Il Cristo della strada

Domenica 11 ottobre si è svolta la festa dell’autotrasportatore al Santuario del Cristo della Strada di Brentino Belluno (Verona), che si svolge dal 1971 ogni seconda domenica di ottobre. Il santuario, costruito nel 1997, è dedicato ai morti sulla strada: la festa, secondo gli organizzatori, "è un modo per unire gli autotrasportatori e ridare dignità alla loro immagine, spesso rappresentata in modo negativo, quando invece il loro è un lavoro fatto di sacrifici e indispensabile alla vita economica di un Paese". Lo potete vedere vicino l’autostrada del Brennero fra le uscite di Affi ed Ala Avio

Quando ci passo vicino non posso fare a meno di dargli uno sguardo, c’è chi suona e c’è chi dice una piccola preghiera. In fondo anche noi camionisti siamo credenti e chiediamo aiuto a nostro Signore di poter arrivare a casa dai nostri viaggi. Personalmente in cabina tengo l’Ovunque Proteggimi e un piccolo rosario sentendomi protetta anche dal mio angelo custode.

**** **** ***

Vorrei anche ricordare il grande impegno dell’associazione dei Belli & Budelli di portare avanti il progetto del primo monumento del camionista, dedicato a tutti i camionisti che non ci sono più.


L’opera sorgerà vicino l’autostrada A4 presso il casello di Grisignano di Zocco (VI), ecco il numero del responsabile Sig. Franco Sette 3389553878. Per maggiori informazioni ci sarà  la presentazione durante lo svolgimento della fiera di Milano ovvero il TRANSPOTEC domenica 18 ottobre alle ore 11, presso il padiglione 22. Anche noi lady saremo là.

Buona strada a tutti/e!

Precedente 2° Compleanno Successivo un'area di servizio poco raccomandabile

7 commenti su “Il Cristo della strada

  1. anonimo il said:


    "UN DOVEROSO RICORDO A TUTTI I CAMIONISTI" , per chi non c’è piu’ come Lorenzino"caccia",Luigi "faraone",Marco,Pietro,Matteo,….
    per tutti gli amici che non sono piu’ tra di noi ,il Monumento non ha colori ne bandiere perche’ sarà di tutti , tutti i camionisti,tutti i famigliari,tutte le associazioni gruppi camionisti, un segno tangibile per una grande categoria di lavoratori troppo spesso dimenticati e bistrattati,per loro e per i loro famigliari che condividono un lavoro fatto di tanti sacrifici e privazioni, il Monumento rappresenta proprio il camionista che parte e vicino a lui ci sono i famigliari che rimangono a casa ma con il cuore sono sempre vicini alla persona cara che e’ in viaggio…
    Un sogno che piano piano si sta’ realizzando " UN DOVEROSO RICORDO A TUTTI I CAMIONISTI"
    Franco

  2. Mi sono fermata qualche volta al Cristo della strada quando facevo consegne in quella zona…grazie per avercelo mostrato qui sul blog…mando anch’io un saluto a tutti i colleghi che ora percorrono strade diverse dalle nostre, chissà se saranno migliori? Di certo loro continueranno a viaggiare con noi nei nostri pensieri, perchè gli amici non si dimenticano mai, anche se ora non ci sono più materialmente vicini…un augurio anche ai B&B di riuscire a realizzare il loro bellissimo progetto, spero di riuscire a venire in Fiera a Milano….Ciao a tutti e buona strada sempre!

  3. Quale periodo migliore per parlare del Monumento e del Cristo…
    domenica scorsa era la giornata dei mutilati sul lavoro…
    Le cifre sono scoraggianti, credo che questa crisi stia sacrificando ancora di più quello che veniva investito in sicurezza.
    Quanti nomi potrei dare anch’io a quel monumento e quante preghiere davanti a quel Cristo, ragazzi e uomini che hanno lasciato famiglie con una cicatrice che non guarirà mai, perchè si sopporta e si impara a convivere col dolore ma non si dimenticano mai le persone scomparse…

  4. anonimo il said:

     """  perchè si sopporta e si impara a convivere col dolore ma non si dimenticano mai le persone scomparse…"""""

    veramente belle parole Gisy !!!!!!!!!!

    Franco B&B

  5. Bellissima la vostra iniziativa, oggi ne parlavo con Angelo e anche lui ne era entusiasta. Speriamo di vederlo realizzato a breve…per non dimenticare mai chi non è più tra noi, fisicamente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.