Crea sito
3 commenti

racconti di viaggio

Ciao a tutte/i! Siamo qui a Taggia in attesa di scaricare  xchè la sfortuna è sempre accompagnata m’ha fermata la gendarmeria a Capitou (tutto a posto x fortuna) e il collega che mi stava dietro con stessa destinazione m’ fregata x una manciata di minuti! Allora ne approfitto x scrivervi qualcosa sulla meravigliosa Spagna ,regione in cui ho lasciato un pezzo del mio cuore! Quasi tutti conoscono Barcellona,Figueres,o Ibiza,ma la Spagna non è quella ! Quello è il cartellone x i turisti o x i ragazzi il cui unico interesse è sballare e provare il famoso motto sex & drug & rock&roll! La vera Spagna la potete conoscere nei piccoli paesi ,nelle zone meno publicizzate dai media,dove l’anziano t’incrocia x strada e ti apostrofa con un "ola" il tutto condito da un sorriso! Io ho avuto la fortuna di girarla in lungo ed in largo,pensate che ci sono un sacco di hotel sulle nazionali che quando ti qualifichi come Camionero dietro semplice presentazione del libretto del camion ti fanno degli sconti pazzeschi che vanno dal 30 al 60 % .Sembra quasi di essere in Italia vero?Se non si viaggia in adr(io portavo i frigo) si possono percorrere le nazionali dove non è difficile trovare parcheggio nei numerosi ristoranti che si sussuegono a pochi km uno dall’altro.Se poi percorrete la costa trovate comodi parcheggi a 2 passi dal mare,il mio luogo preferito era Miami Playa a Tarragona ,parcheggiavo tranquillamente di fianco ad un supermercato attraversavo la strada ed ero sulla spiaggia !I ritmi di vita sono diversi dai nostri,alle 10 ca si fà l’esmorzado,una specie di colazione molto sostanziosa con tortillas di patata e cebolla,salsicce e chi più ne ha più ne metta! Il pranzo in genere comincia verso le 13,30 /14 ed i primi tempi ,da buona piemontese,ho patito da maledetti ma ho fatto presto a prendere il giusto ritmo!Il cibo è ottimo basta solo sapere cosa chiedere,vi prego non chiedete piatti Italiani! X chi lo ama è ottimo il cordero(agnello) in portogallo poi lo cucinano divinamente con le cipolle! Ma x chi è di appetiti robusti c’è il chuleton una sorta di fiorentina spagnola o l’entrecota al punto ,x quest’ultima vi consiglierei un ristorantino a Moncofar dove Miguel ve la cucina da scioglimento in bocca tanto è buona!A volevo specificare che non stavo parlando del Siren(per chi conosce) ma di quello di fronte,il Siren è noto x altre cose!A questo punto spero di avaervi incuriosite un pochino su questa meravigliosa regione ma metto un piccolo stop x non annoiarvi troppo! il seguito alla prossima puntata,seguitemi e ne leggerete delle belle .anche spettegfuless! bacioni a tutte/i e Hasta la vista siempre!

About The Author

3 Comments

  1. Misteriosa ha detto:

    Ciao Loredana grazie delle dritte ho avuto la fortuna di andare solo una volta in Spagna, a Valencia e nn ho fatto in tempo a provare l’ospitalità spagnola ke a tuo dire sembra veramente ottima! ma arriverà l’occasione! buona strada sempre e okkio ai gendarmi ciaoooooo

  2. gisytruck ha detto:

    Grazie Loredana di condividere le tue esperienze….e grazie anche per i consigli… ti farò sapere, oggi ho chiamato e mi mandano tuitte le indicazioni via email… 

  3. ironduckmoni ha detto:

    Che voglia di cambiare strada che fai venire con i tuoi racconti!!!! Spero che continuerai a parlarci della Spagna!!!! Ciao buona strada sempre!!! Bbye!!

Leave A Reply