Crea sito
9 commenti

Un saluto ad un amico…

13052009 risaieE’ da un po’ che non scrivo più diari di bordo…. un po’ per via di questa crisi che fa passar la voglia di tutto e mi mette tristezza e mi lascia a corto di emozioni, un po’ perché bene o male faccio sempre gli stessi viaggi, anzi a volte purtroppo mi capita di girar solo intorno a Mi – Va e Co e non mi piace per niente e più che di arrabbiature e di “maleducati on the road” non avrei da scrivere….un po’ perché mi avevano detto che erano troppo lunghi da leggere…e tanto poi sono cose che cmq viviamo tutti tutti i giorni….tanti motivi sommati…non lo scrivo nemmeno questa settimana…di più che è stata una brutta settimana….

11052009Trucks11052009 Moni EmanuelePerò volevo fare un saluto ad un amico incontrato una mattina, ci conosciamo da tanti anni, dal primo raduno del Coast to coast a cui ho partecipato, ma ci vediamo veramente poco…il tempo di un caffé, di aggiornarci sulle rispettive vite, della foto di rito, di un abbraccio, di lasciargli l’indirizzo del blog, un saluto e via di nuovo….

Ciaooooo Emanuele!!!!!!  A presto!

Buona strada sempre, nella vita e col camion!

Moni.

About The Author

9 Comments

  1. frenkbarrauno ha detto:

    brava , non hai scritto “nulla”,

    ma hai detto tutto!!!!!!!!!!!!

    certamente le parole dette provengono dal cuore, complimenti e buonastrada a tutte voi da Franco e i B&B

  2. giannimille ha detto:

    Mony, è vero che chi fa questo lavoro vive più o meno le stesse situazioni tutti i giorni, però un racconto dettagliato come tu ci hai abituato fa sempre piacere leggerlo, e sapere che altre persone hanno le tue stesse difficoltà aiuta ad andare avanti. Tu hai la capacità di raccontare il tutto in modo fantastico, che io definisco “giornalistico amichevole”, ed è sempre un piacere leggere i tuoi racconti! Anche se lunghi io nn mi sono mai annoiato nel leggerli, anzi……vorrei che altre donne scrivessero con la stessa passione e sincerità. Continua così hai tutto il mio il mio rispetto e la stima che ho sempre avuto per te.

    Un caro saluto e buona strada a te e al tuo 50. Gianni.

  3. Testarossa ha detto:

    Ciao i tuoi diari saranno stato lunghi., ma sinceramente nei fine settimana venivo in questo blog per leggere i tuoi racconti.

    Per quando riguarda la crisi, ci saranno tempi migliori, ne usciremo. Tranquilla

    Buona strada a tutte

    Redhead

  4. gisytruck ha detto:

    Ciao Mony

    io spesso conosco già i tuoi trascorsi settimanali ma leggevo comunque e senza annoiarmi, anzi con maggior interesse; vorrei ricominciassi ma aspetterò tu sia ispirata… d’altra parte il morale si appiatisce con questa incertezza di fondo che porta la crisi… riferendomi al blog anche la percentuale dei commenti in rapporto alle visite demotiva parecchio… pazienza ma sentirsi dire:” Vengo a vedere spesso il vs blog…” viene d’istinto rispondere:” Lasciare un saluto, no? Non dico un parere, basta un saluto.” Un semplice : Ciao sono passata/o… non costa nulla e non comporta nessun impegno….

    Aspetteremo che tu abbia ancora voglia di scrivere per noi…

    Buona Strada a Voi!!!

  5. ironduckmoni ha detto:

    Grazie a tutti per i complimenti…è che ho veramente la testa vuota in questo periodo, non riesco a cogliere più gli attimi,li lascio scorrere…non c’è un motivo preciso…la penna resta appoggiata e il foglio bianco…proverò a impegnarmi di nuovo, il sorriso non mi manca, ma non sempre è di felicità…qualcuno dice che è colpa della primavera…

    Comunque: buona strada sempre!! 🙂

  6. mtm ha detto:

    Su col morale, alla faccia della crisi. Ma c’è poi davvero questa grande crisi? Sai che m’ha detto mia figlia tornata dopo un anno dall’Africa, quando le ho parlato della nostra situazione qui? “Ma quale crisi, qui io non vedo nessuno che ha fame…”

  7. ironduckmoni ha detto:

    Hai ragione, non siamo alla fame…ma tanti senza lavoro ci sono già rimasti, e nel nostro settore la crisi si nota dall’assenza dei viaggi…dal girare in tondo senza combinare nulla…dal fatto che la committenza ti abbassa i prezzi e allunga i pagamenti…e non è che ad essere un semplice autista dipendente non te ne accorgi…ci sono altre cose più importanti nella vita che non il lavoro….è vero, ma se non ce l’hai non puoi fare nulla, non se vivi in Italia, e forse nemmeno se vivi in Africa, forse è per quello che tanti cercano di venire qui, sarebbbe bello poterli accogliere a braccia aperte e dargli quello che cercano: una casa, un lavoro dignitoso con cui vivere e mantenere la famiglia, ma se anche qui ce n’è sempre meno poi diventa una guerra tra poveri dove ad arricchirsi sono i soliti noti…dove lavora un mio amico ne hanno lasciati a casa già 16 di dipendenti…non è male come cifra….tirrem innanz…qualche santo provvederà, la speranza non ce la può togliere nessuno! Buona strada anche a te e a tua figlia! Sempre! 🙂

  8. sosladydriver ha detto:

    Moni … i tuoi racconti facevano rivivere le ‘tue’ situazioni ed emozioni … a chi come me (chiusa in un ufficio di solito / in cassa integrazione al momento…) non vedeva l’ora di leggerli!

    Cosa pagherei per mangiare un po’ di km anchì’io…anche se proprio in questi giorni mi rendo conto…che di imbecilli al volante ce sono tanti, e anche se vai dritto per la tua strada… e poi…c’è la sfiga!!!

    Non mi resta che augurare a tutti buona strada ancora una volta … perchè certa gente per strada non dovrebbe proprio andarci!

  9. anonimo ha detto:

    I tuoi racconti sono spontanei, quindi per me apprezzabili, perchè perchè io apprezzo la spontaneità. Sui maleducati on the road ci si potrebbe scrivere un libro, ma lasciamoli perdere, non ne vale la pena. La crisi prima o poi passerà, speriamo che passi presto perchè sicuramente è un periodo non facile.

    Fai bene a cogliere le cose positive come ad esempio l’amicizia, perchè se pensiamo tanto alle cose negative, non ne veniamo più fuori.

    Buona strada.

    Marino.

Leave A Reply