Meditazioni notturne di una camionista insonne…




E’ notte e piove…ho aperto la finestra del bagno e guardo fuori nel buio…il tempo scorre lento, scuro, umido…non ho sonno stanotte. Queste sono le ore che ero abituata a stare sveglia perché era il mio turno al volante…quanto mi manca l’autostrada, la luce dei fari che illuminano le linee discontinue che separano le corsie…i fanali rossi che mi precedono, quelli bianchi che mi seguono, mi raggiungono e mi sorpassano e diventano rossi e poi si allontanano scomparendo in lontananza…

Vivi senza tempo e il tempo ti lascerà vivere”, il giorno che ho sentito pronunciare queste parole le ho fatte mie, mi sono tolta l’orologio dal polso e ho deciso che io di tempo non ne avrei avuto più. Ma è impossibile. Chi mi vede sempre senza orologio me ne regala uno:

– Grazie, sei molto gentile ma io non lo vorrei…non ti offendere..

– No, ma come fai, non si può farne senza….

– Si, lo so ma vedi….io dormo quando ho sonno e mangio quando ho fame….

– Sei selvatica! Non imparerai mai…

– No, sono libera, o forse vorrei solo esserlo, ma tutti cercano di impedirmelo….

L’unico tempo che amo è quello della musica, il ritmo…quello mi piace. Mia mamma , che sa ballare benissimo, mi dice sempre che l’importante non è conoscere i passi ma sentire il tempo. Lo so mamma, lo so, il tempo lo sento “zum-pa-pa, zum-pa-pa…” è che non riesco a trasmetterlo ai piedi, non imparerò mai a ballare, ma la musica la so ascoltare, mi piace la musica…

Fuori continua a piovere, ha piovuto tutto il giorno e io me ne sono stata tutto il giorno chiusa in questa stanza con la radio sempre accesa ascoltando musica, col PC sempre acceso per sbirciare nel web quello che succede nel mondo, ma soprattutto per “viaggiare” nelle cabine dei colleghi che mettono on line i loro video-diari di viaggio, vedo strade sconosciute e strade che ho percorso migliaia di volte, imparo a conoscere i loro volti, sono sicura che se un giorno mi dovesse capitare di incontrarli veramente mi sembrerebbe di incontrare un vecchio amico…con qualcuno è già capitato. E’ una sensazione stranissima ma anche bella.

Qualcuno dice che la notte è fatta per dormire, io credo sia fatta per sognare, anche ad occhi aperti…io non smetto mai di sognare. Sono qui ma potrei essere ovunque, non mi manca la fantasia. Lo sapete che le zanzare in novembre non pungono? Sono due settimane che una di loro mi fa compagnia, mi gira intorno silenziosa….

E anche stavolta, alla fine dei miei pensieri posto un video, fatto di ritmo, di immagini a tempo di musica, di sorrisi di amici, di allegria, di camion che passano e se ne vanno verso la loro meta…in più ce l’ha dedicato Chiodo prima di partire per una nuova settimana di lavoro, di chilometri, di carichi e scarichi, di emozioni. E’ bellissimo, come tutti gli altri e forse anche di più, guardare per credere e magari per riconoscersi in qualche immagine!!!




Grazie Roby!!! Soprattutto perchè mi "fai viaggiare" anche ora che mi tocca starmene chiusa qui dentro!!!

A tutti buona strada per la settimana e occhiovivo sempre!!!  Ciao bbye!!!