Senza titolo 35

Diverse volte nell’arco del periodo, che mi vede portavoce di questo gruppo, ho avuto modo di ascoltare e apprezzare le parole di tutte quelle Lady Truck che s’impegnano italia_fioriper migliorare il mondo del trasporto, in tutte le sue sfaccettature, entrando a far parte di un sindacato o un’associazione; non conta fare i nomi, si parlerebbe di Trasporto Unito e Assotir, come di Cna e tanti altri… non è nominandoli che esprimerei meglio il concetto… In un momento di crisi economica grave, la tanto nominata ripresa non è arrivata, anzi nella mia zona si precipita più di prima… è un segnale positivo che ci siano colleghe che hanno voglia d’investire il loro tempo e le loro energie per migliorare il settore, crederci è un vero segnale di speranza e il Gruppo non può che ammirarle e fargli i complimenti; quello che non vogliamo fare, per questo siamo state criticate in passato e sicuramente lo saremo in futuro, è prendere una posizione appoggiandone uno a discapito dell’altro; ma soprattutto non è lo scopo per cui questo gruppo si è formato, cioè Socievolizzare… conoscere le colleghe, autiste e/o Camion_rossopadroncine, senza distinzioni di nessun tipo… belle o brutte,giovani o più anziane, antipatiche o simpatiche, sincere o false, eterosessuali o omosessuali, estroverse o introverse, loquaci o timide, realiste o sognatrici… ognuna di noi ha una storia legata ai camion e la passione per essi ci unisce, poi, chi ha buone qualità viene apprezzata di più di altre, questo è vero, ma è una selezione naturale, come sono nate Amicizie sincere si sono verificati anche casi d’insofferenza, come nel quotidiano, come nella vita e in questo periodo di malcontento generale anche le piccole incomprensioni tendono ad espandersi… camion5Riconoscere la targa sul parabrezza è sempre piacevole e sorridere viene naturale, come chiedersi chi è, se non la si conosce già; il nostro punto d’incontro maggiore è condividere la passione per i camion, piccoli o grandi non ha importanza come non ne hanno la tipologia di trasporto, la marca, l’età, le tratte percorse… non ci dobbiamo misurare, solo conoscerci, perché ognuna di noi è una Lady Truck , ognuna di noi ha esperienze e cultura diversa, convinzioni ed idee, come è giusto che sia… le nostre attività sono finalizzate solo alla beneficenza e a dare al mondo esterno una visione del “mondo dei camion” diversa da quella che è luogo comune; sappiamo esserci mille argomenti e problematiche di settore, li conosciamo bene, ma a priori camion1sappiamo misurare le nostre forze e le nostre possibilità e vogliamo  essere coerenti col nostro obbiettivo iniziale… Potrei fare l’esempio delle Lady che hanno seguito le orme del papà con caparbietà e ora possono vantare esperienza e professionalità, una delle quali è stata premiata come “giovane imprenditrice”, ma che si unita al gruppo esattamente come chi è autista, con una modestia singolare, portando solo idee per la crescita nostra e del gruppo… potrei parlare di un’altra Lady e della sua disperazione il giorno che mi ha telefonato piangendo, la ditta a gestione familiare era al tracollo e licenziare un autista le dava l’impressione di mandar via di casa un figlio… oppure di quella che dopo la gravidanza ha lottato con denti e unghie per trovare un camion 4camion da guidare, il titolare durante la maternità l’aveva sostituita e in seguito ha venduto il mezzo, licenziandola…Tante esperienze a confronto, tante vite diverse e la consapevolezza di avere poco tempo e altre priorità, di questo è formato il nostro gruppo e la maturità di riconoscerlo… la stessa che ci fa allontanare, subito, chi sale in cattedra a dirci cosa, quando e come dovremmo fare le cose… Entrare in polemica non vale la pena, disperdere energie a spiegare a chi non vuol sentire neanche… c’è stata chi mi ha criticato per non aver informato le Lady di una proposta di legge che vorrebbe presentare, di non aver voluto aiutare a raccogliere firme ma essa stessa non ha voluto sentir parlare delle nostre iniziative per beneficenza, dicendo di avere cose più importanti a cui pensare, forse invece solo troppo piccole e sconosciute al mondo… avrebbe potuto spiegare lei stessa, avvicinandole una per una, come facciamo noi quando incontriamo una nuova collega…mettendoci la faccia!!!

Buona Strada!!!