Neve neve e neve!

Tempo fa vi raccontai il primo viaggio sulla neve sperando di non trovarla + e invece….

venerdì 30/11: viaggio sulla neve 2: il ritorno
Questo viaggio l’ho commentato recentemente cmq non è stato così difficile visto che le strade erano P1010011abbastanza pulite, + che altro l’autostrada, ma nelle piccole, lì sì che c’era da piangere!  ma x certi era la cosa migliore x evitare la colonna ferma sul saliscendi poco + avanti: metti un pò x i mezzi stracarichi, e altri intimoriti x la neve…al cb si sdrammatizzava sulla situazione in cui eravamo coinvolti ma tuttavia notizie buone arrivavano dai colleghi che venivano da direz sud dove avremmo trovato pioggia o al massimo mista a neve. Niente di positivo x chi andava verso il nordovest,  zona che fortunatamente non mi riguardava.

lunedì 1/12: viaggio sulla neve 3: la vendetta

Ennesimo viaggio sulla neve, questa volta in compagnia di Laura. Già in andata abbiamo trovato l’autostrada bella bianca cmq siamo arrivate a destinazione senza problemi e con un’ora di anticipo. P1010029Eravamo anche contente di osservare le strade inbiancate che qualche scatto lo abbiamo fatto appena parcheggiato. xò c’era una cosa che mi turbava: e gli sgombraneve? dov’erano? possibile che x tutto il tempo non erano ancora passati a pulire le strade? ma ecco un’altra preoccupazione mi assillava: il piazzale. All’orario prestabilito viene aperto il portone e come previsto tutto il piazzale era pieno di neve. Entro, mi giro, faccio retro, mi avvicino alla rampa… e slitta. Finchè non son riuscita nell’intento, ma con la motrice è stato ancora peggio. Sganciato il timone non potevo fare retro e non ne voleva sapere di andare avanti. Ho perso un bel pò di tempo e ormai si avvicinava l’ora di andare ad effettuare il 2° scarico a circa 10 km da lì. Pensavo che ormai le strade fossero pulite nel frattempo e invece… ecco un sgombraneve che passa ma fioccava talmente tanto, ma talmente tanto che non riusciva a starci dietro. Valuto che strada fare percorrendo mentalmente le alternative: fP1010027are la piccola con i saliscendi o l’autostrada allungando un pò ma sapendo che era tutta pianura e pulita? faccio la seconda scelta e infatti sono andata bene, vedendo che in quei tratti i bilici era intraversati e tanti bloccati di conseguenza intenti a montare le catene. Arrivo, consegno la bolla e mi chiamano già alla ribalta. Un bilico a fianco a me nonostante era bello carico non riusciva a fare retro che continuava a slittare. "alza il carrello!" gli grido così riesce a muoversi tanto che stava x buttare giù la rampa. Ok ora è arrivato. Scaricato tutto si torna a prendere il marmocchio ma il direttore del magazzino ci avvisa di aspettare ad entrare nel piazzale che ora arrivava lo sgombraneve. Aspettiamo 10 minuti fuori e poi finalmente si riesce a far manovra, agganciare e portarsi al posto di carico. Quì son veloci, così senza perdere tempo prendo l’autostrada che + si andava giù meglio si presentava.

venerdì 5/12: viaggio sulla neve 4: e che palleee!!!

si parte molto tardi, le 3 di notte, cosa non positiva sapendo cosa prevedeva il meteo. Infatti la A22 si imbiancava sempre + da dover procedere ai 60 km/h. TaniaBzFortunatamente gli sgombraneve son passati al momento giusto, così si poteva anche accelerare il passo. Tutti gli scarichi sono stati praticabili quindi stavolta niente situazioni di rischio, certo xò ‘sta neve ha proprio rotto le palle uff!!!! Ricevo un messaggio da parte di Tania: stava salendo. Infatti intorno alle 10.30 riusciamo a incrociarci a Bolzano sud da dove poi lei sarebbe uscita x prendere la MeBo direz Nalles. Poi doveva percorrere dei tornanti x un ritiro in zona Trento (com’è andata????)  certo che andare in montagna non era il caso visto le nevicate che ci sono state in questi gg, x la gioia degli amanti dello sci ma non x noi camionisti!!!! io invece avevo il rimorchio carico di doppi bancali e la motrice tutti bassi, sicuramente avevano scambiato i cassoni, ma non c’era tempo x rimediare. Tuttavia sempre in direz sud la situazione era migliore, anche se dalla neve pallosa ho trovato altro che pioggia fastidiosa. La giornata è stata moooolto lunga,  la A4 poi era trafficata di vacanzieri che provocava rallentamenti…. poi parlano di crisi… mah!

Buona strada a tutte/i ci vediamo alla cena ciaooooooooooo

 

La mia "polemica" settimanale….

Ciao blog-lettori…una nuova rubrica….

Giovedi sera , prima di partire ho sentito al TG regionale che c’erano state polemiche perché stanno asfaltando la SS 36 e lo fanno di giorno creando code lunghissime…il perché? Semplice, la ditta che ha vinto l’appalto per fare i lavori ha sede in un comune che VIETA il transito notturno ai camion…quindi….Chi se ne frega!! Chi se ne frega di tutto il tempo perso da centinaia di cittadini nelle ore diurne, chi se ne frega dell’inquinamento generato dai veicoli incolonnati…non si può disturbare il sonno degli abitanti di quei paesi, che poi col caldo che c’è scommetto dormiranno tutti con le finestre aperte…. Siamo in Italia, i privilegi di pochi contro gli interessi della comunità…io ho abitato per anni all’incrocio tra due strade statali, sotto la rotta di atterraggio degli aerei di Malpensa….ho dovuto cambiare casa quando hanno aperto Malpensa 2000….il palazzo dove vivevo (da inquilina) ora è tristemente chiuso…..ma non sono mai andata dal sindaco a dirgli di vietare il traffico notturno…non è una cosa logica.01 12 2008

All’opposto, sia lunedì sera che ieri sera c’era CHIUSA l’Autosole per lavori da Casalecchio di Reno  a Sasso Marconi, solo per 6 ore…..quindi uscita obbligatoria a Casalecchio con rientro a Sasso. E’ da qualche anno che stanno lavorando a quel tratto di autostrada per far la terza corsia  (negli anni ’60 nello stesso tempo hanno “costruito”tutto il tratto appenninico…).

La mia polemica qui è MULTIPLA: lunedì l’ho scoperto per CB, nonostante ascoltassi la radio sul solito canale di informazione….poi cmq era segnalato sui tabelloni portasfiga già da prima dello svincolo della Cisa, quindi se uno voleva poteva cambiare strada….io avevo la prima consegna fuori Barberino e ho dovuto tirare dritto. Ieri sera hanno cominciato a scriverlo sui tabelloni all’altezza di Modena perché prima ci raccomandavano la cintura di sicurezza per i nostri bambini…anche alla radio io l’ho sentito dire più o meno nello stesso punto: quindi niente scelta.

03 12-2008Mi evito la coda in uscita a Casalecchio passando da un altro svincolo, ma poi dalla Bazzanese al semaforo di Casalecchio (un km, circa…) sono in colonna insieme a tutti gli altri….tutte e due le volte ci ho perso circa mezzora….può sembrare poco, per chi le ore non sta a guardarle, ma se io da magazzino a magazzino dove poi faccio la pausa ci metto quasi 4 ore e mezza è logico che non ci posso arrivare.

I lavori sono sacrosanti, niente da dire sul fatto che li fanno di notte per evitare troppo caos nelle ore diurne (mi domando come possano dormire i cittadini di quel paese con tutti i camion che passano sotto le loro finestre….)….ma la mia domanda – e di TANTI  di quelli che erano in colonna con me in queste notti – è : non si potrebbe spegnere un SEMAFORO che crea INUTILI  code fino all’autostrada e che in quelle ore non serve praticamente a nessuno? Una volta passato quell’intoppo si andava lisci lisci fino all’ingresso di Sasso… 05 12 2008Qualcuno suggeriva di passare tutti a trombe spianate cosi magari arrivava qualcuno col “lampeggiante” sopra e lo faceva spegnere…qualcuno le ha anche suonate le trombe, ma non basterebbe un po’ di buon senso da parte di chi stabilisce i percorsi alternativi? Un pizzico di buon senso per evitare inutili colonne, nervosismo tra quelli che erano in coda, inquinamento? E’ cosi difficile pensare una piccola cosa cosi? Sembra proprio di si!

Buona strada a tutti!

Una polemica Moni.

 

 

News…

Alcune news di oggi…

Reggio Emilia, 4 dicembre 2008 – Giornata all’insegna dei controlli ai veicoli commerciali per le pattuglie della polizia stradale di Castelnovo Monti. Alcune pattuglie hanno svolto per tutta la giornata di ieri una serie di verifiche ai mezzi industriali che circolavano lungo le strade del comprensorio ceramico, da Veggia fino a Roteglia.

 Lo scopo, quello di verificare il corretto peso della merce trasportata e la regolarità dei documenti di viaggio e del conducente. Il peso eccessivo di questi veicoli, infatti, è spesso una delle maggiori cause di incidente stradale per la forte sollecitazione dei freni.

 A fine giornata sono stati multati otto conducenti e sono state ritirate due carte di circolazione di altrettanti veicoli che non erano stati sottoposti alla visita di revisione entro il termine di legge.

 Per ciascun conducente è scattata una contravvenzione di 370 euro, oltre alla decurtazione di 4 punti dalla patente di guida e l’obbligo di ripristinare correttamente il carico prima di riprendere il viaggio.

Mi auguro che questi controlli siano stati fatti davvero a tappeto e non a rete come al solito, una rete che dalle proprie maglie lascia fuoriuscire sempre i mezzi di alcune ditte locali, che chiamarli inefficenti è un complimento.

04 Dicembre 2008, 18:38

VERONA – Un istinto di solidarietà che gli è stato fatale: sceso dal suo camion per soccorrere un automobilista vittima di un incidente in autostrada, un autista moldavo è stato travolto e ucciso da un Tir. È successo all’altezza di Bussolengo, nel veronese, sulla A22 del Brennero. La vittima si chiamava Anton Cretu e aveva 50 anni. L’autista del Tir e la donna che ha subito l’incidente sono stati portati in ospedale. (Agr)

Tutta la nostra solidarietà alla famiglia di questo collega!!!

 

Auto:Ipsos, italiani trasgrediscono

50% non rispetta limiti velocita’, 52% telefona senza auricolare

(ANSA) – BOLOGNA, 4 DIC – Gli italiani si sentono prudenti al volante. Peccato, pero’, che la loro percezione si riveli assolutamente infondata. Secondo un’indagine Ipsos, il 50% ammette di non rispettare i limiti di velocita’ e il 52% di guidare telefonando senza auricolare. Inoltre solo il 50% riconosce di aver ceduto il volante a un’altra persona dopo aver consumato alcol e ancora meno, il 29%,si organizza nominando un ‘tutore’ che non beve per accompagnare a casa gli amici in sicurezza.

Questi dati si riferiscono ai conducenti, quindi dimostrano che non sono solo i camionisti colpevoli di distrazione e infrazioni gravi; riconosciamo che ce ne siano, ma va ricordato a tutti che è una minoranza.

BUONA STRADA A TUTTE/I!!!!