Crea sito
15 commenti

Aspirante camionista

Ciao a tutte/i
oggi vi propongo il testo di una mail che ci ha scritto un amico del nostro blog, aveva chiesto informazioni su come intraprendere questa professione, Rò gli ha risposto cercando di descrivergli i pro e i contro, incoraggiandolo a inseguire il suo sogno ma valutando bene il momento e le difficoltà… la risposta è molto interessante e la pubblico, oltre a augurargli Buona Strada con qualsiasi mezzo la percorra ora e se in futuro guiderà un camion…

Le foto provengono da TruckItaliaforum, sono la documentazione visiva di un viaggio degli anni ’70 di una persona molto stimata e conosciuta dai camionisti, oltre a essere un vero spettacolo!

WOW!015na
Risposta davvero esaustiva!
E tranquilla non mi hai demoralizzato! Anzi, mi hai spronato a continuare!!! Per ora con i soli studi per conseguire la C...e poi sotto con il resto!!! =)
A demoralizzarmi purtroppo è la burocrazia e l’ignoranza tutta italiana!006ge
Oggi in scuola guida ci hanno comunicato, tramite una loro fantomatica circolare interna, che il termine utile per avere il cqc (d’ufficio) è stato prorogato ad Aprile 2010..
Questo si tradurebbe, per me, con un risparmio notevole di soldi e di tempo, visto che un corso per cqc ha costi e tempi improponibili.
Decido di chiedere all’insegnante, se così possiamo definirlo, se avesse una copia o la fonte di tale notizia.
Lui ovviamente tergiversa e non produce nessun documento dove io possa informarmi.
Tornato a casa ovviamente mi informo. Cerco sul sito della motorizzazione…niente. Cerco sul sito del ministero dei trasporti ancora nulla.
Decido di chiamare una scuola guida qui della mia zona, e trovo una gentilissima e preparatissima signorina che mi spiega che attualmente in Italia non esistono libri di testo riguardanti la cqc e che non si ha notizia di corsi per la cqc e che la proroga riguarda solo un semplice slittamento del termine entro il quale chi è già in possesso dei requisiti (patente C presa entro settembre 2009) può richiedere il cqc d’ufficio.
004tiSono rimasto a dir poco basito.
Uno, perchè un insegnante di scuola guida che diffonde notizie incomplete e mezze false è da appendere al muro perchè crea false speranze =P
Due, perchè c’è un buco legislativo enorme da parte degli organi preposti.
Possibile che io debba aspettare che vengano stampati i libri per accedere ai corsi? Possibili che questi corsi costino e portino via così tanto tempo? Possibili che questi corsi costino così tanto da impedire alle autoscuole di farli partire anche con pochi iscritti??? (un’autoscuola mi ha detto che se ci fossero 3 iscritti alle sue lezioni, all’autoscuola non converrebbe avviare i suddetti corsi…e quindi sarei costretto a rivolgermi a consorzi di autoscuole che magari sono distanti chilometri e chilometri da casa mia….)
Tre, possibile che nessuno e dico nessuno del settore dei trasporti si indegni contro questo perpetuarsi di buco legislativo che secondo me ha dello scandaloso? Ci sono dei sindacati? Non sono più di moda gli scioperi?
Io se domani prendo la patente non posso guidare…002l
e se guido rischio sanzioni pesantissime…
ma non perchè io voglio delinquere…
ma solo perchè non posso mettermi in regola!
Non vorrei che questa cqc non sia l’ennesima manovrina per spillare soldi ai lavoratori…e non vorrei che qualcuno se ne possa approfittare e delinquere…

Un altro punto dolente è quel che riguarda il trovare il posto…o meglio, trovare qualcuno disposto a darti un po’ di fiducia.
Tu mi hai caldamente consigliato la ?????? che conosco di fama e perchè incrocio parecchie volte i suoi mezzi in giro per le tangenziali milanesi.
Il problema è che in Italia, in tutti i settori, esiste un comportamento dannatamente odioso e mafioso.
Ovvero quello che se conosci qualcuno…allora potrai entrare a far parte di tal ditta…
Insomma la classica raccomandazione…

Detto questo ti chiedo: conosci qualche ditta, oltre alla ?????, SERIA? 001p
Insomma non sarò un mostro al volante ma VOGLIO che qualcuno per lo meno mi metta alla prova o meglio ancora che mi formi!!!
So che c’è crisi…ma non può essere la scusa per tutto!!!

Vabbhè.
Non mi demoralizzo!!!
VADO AVANTI !!!

E scusa anche per la mail/sfogo!
Ma ogni tanto anche noi maschietti abbiamo bisogno di una pacca sulla spalla e di parole di incoraggiamento…

Cosa direste voi a questo nuovo amico???

About The Author

15 Comments

  1. anonimo ha detto:

    Gli direi: la vedo dura!
    Senza patente C e senza cqc dubito che troverà mai un lavoro da camionista.
    Anche perché, diciamolo, qual’è l’azienda disposta a spendere di tasca propria per formare un emerito sconosciuto?
    Senza contare che, una volta formato, lui può andarsene quando gli pare e le patenti gli restano.
    Al momento la domanda di autisti non ancora tali è nettamente inferiore all’offerta di autisti già abilitati  e con esperienza, c’è un mare di gente a spasso, gente che l’autista l’ha fatto per anni.

  2. giannimille ha detto:

    Gisy, visto che sono del settore provo a rispondere io a questo ragazzo. Comincio col dirti che nessuna ditta di trasporti ti assumerà senza i requisiti  essenziali per guidare un camion, (patente e cqc) e quando sarai in possasso di questi ducumenti ancora nn sarà facile, visto che nessuno vuole investire per la formazione, e oltretutto in questo periodo ci sono perecchi autisti con esperienza a spasso. Per quanto riguarda l’informazione delle autoscuole ti do ragione, ancora nn hanno capito niente della cqc, e cosa dovranno fare, anzi nn li faranno proprio i corsi perchè nn sono in grado, sia come tematica che come numero, con meno di quindici persone nn si può partire con un corso, altrimenti nn si coprirebbe nemmeno il costo dei docenti, (solo di medicina ci sono 75 ore di lezione!) quindi saranno solo i centri istruzione a farli, uno ogni provincia, due o tre a Milano, oppure le grosse aziende pubbliche con miliaia di dipendenti (vedi ATM), che per legge possono nel loro interno organizzare  i corsi.  A Milano e provincie limitrofe nessuno è partito con i corsi completi, perchè nn c’è domanda sufficiente per iniziare, i corsi che sono iniziati sono solo per integrazione, ossia da merci a persone, la situazione è questa. Per il momento porta a termine la C, poi consegui la E, e vedrai che se il lavoro riprende un po anche i corsi inizieranno, e se ancora nn hai 21 anni aspetta, così potrai fare il corso accellerato di 140 ore anziche 280, spendendo la metà. Capisco che sei impaziente, ma nella vita nn si può avere tutto subito.
    Ciao, e anche se in BM, Buona Strada.  Gianni

  3. anonimo ha detto:

    Ciao a tutti, sono il ragazzo autore della mail pubblicata.
    Grazie allo staff di Buona strada per averlo fatto.

    Cerco di fare un po’ di chiarezza, temo che siano state fraintese un paio di cose e non si è colto il problema di fondo.

    Non ho la minima intenzione e presunzione di trovare lavoro senza aver conseguito le patenti e la relativa CQC. Non sono così folle da pensare una cosa del genere e sono anche conscente del fatto che prima di me ci siano mille persone con molta più esperienza di me sulle spalle.

    Il mio problema, e se volete la mia piccola "denuncia", sta nel fatto che sia da parte delle istituzioni, sia da parte delle scuole guida esiste un buco e un ignoranza spaventosa che, per chi come me si sta per affacciare sul mercato dell’autotrasporto, impedisce di fare tutto come si deve e seguire un iter legale o per lo meno lo ostacola.
    Sta di fatto che chi ora, oggi, in questo istante è in possesso della regolare patente C non può proseguire il proprio iter burocratico e quindi la sua scesa nel mondo lavorativo perchè lo stato, le regioni, i comuni, le scuole guida o chi per esso non sono pronte e non sanno cosa fare!
    In più la mia piccola provocazione sta nel far notare che neanche gli organi preposti a garantire e firmare il CCNL (parlo dei sindacati) si stanno mobilitando per far luce su questi aspetti poco chiari.
    Si dice che per adesso non ci sono problemi a risolvere questa questione perchè non c’è domanda da parte dei nuovi lavoratori ne c’è richiesta da parte delle aziende. Ma chi invece ne ha bisogno? E se poi ci sarà bisogno in un tempo spero breve? Le aziende cosa dovranno fare? Aspettare che tot giovani si formino (minimo due mesi)? O formarli loro? E le persone che dovranno andare in pensione da chi saranno sostituite?

    Mi chiedo, molto ingenuamente forse, ma i sindacati o le varie confartigianato e compagnia bella non dovrebbero lottare per questo?
    O per lo meno cercare di spianare la strada alla legalità?

    Sempre leggendo qui e là (c’è anche un video di un tavolo di discussione aperto alla fiera di Vicenza), ho sentito dire che la CQC servirà agli autotrasportatori per avere una migliore retribuzione e una miglior tutela nei confronti di ditte poco serie. Insomma, uno strumento di garanzia in difesa di sfruttamenti scellerati.
    Ma così facendo, non si ottiene l’esatto contrario?
    Le ditte non saranno tentate ad assumere personale formatosi in paesi extraeuropei che si, sono in possesso della  CQC o equivalente documento, ma magari con una formazione molto meno onerosa e meno completa. Non che io abbia nulla contro i lavoratori extracomunitari, che sia chiaro!
    Diamogli però il giusto nome a questa cosa chimata CQC.
    Rapina a mano armata legalizzata!!! PAGARE PER LAVORARE! (estremizzo un po’, passatemi questi termini)
    Perchè parliamoci chiaro, se si parla di tutela del lavoratore o formazione, ci sono mille modi diversi per attuarla. Basta pensare che in qualsiasi ditta/fabbrica, le spese e le ore di formazione dell’operaio ricadono sulla ditta non sul lavoratore!!! Il vecchio aprrendistato…
    Le varie norme 626 sulla sicurezza del e sul posto di lavoro sono un onere della ditta. Non chiedono agli operai di andare a imparare a fare il mestiere che fanno in una scuola esterna e per di più a pagamento!!!
    Se si sentiva la necessità di far entrare un po’ di soldi nelle tasche dello stato o si sentiva la necessità di aiutare la categoria, non sarebbe stato più semplice dire: bene signori autotrasportatori, sapete che c’è di nuovo da oggi? Che, visto che con la patente voi ci lavorate e ci portate a scuola i figli la mattina o i genitori anziani a fare la dialisi, io stato ti do la possibilità di avere una doppia patente dalla quale ti scalerò i punti per eventuali contravvenzioni anzichè toccarti la patente che usi per guidare nel privato….Costa 2000 euro, punto. Tot euro costerà rinnovarla.
    Non era meglio?
    Non è meglio una cosa del genere schietta e sincera piuttosto che nasconderla dietro una falsa formazione professionale?
    Poi, diciamolo, magari non sono la persona giusta per dire quanto segue, ma voi credete che in 280 ore di corso, di cui 20….e dico VENTI ore di pratica, io divento QULIFICATO? Responsabile e esperto nella conduzione di un autotreno o di un autobus che trasporta bambini di 5 anni in gita a pompei?
    Io non credo proprio!!!
    Ho sentito dire gente che non si smette di imparare e di formarsi neanche dopo 30 anni di onorata carriera!
    E ha ragione!

    Possibile che si facciano scioperi in vista del caro benzina o aumenti in busta paga e che quando si mina la formazione di questo settore nessuno dica nulla?

    Tutto bene finchè gli autisti che andranno in pensione saranno sostituiti da altri autisti meno giovani che il CQC sono riusciti a prenderlo per documentazione….
    Ma qui si rischia che nessuno voglia o ancora peggio si possa permettere di fare questo mestiere secondo me.

    Ripeto, sono la persona meno indicata per osservare o permettermi di criticare scelte fatte per questo settore.
    Fondamentalmente non ne faccio ancora parte…ma è proprio questo a farmi paura…Non ne faccio parte e sento già il bisogno di far sentire la mia voce!!!
    E non perchè io voglia cambiare il mondo o voglia fare il solito sfigato sindacalista…ma perchè questa è la realtà dei fatti e vorrei solamente poter diventare un vostro collega.
    Ma lo stato, ora come ora, me lo impedice del tutto.

    Spero di non avervi annoiato e di non essere risultato polemico.
    La mia è solo una lucida analisi e una piccola pietra scagliata nello stagno.

    Ringrazio ancora le ragazze del sito per la loro squisita disponibilità e genitlezza!!!

    Ciao

  4. anonimo ha detto:

    Dimenticavo.
    Giannimille, cosa significa BM nei tuoi saluti?
    Non ho capito.

    =)

  5. giannimille ha detto:

    Aspirante camionista, così ti chiamo visto che un nome nn l’hai lasciato!!!
    In tutta la tua lettera dici delle cose giuste, ma anche tante affermazioni che dimostrano quanto sei lontano da questo mondo, ossia il trasporto su gommma. Nel mondo lavorativo, dalla  domanda corrisponde un’offerta, in questo momento nn c’è domanda di trasporto e di conseguenza l’offerta è ferma; nei primi otto mesi del 2009 hanno chiuso circa 20.000 aziende di trasporto e altrettanto autisti sono a spasso, perfino l’ordinatissima Svizzera ha licenziato per mancanza di lavoro circa 1.000 autisti Italiani che lavoravano nel combianato ro/ro; tutto ruota intorno a questo  meccanismo, se nn c’è richiesta di autisti nessuna federazione o sindacato si muove, e di conseguenza anche il discorso dei cqc segue questo andamento, domanda/offerta, e se anche come dici tu ci sarà bisogno con urgenza di autisti, ce ne sono sempre 20.000 che diventeranno 30.000 da sistemare.
    Tu però hai delle ragioni!  dici, lo stato recepisce una normativa EU, e come tale la deve applicare, se il privato nn lo può fare per ovvi motivi lo deve fare lo stato, e su questa linea è stato il mio intervento ad un convegno, (i giovani e il camion) quale soluzione in futuro?  Risposta!!!!!!!!!!!!!!!!!
    L’associazione della quale io faccio parte, ha presentato tutta la situazione al comitato centrale dell’albo degli autotrasportatori, e siamo in attesa degli sviluppi.
    Per ora io posso solo farti gli auguri e dirti di portare pazienza. Ciao  Gianni.
    A proposito BM, nel linguaggio dei camionari e delle comunicazioni CB, significa autovettura; questo al corso cqc nn te lo insegnerà nessuno, ma la vita vissuta sul camion SI.   

  6. anonimo ha detto:

    Ciao, mi chiamo Andrea mi son dimenticato di firmare…pensavo lo facesse in automatico.

    Io non volevo analizzare l’aspetto domanda/offerta, crisi non crisi, licenziamenti o altro…basta sentire i tg o leggere i telegiornali tutti i giorni anche senza essere del settore…era solo per introdurre una mia analisi sul discorso CQC. Tutto lì…
    Che poi ci siano un sacco di persone a spasso e di ditte che chiudono me ne dispiaccio. Ma anche in questo caso invece di risolvere il problema sul nascere, aspettiamo (sistema italia) sempre di trovarci nella cacca prima di risolvere norme errate e che non mi permettono di conseguire l’attestato per il quale poi sono pronti a multarmi se non ne sono in possesso. Capisci quel che voglio dire?
    Si fa la legge, la si corregge 4 volte perchè non ci stanno dietro con i tempi (vedi proroga ad Aprile 2010), si mandano (nel caso più ottimistico) comunicazioni alle scuole guide errate o non chiare (ancora oggi, sono appena tornato, il mio istruttore sostiene che se io do l’esame per la C entro ad APrile 2010 il CQC lo posso avere per documentazione…vedi tu la disinformazione), non aprono i corsi per la CQC, a quanto pare non ci sono manco i libri in tutte le regioni, se un’autoscuola volesse aprire il suddetto corso non può perchè gli viene a costare troppo….e alla fine di tutta questa trafila…se io un giorno decidessi da folle di mettermi alla guida di un mezzo pesante con la sola patente C senza il CQC….la polizia mi ferma e mi multa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Capisci? Apllicano la legge, non mi fanno mettere in regola e in più mi multano. Lo trovo assurdo, no?

    Io analizzavo questo sistema…questo enorme buco…che sencondo me…se non viene risanato ci si trova sempre a dover impazzire tra mille norme…mille uffici…mille sbattimenti.
    Tutto qui. Ho questi problemi all’ingresso e li tiro fuori.

    So che ci sono 20.000 cristiano a spasso…lo so.
    Ma facciamo un esempio: sto facendo la patente C perchè ho trovato un tizio che mi ha offerto di lavorare con lui. Ok! Faccio la C (spendendo soldi). Torno da lui e gli dico ecco la C. Lui mi dice, no guarda ci vuole il CQC! Io cosa dovrei fare? Perdo la possibilità di lavorare. (senza voler scavalcare nessuno dei 20.000 sopra citati eh…) Ti sembra corretto da parte dello stato?

    Per quanto riguarda il termine BM so bene cosa signica.
    BarraMobile ovvero la macchina nel gerco della frequenza 27Mhz, ovvero i CB ovvero gli 11 metri…
    Mi sembrava solo strano un saluto scritto dalla barra mobile così lungo.
    Tutto lì.
    Uso la frequenza da parecchio tempo, senza essere camionista.
    Questo menarsela che solo la vita da strada ti può insegnare determinate cose, credo sia fuori luogo. Ok la pratica nella guida…ma per il resto…Non ci conosciamo neanche…e già pensi che io sia un pirla. Vabbhè.

    Cordiali saluti.

  7. giannimille ha detto:

    Andrea, io ho cercato di darti delle spiegazioni corrette, dandoti anche ragione su tante cose, poi se tu sei così arrogante da pensare che ti abbia dato del pirla, sei sulla strada sbagliata…..e chiudiamo subito il discorso.

  8. anonimo ha detto:

    Io non me la sono assolutamente presa.
    Rileggendo la tua risposta mi sembrava un po’ arroganete solo l’ultima parte. Ma se non è così nulla di grave. Anzi ahahahah resto io il pirla =P

  9. anonimo ha detto:

    Spesso in rete capitano ste cose dai.
    Si legge una cosa con l’inflessione che noi gli diamo in base al proprio umore.
    L’insegnte di scuola guida in effetti mi ha fatto un attimino INC….avolare!
    Chiedo scusa se ti ho offeso o sembrato arrogante.

    73/51 e un 88 alle gringhelle

    =P

  10. anonimo ha detto:

    Io sono nelle tue stesse condizioni sono rimasto a piedi dal 2008 ho il cqc c ma adesso devo fare il cqc d, be sono disoccupato e devo implorare la scuola guida di farmi un corso da 1200 euro a rate di 100 euro (che non ho, sono disoccupato), poi semmai lo avrò forse per natale, devo trovare colui che non mi dica  che assumono con esperienza, si ma l’esperienza quando c..o la faccio se nessuno mi lascia fare??

    Ho guidato per circa tre anni una motrice da 12 mt ho anche la patente E ma non ho mai portato bilici e nessuno dei pochi che sembravano offrissero un lavoro disposti a farmi fare un periodo di prova (NEMMENO GRATIS!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) io con la motirce man di 1 anno facevo 4.ooo kilometri alla settimana senza poter guardare molto alle regole e quando ho detto che rischiavo troppo ha trovato il sistema di lasciarmi a piedi.

    Questa è giustizia???? non ho più un soldo mentre scrivo ho dieci euro in tasca, bollette scadute, e la mia compagna prende 800 euro al mese, e non sa se riuscirà ad andare al lavoro per i giorni che restano alla data dello stipendio (ne mancano ancora circa 7 e qualche ora) perchè la macchina è praticamente vuota , ma si può vivere cosi??, ma si può portare la gente a disperarsi cosi????

    BASTA!!!!!! VERGOGNA!!!!!

    Mi permetto un appunto sul piccolo screzio che avete avuto tu e il collega, però a volte è vero che gli ultimi arrivati anche se dimostrano di avere sale in zucca sono un pò trattati da esseri inferiori, io ho imparato da chi mi ha insegnato e lo rispetto come una divinità, ma coloro che sono sempre i primi della classe li evito e li lascio nel loro mondo di autisti "terminator" è assolutamente vero ogni giorno impari qualcosa come ad esempio sorpassare a più di 90 in curva piena a due corsie sugli appennini quando a malapena non si toccano gli specchi, ma io preferisco imparare a resistere 3/4 giorni e notti fuori casa lontano dalla famiglia con la speranza di non subire rapine mentre dormo in cuccetta che sembra un loculo.

    Comunque va bè, buon proseguimento… ero solo di passaggio
    Mauro

  11. gisytruck ha detto:

    Credo onestamente che si siano alzati i toni senza una motivazione giusta. Pubblicando il testo della mail ho creduto condividere il problemi che tanti abbiamo riscontrato in passato e ora non è migliorato…A vedere questo blog vengono anche persone che si occupanpo di formazione, hanno esperienza in diversi campi, dalla strada agli uffici e il confronto non è arroganza… purtroppo le parole scritte non hanno un tono, gli si da quello che si interpreta leggendo… Proprio sabato parlavo al telefono con Gianni delle mille difficoltà e contraddizioni che si riscontrano osservando il settore; lui stesso sa che 20 anni fa si discuteva più o meno delle stesse problematiche; un esempio su tutti… molti dei colleghi non hanno capito l’importanza del CQC e i vantaggi per gli autisti una volta conseguito! Discussioni continue e accese, quando cerco di spiegare loro che se commettono infrazioni gravi in BM e gli viene ritirata la patente il sabato sera, la domenica sera non possono partire col camion, La B è la patente più importante se perdi quella vai a piedi e ho esperienza…,  i 20 punti del CQC non ti autorizzano a fare il coglione in BM! Si fa presto a perdere punti, se circola in zone ed orari a rischio di controlli, gli stessi che NOI abbiamo più volte chiesto venissero aumentati… come dice una collega siamo lì, in giro, ben visibili e fermarci è facile… poi mi chiedo anche dov’è il buonsenso delle forze dell’ordine tanto decantato dai loro superiori-rappresentanti ai convegni sulla sicurezza con cui più volte mi sono confrontata… 10 minuti di pausa in meno su1 disco su 28 e tutto il resto in regola, come mi è capitato, mi sembra il buonsenso sia solo un ricordo… ho rimpianto i famosi "deca" = caffè offerti a tante pattuglie nel passato… Il discorso sarebbe lungo e non si finirebbe neanche… per quanto riguarda i sindacati e il perchè non si muovono, basta pensare che per aprire un confronto ci vuole un interlocutore e in questo momento non c’è, il governo ha altre priorità e la committenza guarda, come ha sempre fatto al ribasso.
    Romanzo finito; avrei mille altre cose da scrivere, magari su un post a dovere; vorrei solo dire che le difficoltà ci sono ad entrare in qualsiasi settore e la crisi le amplifica.
    Buona Strada a tutti!

  12. anonimo ha detto:

    Per i toni caldi ho già chiesto scusa a Gianni.
    Dopo ore di lavoro, non pagato, dopo una lezione di scuola guida dove l’insegnante per spiegare il motore mi faceva i rumori con la bocca…(NON HO PAROLE!!!)…ci sta anche un chiave di lettura errata.
    L’importante è riconoscerlo.

    Per quanto riguarda la mia mail pubblicata da Gisy (grazie ancora) e per quanto riguarda il mio intervento poi…che dirE? La mia intenzione era proprio quella di portare sotto gli occhi del "anziani" (in fatto di esperienza) un problema che affligge oggi noi giovani per accedere a questa categoria e che non è nulla di nuovo da 20 anni a questa parte…
    Lungi da me dal pensare che non si sapeva già.
    Non voglio certo fregiarmi di essere il messia con tutte le risposte.
    Era solo per aggiungere una picola voce al coro.

    Crisi o non crisi, qui c’è un problema di fondo!
    L’impossibilità di conseguire il CQC per mancanza di direttive da parte dello stato!!!
    La legge è stata fatta…mancano i corsi…chiedono la CQC se ti fermano (anche se ho sentito da un collega che hanno dato disposizione agli sbirri di non chiedere o per lo meno chiudere un occhio per quanto riguarda il cqc….cose da pazzi!!!) e se non ce l’hai sei in contravvenzione.
    Assurdo.
    Semplicemnte ASSURDO!

    In altri paesi se creano una nuova legge, prima di pubblicarla e renderla attiva, danno al cittadino tutti gli strumenti per adeguarsi alla nuova legge!

    Poi ha ragione anche la Gisy…ora lo stato ha altre priorità e problemi!!!
    Travoni, puttane a palazzo grazioli, liti interne, cocaina, mafiosi in parlamento….e chi più ne ha più ne metta!!!

    Ma che cazzo aspettiamo a scendere in piazza e a mandarli a casa?
    Nei paesi civilizzati i ministri si dimettono se vengono scoperti rubare due euro!!!! E vengono pagati poco più di un buon dirigente per risolvere i problemi del paese….non per coprire affari illeciti con la mafia e spendere soldi per sesso e droghe….
    Gli stessi ministri che poi votano leggi contro la prostituizione…contro l’uso delle droghe e che ammazzano un ragazzo per 20 grammi di erba….

    Vabbhè sto divagando!
    Ho il dente avvelenato!

    =)

  13. gisytruck ha detto:

    Il problema di fondo è proprio questo… il dente avvelenato, per diversi motivi in questo periodo di malcontento generale l’abbiamo tutti!!!
    Non devi ringraziare per aver pubblicato il testo della tua e-mail, c’era un contenuto interessante e da condividere, secondo il mio parere.
    Scendere in piazza ora, fermando i camion servirebbe solo a farci accreditare colpe che non abbiamo, siamo stati i primi a denunciare uno stato di disagio insostenibile e siamo stati invece accusati di voler rovinare il Natale agli italiani, lasciandoli senza panettone… mesi dopo anche le altre categorie sono entrate in crisi e noi siamo passati al primo posto in fatto di controlli e all’ultimo in fatto di risoluzioni.
    Buona Strada qualunque tu scelga!!!

  14. anonimo ha detto:

    Pubblico un articolo trovato per caso in rete.
    Vorrei far notare la differenza di reazione degli autotrasportatori.
    In America, non c’è ancora nessun accordo scritto, nessun contratto tra le due case automobilistiche e scendono in piazza (anche lì c’è la crisi…anzi è nata proprio lì se vogliamo).
    In Italia invece c’è una legge, già approvata e già stiracchiata 4 volte…eppure non abbiamo avuto nessun effetto.

    A Washington (Usa) gli autotrasportatori sono scesi in piazza contro il "piano Marchionne" per Chrysler. Migliaia di posti di lavoro sarebbero in pericolo.

    Gli autotrasportatori Usa contro il “piano Marchionne” per Chrysler. In centinaia sono scesi in piazza a Washington manifestando sotto l’ambasciata italiana. Secondo i lavoratori addetti a trasportare le Chrysler nelle concessionarie Usa il piano Marchionne comporterebbe la perdita di migliaia di posti di lavoro per l’indotto.

    Gli autotrasportatori accusano l’ad del gruppo Fiat di mettere in secondo piano la professionalità del loro lavoro e la necessità di avere delle persone veramente esperte per consegnare le auto in giro per gli Stati Uniti. Il sistema di consegna delle vetture, con il piano Marchionne, sarebbe rivoluzionato.

    “Il piano Fiat taglia o mette a rischio migliaia di posti di lavoro. Ci spiace constatare che miliardi di dollari dei contribuenti americani non siano utilizzati in entrambe le sponde dell’Atlantico per mettere a punto un piano di rilancio sostenibile in Fiat-Chrysler”: queste le parole contenute nella lettera del presidente di Teamsters, Jim Hoffa. La missiva è stata consegnata all’ambasciata italiana perché venga consegnata al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

    “Solo in ottobre nel nostro settore sono andati persi 400 posti di lavoro e sono almeno 6mila quelli persi nell’ultimo anno”, ha dichiarato Fred Zuckerman, direttore della divisione autotrasportatori di Teamsters; “ci rendiamo conto che è una conseguenza della crisi economica, ma il piano Fiat per quanto riguarda il sistema di consegne alle concessionarie di vendita prevede un taglio inaccettabile tra gli autostraportatori americani”.

    Giovanni Carzana

    E vi posto anche questo. Tanto per ribadire la mentalità distorta tutta italiana. Si preferisce guadagnare di più sfruttando aziende "esterne" piuttosto che tenere i soldi in loco.

    07 novembre 2009
    LA CRISI
    AUTOTRASPORTO, 340 DITTE
    IN DIFFICOLTà ALLA SPEZIA
     

    In grave difficoltà l’autotrasporto spezzino che opera per conto di terzi: le 340 imprese del settore, con oltre 2.000 addetti, stanno attraversando la più grave crisi che si sia mai verificata dal dopoguerra. A denunciare la situazione sono le associazioni sindacali Cna e Confartigianato.

    «Se continua la mancanza di lavoro – si legge in una nota di Cna e Confartigianato – non si esclude una massiccia interruzione dei rapporto di lavoro dipendente, col ricorso alla cassa integrazione in deroga. Manca il lavoro e quel poco che c’è non viene pagato, o è mal pagato dalla committenza. I termini di pagamento stanno superando i 90 giorni e per diverse aziende si è arrivati ai 120 giorni».

    Sotto accusa anche il porto spezzino: «È cresciuto con gli autotrasportatori locali, ma oggi lavora con aziende esterne e ha relegato ai margini le imprese spezzine. Più volte il problema è stato sollevato ma chi deve ascoltare fa orecchie da mercante e intanto le imprese locali rischiano la chiusura».

    Scusate il papello con i due articoli..

    Ciao


  15. paoloiceman ha detto:

    CIAO ANDREA ..ANCHE IL MIO DA BAMBINO QUANDO ANDAVO A SPASSO CON MIO PADRE COL SUO CAMION ERA UN SOGNO COME LO E’ ORA PER TE SALIRE SU UN CAMION E PARTIRE . PERO’ QUI TI FERMO SUBITO I TEMPI  SONO CAMBIATI NON E PIU COME UNA VOLTA  CE QUESTA COSA CHE TUTTI CHIAMANO ""LA GRANDE CRISI """ TANTE DITTE CHE UNA VOLTA LAVORAVANO BENE ORA CHIUDONO I LORO CANCELLI O PRENDONO PERSONALE CHE PER LORO COSTA MENO E LASCIANO A CASA TE CHE MAGARI PER QUELLA DITTA HAI DATO TANTO E FATTO MOLTO MA IN QUELL MOMENTO NON INTERESSA A NESSUNO . COMINCIARE OGGI COME OGGI A FARE QUESTO LAVORO E DURA SE NON HAI GIA ESPERIENZA  NELL CAMPO . DOVE LAVORAVO PRIMA HO FATTO DA SCUOLA GUIDA A TRE RAGAZZI PER DARE LORO LA POSSIBILITA DI COMINCIARE QUESTO LAVORO ORA COME ORA NON SO SE TROVERAI DITTE CHE TI PERMETTONO DI ESSERE SECONDO AUTISTA PER UN PERIODO  FINCHE NON TI SENTI SICURO DI GIRARE DA SOLO ( IO STO PARLANDO SE VUOI FARE L ESTERO ) COMUNQUE POSSO PARLARE CON IL RESPONSABILE DI QUELLA DITTA CHE COMUNQUE E A BOLZANO SE CE LA POSSIBILITA DI FARTI ENTRARE IN QUALCHE MANIERA . DETTO TRA NOI E UN LAVORO DURO IL NOSTRO POCO RISPETTO PER NOI SOLO E SOLO DOVERI NESSUNO CHE DIFFENDE LA NOSTRA CATTEGORIA O LO FANNO IN MODO SUPERFLUO SEMPRE A STRETTO CONTATTO CON IL PERICOLO SU STRADA . QUESTO LAVORO SECONDO ME BISOGNA AVERLO DENTRO SE STESSI NON  E’ IL VEDERE UN CAMION  AL RADUNO PIENO DI LUCI TROMBE CHE SUONANO TENDE COLORATE  E TANTE ALTRE COSE BELLE DI QUESTO LAVORO BISOGNA VEDERE ANCHE IL LATO CHE AD UN RADUNO DI CERTO NON VEDI QUANDO SONO TUTTI BELLI  E LAVATI IN FILA . NON VOGLIO IMPEDIRTI DI PROVARE QESTO  SOGNO  O   LAVORO  CE SIA MA VOLEVO SOLO FARTI CAPIRE COSA E ‘ FARE IL CAMIONISTA . IO ESEMPIO FACCIO IL FRIGO IN PARTICOLARE I MERCATI  DI TIPO FRUTTA E VERDURA A VOLTE PARTO LA SERA CON 5-6-7- CONSEGNE QUASI SEMPRE TUTTE TASSATIVE CON ORARI FISSI DA RISPETTARE E UNA VOLTA FINITE LE CONSEGNE SI CARICA PER TORNARE ALLA BASE DOVE DA LI SI RIPETE IL STESSO BALLO .  TU SICURAMENTE STARAI DICENDO E RISPETTARE LE ORE QUESTO COME FA ? CI METTONO IN CONDIZZIONI DI NON RISPETARE QUELLO CHE SAREBBE IL RISPETTARE I CODICI STRADALI .     E COME IO CI SONO TANTI ALTRI AMICI CHE FACENDO IL LORO TIPO DI LAVORO NE AVREBBERO DA DIRE DI COSE CHE MAGARI NON LUCIDANO COSI COME UN CAMION . FAI LE PATENTI FAI TUTTO QUELLO CHE DEVI FARE PER PARTIRE ALLA GRANDE COL TUO SOGNO QUELLO DI GUIDARE UN CAMION . SO CHE SEI  UN CUOCO E CHE IL TUO LAVORO LO HAI SE TI VA TI PORTO CON ME UN PAIO DI GIORNI  COSI VEDI COSA E’ IL NOSTRO LAVORO ( PARLANDO DI FRIGO ) E SONO SICURO CHE QUANDO SCENDERAI DALL MIO CAMION  QUASI SICURAMENTE OLTRE  CHE A DARMI DELL PAZZO TORNERAI VELOCEMENTE  COL TUO MESTOLO TRA LE TUE PENTOLE AMANDO ANCORA DI PIU IL TUO LAVORO DI CUOCO. FINO A  ‘LI TI AUGURO TANTA BUONA STRADA E FORTUNA . CIAO DA PAOLO  ICEMAN

Leave A Reply