Crea sito
8 commenti

RECORD

Violet_Roses

Durante i mesi di vita del  ns Blog abbiamo raggiunto diversi record, le 300 visite in un giorno quando Varesenesw ha scritto di noi, pubblicando l’indirizzo con il collegamento, ci erano sembrate stratosferiche, ma l’articolo scritto con cura dimostrava un affetto sincero…  aveva il sapore di un Grande Traguardo, non ci siamo montate la testa ma ne abbiamo gioito; ieri è stato diverso, anzi non è stato così, le visite sono state davvero tante, provenivano da motori di ricerca diversi e un unico soggetto: Capriccio; oggi come allora giudico ciò che è successo Assurdo; la vita è sacra e nessuno ha il diritto di togliere la vita ad un altro!!! Abbiamo superato le 470 visite(commenti 2), la maggior parte sono arrivate per leggere di Francesco Perrotti, di conseguenza a un video trasmesso il 18/11 dalle “Iene”, come rallegrarsi di un simile risultato?  Ero stata avvisata per sms in temporale, ma pensavo avessero riproposto lo stesso video di Misano 2007, invece Lucci ha voluto avvisare i suoi spettatori del seguito della vicenda, funerale, dichiarazioni della vedova e anche delle forze dell’ordine (foto dei figli compresa)… uno Spettacolo in piena regola; Abbiamo battuto un Record ma non lo festeggeremo, spero che questa brutta storia venga dimenticata o considerata con la giusta unità di misura, e che il signor Lucci s’inventi qualcos’altro e lasci riposare in pace chi ha perso la Vita unicamente per Stupidità, la stessa che ha dimostrato Lui perseverando.

 

Queste parole sono la mia opinione personale e me ne assumo la piena responsabilità.

 

Buona Strada a Tutti!!!

About The Author

8 Comments

  1. Misteriosa ha detto:

    Era da vedere che non avrebbe lasciato inosservato questo fatto… Lucci voleva completare il servizio.. ma era meglio se lasciava perdere, rispettando la morte di questa persona. Sono andata sul sito della mediaset, ho visto il video, mi è venuta la pelle d’oca. Come ha potuto USARE questo episodio x fare spettacolo? ha ottenuto gli odience? e bravo Lucci, che figura di m….a.

  2. sosladydriver ha detto:

    ieri sera mi sono accorta io che c’era un commento ‘nuovo’ al vecchio post e per giunta anonimo!e ho subito collegato la non-coincidenza e causa del servizio by iene… come se dei camionisti non si parlasse male già abbastanza!!! Al record di visite non avevo fatto caso…

    Spero che i nostri blog-lettori non siano venuti a visitare il blog a caccia di spettegolezzi sulla vicenda o scoop e che siano abbastanza intelligenti da capire che non si può generalizzare un momento di raptus e follia con un misto di vendetta ed esaltazione ad una categoria che lavora con tanti sacrifici e rischi per … portare a casa il pane!!! Non sta a noi giudicare la vicenda, certo questa è una brutta pagina nella storia dell’autotrasporto.

  3. graspa190 ha detto:

    Doppiamente deluso. Prima delusione: il fatto seguito all’evento. Seconda delusione: i servizi televisivi prima e dopo. La televisione o meglio certi giornalisti ci navigano su questi fatti. Nel rispetto della persona e dei famigliari non vedo perchè ritornare su un fatto, che aldilà della drammaticità, sinceramente non riesco a cogliere cosa vuole rappresentare il servizio trasmesso. Ci sono problemi ben più gravi che chissà perchè nessuno vuole affrontare. Aziende che hanno chiuso o stanno per chiudere. Certo che la categoria dei camionisti, dipendenti e non, non è paragonata ad altre categorie di lavoratori: morti bianche, incertezza nel lavoro. Ti propinano un servizio dove ti fanno vedere “un” camion che rappresenta un’eccezzione nel settore. Cosa è servito avere un mezzo del genere? Ad accellerare qualcosa che già c’era. L’unico rammarico è quello che un’evento nazionale non doveva avere un ‘epilogo così drammatico. Il record ci fa capire che purtroppo l’italiano è interessato dei fatti solo se si parla di cronaca nera. Piuttosto che incentrare il servizio sul camion e sul reato (3/4 del servizio era fatto) perchè non far valere i problemi che sono seguiti in azienda e in famiglia dalla mancanza del titolare e coniuge. Perchè almeno questo argomento accomuna il fatto a tanta altre famiglie di camionisti che magari non avevano un camion da 165mila euro ma lavoravano comunque con un camion. Speriamo che il prossimo record venga stabilito per qualcosa che ci stimoli a cambiare un poco questa società che si sta “avariando”.

    Comunque buona strada per noi e a tutti coloro che ci hanno lasciato prematuramente aldilà del motivo che ha generato il lutto.

  4. gisytruck ha detto:

    Non ho idea dell’odience che ha avuto questo servizio di Lucci, ma posso dire che “Iena” lo è, ha tutte le carte in regola; le visite continuano ad arrivare tramite i motori di ricerca con quel “soggetto” e si è risvegliato l’interesse su questa vicenda, una morbosa curiosità popolare… avrei centinaia di notizie di autisti che hanno perso la vita sul lavoro e non hanno conquistato le pagine di un giornale, come se fosse ovvio lasciarci la pelle… come se fosse scontato, è mai andato il Sig. Lucci a chiedere spiegazioni agli organi competenti, ha mai fatto un servizio intervistando i responsabili dei lavori e i dirigenti degli Enti proprietari di quei tratti di Strade che hanno più vittime che Km? Ha mai denunciato la criticità palese di certe situazioni? Ha mai analizzato i numeri, quelli delle statistiche, che dicono che i mezzi pesanti sono coinvolti in meno dell’8% dei sinistri, e una bassa percentuale vede coinvolti autisti di professione, la maggioranza sono mezzi in C/to proprio; si è mai preoccupato di verificare che essere coinvolti spesso non equivale ad avere responsabilità del sinistro stesso, non credo proprio che l’abbia fatto, ne lui ne altri professionisti…. Lo invito a farlo, con la stessa morbosità e freddezza con cui ha seguito la vicenda “Perrotti”; se avete informazioni diverse fatemele sapere….. Sapete che spesso le Compagnie assicurative decidono di liquidare i danni lievi in fretta, perchè meno oneroso che andare avanti nel tempo per stabilire la realtà e della dignità dell’autista non si tiene conto?!? Invece di rimarcare sempre sui 165.000 € di valore di “Capriccio” non avrebbe fatto meglio ad occuparsi delle cifre che non spendono quelle flotte che mandano solo i libretti alla revisione e hanno un parco macchine circolante da terzo mondo, permettendosi poi di proporsi alla committenza con prezzi inadeguati, non dico per un guadagno ma neanche per i costi. In bilancio alla voce spese di manutenzione: 1 semirimorchio di Prosciutti di Parma e con questi si fa buona concorrenza. Dove sono i Lucci e gli Staffelli della situazione, siamo troppo bruti, porchi e cattivi anche per loro?

  5. anonimo ha detto:

    Penso che quello che è successo a capriccio non sia una cosa giusta,ma non per questo si deve fare di un peccatore un santo.Come me tanti altri sanno che l’anno della famosa intervista il signor capriccio è stato più volte rimproverato perchè partiva in sgommata in mezzo alla gente, sempre lo stesso anno a Milano è stato allontanato per lo stesso motivo. Quest’anno a Misano non è stato fatto entrare. Il suo comportamento in mezzo alla gente non è mai stato esemplare, ha spesso peccato di arroganza nei confronti dei colleghi.Non ‘ neanche vero che tutti erano invidiosi , perchè di camion belli….

    Ribadisco che quello che gli è successo non è giusto ma questo era un sassolino che da un pò di tempo volevo tirarmi via.Non sopporto che per colpa di qualcuno debbano andarci di mezzo tutti.

    Auguro a tutti /tutte una buona strada sempre e scusate ancora per lo sfogo.Jana/Luisa

  6. gisytruck ha detto:

    Ciao Luisa

    non ti devi scusare, questo blog l’abbiamo creato insieme per poter esprimere le nostre opinioni e se a qualcuno non garbano può scriverlo, firmandosi educatamente, ognuna di noi ha pensieri, riflessioni e opinioni diverse ed è libera di scriverle qui ogni volta che vuole…Torna a scrivere quando vuoi!!! Per quanto riguarda Capriccio avrà avuto anche lui i suoi pregi, ma i suoi difetti risaltavano di più, in quelle occasioni di cui parli ha dimostrato di non aver rispetto per gli altri a favore della sua cafonaggine, io stessa ci avevo discusso e se avessi saputo che a casa aveva figli, gli avrei chiesto se si sarebbe comportato uguale se per mano alla moglie in mezzo ai camion ci fossero stati i suoi di bambini… da qui a togliergli la vita ce ne passa, un abisso… ma anche dal santificarlo. Quello che io ho voluto sottolineare è che il sig. Lucci ha messo in onda il suo 1° video una settimana prima del raduno 2008, ha avuto un anno per farlo, non mi vengano a dire che è stato casuale e neanche dopo la tragedia ha avuto il “buon gusto” di metterci una pietra sopra, anzi: funerale, foto dei figli e intervista alla vedova… OSCAR alla Iena, speculare spettacolo… e magari averlo anche un pò provocato?!? Come ha scritto un’altra Lady Truck: Che figura di Merda!!!

  7. ironduckmoni ha detto:

    Da Wikipedia:

    Le iene sono mammiferi carnivori di media grandezza, diffusi in Africa e Asia ed inclusi nella famiglia Hyaenidae. Sebbene somiglino a grossi canidi, le iene formano una famiglia biologica a sé stante più prossima agli Herpestidae (la famiglia della mangusta e del suricato).

    (…)Al contrario di quanto spesso si dice, non tutte le iene si cibano di carogne. Infatti, se è vero che le iene brune e striate basano gran parte della loro dieta su questo tipo di attività, è anche vero che le iene maculate (le più conosciute) sono soprattutto delle cacciatrici. Il protele crestato, infine, si nutre di insetti.

    Il mio pensiero personale:quando è successa la tragedia ho pensato che il servizio delle Iene avesse gettato benzina sul fuoco….ora penso che facciano parte delle Iene brune e striate…al di là di ogni opinione personale sui protagonisti della vicenda e di cui cmq si occuperà la magistratura, potevano lasciar riposare in pace chi purtroppo non c’è più…un pò più di rispetto e un pò meno di auditel…

    Un pò più di umanità….quella che manca troppo spesso in questa ns società.

    Buona strada a tutti.

    Moni

  8. sosladydriver ha detto:

    alle iene si rivolge la gente che si sente vittima di ‘qualcosa’, gente che vuole denunciare ‘un lucrare’ sulla pelle di qulcuno … una bella denuncia alle iene: VOGLIAMO SMASCHERARE LE IENE E IL LORO LUCRARE SU QUESTO FUNERALE, QUANTO CI AVRANNO GUADAGNATO??? Ad uno dei loro inviati indagare, non dovrà fare tanta strada!!!

    …e poi virtualmente gli consegniamo il tappiro d’oro!

Leave A Reply