Crea sito

Archive for Gennaio 21st, 2010

E' arrivato un camion carico di….. LIBRI

Mursia_on_the_roadCiao a Tutte/i
per una volta voglio parlarvi di un camion particolare, porta in giro conoscenza e sapere… già chi l’ha promosso, in un’intervista ha dichiarato che se l’autista vuole sostituire immagini di santi o sexi con un libro ne sarà lieta…poteva risparmiarsela, forse non sa che in molte cabine ci sono libri, ma l’immaginario è orientato sempre verso il camionista ignorante…,riporto dal web…


Una flotta di grandi camion che attraversa l’Italia per portare «eventi culturali, libri e scrittori nelle medie e piccole città. L’iniziativa – una casa editrice ‘on the road’- è della Mursia uno dei marchi storici dell’editoria italiana che lancia il suo progetto ‘Mursia Passapartu».

Il primo camion sarà su strada nel gennaio 2010: una struttura tecnologicamente avanzata – sul modello dei ‘pop up shop’ in voga oltre Oceano – che offre uno spazio coperto di circa 100 metri quadrati che ospita 10 mila volumi, un’area per conferenze, sistemi audio video, postazioni di scrittura e persino un angolo per aperitivi.

Abbiamo 3800 titoli in catalogo che per le logiche soffocanti della distribuzione editoriale faticano a trovare spazio nelle librerie. Stiamo parlando di grandi classici, di nuovi scrittori, di manuali di altissimo livello, di saggi storici, di libri per ragazzi che sono un patrimonio culturale che non deve restare nei magazzini».

Mursia

Un progetto che Fiorenza Mursia definisce anche: «Andare, mettersi in cammino per dare e ricevere idee. È la declinazione editoriale di quello che io chiamo il ‘pensiero lento’, un modo di vivere che presuppone la capacità di ascolto e di partecipazione».

La casa editrice riprende così la «tradizione dei librai itineranti unita alla tecnologia di costruzioni ipermoderne, a basso impatto ambientale, costantemente connessa alla rete grazie a postazioni internet presenti nello spazio». Il progetto architettonico Mursia-Passapartù è firmato da due giovani architetti milanesi Valeria Manzini e Yuri Mastromattei: nello spazio di un container di 9 metri di lunghezza che viaggia su una motrice hanno sviluppato una struttura che nel giro di pochi minuti viene scarrata e installata nelle piazze. All’interno del solido container è predisposta una libreria già allestita su mobili semoventi; l’ottimizzazione degli spazi consente di ospitare anche una sala conferenze da 30 persone, una postazione internet e totem con schermi touch screen.

Si è partiti da Milano per proseguire a Crema proprio in questi giorni, poi toccherà ad Arona, Carpi, Rovigo, Sesto Fiorentino, Peschiera del Garda, Lovere, Cervia, Cittadella, Calci, Pompei, Latina, Mondovì, il Salone del Libro di Torino, ecc.

Secondo FIORENZA MURSIA, Presidente della Casa Editrice Mursia, in un momento di staticità culturale, si è voluto creare una vera e propria libreria viaggiante.

Mursia passpartùSi Chiama  BALOO, come il personaggio del "Libro della Giungla"…. Buona Strada!!!!

Read More →

Racconti di viaggio 2

Ciao a tutte/i,m’hanno fatto piacere i commenti ricevuti sulla parte 1 ed ora voglio continuare su questo tono ,non fatevi illusioni che all’estero sia tutto più bello ,che tutti viaggiano in regola o che non ci siano problemi di sorta,anzi,forse i problemi x chi porta un camion con targa italiana sono maggiori a causa della ns stupidità! Dopo aver attraversato tutta la Francia x un tot di 575 km arriviamo al cofine F/E e come da tradizione delle migliori cartoline la sagoma di un toro vi dà il benvenuto in terra Iberica.Se avete il cb e fate un po’ d’ascolto vi accorgerete che i colleghi difficilmente parlano di lavoro ,ma del prossimo appuntamento con la fidanzata che lo aspetta a fine turno fuori dal Lady Dallas,dal Paloma e vari altri club,Cose che al mio primo viaggio ero convinta fossero club sportivi,ma non avevo capito il genere di sport praticato,naturalmente vi parlo di ca 15 anni fa.Di primo impatto troverete una terra brulla vedrete solo macchia mediterranea,ed auguratevi che non soffi la tramuntana un vento molto forte quasi come il mistral della provenza.Fermatevi in Jonquera giusto il tempo della pausa,avrete ristoranti e parcheggi x tutti i gusti,la maggior parte degli italiani si ferma alla esso (spero abbia ancora questo marchio) poi a seconda della destinazione programmatevi il viaggio.Io normalmente seguivo sempre la N2 xchè l’autopista è molto cara ed è un pò carente come servizi.Se dovevo andare a Madrid facevo l’uscita 25 che mi portava direttamente a Lleida dove trovavo un comodo parcheggio dove fare una doccia e mangiare tranquilla.Io cercavo sempre di gestire le ore per arrivare qui calcolando che dalla Jonquera ci vogliono ca 4 ore traffico e tempo permettendo.é una bella strada in mezzo alle prime sierras,ma evitavo di farla con nebbia e freddo intenso x il pericolo di ghiaccio e in secondo luogo xchè gli spagnoli hanno il brutto vizio di fare i pazzi nelle discese e credetemi con determinate condizioni di tempo è sempre meglio l’autostrada! Io ho sempre portato Scania leggermente modificati da quel tal Spolzino,non fraintendetemi,non erano gli accessori a cui mi riferivo,ma al fatto che il motore aveva quel quid che in certe situazioni ti dava una soddisfazione immensa.uando  lasciavo Lleida diretta verso Zaragozzasapevo già che arrivando a Fraga mi aspettavano ca 5 km di salita tra il 7/8 % non avete idea che soddisfazione salire a 70 km/h mentre quasi tutti arrancavano a 20/30.So che sono soddisfazioni infantili,ma tant’è che nella monotonia del viaggio basta poco,naturalmente il tutto nel rispetto del codice xchè lì ci sono 2 corsie x chi sale ed 1 x chi scende con la possibilita di sorpasso per questi ultimi di sorpasso a patto che nessuno sorpassi in salita anche xchè c’è un’ottima visibilità. Ho perso il conto di quante volte sono passata da Zaragozza e con grande rimpianto non sono mai riuscita ad andare a visitare la catedral de la Virgen del Pilar,una  Madonna molto venerata in tutta la Spagna e di cui una volta l’anno fanno una festa che tutte noi dovremmo vedere almeno una volta ,fosse solo per la statua della Madonna che viene portata in processione completamente ricoperta di fiori.Io ho avuto la fortuna di essere a BaRcellona l’ultima settimana di settembre quando si festeggia la Virgen de la Merce patrona di questa città,e credetemi se vi dico che noi pensiamo di fare festa nelle nostre feste patronali,vivete questa dove in ogni Barrios(quartieri)c’è uno spettacolo diverso,ci sono le sfilate dove ogni gruppo cerca di dare del suo meglio,ci sono spettacoli di flamenco ed altro non sò dirvi bisogna vivere queste cose xchè le parole non rendono merito.Per ora vi tolgo il disturbo e vi lascio a Zaragozza alla prox puntata arriveremo a Madrid e poi su fino in Galicia,in seguito vi parlerò della costa facendo il giro al contrario scendendo dal nord attraverso Toledo Cordoba Granada Sevilla x scendere dalla meravigliosa Andalucia e rientro a casa purtroppo!Hasta la vista siempre! 

Read More →

Ogni tanto ….. divertimento !!!!!

Ciao a tutte/i,
il 17 scorso si è svolta la tanto attesa sfilata per la Benedizione di S.Antonio Abate, che si festeggia in questo modo nel Lazio in molti paesi, ma non sò se anche in altre parti d’Italia!! Sono ormai sei anni che presenzio a questa manifestazione , fatta di risate, racconti, scambio di opinioni e idee, gioia e allegria!!  Quella di cui parlo, si svolge a Zagarolo provincia di Roma, e la mattina verso le 8 ci troviamo pian, piano tutti all’entrata del paese, e li si inizia a togliere lo sporco o la polvere presa per strada per arrivare li e a mettere festoni e coccarde sui mezzi !! In questa occasione vengono  fatte sgombrare le strade del paese da auto e mezzi vari  (poveracci quelli del paese…. gli fanno portare le macchine in casa … hi hi hi ) e chiusa al …. trafficoooooo !!!! Si radunano mezzi di ogni tipo e dimensione, dal trattore alla … motozappa, dal trattore stradale al ….. tre ruote, dalla macchina, alla moto alla bicicletta, e animali di ogni tipo che vengono prelevati dall’aia e portati con pittoreschi carretti alla tradizionale  benedizione !!! Vi assicuro che è fantastico, ogni anno siamo sempre piu numerosi e quando inizia la sfilata che si conclude dopo aver fatto il giro delle stradine del paese con i mezzi pieni di fiocchi, nastri, scritte , festoni,tirati a lucido, suonando e sgassando quanto ci pare , sotto gli occhi ….. felici dei …… vigili e di chi di solito ci farebbe a pzzi per una cosa del genere .. ( che soddisfazione hi hi hi ) si conclude, dicevo, con il passaggio all’uscita del paese davanti al Parroco che benedice mezzi e persone !!!!  Gente che urla , che scherza ,che applaude  al nostro passaggio, bambini felici con gli occhioni esterrefatti nel vedere questi mezzi enormi passare vicino a loro ….. bè è un’emozione da provare per capirla , anche perchè quest’anno rappresentavo il " Gruppo di Volontari di Protezione Civile" di Zagarolo di cui faccio parte …. e quando finisce il giro , vorresti ricominciare !!!! Bè anche quest’anno è andato ….. 

Il mio "BIMBO"

      

In attesa della "partenza" 

Bè per il momento ciao a tutte/i e…. Buona Strada Sempre !!!!!

Read More →