si è semplicemente cambiato “nemico”.

    Perché dobbiamo avere sempre un nemico? Qualcuno a cui addossare tutte le colpe? Ci rendiamo conto che qualcuno da questa guerra tra poveri trae profitti? Ci mettono gli uni contro gli altri e noi non ci rendiamo conto che siamo tutti sulla stessa strada? Se le ditte assumono extracomunitari “incapaci” di guidare di chi è la colpa? Dell’extracomunitario o di chi lucra su di lui con stipendi da fame? Apriamo gli occhi? Quest’estate purtroppo ci sono stati alcuni brutti incidenti con camion coinvolti, ma ce ne sono stati MOLTI di più senza camion e altrettante vittime, ma non fanno spettacolo, non catturano l’attenzione, non sono MOSTRI da sbattere in prima pagina…oppure il camion era coinvolto ma NON ERA COLPA SUA e allora la notizia diventava piccola piccola…

    O forse tutto questo can-can contro di noi serviva a distrarre l’attenzione da altre notizie, da altri problemi, lo sapete che l’INFORMAZIONE è un potere, vero? Ci fanno sapere solo quello che ritengono giusto che noi dobbiamo sapere, il resto è ombra….

    Lo sanno tutti che il nostro è un mestiere socialmente utile, ma….fa comodo addossarci costi e colpe non nostri! Quando a un TG dicono che i prezzi della frutta e della verdura crescono perché crescono i costi del trasporto(?) e ai trasportatori invece i prezzi vengono abbassati, non vi è venuta voglia di entrare nel televisore e ribattere al giornalista di informarsi prima di parlare? C’è un ministro che combatte i “fannulloni”….e a noi fanno le multe perché lavoriamo troppo, che paradosso è questo? Se è giusto il rispetto delle ore di guida dovrebbe essere giusto colpire chi impone certi ritmi, o no? Oppure chi non costruisce i parcheggi per permettere a chi viaggia di fermarsi…o chi non paga il viaggio se non arrivi entro un certo orario…troppe cose che non funzionano perché fanno comodo ad alcuni….pochi e sempre più ricchi.

    Io ho sempre pensato solo una cosa, e cioè che i cambiamenti avvengono solo se tante persone si mettono in testa di migliorare le cose, senza bisogno di leggi (che poi nessuno fa rispettare o interpreta a modo suo) ma solo col buon senso. Ci dicono che siamo dei disgraziati su strada? Cerchiamo di dimostrare il contrario comportandoci ancora meglio di quanto facciamo di solito. Nessuno è perfetto al volante, lo sbaglio può capitare a tutti, ma andarsela a cercare come fanno certe persone, italiani o stranieri, in camion o in auto non conta, non è tollerabile in una società che si vuole definire civile. Ora però smetto di scrivere,ma potrei continuare all’infinito, sono un’illusa, lo so, me l’hanno detto in tanti, ma io continuo a crederci e tiro avanti. E’ per questo che auguro sempre buona strada a TUTTI!

    Ciao.

    Moni.

  8. alessandrodue ha detto:

    Sono daccordo su quello che a scritto Moni,e non aggiungo altro perchè le parole scritte nel commento calzano il mio modo di pensare.

    Un Saluto a tutte-i

    Buona Strada.

    Ale

Leave A Reply