Sulle strade italiane…di tutto e di più…

                 

                   DIARIO DI BORDO DAL 20 AL 24 OTTOBRE

 

 (…) dormivo cosi bene…mi ha svegliato lo zampettare di un uccello sul tetto          della cabina…un corvo forse? In sottofondo si sentiva il brontolio sommesso di un motore diesel al minimo, si stava bene sotto la coperta, al calduccio, non veniva per niente voglia di alzarsi(…)

E’ martedì mattina e siamo a Sassoferrato…ieri tour del veneto e non solo: 1 consegna sotto VE, 20102008 grana padanouna consegna sopra PD,  una vicino a VR, una sotto BS e una dentro BG, per le tre eravamo a caricare e tempo un’ora via in direzione sud. Una sosta alla Somaglia, cena alla Secchia e poi giù fino a destinazione…in tutto un po’ più di 1100 km da casa. C’era già un camion davanti al cancello e uno dei soliti leprotti che correva in giro….spero che l’altro non se lo sia mangiato qualcuno… non era neanche mezzanotte, ci aspettava una bella dormita prima dell’apertura della fabbrica.21102008 qui costruiscono sogni per pochi

Il rientro è volato via, Stef ha preparato il risotto con una busta e ci siamo fermati alla Secchia a mangiarlo…Quanti stupidi per strada, per fortuna son riuscita sempre a schivarli, ma che nervi che fanno venire. In un attimo è sera e siamo parcheggiati in ribalta in scuderia…domani c’è da fare del locale, quindi stasera si dorme a casa con i miciotti. Oggi ho incrociato Antonella col suo Premium 4 assi e la targa fucsia delle Lady Truck sul cruscotto, ho provato a suonarle, ma lei non mi ha visto; non ci conosciamo di persona, solo in fotografia…poi ho incrociato anche Tania, con lei siamo riuscite a scambiarci i saluti…

Sono triste, mi succede tutte le volte che l’estate finisce e il buio arriva sempre più presto…

Mercoledì mattina, la giornata è iniziata storta, niente di particolare ma c’ho il nervoso. Pioviggina, c’è TRAFFICO, ti obbligano a fare i chilometri dentro la città per non passare davanti alla casa di qualcuno che ha il potere di farsi mettere il divieto per i camion nella sua via…ci sono parecchi camion in attesa qui, per fortuna noi scarichiamo “no food” e non dobbiamo fare la fila. Per baracchino dicono che sull’A8 c’è colonna per un incidente in direzione MI…sarebbe strano il contrario…

Il cielo è grigio come il mio umore…io lo so perché sono cosi oggi, tocca traslocare un’altra volta sull’autotreno.

…e semm partii…di nuovo direzione Ancona: tangenziale ovest,, l’A 1, sosta per la cena alla Somaglia, chilometri e chilometri di asfalto nero, qualche cantiere, traffico scarso, l’A 14, una sosta per una doppia P, asfalto nero, il casello, la piccolina che attraversa paesi e colline…23102008 Pergolaarriviamo a destinazione DOPO altri 7 bilici che gia ronfano silenziosi davanti al cancello….non si dorme tanto bene qui, c’è una branda sola e dopo qualche ora diventa “stretta”. Il risveglio è sotto un cielo grigio e umido. Ma va bene, per le nove ci fanno entrare.

Finito il viaggio ritorniamo sul pupetto, in scuderia perdiamo un po’ di tempo perché un collega è rimasto chiuso nel bagno, si è proprio rotta la serratura e farlo uscire non è stato facile…man mano che qualcuno arrivava si fermava a vedere le “operazioni di salvataggio”, ma la cosa divertente era che tutti, ma proprio tutti quando chiedevano chi c’era 23102008 operazione di salvataggiodentro poi dicevano di lasciarlo li fino a domani mattina, cosi almeno per una volta sarebbe arrivato puntuale!!! Alla fine ce l’hanno fatta ad aprire la porta, ma la serratura non esiste più!

Poi stiamo andando a casa, dobbiamo attraversare il paese…per rallentare il traffico hanno messo i dossi, e il limite dei 30 KM/h, c’è la striscia continua….come sempre chi rispetta le regole è un CRETINO (in questo caso io), perché non c’è una volta che passo di li che non ho una BM che mi sorpassa…e io come sempre suono…segnalo il pericolo (nel caso qualcuno uscisse da un cancello…), il FURBO di turno però è permaloso e mi pianta un’inchiodata davanti al muso e fa il dosso successivo a 10 Km/h…io gli do un colpo di fari, allora lui, anzi loro scendono dalla macchina tutti boriosi:

-“Cos’hai da suonare?”

-“Lo sai benissimo: divieto di sorpasso , striscia continua, limite dei 30 Km/h, passaggi pedonali, dossi per rallentare il traffico, siamo in paese, secondo te?”

La sua risposta?

-“Io per strada faccio il cazzo che voglio! Hai capito? Chi ti credi di essere?

-“ Tu fai quello che vuoi e io ti suono!!”

Poi è continuata cosi per un po’, su toni accesi, gli ho chiesto come mai se aveva cosi fretta da sorpassare poi aveva tutto il tempo di star li a discutere….Mi ha risposto di fare il MIO lavoro, che io non sono mica una poliziotta e non mi posso permettere…

Quando succedono incidenti nei paesi perché qualcuno che corre troppo investe pedoni, ciclisti, ecc, tutti invocano la messa in sicurezza della strada mediante i dossi…qui è stato fatto, ma non serve a niente finché ci sarà comunque gente arrogante convinta di avere il diritto di fare quello che vuole per strada e se ne vanta pure….

Notte in A 1, un cantiere stradale, da 3 corsie si va in 2 e poi da 2 in 1…segnalato, illuminato…le ultime due BM mi avevano sorpassato quando ancora era a 3 corsie…c’ero solo io, dei fari in lontananza. Quello che è successo poi ci vuole più a scriverlo che a viverlo, è successo tutto nel giro di pochi secondi: sono nel tratto dove da due corsie si va in una – si sta sulla destra – quindi io non mi devo spostare, viaggio tranquilla ma…i fari in lontananza si avvicinano a una velocità eccessiva (nonostante i limiti…) schiaccio il pedale del freno per accendere le luci degli STOP e segnalare che non c’è più spazio per rientrare davanti a me, sono ormai dove diventa corsia unica, di fianco a me i cartelli con le frecce…il veicolo, un furgoncino bianco, ci piomba su senza frenare, un botto…io nel frattempo mi stavo già buttando in corsia di emergenza, il pensiero agli operai poco più avanti, il furgoncino mi sbanda davanti, io sto già frenando…si ritira dritto, lo evito per un soffio…poi gli lampeggio ripetutamente, il BASTARDO (permettetemi il termine) per un paio di volte fa finta di fermarsi in piazzola e poi riaccelera, e alla fine se ne va nella notte…scappa.

Gli “auguro” di aver sfasciato tutto davanti, lui non si è preoccupato minimamente di quello che ha combinato, se poteva avermi provocato dei danni, andava troppo veloce per prendergli il numero di targa…che schifo, sempre di più. E se invece di un carico leggero e stabile ne avessi avuto uno che non ammetteva una manovra simile, neanche a bassa velocità? Se per evitarlo mi fossi ribaltata? Quante volte i nostri colleghi hanno pagato caro manovre di incoscienti del genere? TROPPE!!!! Qualcuno ci ha anche lasciato la pelle….poi però è sempre TIR assassino sui giornali…24102008 resturo di un ponte sulla Cisa

24102008 sulla Cisa in deviazioneIl resto del viaggio per fortuna scorre tranquillo, sulla Cisa non c’è nessuno, al ritorno incrocio  ancora Tania e ci auguriamo un buon fine della settimana, ce n’è proprio bisogno. Finiamo presto, parcheggio, sciacquo la cabina. Lo sapete che c’è crisi? Lunedì siamo in ferie…

Ciao e buona strada a tutti!

Moni.

 

 

Precedente Amica radio... Successivo Album degl'incontri... - 16

15 commenti su “Sulle strade italiane…di tutto e di più…

  1. alessandrodue il said:

    Questa crisi finaziaria è un enorme problema,speriamo che si risolva presto se no ci mette proprio in ginocchio.

    Un Saluto a Tutte-i

    Buona Domenica

    Ale

  2. Ciao Mony

    riguardo i stupidi x strada purtroppo è all’ordine del giorno. A volte lascio perdere xchè se gli suono dietro come già successo un tempo hai a che fare con gente veramente deficiente e arrogante, perfino una donna si è messa a discutere in una strettoia (nn è scesa ma si vedeva che mi insultava) tra l’altro avevo io il diritto di precedenza ma le scocciava fare retromarcia con la bm. Io nn le ho dato soddisfazione, sono andata avanti indifferente e poi l’ho mandata a quel paese. Era giorno, ma di notte la gentaglia aumenta, penso che sono sola e potrei incontrare un ubriaco malintenzionato. E’ giusto ribattere ma purtroppo se x questa gente la sicurezza degli altri nn conta xchè loro hanno sempre fretta, figurati se gli interessano la tua di sicurezza. Credo che conviene scriversi la targa e segnalarlo a chi può veramente fare qualcosa a sti bastardi.

    C’è un calo di lavoro generale, speriamo che si riprenda quanto prima sennò è veramente triste.

    Buona strada a tutte/i

  3. CARISSIMA MONI,E’INTERESSANTE VIAGGIARE CON TE ( NON PENSARCI NEANCHE DI NON SCRIVERE PIU’ I TUOI DIARI DI BORDO!!).CAPISCO CHE IL TUO UMORE POSSA ESSERE GRIGIO E NON SOLO PER IL TEMPO.PURTROPPO GLI IDIOTI NON MANCANO IN NESSUN CAMPO CREDIMI,MA IN STRADA SONO PIU’ PERICOLOSI CHE IN QUALUNQUE ALTRO POSTO. PER ME, CHE DA ORMAI TROPPO TEMPO, NON FACCIO STRADA, LEGGERE I TUOI DIARI MI FA SENTIRE MENO LA MANCANZA DI QUESTA VITA, ANCHE SE CAPISCO CHE E’ SEMPRE PIU’ DURA.IO PENSO CHE DOPO LA TEMPESTA VIENE SEMPRE IL SERENO QUINDI SPERO CHE LA CRISI PASSI E CHE LA COSCIENZA DI QUALCUNO DIVENTI PIU’ SENSIBILE. PORTA PAZIENZA SONO UNA SOGNATRICE!! TU NON MOLLARE MAI. UN ABBRACCIO E GODITI IL GIORNO DI FERIE!! BUONA STRADA SEMPRE

  4. fabiofabiofabio il said:

    Monica ti capisco, e certi episodi mi fanno inc…..e anche senza averli vissuti. Sulla strada fatti come questa accadono proprio tutti i giorni, ma quando mi capitano mi fanno talmente imbestialire che una volta passati non riesco a parlarne o a raccontarli a nessuno, altrimenti mi agito nuovamente. La prepotenza umana fa oramai parte della vita quotidiana, purtroppo, in ogni campo!!! Comunque i prepotenti e i furbetti sulla strada, assieme ai pirla che viaggiano ai 90 km/h sulla corsia di sorpasso lasciando libera la destra, sono la specie che odio di più in assoluto!! Buonastrada

  5. Ciao Moni,

    lo sò sì che c’è la crisi!!!

    Ho già fatto diversi giorni in ferie, a rotazione con i miei colleghi, perchè mancavano i viaggi!!!

    Nel nostro settore, trasporto container, tutti i trasportatori risentono della crisi; i porti che giro io non sono mai stati così vuoti!!!

    Lunedì alle 12.30 ero già in ditta, nessuno dei nostri uffici aveva un viaggio per me, ho messo la tuta e fatto manutenzione al mio rimorchio!!!

    Martedì ero di nuovo senza viaggio e il mio titolare mi ha proposto di lavorare in capannone, ho passato tutta la giornata a carteggiare i cerchi delle ruote!!! Ho respirato polvere, mi sono rovinata mani e unghie con la carta vetrata ma ho lavorato!!! Non sò quanti dei miei colleghi si sarebbero adattati ad un lavoro in officina!!!

    Mercoledì dovevamo verniciarli i cerchi; ma provvidenzialmente martedi sera mi è stato proposto un viaggio in Slovenia, ho momentaneamente appeso la tuta al chiodo e ho ripreso il volante!!!

    Al prossimo calo di viaggi riprendo la tuta e torno in officina: pneumatici da cambiare, fogli di balestra da sostituire, rimorchi da sistemare, questi ed altri lavori di manutenzione non ha importanza l’importante è lavorare!!!

    Anche questi lavori servono ad aiutare l’economia sia aziendale che personale!!!

    Ti auguro di tornare quanto prima a cavalcare le nostre strade, in alternativa proponi al tuo titolare di farti lavorare in officina: make-up ai trattori dei tuoi colleghi!!!

    Ciao Buona Strada Milly!!!

  6. Ciao e grazie a tutti per i commenti….dopo una settimana come quella appena passata una intera di ferie me la farei volentieri…perchè non è che ho trovato solo i due di cui ho scritto…ma hai ragione Fabio, meglio non pensarci più se no mi torna il nervoso…lo so che bisognerebbe imparare a non prendersela…ma quando ti fanno anche rischiare il peggio proprio non mi va giù…cmq Rò ho provato una volta a prendere il n° di targa e chiamar i blu…sto ancora aspettando…so anche che hanno molto da fare e non possono correre dietro ad ogni segnalazione…ma alle volte se lo facessero poi si eviterebbe il peggio…Milly, sei veramente il gamba! Ma a me quei lavori non li fanno fare….pare che ho molte ferie arretrate da smaltire e ne approfittano in queste occasioni. Laura, non smetterò di scrivere, ma abbrevierò, mica ti posso raccontare dei viaggi da una stanza all’altrà!!Perchè non ci racconti qualcosa di quando viaggiavi anche tu? Sarebbe bello! Ciao anche a Ale e Fra, la crisi passerà prima o poi speriamo che non faccia troppi danni….Un salutone a tutti e buon inizio della settimana: io domattina dormo!!!

    Ciao!

    Moni.

  7. complimenti per il coraggio che dimostrate ogni giorno… specie con i prepotenti che sempre pi si trovano sulle strade! possibile che nessuno riesca a metterli a posto? flammula

  8. anonimo il said:

    Un giorno di ferie non vi farà certo male, basta che la mancanza di lavoro si risolva in poco tempo altrimenti sarà dura. Grazie dei tuoi diari settimanali, sai nel leggerli a volte mi commuovo perchè rispecchia la mia vita passata, ora cerco solo di insegnare agli altri come si deve fare questo lavoro e non è facile al giorno d’oggi dove tutti credono di essere supermen e sinceramente preferisco insegnare alle donne dove in loro trovo più umiltà e rispetto. Ciao a tè e Stefi da un vecchio amico. Giannimille. (vedi Moni che mi sono deciso a scrivere qualche cosa)

  9. 27 ottobre 2008

    Moni!

    Ho letto la frase “… e sèmm partii”: a te set, per càs, lumbarda?

    Mi a son vènèta, ciò, ma a capisco bèn el Mianese.

    Beh, dialetti a parte, dò un bacione a tutti, cominciando da Rò/Pink.

    Un “ciao” speciale a “lauradue”.

    Zia Lulù

  10. Sempre piacere ricevere la visita di un amico… Grazie per la fiducia nelle donne al volante, un parere da esperto vale tanto… Nel tempo io ho conosciuto anche qualche Wonderwoman… ma generalmente non sono persone a cui piace fare “gruppo” e come si erano avvicinate, si sono allontanate… Siamo tutti sulle stesse strade, è vero che sono malridotte, ma è altrettanto vero che alcuni non hanno rispetto ne per le regole ne per le persone e l’Educazione è la cosa più difficile da Insegnare!

    Ciao Giannimille e BUONA STRADA Sempre!!!

  11. SimonaeGuido il said:

    La crisi c’è ma fortunatamente, (non gufiamo) non nel mio settore. Anche Angelo si è fatto qualche giorno di ferie e nei porti, come dice Milly, c’è il deserto. Io invece non mi lamento, anzi tra qualche settimana si scatenerà il mondo; il salmone per Natale è richiesto, da chi non lo so, ma è richiesto.

    Pe quanto riguarda i furbi sulle strade, io ne ho a che fare tutti i giorni sulle tangenziali di Milano e vi posso assicurare che non è come andare in guerra; o litighi con tutti o te ne freghi e io purtroppo non sono capace di fare finta di niente !

    Hai ragione, gli suoni, e timandano a fan…. !!! Che mondo di ….. !!!

    Chi deve controllare non c’è mai e chi dve usare il buon senso se ne frega. Mah, comunque passare un giorno di ferie vi permetterà di riposare un pò. (guardiamo sempre il lato positivo della cosa).

  12. Ciao Gianni! Che bello leggerti qui! Spero tanto che ora stai bene, le mie ferie son durate giusto il tempo di pronunciarne la parola….anche se purtroppo non è che ci sia molto lavoro…ma noi si spera sempre per il meglio. Mi fa piacere che ti piacciono i miei diari, solo a volte penso di essere un pò ripetitiva perchè alla fine i percorsi che si fanno son sempre più o meno gli stessi. Cmq ti voglio dire che a me è sempre piaciuto molto ascoltare i TUOI racconti di viaggio e trarre insegnamento da quello che raccontavi: dovresti aprire un blog anche tu!!! Ti mando un salutone e un abbraccio, a te e alla tua signora! A presto!!!

    Zia Lulù: si per metà sono lombarda…ma ho usato quella frase perchè è il titolo di una BELLISSIMA canzone di Davide Van de Sfross, che canta in dialetto e che a me piace molto molto. Un abbraccio e tanti baci anche a te!

    Ciao Simo…ti auguro proprio che non ci sia crisi per voi in questo periodo, tanti si stanno già lamentando per Natale, che sarà povero…diamogli almeno il tempo di arrivare! Buona strada anche a te! e a tutti quelli che leggono queste righe: ciaoooo!

    moni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.