Una settimana interrotta…

DIARIO DI BORDO DAL 25 GENNAIO 2009 AL…

 

L’ora di partire la domenica sera arriva sempre velocemente…ho “bighellonato” tutto il pomeriggio da una stanza all’altra, il PC sempre acceso, ogni tanto davo uno sguardo alle news…ho giocato con i gatti, bevuto il tè delle cinque con mammà, fuori faceva freddo,non veniva voglia di uscire. Poi era già il momento di partire, di andare in piazzale e mettere in moto il pupetto…direzione toscana.

26012009galleria in appenninoQuando sono a Milano sud arriva un sms da Mario, anche lui e suo pà sono in viaggio. Gli telefono, sono pochi km dietro di noi, li aspetto a S.Zenone e ci facciamo il viaggio insieme fino a Bologna, li loro svincolano per l’A 14 e noi proseguiamo per l’appennino. E’ bello viaggiare in compagnia di un amico, scambiare 4 chiacchiere, vedere il 190 con tutte le sue lampadine riflesso negli specchi. I km scorrono 26012009 mattina a Pratoveloci, in un attimo è già il momento di salutarci. I tabelloni portasfiga segnalano l’ USCITA OBBLIGATORIA” a Casalecchio di Reno con rientro a Sasso Marconi per lavori. Per fortuna il traffico è quasi nullo e non c’è colonna, e in più il “maledetto” semaforo questa volta è spento, lampeggia come tutti gli altri che oltrepasso sulla Porrettana. 26012009 Spider manArriviamo a Calenzano e dormiamo fino a quando ci chiamano per entrare, sono le 5 e ½, parcheggiamo in ribalta e aspettiamo che scaricano…al calduccio sotto le coperte! Poi facciamo il giro delle consegne e dei ritiri. Torniamo in scuderia, scarichiamo tutto e andiamo a caricare un completo per il trentino. Si riparte la 27012009 sulla piccola in trentinonotte, un viaggio tranquillo, senza storia, scaricato i pieni e caricato i contenitori vuoti. Ha dato una spruzzata di neve sulle montagne intorno e il paesaggio è fiabesco, ma per fortuna la neve si è già trasformata in pioggerellina. Sulla via del ritorno facciamo una sosta all’area di servizio Adige, 27012009in A 22piccolo “paradiso” di tutto ciò che di utile ed inutile ci possa essere da mettere su un camion!! Luci di tutti i tipi e colori, trombe, antenne, targhe, cb, cavi, tubi dell’aria, specchi, fornelli da viaggio, adesivi, pannelli e chipiùnehapiùnemetta! 270120093301-Difficile uscirne a mani vuote….Verso Agrate incrocio lo Stralis di “Roby Baltimora”, ci conosciamo solo “on line” tramite “Truck Italia Forum” gli faccio chiamata e ci scambiamo un veloce saluto e un arrivederci sulle pagine del Forum. Arriviamo a Busto270120093307- allo scarico, ci sono già 4 bilici in attesa , la ditta chiude dalle 12 e ½ alle 14.00…sono le 12 e 25. Tocca aspettare…siamo fortunati perché uno dei bilici è ribassato e nella ribalta alta non ci può andare…quindi gli “passiamo” davanti mentre lui aspetta che caricano un container. 27012009 truck stopPoi qualche presa…stiamo un po’ male tutti e due, mi sa che stiamo covando l’influenza, c’abbiamo un po’ di febbre. Torniamo in scuderia e carichiamo per la toscana. Mercoledì mattina ho 38°e8…avevo detto che avevo bisogno di “caldo” ma non era cosi che intendevo…Stef fa il giro delle consegne e io me ne sto in brandina a friggere…mannaggia…odio 27012009 allo scaricostare male…va bè vorrà dire che farò parte anch’io di quella percentuale di italiani che avevano previsto che in gennaio si sarebbero presi l’influenza. Guido 4 ore al ritorno, arriviamo in scuderia, scaricano e parcheggiamo. Di corsa a casa sotto le coperte, la febbre non ne vuol sapere di passare…270120093321- cadeaux

Giovedì mattina, Stef sta meglio, io sono KO, ma martedì sera ci avevano comunicato che dovevamo andare a fare il test per il rilevamento della tossicodipendenza (che ora è obbligatorio per gli autisti dipendenti). Cosi ci alziamo e andiamo. Bisogna portarsi la carta d’identità, il codice fiscale e la “vescica piena”. Mi bevo una bottiglia d’acqua…

Là un medico compila il modulo con i vari dati, ti chiedono se usi farmaci e se si quali. Poi prende 3 contenitori, te ne da uno e ti accompagna in bagno perché DEVE controllare che l’urina sia la tua…a me mandano con una dottoressa…comunque imbarazzante. Poi devo suddividere l’urina nei tre contenitori sempre davanti ai medici e chiuderli (sono contenitori che una volta chiusi restano bloccati) e metterci un’etichetta firmata dal dottore e da me. Tutto questo, giustamente, perché non ci possa essere uno scambio di campioni…per fortuna che i dottori erano simpatici e gentili perché è un’esperienza un po’ “umiliante”. Loro stessi me l’hanno detto che veniamo trattati come se avessimo fatto chissà che e che però è giusto fare questi controlli per la sicurezza, che stanno venendo fuori di quelle cose…sono d’accordo anch’io, ma perché solo i dipendenti? La dottoressa mi dice che prima o poi lo estenderanno a tutti. Io le dico che secondo me dovrebbero farlo fare a tutti quelli che si iscrivono a far la patente, a cominciare dalla B. magari è un po’ complicata come cosa, ma visto l’elevato numero di ragazzi che si schiantano a quell’età perché sotto l’effetto di droghe forse sarebbe più utile. Mi è tornata la febbre. Torniamo a casa e telefoniamo al capo per dirgli che l’esame l’abbiamo fatto. Mi infilo sotto le coperte circondata dai miei gatti che dormono beati, finalmente stanchi dopo tutto il casino che hanno fatto stanotte. Pure il termometro sono riusciti a rompermi…per fortuna che non  l’hanno morsicato dalla parte del mercurio…quasi quasi ora li sveglio io: potrei tirargli la 30012009 mi fanno compagnia...coda o fargli il solletico sotto i piedi, scrollarli un po’…ma sono cosi belli che non li disturbo. La mia settimana finisce qui…stavolta l’ho presa in pieno l’influenza, ci ho anche scherzato con i dottori prima, dicendogli che speravo di non averli infettati tutti, poi mi è venuto in mente che loro fanno il vaccino, ma il doc mi ha detto che lui l’ha fatta lo stesso, che quest’anno è tosta. Me ne sono accorta. Anche la dottoressa mi dice che ha i primi sintomi, magra consolazione sapere che siamo in tanti ad ammalarci! Spero che voi stiate tutti bene!!!

Venerdi Ste va a fare le pre-revisioni ai camion, è fine mese…magra come sempre. Settimana prossima sarà un’altra storia…speriamo!

Buona strada a tutti!

Moni.

Settimana breve – 1

Ciao a tutte/i

220120091027questa è stata una settimana breve, meno viaggi e tante brutte nesw, 240120091034risultato ho ore di guida disponibili solo io e dovrò fare il viaggio di stasera… lo detesto, arriva al cargocity la merce da imbarcare x due giorni, creando un caos superiore alle altre notti, che non è poco… 230120091033previsioni:nebbia… pazienza e via.. vorrei solo mandarvi le foto che ho scaricato oggi: la bufera di neve di sabato scorso lungo il viale di casa mia., il taglio della montagna di legna che ostruiva il cortile, …la colonnina del pedaggio  autostradale viacard che dava i numeri a 260120091036"rovescio"…lavori al policlinico… la fiamma confortante del caminetto… e per 270120091038finire, anzi per aprire un nuovo percorso d’amicizia: Mary e Simo che mi hanno accompagnata in un viaggio per scoprire come si vede il mondo da un parabrezza di un camion…280120091041

 Buona Strada a loro e a Voi!!!

IL COMPLEANNO DI TOMMAS

TommasSABATO 31 GENNAIO

NEL NUOVO LOCALE "EL PORTEGO"
A MOSSANO NELLA RIVIERA BERICA

IL NOSTRO TOMMAS – PER GLI AMICI E PER CB "TEMPESTA" – FESTEGGIA IL SUO COMPLEANNO CIRCONDANDOSI DI UN’OTTANTINA E PIU’ DI AMICI… tutti invitati!
TOMMAS È UN AMICO AFFEZIONATO DELLA LADY TRUCK, UN VERO FANS E MISTER TRUCK (Sossano’08); TUTTE NOI GLI FACCIAMO UN CAMION STRA-CARICO DI AUGURI!!!

Qualcosa mi dice che sarà un evento che ricorderemo a lungooooo…. Ci vediamo lì! Per maggiori informazioni: [email protected]

Per non dimenticare…

Ciao a tutte/i

so che è banale parlarne oggi che lo fanno tutti, ma sarebe peggio non farlo… Mony ha scritto di recente di come possa bestiale il comportamento umano, le cronache ce lo ricordano ogni giorno e una guerra, solo perchè non ci coinvolge da vicino, non vuol dire che non metta in pericolo anche il nostro mondo, di riflesso ci saranno più degrado, più disperati, più sfruttatori e sempre meno stabilità; in tutto questo le guerre si assomigliano senza distinzioni geografiche o temporali… Non sono in grado di parlare di strategie internazionali, non ho ne la cultura ne la conoscenza ma vedo negli occhi delle popolazioni gli stessi occhi smarriti… per non dimenticare che il nostro Paese ha pagato un grosso tributo di vittime inseisco il testo di una canzone di Guccini, ripresa da molti altri, ma la sua interpretazione fa venire i brividi, a mio parere..

Son morto con altri cento, son morto ch’ ero bambino,

passato per il camino e adesso sono nel vento e adesso sono nel vento….

 

Ad Auschwitz c’era la neve, il fumo saliva lento

nel freddo giorno d’ inverno e adesso sono nel vento, adesso sono nel vento…

 

Ad Auschwitz tante persone, ma un solo grande silenzio:

è strano non riesco ancora a sorridere qui nel vento, a sorridere qui nel vento…

 

Io chiedo come può un uomo uccidere un suo fratello

eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento, in polvere qui nel vento…

 

Ancora tuona il cannone, ancora non è contento

di sangue la belva umana e ancora ci porta il vento e ancora ci porta il vento…

 

Io chiedo quando sarà che l’ uomo potrà imparare

a vivere senza ammazzare e il vento si poserà e il vento si poserà…

 

Io chiedo quando sarà che l’ uomo potrà imparare

a vivere senza ammazzare e il vento si poserà e il vento si poserà e il vento si poserà…

Buona Strada a Tutte/i !!!   gisy

Il compleanno di una ribelle….

Un altro compleanno da festeggiare…mi sa che diventiamo tutte più “vecchie”….un anno alla volta!!!

A parte gli scherzi lo vogliamo fare un bel BILICO (magari con trattore Mercedes) di auguri alla nostra Alessia, in arte “AleRibelle”?

 

031 Ale e il suo fratellino

Ma si dai, comincio io: tanti, tanti, tanti, tanti, tanti, tanti e ancora di più AUGURI per il tuo compleanno!!!!!! ……(e speriamo di non aver sbagliato la data!!)

Ti auguro tante belle cose…ultimamente ce n’è proprio bisogno, a partire da un po’ di serenità nella vita, nel lavoro, in tutto!!!

E naturalmente Buona Strada sempre!!!!

Moni.

Lettera aperta a un fan

AereografIndecisa se telefonarti o scriverti qui, ho scelto la seconda possibilità, permette a me di non aprire una discussione diretta e a te di comprendere, con calma, se vuoi… Conoscevamo già il tuo carattere di pettegolo, in generale, sai sempre tutto di tutti e quello che non sai lo Areogrfaggiungi in abbondanza, lo abbiamo tollerato più per educazione che per condivisione, forse per compassione perché sei single e non per scelta tua… personalmente in più occasioni ti ho fatto notare che è semplice rispettare gli altri, basta pensare e agire come vorresti si comportassero gli altri nei tuoi confronti… Ora hai toccato il fondo, sputi giudizi e sentenze su una Lady in difficoltà diffondendo chiacchiere, non m’interessa neanche se sono vere, non ha nessuna importanza… In questo gruppo si condivide una passione e una professione, tutto quello che riguarda la sfera personale non ci riguarda, è una scelta di ognuna se raccontarla o no; se Aerogruna di noi ha un problema possiamo parlarne, ma rimane comunque suo e sceglie lei con chi, quando e come parlarne, solo se vuole, non c’è nessuno obbligo… So che è un concetto difficile da comprendere per chi vive la giornata riempiendola di pettegolezzi e cattiverie verso chiunque indistintamente… se non hai amici un motivo ci sarà? Anzi… se non riesci a frequentare le persone per più di qualche mese è proprio perché appena si rendono conto di quanto sei inaffidabile e irrispettoso ti evitano come fossi un’epidemia… Capisco che osservare sempre gli altri ti tolga il tempo per guardare te stesso e che eviti di farlo perché ciò che vedi da fastidio a te per primo. Sono arrabbiata e delusa perché invece di sprecare soldi in telefonate diffamatorie avresti potuto risparmiarli e cominciare a restituirli a chi ti aveva dato fiducia, sai, anche le altre persone si parlano… ; potevi paragonare la situazione di questa Lady alla tua di un Areografanno fa e provare solidarietà, al di là delle cause scatenanti che non hanno nessunablu moon rilevanza; perdere il posto di lavoro è un grave evento della vita e … ma cosa ti sto a spiegare? Stupido e imbecille come sei non sai cosa è la dignità della persona… Se le tue motivazioni per tanta cattiveria sono state, un rifiuto alle tue avance…, non credo perché per essere “maschi” bisogna avere gli attributi e hai dimostrato di non sapere neanche cosa sono, ne sono ben lieta… non siamo ne frigide ne lesbiche, come dici, solo scegliamo con più criteri e faccio i complimenti a questa Lady per aver saputo scegliere e mandarti in bianco. Ti auguro di capire, prima o poi, che nella vita è già difficile raccogliere quando hai seminato a regola d’arte figuriamoci quando non lo hai fatto… Spero che nel tempo qualcuno ti faccia capire che vivere in un mondo di falsità prima o poi crolla, travolgendoti… per fortuna tra i nostri amici-fans le persone come te sono pochissime… per fortuna non hai aderito all’iniziativa del Calendario Mister Truck, così non ci sono legami "stampati" a associarti alle Lady Truck e come ti abbiamo incontrato, ti perderemo per strada…

nonostante tutto…Buona Strada!!! gisy

CRISI NERAAAAA!!!!

Ciao a tutte/i

 

che malinconia che porta questa situazione d’incertezza economica… è vero i soldi non fanno la felicità, ma l’incertezza sul futuro porta una tristezza che non ti permette serenità, tanto meno la felicità; per essere felici serve serenità interiore e quando hai preoccupazioni e le vedi riflesse anche sui visi delle persone che frequenti si crea una spirale di negatività… posso anche valutare che a me non va peggio di molti altri, ma come proseguirà? cosa succederà in seguito? a breve cosa ci aspetta? Senza tanti complimenti le ditte hanno rivisto le abitudini e sembrano altri posti, molto diversi da ciò che erano… quello che era ovvio è diventato casuale o una concessione… Un collega  mi ha raccontato che dopo 14 anni nella stessa ditta, che ha curato come fosse sua,  si è trovato a dover scegliere di non  portare il suo cane in viaggio, accettato fino ad ora, a malincuore ha dovuto cercare un’alternativa … finchè ci sono alternative… tante di noi hanno subito cambiamenti nell’ambito del lavoro, è preoccupante e soprattutto è inquietante non sapere fino a quando durerà… un problema per tutti… o quasi!!!

Ci sentiamo dire che ci servirà per educarci, che siamo troppo abituati allo spreco, ma non è forse su questo consumismo che stava in piedi l’economia, ora che si compra solo l’essenziale non sta crollando tutto come un castello di carte?

Possiamo forse credere a chi ci dice che non bisogna allarmarsi, credo proprio di no, non vedo miglioramenti; a differenza di altri periodi di stallo economico, stavolta non ci sono settori immuni, che continuano a funzionare e sostengono il resto, stavolta siamo tutti coinvolti;

 Buona Strada a tutti!!!

 

Serata con Angela

E’ sabato, e come al solito mi mandano a caricare nell’altro stabilimento x poi completare in sede, mangiandomi il pomeriggio e rimandando x l’ennesima volta i miei impegni personali della giornata. Verso le 18 mi chiama Angela e mi chiede di uscire x una pizza: ok!!! così parcheggiato in ribalta il camion in sede mi affretto a raggiungere la bm e via verso casa.

AngiRòVerso le 20 arriva Angela e dopo una breve chiacchierata e una foto insieme, andiamo nella pizzeria dove vado abitualmente, da Renato! quì ci raccontiamo (ovviamente) di camion , dei nostri viaggi,  di camionisti, ecc. Ridendo e scherzando decidiamo di spostarci e porto Angela nel locale biker dove mi trovo solitamente con la mia compagnia. Entriamo in zona industriale e quì Angela mi fa notare "ma proprio in queste zone mi porti, come se nn le vedo mai!!!" già ha ragione ma quando arriviamo il locale era chiuso.  Pazienza, ci spostiamo di poche centinaia di metri e andiamo in un’altra birreria decidendo di immedesimarci nelle signorine  tutte tirate x …farci una partita a biliardo! la prima partita la vinco io ma le successive mi batte senza ciglio. Non sempre chi gioca in casa è in vantaggio! il tempo vola, arrivano dei miei amici si beve qualcosa in compagnia con la musica dei Police di sottofondo, è tutto perfetto fino a quando… la musica si interrompe e la gente si blocca: retata! la polizia arrivano con i labrador che li sguinzagliano alla ricerca di qualcosa che se x i cani è un divertimento x altri è un supplizio! qualcuno viene fermato per la richiesta di documenti, ma dopo le perquisizioni di rito i poliziotti restano di guardia all’uscita del locale. La gente è preoccupata x l’alcol test che sarebbero stati sottoposti se avessero deciso di uscire, sembravano degli ostaggi rinchiusi ma di loro iniziativa, dopo essersi scolati qualche coca jack di troppo. Ma x me e Angela non era un problema visto che a noi la patente è preziosa e indispensabile x poter lavorare, e salutando i miei amici usciamo senza problemi verso la bm. E’ stata una serata divertente, e la prossima volta ho già promesso ad Angela che verrò io dalle sue parti x l’ennesima partita a biliardo, quella della rivincita!

Senza titolo 19

C’è veramente crisi…

So di non scrivere nulla di nuovo,fino a fine anno nel nostro consorzio la crisi di lavoro era relativa e non mi sono mai lamentata,lavoro e viaggi c’erano per tutti,poi è arrivato l’anno nuovo e con esso la doccia fredda…ci sono stati i rinnovi dei contratti ed ecco ke molto lavoro ce lo hanno portato via delle "aziende" se così si possono chiamare,che hanno ribassato i prezzi del 15%…Ma io dico….SI PUO’????                                                                                                  

Loro possono,sono grandi aziende,sentendo parlare gli autisti lo credo bene ke viaggino a prezzi stracciati…stipendio misero,compreso tutto,13a,14a,ferie e liquidazione…il problema è ke questi "autisti" pur di lavorare si accontentano!Sono persone straniere,con famiglia da mantenere nel loro paese e loro ke vivono sul camion tutto l’anno,scendono solo quando devono raggiungere i loro familiari x quei 20 giorni! io nn ce l’ho con loro,ma con quei tipi ke gli danno lavoro!Siamo sempre lì,ai soliti discorsi…Nessuno si ricorda più ke ESISTONO le tariffe minime????    Forse no….ma ormai nn c’è più da stupirsi,basta pensare ke siamo in Italia e tutto è in mano ai corrotti…Scusate lo sfogo ma sono veramente stanca di questa situazione…

Cambiando discorso…

L’altro giorno mi ha telefonato un carissimo amico,il 30 e 31 maggio a Castel del Piano,sul monte amiata,si svolgerà il secondo raduno AMIATA ON THE ROAD…organizzata dalla "Assotir" e da "Trasporti Cento"!Il brutto tempo non ha permesso grandi cose lo scorso anno ma il divertimento e la compagnia sono stati veramente i padroni di questi 2 giorni passati,speriamo vada ancora meglio quest’ anno.Appena avrò informazioni più dettagliate ve lo farò sapere e spero nella presenza di molte/i di voi!

Con la speranza ke il lavoro vada migliorando auguro a tutte/i BUONA STRADA!

Lentamente la vita scorre…

DIARIO DI BORDO DAL 18 AL 23 GENNAIO 2009

 

La domenica è volata…alle 22.00 entriamo in piazzale, facciamo le solite cose prima di mettere la marcia e partire in direzione Romagna.

Prima avevano detto che avrebbe nevicato, poi che avrebbe piovuto, in realtà c’è un po’ di nebbiolina che però dopo Lodi si dissolve…dopo Bologna c’è ancora gente col faro retronebbia acceso. Possibile che non si rendano conto di quanto fastidio dà?

Ste dorme beato e io guido ascoltando Radio DJ. Una curiosità nel programma “Di notte” con i simpatici cugini Vitiello: le prime due telefonate sono di due camioniste!! Che bello, altre colleghe che come me viaggiano in compagnia della stessa radio!!

Stanotte non c’è in giro quasi nessuno…Con 3 minuti più delle 4 ore e mezza arrivo davanti al cancello del primo scarico, la guardia mi fa segno di entrare a parcheggiare. Adesso posso dormire anch’io.

L’ultima consegna tornando la facciamo a Campogalliano, il cielo è grigio, triste, umido e nebbioso…alla radio dicono che il 19 gennaio è considerato il giorno più TRISTE dell’anno, mi sa che ci hanno azzeccato. Passiamo velocemente dalla scuderia a scaricare e via a Novara a caricare per la toscana. Visto che l’ora è quella giusta, c’è tempo, fuori continua a piovigginare e la mia presenza giù non è richiesta, mi faccio una bella tazza di tè verde con i biscotti.. Oggi è tutto pronto e finiamo in fretta, partiamo subito, cena all’autogrill di Medesano e poi giù per la Cisa. Anche stavolta dopo il valico la temperatura sale di parecchio, c’è un po’ di vento e piove, alla radio dicono che in zona Milano nevischia, noi arriviamo tranquilli a Pistoia, c’è veramente 20 01 2009 coda in appenninopoco traffico. Una bella dormita e poi un’altra consegna a Prato e torniamo dall’appennino. Il solito calvario, ci si ferma pure un po’ di volte…noi, i fessi. Alcuni, i furbi, passano come missili incuranti del divieto, un bilico si fa diverse gallerie in sorpasso, un altro passa mentre sulla corsia di emergenza sono fermi i camion dei lavori con annessi operai: ma tanto lui è targato ESTERO, che gli frega? Anche nel pezzo a tre20 01 2009 in galleria corsie dove c’è ancora il divieto di sorpasso è tutto un sorpassare di camion nelle gallerie, oggi hanno tutti fretta? In Emilia diluvia, i fiumi sono tutti in piena fino al Nure, il Po’ invece è placido e da li in poi smette di piovere. Esco a Novara. A far la rampa rispettando o quasi il limite di velocità riesco a fare una CODA di una decina di BM dietro di me. Dopo il casello i puffi sono fermi con un bilico…20 01 2009 ancora neve in piemontefunziona cosi. Poi un paio di prese e torniamo in scuderia, carichiamo un giro per l’Emilia Romagna. Un viaggio molto tranquillo: dobbiam cominciare da Parma per poi arrivare a Rimini e caricare in fiera giovedì mattina. Il pupetto è veramente sporco, ma con la pocia che c’è sulle strade non val la pena pulirlo, gli faccio il pieno, aspettiamo che arrivano 2 bancali per completare il carico e andiamo a casa. Facciamo la sosta li per la gioia dei miei micioni che sono tutto un concerto di fusa, di strusciatine e di occhioni verdi e gialli che mi guardano adoranti. La connessione va a singhiozzo…grrr. Riesco a leggere un po’ di news nel blog, ma come provo a rispondere salta tutto e buonanotte…vado a dormire qualche ora ma non ho sonno…è sempre cosi, e alla fine21 01 2009 una casa a mollo dormo poco più di 3 ore. Partiamo dopo le 4 e ½, arriviamo dal primo cliente e scopriamo che apre alle 8 e ½. Un’oretta abbondante di sonno ancora ci voleva. Poi direzione Carpi, il fiume Secchia è straripato, quelli che arrivano dall’A 22 in direzione autosole hanno parecchi km di colonna, qualcuno dice dovuti alla 21 01 2009 il Secchia è straripatocuriosità dello spettacolo delle campagne allagate che dallo svincolo si vede molto bene. Scarichiamo, poi prendo la piccola per andare a Modena…ma ho cantato vittoria troppo presto…a Ganaceto siamo fermi e da li alla tangenziale si va a passo d’uomo…per la curiosità…butto via più di 4021 01 2009 il Secchia è uscito minuti a far colonna. Terza consegna…zona residenziale…loro non hanno il muletto…noi non abbiamo la sponda idraulica: non si può scaricare. Tocca portare il tutto da un corriere. Poi direzione Formigine, il posto lo conosco perché è quello che mi aveva spiegato la Gisy un po’ di tempo fa. Qui fanno orario continuato. Riprendiamo la grande a Modena sud, facciamo una sosta di mezz’ora   alla Pioppa, beviamo il caffé, guardo un collega che divide il suo pranzo con dei piccioni 21 01 2009  sfamare i piccioniaffamati: che bravo!  Un’ultima consegna a Faenza, poi direzione Rimini. A ¼ alle 5 son parcheggiata nel piazzale del ristorante “Le 3 botti”, poco fuori dal casello. Telefono alla Betty, ma purtroppo è impegnata e non possiamo vederci. Quando hai tempo il tempo21 01 2009 le 3 botti rallenta il suo scorrere, o almeno cosi mi sembra. Faccio un po’ d’ordine in cabina, scrivo il diario, leggo, cala la sera, il piazzale si riempie di camion. Il ragazzo del parcheggio ha un gran da fare per farcene stare il più possibile, noi siamo in pole-position sull’uscita perché gli abbiamo detto che non stiamo li a dormire. Finalmente si fanno le sette e andiamo dentro a mangiare. Primo, secondo, contorno, caffé e rigorosamente acqua (tanto io sono astemia!). Mangio anche per domani! Alle otto ce ne andiamo a parcheggiare davanti al cancello della fiera. Non fa freddo e cosi ne approfitto per lavarmi i vetri…e già che ci sono anche la cabina, le strisce riflettenti, i fanalini…cosi non mi sporco più solo a guardarlo…

22 01 2009 pericolo elicotteriGiovedì mattina. Dopo le sette e mezza aprono i cancelli e si può entrare, ci posizioniamo davanti al “nostro” portone. La nostra domanda è: sarà una lunga giornata?

Ci facciamo il caffé e aspettiamo… cominciano a dirci che il muletto per caricare arriverà verso le 11…sarà  lunga si. Facciamo un giro tra gli stand, sono tutti impegnati a smontare, impacchettare, caricare, c’è un gran fermento. Per ingannare l’attesa diamo una mano a imballare, ci va bene, poco dopo le 12 e ½ abbiamo finito di caricare e ripartiamo. La felicità però non dura a lungo: telefona il capo per darci una presa, gli rispondo che non possiamo, che siamo pieni a uovo. Ma dopo mezz’ora richiama, dice22 01 2009 il Secchia è rientrato che ha parlato con quelli per cui abbiamo caricato in fiera, che gli hanno detto che SOPRA le macchine ci sta, che è leggero, piccolo, ecc, ecc…Tocca di andare a Suzzara…poi la ditta è un po’ fuori dal paese e ci mettiamo un po’ a trovarla e, ciliegina sulla torta, il materiale NON E’ PRONTO, dobbiamo aspettare…il pallido sole che c’era oggi comincia a lasciare il posto al buio della sera. L’attesa dura un’ora e mezza abbondante…Un’ora ci vuole per arrivare sulla grande a Parma e poi dritti fino a casa, c’è ancora un bel traffico sulla ovest, ma si scorre abbastanza bene. A scaricare ci andremo domattina.

Venerdì, è ancora buio, ¼ alle 7, sono ferma da un po’ a un semaforo con la freccia a sinistra, è la solita strada stretta, a senso unico, con BM parcheggiate sui due lati, scatta il verde, metto la marcia e mentre inizio ad andare avanti guardo (per abitudine) nello specchio di sinistra, per fortuna! Una donna sta passando a piedi tra me e le BM nel poco spazio che c’è, cappotto nero, capelli scuri, meno male che non era nell’angolo morto se no la stendevo: ma io la freccia cosa la metto a fare? Sull’altro lato della strada c’è il marciapiede…chissà se si è resa conto del pericolo? Cominciamo bene la giornata…

Dopo aver consegnato torniamo in scuderia e carichiamo un giro più o meno locale. Devo entrare in retro in un cancello, non è molto largo. Stef fa segno a furgone (che era lontano) di fermarsi per farmi far manovra, ma mentre vado avanti per allargarmi anche lui viene avanti e mi ostacola la manovra…3 secondi di pazienza no?…allora divento “imbranata” di colpo e ci metto 4 manovre avanti e indietro per entrarci, faccio fermare pure l’altra corsia…quando ci vuole ci vuole. Se io vedo uno che deve far manovra mi fermo indietro senza bisogno che me lo chieda. Ci vuole di meno.

Verso sera, mentre stiamo andando a fare l’ultimo ritiro sul lago si mette a nevicare, nooo! Per fortuna dura poco, poi diventa pioggia e alla fine il cielo si apre che si vedono pure le stelle…ma le strade sono una pocia unica e il pupetto ritorna color fango. Rientriamo in scuderia che son passate le sei, solite operazioni di scarico e poi carico per domenica sera, nel frattempo io mi sistemo un po’  la cabina, pulisco i vetri, poi prendo il quaderno e scrivo…son triste…un’altra settimana è letteralmente volata via, la candela della vita si accorcia, fuori ci sono 5°C, ma io ho acceso lo stesso il Webasto per riscaldarmi un po’. Ho bisogno di caldo, vorrei fosse estate, vorrei ci fosse il sole…preferirei le zanzare a tutta questa palta che mi circonda…in tutti i sensi.

Ciao a tutti, buone cose e buona strada sempre.

Moni.