Crea sito
14 commenti

e dopo le PINK LADY….

PINK SCANIA – PINK DAF – PINK VOLVO

pink scanias giuliapink scania giuliapink volvopink dafpink scania

(mi scuso per l’assenza dal blog e vi mostro la mia scoperta

Belli eh…???

Tempo fa io e mia sorella ne avevamo visto uno, pensavamo fosse di una ladytruck… sabato (come due investigtrici) abbiamo scovato la scuderia, ad Istrana (TV) ad 1 km dalla casa della nostra nonna e abbiamo scoperto che quasi tutti i camion della ditta sono PINK,  "IN ROSA", che belli… non ho resistito e li ho fotografati! Quello che mi piace di più è lo Scania. Sabrina ha cercato il proprietario per una mini-intervista, voleva capire se c’erano autiste donne, ma c’erano solo 2 magazzinieri stranieri. Indagheremo meglio la prossima volta. Ci è sembrata un’idea originale anche se non conoscevamo la ditta, che ne dite di questo tocco i colore sulla strada sempre così grigia???

About The Author

14 Comments

  1. SimonaeGuido ha detto:

    Ma che belli !!!! Di dov’è questa scuderia ? Non mi sembra di averne mai incontrato uno.

    Ai mezzi in rosa…l’augurio di tanta buona strada.

  2. sosladydriver ha detto:

    eh si, proprio una bella scoperta… cercando un po’ in Internet ho visto che hanno 22 pink truck!!!

    Se questa ditta non dovesse risentire della crisi e …avesse bisogno di un’autista…io mi candido!

    A parte gli scherzi, auguriamo a questi pink truck tanta buona strada!

  3. ironduckmoni ha detto:

    Belli….Sabry speriamo di vederti veramente alla guida di uno di questi gioiellini prima o poi!! …Meglio prima!!! Un salutone a voi due sorelline e buona strada a tutti!

    Moni

  4. anonimo ha detto:

    Bellissimi…sono stupendi di questo colore!!

    Dany

  5. sosladydriver ha detto:

    Simo, Istrana è provincia di Treviso – fanno estero da quello che ho capito! Si, Monica, mi piacerebbe tanto! Magari lavorare lì in ufficio, sfruttando conoscenze linguistiche e informatiche e…all’occorrenza, magari quando gli autista sono in ferie, potrei rimpiazzarli… no? Non sarebbe un cambiamento radicale, in fondo sarebbero 30 km da casa (40 min.)! Quasi quasi contatto il titolare e invio curriculum – se mai non mi butto…

  6. Misteriosa ha detto:

    xchè no? io se fossi in te l’avrei già fatto! tentar nn nuoce! ma la tua idea di istruttrice? ma vuoi mettere viaggiare su uno bello scania bianco/rosa su e giù x l’Europa? cmq credo che una volta ci lavorasse la Giusy se vuoi avere informazioni.

  7. giannimille ha detto:

    Rispondo a Sabry dando ragione a ro. Viaggiare con un autoarticolato per l’Italia o l’Europa ti da un senso di libertà e una conoscenza del mondo che nessun altro lavoro ti darà mai. Fare l’istruttore/ce è tutta un altra cosa, bisogna essere portati ad insegnare ed avere molta pazienza, se poi si vuole insegnare sui mezzi pesanti, qui per forza bisogna avere prima alcuni anni di esperienza, altrimenti le leggi nn ti permettono di farlo. Nulla toglie che anche insegnare possa dare delle soddisfazioni, tutto dipende dall’impegno che uno ci mette. Io persolmente ho fatto in questo modo: dopo aver viaggiato per anni ho approfittato dei requisiti che avevo per fare l’istruttore, ma in fondo al mio cuore è rimasto il camion e la sua vita. Se gli anni nn passassero così velocemente e avessi ancora vent’anni inizierei di nuovo.

    Un saluto ed un augurio di buona strada a tutte/i.

  8. SimonaeGuido ha detto:

    Concordo anch’io, è meglio viaggiare che restare fermi.

    Per Rò: che ne dici, mandiamo tutte il curriculum ?

  9. ggiiuulliiaa ha detto:

    ciao a tutte/i, sono contenta che questi camion “Pink” vi piacciano, immaginavo!

    Sì, è vero, giannimille, guidare e viaggiare in effetti è sempre piaciuto a Sabry, però, devo dire che lei ha una dote non da tutti che è quella di saper insegnare, ehh sì, davvero, le è venuta in mente proprio questa cosa di fare, perchè sa che può farlo, oltretutto insegnava privatamente Matematica (che non è facile e con questo non perchè è mia sorella) ai ragazzi delle elementari/medie, e poi anche faceva corsi di computer, ha pazienza, è brava, davvero!

    io la stimo e la ammiro molto, vorrei io avere la “testa” sua!

    quando “giannimille” dici che bisogna avere prima alcuni anni di esperienza, sì, ti do ragione però se la farà e ce la sta mettendo tutta per imparare bene, si aggiornerà per le leggi! beh spero solo che continua e che non abbandona tutto! per il resto tutto bene anche se il lavoro mi preoccupa un pochino, fanno tanti cotrolli, statistiche, quindi ho davvero poco tempo per scrivere e guardare il blog lo ammetto e mi scuso!

    Un saluto a tutte le lady truck e una buona strada! ciao ciao

  10. sony74 ha detto:

    sono veramente fantastici……..bel colore

    sony

  11. sosladydriver ha detto:

    Gianni, ciao! Grazie del tuo commento…. mi stai dando una preziosissima informazione:

    “se poi si vuole insegnare sui mezzi pesanti, qui per forza bisogna avere prima alcuni anni di esperienza, altrimenti le leggi nn ti permettono di farlo.”




    Vuoi dire che se non ho fatto prima la camionista non potrò insegnare teoria nè guida dei mezzi pesanti???


    quindi … ne ho di strada da percorrere… non che questo mi dispiaccia!!! anzi….mia mamma si dovrà arrendere all’idea…farà parte della gavetta….che bello – io camionista – mi ci vedete???

    Chiaramente non ora, ma fra qualche anno – dopo che avrò frequentato il corso istruttori e “forse” passato l’esame!!!

    …come dice qualcuno: VAI E SPACCA!

  12. giannimille ha detto:

    Ciao Sabry, nella mia risposta ho voluto esprimere la mia oppinione, affermando che preferisco viaggiare che nn insegnare in aula o girare con l’autotreno per Milano, poi ognuno è libero di fare quello che vuole.

    Per quanto riguarda diventare istruttore faccio un pò di chiarezza. Premetto che ancora i corsi sono bloccati e nn si sa fino a quando. Nelle nuove regole dettate dalla EU, per insegnare teoria i requisiti sono: essere laureati, frequentare un corso di 150 H e superare il relativo esame, si può subito insegnare, nn è però chiaro se anche per le patenti superiori, comunque nn per i CQC. Per l’istruttore invece basta un diploma superiore, essere in possesso di tutte le categorie di patenti, frequentare un corso di 150 H, (ridotto si si è già insegnanti) superare il relativo esame sia di guida con un autobus che di insegnamento alla guida, si può subito insegnare ma solo x patenti inferiori, dopo 5 anni di esperienza anche x le superiori. Quà però la legge nn è chiara, se l’esperienza sia intesa come istruttore o come autista di mezzi pesanti. Quando il nostro governo farà chiarimenti sulla nuova normativa, vedremo!

    Sabry per ora porta a termine la -D-e stai a vedere come si evolve la situazione. Un consiglio: se vuoi prendere questa strada, prima diventa insegnante poi istruttore, così ti risparmi un secondo esame di teoria. Appena ho notizie precise ti faccio sapere.

    Buona strada e se RO te lo permette, anche in barra pesante. Ciao Gianni

  13. sosladydriver ha detto:

    spero che in Italia la laurea non serva… io l’università l’ho mollata al terzo anno di “Laurea in Matematica” a Padova!!! per ripiegare sul diploma di Gestore di reti informatiche … quante volte ho cambiato strada…. e quante ancora la cambierò prima di capire cosa voglio fare da grande!!!!

    Grazie Gianni per i tuoi preziosissimi consigli! Auguratemi buona strada…ne ho proprio bisogno!!!

  14. anonimo ha detto:

    Volevo rispondere a chi cercava info x questa ditta LA PADANA.si trova in provincia di treviso nella zona tra castelfranco veneto e ponzano veneto.percorrendo la statale postumia romana,arriva ad una rotonda e bisogna seguire x TREVIGNANO.dalla rotonda nemmeno 1km all altezza della seconda curva il piazzale si trova sulla sinistra.fanno estero olanda,germania forse ancora un po francia.trasportano principalmente frutta verdura x i viaggi di andata,invece x i ritorni dall olanda fiori e qualche volta carne(germania)e pesce(francia).prendono bei soldi ma corrono e stanno via anche settimane.i padroni sono abbastanza onesti(tirano sempre fuori gli autisti dai guai)ma x restare li si deve fare come dicono loro

Leave A Reply