SI VIAGGIARE…….

DIARIO DI BORDO DAL 17 AL 21 NOVEMBRE

 

Partiamo domenica sera appena dopo le 22.00, direzione Ascoli Piceno. Il viaggio va tutto bene, ma quando usciamo dalla grande sbagliamo ad imboccare una strada: anche di li erano segnate parecchie ditte. Purtroppo non era la traversa giusta…era senza uscita e 17 11 2008 il mare a lato A 14finiva in mezzo ai campi….Ste ne fa un bel pezzo in retro, poi decide di girarsi in uno spiazzo, ma era troppo piccolo, cosi ci rimettono il paraurti e l’angolo del muro di cinta di una casa…era buio pesto…diamo i dati ai proprietari e torniamo a cercar la nostra via, che poi era 2 traverse più in là…son cose che capitano a chi lavora…però io e il pupetto siamo arrabbiati…L’autostrada scorre vicino al mare, il cielo pallido si fonde nelle sue acque chiare, un’altra consegna a Rimini, una presa più su con consegna a Lodi e torniamo in scuderia. Altro carico, altro giro. 17112008 truck stopRipartiamo la notte, dopo la pausa, direzione Udine e non solo. E’ sorprendente vedere come i giorni che mancano all’apertura del passante di Mestre ora sono il DOPPIO di quelli che erano segnati a gennaio…avevo sempre pensato che in un conto alla rovescia i numeri diminuissero!!! E’ sorprendente anche la velocità con cui stan cambiando il guard-rail centrale in zona Cessalto…certo che viene tristezza a passare di li. 18112008 A4 a CessaltoAl rientro in tangenziale a Mestre i tabelloni riportano il limite di 50 km/h in tutte e 3 le corsie. Anche qui è sorprendente il numero di conducenti che non sanno leggere i numeri…nonché la totale assenza di portatori  di abat-jour. Ma si sa che gli altri hanno diritto di avere fretta…I miei complimenti al collega con stemma “LT” (che non è Latina bensi Lituania) col bilico che dopo un sorpasso ben sopra i limiti di velocità mi si butta davanti inchiodando e facendomi fare una bella frenata, per fortuna che io piano ci andavo già e tenevo la mia bella distanza di sicurezza….Ste mi dice sempre  che se ne tenessi di meno i furbi non mi potrebbero rientrare davanti in quel modo….ma io non sono d’accordo: più spazio uguale più sicurezza, e questa mia abitudine mi ha già salvato parecchie volte.18112008 veneto

Oggi comunque siamo fortunati perché alla quarta consegna becchiamo l’ultimo operaio che stava andando via e che ci scarica lo stesso anche se è mezzodi passato. Un’ultima consegna in provincia di Brescia e si rientra in scuderia. Oggi potrei aggiungermi anch’io alla lista di quelli che ce l’hanno con gli autisti dell’est. Io che li ho sempre difesi dicendo che alla fine siamo tutti sulla stessa strada e non importa da dove arriviamo e dove stiamo andando….ma quando ti capita di trovarne uno più maleducato e prepotente dell’altro in poco tempo ti scappa anche la voglia di essere comprensivo….

Carichiamo per la toscana. Comincia a far freddo la sera e nell’attesa me ne sto al caldo in cabina con la stufa accesa. Mercoledì mattina mi telefona Gisy per chiedermi se ho visto 19112008 premium vecchio e nuovoLe iene” la sera prima. No. Mi spiega cosa hanno fatto vedere e allora capisco i discorsi che sentivo poco prima al baracchino….vere e proprie iene…di quelle che si cibano dei morti.

Partiamo da Calenzano che è l’una e mezza e fino a Milano tutto scorre liscio. In tangenziale invece….allo svincolo per la Genova si frena…anzi ci si ferma completamente…i soliti FURBI cominciano a passare all’interno dello svincolo per poi rientrare davanti e noi sempre fermi o quasi…quando finalmente arriviamo dove si immettono è un cinema: si potrebbe girare un bel documentario sulla maleducazione e la prepotenza stradale e poi continuarlo in corsia di emergenza fino allo svincolo di Lorenteggio: non so quante BM l’hanno usata, sembrava avessero aperto la quarta corsia 19112008 quarta corsia in tang ovestanche qui. E i puffi dov’erano? Soprattutto quelli con la Subaru che si aggirano la notte per la tangenziale? Qui potevano risolvere i problemi economici del comune di Milano a suon di multe e forse anche quelli della viabilità ritirando qualche centinaio di patenti….Ma si sa che i cattivi viaggiano sempre in barra pesante. Che schifo. Ci perdo più di mezz’ora per fare meno di 5 km, nel frattempo hanno liberato l’incidente che c’era allo svincolo di Figino e pian piano si va via. Magari potevano venire quelli di Striscia per fare uno dei loro scoop sui comportamenti dei conducenti….ma stavolta non di camion o di autobus….(sono troppo polemica?….forse….)

20112008 GuastallaGiovedì mattina facciamo avanti e indietro tra Luzzara e Guastalla e Luzzara e nel frattempo mandiamo qualche “dolce pensiero” all’impiegato che ieri ha fatto la bolla mischiando letteralmente20112008 strade sempre più larghe gli indirizzi dei due paesi, e che a quell’ora magari stava ancora dormendo……….loro sbagliano e noi triboliamo. La terza consegna è a Formigine e grazie alle spiegazioni DETTAGLIATE  di Gisy ci arriviamo senza sbagliare di un metro! Anche a questo servono le amiche/colleghe!!! Rientriamo. Carichiamo a Novara per la toscana e partiamo diretti, cena in autogrill e poi giù per la Cisa, stanotte c’è caldo, il termometro sale a 15°C!!! Arriviamo a Pistoia che non è ancora mezzanotte. Spento il motore, tirato le tende e nanna fino al mattino. Ci voleva. Ripartiamo presto da Prato. L’appennino è tranquillo, si sale a 50/60 km/h e si scende veloci. Ci voleva giusto un polacco con un DAF bilico tutto rosso che si fa tutte le gallerie in sorpasso e poi si ferma in autogrill a Roncobilaccio: complimenti…chissà se le telecamere vedono anche gli stranieri?21112008 a Fi nord

Gli effetti della crisi si cominciano a vedere nell’assenza di traffico di camion….le BM invece sembrano sempre tantissime. In tangenziale incrocio Daniela a bordo del suo Stralis e la saluto: la nostra targa fucsia da sempre nell’occhio!! Torniamo a Novara a scaricare e poi in scuderia, il pieno, caricato e parcheggiato. Fine della settimana.

Buona domenica e buona strada a tutti.

Moni.