Crea sito
8 commenti

Senza titolo 33

Ciaoooooo!!!!
 Come ve la passate? Mi auguro bene…
Io ho passato un agosto nn troppo positivo…
Fortunatamente,anche se poco,di lavoro ce n’è stato,quindi niente ferie…
D’accordo con mio papà,mi sono presa la responsabilità di insegnare all’autista che avevamo sulla motrice,il lavoro del bilico e insegnare ad un tipo che nn sembra avere troppa voglia di imparare,credetemi è dura veramente…il problema si è risolto però al secondo viaggio.
Mentre stavamo scaricando in cokeria a Cairo Montenotte,purtroppo si è rotto il tubo,cose che succedono quando si lavora,il signorino ke era a farsi una "frittatina" di affari sua davanti alla cabina,nn si è accorto di nulla…non dico ke doveva star a cavalcioni al tubo,ma a distanza di sicurezza dallo scarico,sempre però tenendolo d’occhio.Io nel fra tempo ho spento la pompa dell’impianto,chiuso le valvole della cisterna e chiamato la sicurezza,visto ke portavo il solforico e nn acqua minerale…dopo varie discussioni con il responsabile hanno deciso di nn scaricare fino alla mattina successiva.Il tipo,dopo aver capito cosa stava succedendo e avendo capito ke dovevamo rimanere fuori ha visto bene di farsi accompagnare alla stazione x tornare a casa.Ora io mi domando;se fosse stato solo,sarebbe tornato a casa lasciando il camion incustodito?…Questa è gente da raccomandare come autista,soprattutto se vuoi ke una ditta vada a rotoli secondo me…
Ora ne abbiamo assunto un altro e qui penso proprio ke mio padre abbia fatto 13…è veramente un ragazzo in gamba e con tanta voglia di imparare e di lavorare…con lui mi è bastata una settimana e stasera parte da solo.
Cambio discorso perchè qui ho bisogno di un consiglio,magari mi aiuterete a capire,sapete che io lavoro nell’azienda di famiglia,purtroppo però nn amo troppo trainare una cisterna,soprattutto per quello ke trasporto,tutti liquidi corrosivi e tossici,quello ke amo è la mia vasca,il mio ribaltabile…
Dopo una dicussione in famiglia,anche più di una,mio padre mi ha detto ke nel consorzio dove facevo questo tipo di trasporto non mi ci reinserisce più e se voglio far ciò,lo devo fare per conto mio…
Mi darebbe trattore e vasca e io mi dovrei accollare tutte le spese,quindi leasing,gasolio,assicurazione,autostrada e tutto ciò ke concerne fare questo passo.Dovrei aprire ditta,trovare un preposto finchè nn faccio il corso e nn so più nemmeno io cosa…in più questa crisi che nn sembra voler terminare.
Lo so che è difficile dare un consiglio in queste situazioni,ma onestamente mi farebbe comodo…
Intanto ke io continuo a mandare il mio cervellino in ebollizione vi auguro di cuore BUONA STRADA SEMPRE!!!!

About The Author

8 Comments

  1. gisytruck ha detto:

    Ciao Ale

    ora sappiamo perchè non ti si sentiva… impegnata in diversi fronti… che dirti? questo è un momentaccio per chi l’azienda ce l’ha; però allo stesso tempo non tutti quelli che hanno cominciato sono partiti con trattore e vasca a disposizione perchè nessuno gli faceva credito, il tuo è già un vantaggio, la volontà non ti manca, neppure la determinazione e la professionalità… il Corso lo puoi fare… difficile in questo momento darti un consiglio… ma qualsiasi cosa tu decida: IN BOCCA AL LUPO!!!

  2. anonimo ha detto:

    Io non sono un addetto ai lavori, per cui non saprei consigliarti, ma ti capisco per il discorso delle sostanze tossiche perchè ho lavorato in una cokeria, e so cosa significa avere a che fare con quelle sostanze.

    Ti auguro di fare la scelta azzeccata.

    Buona strada.

    Marino

  3. Diamante65 ha detto:

    Io sono per il mettersi in proprio a priori,e come dice Gisy sei ache avvandagiata disponendo gia dell’attacco completo,ma considerato il particolare momento storico,pondera le tue scelte e prendi con le pinze anche questo consiglio!!

    in bocca al lupo.

    luigi…

  4. frenkbarrauno ha detto:

    Da parte mia con il cuore ti posso augurare tanta tanta buonastrada, ma di consigliarti cosa fare penso nessuno abbia l’occhio del domani e come ha detto piu’ di qualcuno questo e’ un periodo “calmo” chi ha qualcosa sicuramente se lo tiene stretto,pochi cambiano camion o lavoro… cmq c’e’ chi invece tenta nuove strade con altre tipologie di veicoli o altri settori merci…

    fra qualche anno la gente dira’:

    – questo ha fatto bene

    – quello ha fatto male

    ma questo e quello siamo noi e l’unica differenza sui risultati e’ LA FORTUNA ed IL DESTINO….

    qualsiasi cosa scegli ti auguro Tanta Buonastrada !!!!!!

  5. Misteriosa ha detto:

    Ti capisco anke xke ank’io lavoro in famiglia e di scontri ne ho avuti parecchi. Peccato ke nn ti appoggia a tornare sul ribaltabile ke al giorno d’oggi partire da 0 è un rischio. Poi credo ke tuo padre nn può lasciarsi scappare una valida collaboratrice ke si prende la briga di insegnare il lavoro ai nuovi autisti. Sei preziosa all’azienda ma forse vuole responsabilizzarti a metterti in proprio. Se decidi questa via valuta con il tuo commercialista le spese ke ti devi accollare e soprattutto assicurati ke il lavoro sia fisso e continuativo. In bocca al lupo x la tua scelta!!

  6. giannimille ha detto:

    Ciao Ale sono Gianni, io penso che il vero motivo per cui tuo padre ti ha messo alle strette nn è solo perkè nn vuoi viaggiare con cisterne, ma forse vuole responsabilizzarti nella tua ribelione, io personalmente ritengo un conducente di cisterne in ADR il migliore tra i professionisti. Se proprio vuoi iniziare da sola devi fare bene i conti, ossia: 1°un lavoro sicuro, 2°un bilancio mensile positivo, 3°fai tu il corso e relativo esame per l’accesso alla professione senza rivolgerti ad un preposto che incide parecchio sul bilancio, 4°rifletti parecchio perkè darti un consiglio è molto difficile. Qualsiasi cosa decidi in bocca al lupo e sempre buona strada.

  7. Testarossa ha detto:

    Ciao io non sono un addetto ai lavorim, però m isento di risponderti quanto segue: fai un lavoro di responsabilitò, come hai appena scritto sul post. Cerca di valutare le motivazioni per cui tuo padre non vuole continaure quel tipo di lavoro con la vasca. Non dimenticare c he se decidi di andartene per conto tuo e le cose andassero male, tuo padre ci rimette anche psicologicamente.

    Ciao

    Redhead

  8. chiodovideo ha detto:

    Certo è difficile dare un consiglio con sta crisi ! Posso solo dirti che io un pò meno di vent’anni fà volevo fare il tuo passo,come prima cosa ho valutato, in primis, la mia persona,e visto che non sono molto portato per le responsabilità amministrative (bollettini,scadenze,permessi,bolli,ecc ecc) ho valutato che era meglio non fare nessun passo. In più,forse ancora giovane, mi è mancato il coraggio ! Valuta se riesci nella parte amministrativa,se si e se ci credi nel progetto non farti mancare il coraggio !!! B.&O.s. Ciao BBye!

Leave A Reply