JUNGLA D'ASFALTO

DIARIO DI BORDO 29 SETTEMBRE – 3 OTTOBRE 2008

 

29 settembre…”..seduto in quel caffé, io non pensavo…” sarebbe meglio dire “seduta in quella cabina ad aspettar di caricare…” comincia cosi  una nuova settimana. Fuori c’è freddino, solo 7°C, ma un pallido sole si alza pian piano in cielo. E pian piano il carico prende posto nel cassone del camion. E’ fine mese e come sempre c’è poco o niente, quindi oggi si fa solo del locale.29092008 Fiattizzato

Andiamo in un noto supermercato…una quarantina di minuti di attesa prima di entrare a scaricare. Ci mettiamo in ribalta, Stef scende e io resto in cabina, guardo un ragazzo extracomunitario che svuota il contenuto di 2 bancali di cassette di frutta e verdura in un cassone dei rifiuti. Sembra sconsolato, almeno quanto me, di tutto quello spreco, vedo pomodori, uva, meloni, pere, prugne e sacchetti di verdure già pulite e pronte da consumare finire tra i rifiuti. Prende in mano un bel pomodoro rosso, lo soppesa, scrolla la testa e lo lancia insieme a tutto il resto. Deve essere difficile per chi fa fatica a tirare la fine del mese buttare tutta quella roba. Ma questo è il sistema di lavoro dei supermercati, l’invenduto da buttare è già in conto…però penso a tutte quelle persone che al sabato hanno rinunciato a comprare qualcosa perché costava troppo…

29 09 2008 vecchi capannoniCe ne andiamo….Busto, Gallarate, Marnate, Gorla, Castellanza, ecc. Prese e consegne. Consegne e prese. La giornata scorre dentro e fuori dai cancelli delle ditte.

A guardarsi intorno si capisce perché succedono tante “disgrazie” sulle nostre strade…per esempio, mi tocca attraversare tutto un paese dietro a un ciclista alla velocità di 20 km/h quando va forte, maledico lui e la sua “tutina” colorata. Il suo fingere di “allenarsi”, di “tenersi in forma”. Le BM dietro maledicono me perché non lo passo, ma io non posso rischiare, di fronte arriva sempre qualcuno e la strada non è molto larga. Penserete che sono cattiva e prepotente? Che anche le biciclette in fondo hanno diritto di viaggiare per strada? E’ vero, ma a me veniva voglia di telefonare ai vigili di quel paese per chiedergli se la potevo usare io col camion la pista ciclabile visto che lui non lo faceva!! In più arriviamo a un semaforo, scatta il rosso e lui…passa! E vai!! Altri paesi, limite dei 50 km/h, striscia continua, io che rispetto la velocità e le BM che mi passano come fossimo in autostrada…Ancora: sono ferma da un po’ a un semaforo, sono la prima della fila, con la freccia a sinistra, un vecchio in bici avanza a FATICA tra me e lo spartitraffico centrale e si va a mettere davanti al muso del camion, scatta il verde…aspetto per vedere cosa fa…va dritto…e se non mi fossi accorta di quello che aveva fatto? Se fossi partita convinta di non avere nessuno davanti? Dalla cabina non lo vedevo…meglio non pensarci…quanti occhi bisogna avere? Eppure basterebbe che ognuno rispettasse il suo posto in fila…

Rientriamo in scuderia e carichiamo per la Toscana.30092008 un carico

Martedì mattina le prese e consegne le facciamo tra Prato e Pistoia, c’è un sole delicato, con nuvole bianche alte che tolgono l’azzurro al cielo. Ascolto Linus e Nicola su Radio DJ. Sorrido quando parlando di bimbi piccoli Linus racconta del suo che è andato all’asilo con una macchinina ed era circondato da bambine interessate SOLO all’automobile. E poi un ascoltatore racconta del suo bimbo al mare con una betoniera circondato da bimbe interessate SOLO al camion!! Conclusione: le donne amano i motori fin da piccole!! Ma dai! Avrei voluto chiamarlo (ma poi non l’ho fatto) per dirgli che è vero e che son sempre più le ragazze che sognano di diventare autiste! Che ne conosco tante…

Oggi sull’appennino si “vola”: 50-60 km/h in salita e in discesa si frena solo per non andare oltre i limiti, è da segnare sul calendario! Una sosta a Parma per il quarto d’ora di legge e poi è routine fino a casa, sulla tangenziale ovest assisto alla solita guerra per dimostrare chi è più stupido: chi corre troppo o chi si “rifiuta” di dare la precedenza? O le moto che ti passano a manetta in corsia d’emergenza? E non c’è nemmeno una pattuglia a fare da giudice e decidere il risultato e il vincitore…Arriviamo a destinazione, faccio il pieno e appena si libera una ribalta mi ci ficco: qui è ora di punta! Scarichiamo e carichiamo un altro giro.01 10 2008 Montemurlo

Mercoledì mattina, quando apro gli occhi l’appennino è coperto da un cielo nerissimo, starà diluviando lassù? Le montagne non si distinguono nemmeno dalla coltre di nuvole…per fortuna qui nella piana di Prato non piove. Facciamo il nostro giro di consegne e ripartiamo presto. Abbiamo fatto talmente tante volte questa strada che ormai anche il baraccamento la conosce a memoria…ogni curva, ogni salita e discesa, ogni piccolo dislivello… a volte verrebbe voglia di cambiare orizzonte, di inseguire qualche nuova destinazione. Ricarichiamo a Novara e ripartiamo, c’è un incidente in direzione Milano con parecchia coda, entro più giù in A4. Una sosta a S. Zenone e via. Questa scena mi mancava: sono le 19.00 passate da poco, dopo Lodi, ci sono parecchie auto, a un certo punto un motociclista ne affianca una davanti a me , sulla seconda corsia e si mette a far gestacci al conducente, frenano, continuano con i gesti, intanto si spostano a destra, fanno per fermarsi in piazzola ma ripartono subito, frenano, gesticolano…il tutto davanti al mio muso…io mi butto in corsia di sorpasso, attacco le trombe e gli lampeggio con i fari, il mio messaggio è: “Oh 2 deficienti!! A me non interessa chi di voi 2 ha ragione ma andate a litigare da un’altra parte e non davanti al muso di un camion, che non ha lo stesso “breve” spazio di frenata di un’auto né tanto meno di una moto!!”  Mai che c’è una pattuglia a vedere queste scene, MAI!! GRRRRRRR!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Esco a Piacenza per una buona pizza a “La Siesta”, ormai c’abbiamo fatto l’abitudine a mangiare guardando il murales del camion. Dopo cena proseguiamo sulla via Emilia fino a Parma ovest, è bella di sera con le vecchie case illuminate dalla luce calda dei lampioni. Poi giù per la Cisa, direzione Pistoia. Poco dopo la mezzanotte tiriamo il freno a mano e chiudiamo le tendine: si 02102008 revisione mobiledorme…ZZZZZZZZZZZZZZZZZ!!!!!

Giovedì, oggi il giro è lento, le solite nuvole nere in cielo, il solito pallido sole, Stef scarica, io ascolto la radio. Rientriamo ancora dalla Cisa, al primo parcheggio c’è il camion della revisione mobile, ma è chiuso, saranno in pausa pranzo? Dopo il valico c’è il sole, in pianura pure il vento. Sull’A1 il traffico aumenta a dismisura: dove andranno tutti?  

02102008 sulla Cisa02 10 2008 sulla CisaMe lo chiedo spesso e non so rispondermi…La tangenziale ovest – il solito manicomio – l’A 4, usciamo a Novara, scarichiamo e rientriamo in scuderia. Faccio il pieno,  gli pulisco i vetri e carichiamo l’ultimo giro della settimana, la destinazione è sempre la stessa, al di là dell’appennino. Doccia e cena a casa in compagnia dei 3 mici, li adoro, se potessi me li porterei sempre con me, ma ai gatti non piace viaggiare. Un giro veloce sul blog per vedere se ci sono news, poi di nuovo notte buia, asfalto nero, km che scorrono sotto le ruote, la luce dei fari dei veicoli che incrocio….03102008 temporale

Venerdi, finalmente ce l’ha fatta a piovere qui a Prato…e a sporcarmi ben bene il camion, solito giro di consegne, il sole che cerca di far capolino in mezzo alle nuvole nere, io che ascolto la radio. Ripartiamo prima di mezzodi, al km 270 siamo già FERMI in colonna…03102008 marcia lentaper fortuna si

libera presto, al posto dell’’ostacolo è rimasta solo una torcia per terra che si sta spegnendo pian piano. Da Bologna splende il03102008 quasi a Bologna sole e tira il vento. Molto vento! Incrocio Antonella con la sua Sirenetta, provo a chiamarla, ma riesco giusto a dirle “ciao!” c’è sempre bailamme per baracchino, non so nemmeno se è riuscita a capire chi ero…peccato. Dopo il Po’ il cielo torna nero di colpo e grandina pure per un paio di km, l031020082020a temperatura sul termometro oggi sale e scende di continuo. Passo Milano prima dell’ora di punta, anche se la “prova freni” allo svincolo per la GE non manca mai: qualcuno può spiegare ai signori automobilisti che la distanza che io tengo dal camion davanti è “di sicurezza” e non serve a loro che sono ancora in terza corsia a metà dello svincolo per rientrare e FERMARSI davanti a ME  e di fianco a quelli che già sono incolonnati per uscire!!!…che non è che loro sono FURBI e noi che rispettiamo le regole TUTTI SCEMI!!02102008 lui può

Per fortuna che la settimana è quasi finita. Il giorno che faranno una bretella per tagliare fuori Milano io farò i salti di gioia fino alla LUNA!! Un’ultima presa e si rientra in scuderia, si scarica, si carica per lunedì, una pulita veloce dentro e fuori alla cabina, un saluto e direzione casetta e miciotti!!

Ciao a tutti e buona strada sempre!

Moni.