Senza titolo 26

P1010007_ridDa quanto tempo nn tornavo su x le montagne… poi in questa stagione è veramente interessante e piacevole attraversare quei paesini immersi nel verde con i suoi profumi e colori della primavera. Percorrendo i numerosi tornanti poi si può ammirare laP1010010_rid città di Bolzano che man mano si sale rimpicciolisce sempre +. Dopo tanti mesi è tornata anche mia mamma ad accompagnarmi con il piccolo Ercole. Finalmente arriviamo al posto di carico che  ahimè diventa sempre + stretto a causa di lavori sul magazzino adiacente e pertanto materiale e macchinari sparsi nn aiutano P1010006_ridcerto alle manovre. Ma è in questi casi di difficoltà che ci si mette alla prova, e x quanto la ditta nn si preoccupa delle mie capacità, c’è sempre qualche autista che rimane a bocca aperta e se ne sta lì a guardare con le mani in tasca x curiosare anche quando stacco/metto le valvole dell’aria ecc ma dico io c’hanGasperettino altro da fare, è possibile che c’è ancora gente così?… vabbè lascio perdere sti ebeti e me ne torno alle mie cose, nn degnano di attenzione. x fortuna nn sono tutti così, infatti ecco arrivare un collega che sembra ci corriamo dietro visto che facciamo le stesse tratte, e parlo di Michele, che ha partecipato anche lui alla sfilata ad Asiago di quest’anno. Lui è dalla Val di non ed è padroncino di questo magnifico Scania grigio tutto aerografato, le cui immagini sulle fiancate sono i ritratti del padre e del nonno mancati in tragiche circostanze. Prendiamo un caffè alla saletta e mi parla molto della sua vita e di come il camion sia la sua passione, condivisa con suo fratello anche lui camionista. Quì sono velocissimi a caricare x cui devo ripartire in fretta x lasciare posto alle ribalte, aggancio, mi aiuta con le porte e ci salutiamo certi di vederci di lì a breve.

E dai viaggi in alta quota passo a quelli di basso fondo, ecco quì una vasca che ha deciso di farsi…una vasca. Vascanelbisatto_ridSembra che il conducente abbia effettuato un sorpasso azzardato,  e poi… Stavo percorrendo la provinciale della Riviera Berica in direzione Vicenza e mi trovo questa scena appena successa dentro il fiume Liona. Ha fatto notizia dalle mie parti in quanto nn capita tutti i giorni cose del genere, ma x me nn è la prima volta vedere mezzi d’opera fuori strada soprattutto alle rotatorie, dove il peso trasportato è tale che x la velocità che fanno è un attimo perdere il controllo ma a qualcuno nn interessa, basta correre x finire le spole giornaliere. Naturalmente nn tutti sono così, e cmq son cose che capitano. E questo è tutto alla prox!