6 Novembre 2008

Ciao a tutte/i

Trascorse 13 ore dall’arrivo, durante le quali ho riposato, svolto qualche mansione d’ufficio e domestica; riaccendo il mio TITTY, sono giorni in cui non gli dedico tempo, condividiamo solo il viaggio, quando sarò meno impegnata gli farò un accurato lifting…; compilo il disco, faccio manovra in cortile, è già buio e devo prestare attenzione in retromarcia, per non schiacciare qualche vettura, marcia avanti e imbocco il vialetto ghiaiato in discesa, se mi va bene non incontro nessuno, altrimenti a uno dei due tocca far retro, solitamente sono io, perchè faccio prima che stare ad aspettare che l’altro conducente capisca che è l’unico modo per passare. Fermata al distributore e salto la sosta al bar, niente saluti agli amici, solo un cenno col braccio dalle pompe, è già ora di andare a caricare; passano 6 minuti prima di riuscire ad immettersi sulla Pedemontana, svoltare a sinistra a quest’ora è un impresa ciclopica, è di recente costruzione ma con progetti di quando il traffico era 1/5… era troppo complicato destinare una corsia uno spazio per immettersi, troppo complicato anche per una BM frenare per farmi passare, tanto dovevano comunque procedere in fila, c’è una sola corsia per senso di marcia e divieto di sorpasso, ma il buon senso è una dote estinta.Ora sono leggermente in ritardo, fossi andata a far due chiacchere al bar almeno mi sarei rilassata; 25 km di 061120081453tangenziale a 80 km orari, cambiando corsia in prossimità delle immissioni da destra, stranamente stasera nessuno mi costringe a frenare, il traffico è ordinato e scorrevole; uscita 8, mi dirigo alla logistica, saluto con i fari un amico che sta andando in direzione opposta alla mia, ma anche a quella di casa sua, provo a chiamarlo al CB… niente sarà al cell.. sarà per un’altra volta. Ribalta libera, scendo apro i portelloni, risalgo e mi vado a posizionare, scendo a salgo sulle ribalte, magazzinieri dispersi, individuata la merce etichettata per il mio carico vado in ufficio a compilare la parte dei documenti che mi riguarda, sperando nel frattempo mi carichino il camion, un’illusione… ma a volte succede, non stasera..15 timbri e 7 firme, separo le copie che ritornano all’ufficio”via aerea” e mi porto via 2 plichi del peso di un bambino, accidenti quanta carta!!! Mentre mi sto dirigendo al camion mi viene incontro un magazziniere, non per il carico ma perché ha mal di testa e mi chiede se posso dargli una pastiglia dalla mia cassetta dei medicinali, non ho niente di adatto e gli propongo le gocce che raramente uso io, più per disperazione che per convinzione accetta, speriamo gli passi in fretta… altri si fermano, tutti con una diagnosi e relativa terapia, io ho messo a disposizione ciò che ho… se hai alternative… lui sembra rassicurato, sorride. Ringrazia e torna al lavoro; risalgo i gradini a muro, stavolta un magazziniere c’è, ci accordiamo per il carico, in un quarto d’ora la merce viene trasferita sul cassone, scendo, sposto il camion 061120081454per avere lo spazio per chiudere i portelloni, ringrazio e saluto. Si parte, destinazione Malpensa, come ogni sera o quasi; tangenziale scorrevole,  qualche lampo in lontananza, ma niente di preoccupante quando imbocco l’autostrada,  a Reggio Emilia già comicia una pioggiarellina che presto si trasforma in un temporale… a Piacenza già finito e spengo i tergicristalli e fino a Melegnano tutto tranquillo e regolare… Poi una chiamata di Donatella, è 20 Km dietro, decido di aspettarla all’ADS di S Giuliano, deve percorrere il mio stesso tratto di strada, sintonizziamo il CB sul 18 e parliamo finchè non mi raggiunge, non ci siamo mai viste e anche alla cassa continuiamo a raccontarci di noi, così ci perdiamo il motivo della discussione tra la cassiera e una cliente, lo capiamo solo dal tono stizzito di quest’ultima mentre si allontana… ci ridiamo sopra… prendiamo il caffè e usciamo.. OPS!! Una pattuglia sta osservando i nostri camion,061120081455 continuando a parlare ci andiamo a mettere davanti al suo e loro se ne vanno…BENE! Consegna della  ns targa, foto di rito e ripartiamo, in tandem stavolta; continuiamo a raccontarci di noi come se fosse l’ultima volta che ci vediamo, ma ci saranno altre occasioni o perlomeno lo spero.. Ha ragione Rò a dire che Donatella è un’ottima interlocutrice…fra le tante cose mi dice che più volte le sarebbe piaciuto intervenire alla trasmissione radiofonica di Isoradio che trasmettono la sera e che si occupa di trasporti in vari aspetti… memorizzo: vuoi vedere che abbiamo trovato una collega che non ha il problema della timidezza… Da tenere presente in futuro! Senza rendercene conto è arrivato il punto in cui le nostre strade si dividono, il discorso interrotto perché al Cb non ci sentivamo più lo finiamo al telefono, mentre parlo con lei, sono arrivata al Cargocity, spuntato i documenti e ho pure dimenticato di aprire i portelloni andando a posizionarmi in ribalta, ero concentrata nell’argomento e ho trascurato il lavoro, ci salutiamo:buonanotte e Buona Strada! Lei ha raggiunto la destinazione e riposerà; io trascorrerò la notte qui, sicuramente ci vorranno ore… Vado a far mettere il timbro con l’orario di arrivo in magazzino serve a tutelarmi in caso la merce dovesse perdere l’imbarco: io ero presente, non a dormire o nell’altra logistica, non è mai successo ma è meglio prevenire…; finalmente mi fanno togliere il piombo, scarico, controllo della merce e altro Timbro: Tutto OK!! Mi trasferisco alla palazzina A, dall’altra parte di questo grande piazzale, e si ricomincia consegna dei documenti, 061120081451attracco alla ribalta e attesa del turno di scarico, sono le 00,30, passeranno ore… ci sono 5 bilici con la merce a terra, prima di me e 3 motrici piccole: caffè, sigaretta e chiacchere con un collega che fra poco andrà a casa… è venuto a chiamarmi, ormai è tradizione quando c’incontriamo. Ritorno in cabina, fuori ci sono 12° e non sono abituata a parlare tanto… qui posso riordinare i pensieri, godermi il silenzio della solitudine, osservare il micio che che si arrampica sui bidoni della spazzatura alla ricerca di cibo, il tutto al dolce tepore che manda in cabina il webasto… Dopo 2 ore e mezza, situazione invariata, comincio spazientirmi sono andate via solo 2 motrici… perché dobbiamo essere noi a pagare queste situazioni inadeguate a una grande struttura come questa  vorrebbe essere, io ho su 8 colli e non superano i 4 metri cubi, per scaricare bastano 5 minuti e 15 per posizionare, sono qui a giocarmi le ore  di guida che mi rimanevano questa settimana e domani sera non potrei partire, manca il riposo giornaliero…H 3,30 fra poco verranno a prendersi la merce per preparare il contenitore in tempo utile all’imbarco, è una magra consolazione… ma serve per scaricare e ripartire… Faccio considerazioni sulla mia giornata, per me è ancora giovedì, per il resto del mondo venerdì all’alba, io finchè non ho dormito ho un fuso “sfasato”… Patrizia e Angela andranno ospiti in una trasmissione di un canale Sky, Milena è in Toscana diretta in Umbria, Ramona festeggia il suo compleanno e ha invitato camionisti col camion…, Ho incontrato Donatella… Ok!! Miracolo!!! Mi stanno scaricando il camion… Merce e imballi OK!!! 071120081456Timbro!!! Chiusura delle porte posteriori, radio a manetta e percorso al contrario… Sono passate 12 ore e sono nuovamente sotto la colonnina del gasolio a Fiorano, 5 Km da casa, mentre faccio colazione Saverio riempe i serbatoi, non è suo compito ma avrà visto che sono stanca… In cortile spegnendo il motore penso a cosa portarmi in borsa, fino a domani non salirò più sul camion, stasera deve andare Fabio, Ma Titty sarà ancora in viaggio…;  ho davanti una giornata “importante”, mia nipote discute la tesi all’università e capita una volta nella vita, ci vuole presenti… sarò uno straccio, ma vado, orgogliosa dell’invito… Doccia, tacchi e look serio, caffè e per fortuna sono passeggera, mi cade la palpebra durante il viaggio… appena vedo Alice mi riprendo… Una giornata d’attesa che non dimenticherà nessuno dei presenti…  

BUONA STRADA a Donatella, alla Nostra Dottoressa e a Tutte/i!!!!