Toscana dreamin'…on the road again…




DIARIO DI BORDO DAL 12 AL 16 OTTOBRE 2009      

 

121020098998- che neroE’ l’una di notte quando partiamo per la toscana. E’ bello essere in due a guidare quando non si sta bene, dormo tutta la strada fino a Firenze. Avrò tempo di rifarmi al ritorno. Facciamo le consegne, perdiamo un po’ di tempo ad aspettare dei cinesi che hanno sempre degli orari assurdi e poi si parte, direzione mare per 121020099000-piove e tira ventol’ultima consegna vicino a Viareggio. C’è aria di tempesta in Versilia, il cielo si fa sempre più scuro, arrivano delle raffiche di vento che mi spostano il camion, io e quello davanti a me rallentiamo abbondantemente, avere il centinato vuoto quando tira un vento cosi forte non è una bella esperienza…entriamo nel temporale, 121020099006- distanzeacqua e un po’ di grandine fine per un po’ di km, poi finalmente torna il sereno…oggi cambio strada, visto che devo andare in Piemonte tiro dritto per Genova…torna il sole a farmi compagnia, e anche il mare alla mia sinistra, tra una galleria e l’altra, che voglia di scendere giù a sentirne il profumo…Un incidente in galleria121020099012 il mare dove ci sono dei lavori in corso, per fortuna che non c’è coda…la coda la fanno per gli stessi lavori quelli in direzione Spezia…incrocio Antonio Bomber e Antonello Barra Nautica, li saluto e  li informo della fila che li aspetta di li a poco…Attraverso “velocemente” Genova, non c’è 12102009 Genovatraffico, solo i limiti per i mezzi pesanti…Imbocco l’A 26 per Gravellona, finalmente 3 corsie, finalmente si può sorpassare…a parte una BM che si mette in mezzo a 70 km/h  forse impaurita dalla fila di camion che si è formata…e tocca aspettare anche i suoi Toscana dreamincomodi…Arriviamo al posto di carico, ci vorrà più di un’ora, la passo tranquillamente in cabina a fare chiacchiere telefoniche….ma che avremo mai da raccontarci tutto il giorno noi camionari/e??!!?? La consegna è da fare in toscana, quindi da casa non si passa, Toscana dreamincambio ancora strada, faccio l’A 21…ho voglia di vedere qualcosa di diverso oggi! Un portale mi informa che sto attraversando il 45° parallelo….Una sosta all’area di servizio di Stradella, è un po’ presto ma decidiamo di cenare li, cosi poi ci sarà ancora meno traffico. Un incidente in direzione nord a Fiorenzuola e una fila lunghissima praticamente ferma…incrocio Mirko e gli consiglio di uscire a Fidenza…oggi do solo brutte notizie agli amici che incontro. All’area di servizio di Bisenzio ho finito le mie ore, entro per il Toscana dreamincambio e come al solito si può parcheggiare ovunque ……trovo un posto per miracolo di fianco a un altro camion vicino alle pompe, per 5 minuti non do troppo fastidio ma di certo uno da solo 11 ore di pausa li mica poteva farle. W W W l’Italia!!!! Noi la pausa la facciamo in un parcheggio sterrato sulla piccolina….poi si va a scaricare e a ricaricare a Prato per il nord. Ritorno dalla Cisa, e mi sa che faccio bene, almeno qui di divieti di sorpasso non ce ne sono (a parte in galleria) e guadagno Toscana dreamintempo, via senza sosta fino a Varese per scaricare entro sera. Poi il pieno e si ricarica e riparte al volo per il terzo giro in toscana. La mattina, dopo il giro delle consegne, siamo indecisi sulla strada da fare per il ritorno…la radio parlava di un incidente in appennino con 5 km di coda, ma perToscana dreamin l’ora che finiamo dicevano che era risolto e la coda già in smaltimento, cosi calcolando anche il tempo che mi ci voleva ad arrivare a Barberino ed oltre ho pensato di imboccare l’appennino….male!!!!! 20 minuti di guida ed ero ferma, appena dopo la galleria delle Croci di Calenzano…ma l’incidente non era Toscana dreamindopo Barberino e la coda in smaltimento? Che ci facciamo fermi qui? Ce lo chiediamo in tanti…i minuti passano, va bè faremo il quarto d’ora pensiamo, pazienza….pazienza cosa? Siamo completamente fermi mentre auto e pullman ci sfrecciano di fianco, quelli in direzione opposta alla nostra ci dicono che la coda è lunghissima ma che davanti non c’è più nulla…grazie…ma qui non si muove nulla, quando sei fermo in queste situazioni il tempo sembra rallentare…20 minuti, 25 minuti, 30 minuti, 35 minuti…finalmente si riaccendono i motori, ma potevamo essere fortunati? Dopo qualche km ad una buona velocità tocca rallentare di nuovo: un trasporto eccezionale che ci terrà dietro fino al valico!!!!  E intanto il tempo passa e resta segnato sul disco…In tangenziale ovest facciamo dell’altra coda, poteva essere diversamente vista l’ora che si è fatta? Arriviamo in scuderia sul tardi, ma stasera non c’è il viaggio, si carica per il Piemonte domattina. A casa a far la pausa di 11 ore: doccia, cena e blog!!  E’ già giovedì mattina e fa un freddo…freddo!! Il Toscana dreamintermometro scende fino a 1°C…brrr!! Uno scoiattolo rosso mi attraversa in una strada tra le campagne, che tenero,  è più coda che corpo….Una consegna in centro a Novara dove tutto è vietato ma ci sono stabilimenti…un carico completo per la toscana. Torniamo in scuderia e il Toscana dreaminBruno mi manda giù SUBITO, cosi che riesco a scaricare per sera, Stef farà dell’altro. Parto, le ore ce le ho, faccio solo una pausa a S.Zenone, arrivo poco prima delle cinque, e non sono molto contenti di vedermi, si, no, si, no…sembrava che dovevo aspettare la mattina dopo e invece mi hanno scaricato, ma di corsa, e muoviti, e sposta le Toscana dreaminpiantane, e tira il telo, e sbrigati che devo andare…era meglio se lo facevo con calma la mattina dopo, anche perché dovevo ricaricare 150 quintali da portare su e quando le cose si fanno troppo di corsa finisce che ci si fa male. Firmo i documenti e me ne vado, prendo direzione mare, non ci sono camion, solo BM nella mia direzione. Sono malinconica. Mi fermo all’area di servizio di Versilia, per fortuna trovo un parcheggio “dentro” le strisce, ci entro e tiro le tende, la mia giornata finisce qui. Mangio un budino di soia e un sacchettino di patatine che avevo preso a un distributore automatico. Non ho fame, non ho sonno, Ho pensieri vaganti per la testa…mi devo essere addormentata senza accorgermene…un sogno strano: una TV che parlava, cappuccino e brioches a mezzanotte, chiacchiere, freddo, una sveglia che già suona…sono le quattro del mattino, accendo il webasto e il motore per Toscana dreamincaricare l’aria, saluto il cielo blu della Versilia, le sue stelle, e riparto. Sulla Cisa il peso un po’ si fa sentire, ma più che altro devo stare attenta in curva perché è carico alto. Mi fermo all’autogrill di  Medesano per un caffé…quasi sull’uscita perché non c’è posto. Faccio colazione in mezzo a tanti colleghi col viso assonnato. Toscana dreaminPoi imbocco l’autosole e il traffico si moltiplica, le corsie sono tutte piene, la pacchia è finita. Era tantissimo che non facevo la tangenziale di mattina, ma a parte un po’ di coda allo svincolo per Genova si va ancora abbastanza bene, quelli in direzione opposta non sono cosi fortunati. Incrocio la Federica sullo svincolo di Toscana dreaminBusto, ci salutiamo e auguriamo una buona giornata. Prima consegna di 5 bancaloni, stanno scaricando già un container, ma smettono per fare me, gli dico che non ho fretta, che non vorrei che il collega si arrabbiasse, ma mi rispondono che non vogliono farmi aspettare: grazie!!! Passo dalla scuderia a prendere altri bancali che Toscana dreaminvanno dallo stesso cliente che ho già su, mezz’ora di sosta e via. Un amico mi canzona spesso quando dico che mi tocca aprire e chiudere continuamente tutto il camion, teli, stecche e piantane, dice “volete fare le camioniste, dovete fare anche questo…!” C’ha ragione…Cosi passo la giornata ad aprire e Toscana dreaminchiudere e andare e tornare, fino alle cinque, poi gasolio, una sciacquata alla cabina, il pupetto parcheggiato in ribalta per il carico, finalmente si può andare a casa. Mi rendo conto che un’altra settimana è volata via…e vorrei rallentare il ritmo del tempo che scorre…

Buona strada a tutti!!!!