Crea sito
3 commenti

Incendi: distrutto bar area servizio Sillaro Est su A14

Forse un corto circuito nell’autogrill vicino a Castel S. Pietro

(ANSA) – CASTEL S.PIETRO (BOLOGNA), 10 GEN – Un incendio e’ scoppiato stamani nell’area di servizio Sillaro est, sulla corsia nord dell’A14 nel Comune di Castel San Pietro Terme. Gravi i danni alle strutture del bar, mentre non si registrano feriti o ustionati sia tra il personale che tra la clientela. Per aver ragione del fuoco sono intervenute squadre dei Vigili del Fuoco da Imola, Bologna, Budrio e Medicina. Le fiamme potrebbero essere partite da un quadro elettrico o da una combustione in un deposito di oli. Nell’area e’ rimasto consentito l’accesso al distributore di carburanti. (ANSA).

About The Author

3 Comments

  1. loredana62 ha detto:

    ciao gisy questa tua ansa ci porta ad un problema gravissimo delle nostre aree di servizio ovvero il park  x chi trasporta merci pericolose in particolar modo i trasporti in cisterna .secondo il codice della strada dovremmo avere aree apposite fornite di idonei impianti antincendio e con rapida via di fuga ebbene in tutta Italia (secondo l’opuscolo fornito dalle autostrade) solo l’area di serv  ARDA HA questo park  perennemente occupato da camion non adr camper e bm prova ad immaginare se quando è successo questo fatto ci fosse stata li’ accanto una cisterna carica o peggio scarica di GPL? Ricordo ancora la tragedia di Viareggio immagina che 2 cisterne contengono il contenuto del vagone esploso! possibile che le autostrade aumentino in maniera indiscriminata le tariffe (quasi il 13%  la to/sv ed il 15% la to/ve) e per i truckstop non facciano nulla x la ns e vs sicurezza?una notte su isoradio ho posto questo problema e il solito so tutto io di turno mimha risposto che abbiamo solo da uscire dall’autostrada e cercare i parcheggi idonei ! Prova ad uscire sulla ventimiglia la spezia e dimmi cosa trovi! bacioni e buona strada

  2. gisytruck ha detto:

    Non è un problema solo della Liguria, fuori da certe uscite della Lombardia trovi subito il cartello di divieto alle merci pericolose, senza preavviso; fuori dalle uscite sull’Appennino o il Verghereto trovi provinciali di montagna che già incontrarlo un altro camion è pericoloso, speri proprio che non sia in regime ADR; ma questo vale per L’Umbria, Abruzzo, La Toscana Ecc Ecc, la conformazione del territorio italiano è composta in maggioranza da zone montuose, non c’è differenza tra certe zone del Piemonte o della Calabria, uno strapiombo è tale… dirigiamoci tutti i mezzi incondizionatamente… é consetudine delle società autostradali "scaricare all’esterno" il problema… che sia ADR, Neve, ghiaccio o autista che deve fare sosta e pausa… :"basta uscire! naturalmente dopo aver pagato." quindi non mi stupisco della risposta che hai ricevuto, anche qualche collega pensa che sia giusto e normale, uscire per mangiare, riposare, evitare le code per i lavori… il servizio è costoso e dovrebbe essere garantito e anche preteso, giustamente. Per quanto riguarda il pericolo, in questi casi, delle aree di servizio, mi viene da pensare che anche qui c’è qualcosa che non va…, qualche settimana fa a Mo Nord, un altro incendio ma al distributore, e lì di camion parcheggiati ce ne sono sempre tanti… ma non ho mai visto un’area riservata ADR… è una di quelle ricostruita da poco…

  3. loredana62 ha detto:

    ciao GISY hai perfettamente ragione purtroppo l’Italia come strade è quello che è abbiamo strade ormai obsolete x il volume di traffico del giorno d’oggi(vedi tang milano) COSTRUISCONO SVINCOLI E ROTONDE ma gli ing e progettisti le fanno a misura d’auto e la COSA CHE MI FA SORRIDERE è il voler allungare gli articolati a 18 mt con uno sbalzo da paura sul posteriore del rimorchio!voglio vederli a fare le uscite di genova! figurarsi poi paRCHEGGIARE NELLE AREE di servizio dove è meglio costruire un dog park(io amo gli animali a prescindere) e fare aiole risecchite a discapito di parcheggi camion. ciacciao 

Leave A Reply