Crea sito
1 commento

riflessioni

con un gran magone ho letto il post di Giorgia,è stato un schiaffo in faccia in piena regola ! Cara Giorgia tra di noi chi più chi meno ha dovuto sopportare le tue stesse angherie forse anche peggio!Alzi la mano chi non è stata discriminata xchè donna!La cosa che mi manda in bestia è che se indossassimo una divisa saremmo tutte delle star ,fateci caso non c’è tg o rotocalco in cui non ci sia una soldatessa intervistata magari è addetta alla fureria ma passa come un’eroina che ha salvato il mondo la stessa cosa di certe impiegate (alzi la mano chi non le ha viste)che stanno negli uffici vestite come se fossero in discoteca con minigonne e scollature da paure pronte poi a dichiarare che tutti i camionisti sono dei porci. Ma su di noi IL SILENZIO Ogni tanto abbiamo qualche apparizione su riviste di settore,alcuni anni fa hanno anche intervistato delle ex colleghe le quale dichiaravano tra sorrisini e batutine che questo era il lavoro da sogno x ogni donna e non avevano nessun problema a svolgerlo!Alcune di voi sono troppo giovani x ricordare queste cose ma ci sono state .Ca un mese fa abbiamo pereso una collega di una notoria ditta che detiene il record(non invidiabile)di morti sulla strada e non è stata l’unica xchè alcuni anni fa Rosa a oltre 130 all’ora ha perso la vita a Figueres in Spagna ,sempre stessa ditta Lo confesso anch’io ho infranto tante di quelle leggi che non potrei nemmeno più portare la bicicletta! Ma poi mi sono resa conto che non dovevo dimostrare niente a nessuno xchè la strada non fà distinzione tra uomini e donne i km sono sempre quelli quindi cara Giorgia non ti considerare l’ultima ruota del carro anche chè se cede l’ultimua ruota prova a tirarlo ! Pensa alla tua bimba e se hai bisogno di sfogarti IO x prima t’invito a mandarmi un msg sul mio profilo,e x quel poco che conosco le colleghe penso condividano il mio pensiero se mi rispondi t’invierò nr,tel.Scusate la disgressione Ciao a tutte e buonastrada sempre

About The Author

1 Comment

  1. ironduckmoni ha detto:

    Ciao Loredana,
    anch’io ho letto lo sfogo di Giorgia con dispiacere,
    perchè non fa mai piacere sapere che inseguire i propri sogni venga
    visto dagli altri come un capriccio e non come la realizzazione personale di  una vita.
    Però non sono d’accordo con te quando dici che la stampa si occupa
    di noi poco e male. Ho sempre pensato che la figura della donna
    camionista fosse vista come il lato positivo della categoria.
    Se ci fai caso gli articoli che parlano dei nostri colleghi uomini
    sono quasi sempre "denigratori", mentre se scrivono di donne al volante
    mettono in evidenza il fatto che anche noi riusciamo a fare questo mestiere, che lo ingentiliamo ecc ecc. Si. è sempre essere viste un pò come fenomeni, ma mai in negativo.
    I problemi di discriminazione li troviamo più "sul campo", tra alcuni colleghi che non ci accettano perchè si sentono sminuiti, dalle persone che non hanno mai abbandonato la mentalità maschilista della donna in casa. L’anno scorso mi son sentita dire che visto che c’era la crisi, almeno il lavoro di camionista non dovevamo portarglielo via a loro uomini!!! Non ho risposto perchè non ne valeva la pena.
    Non è facile farsi accettare, su questo non ci sono dubbi,ma a volte
    bisogna imparare la collaborazione e non la competizione, questo voler
    dimostrare a tutti i costi di essere migliori? Perchè? Siamo tutti uguali,
    uomini o donne, non cambia. Una volta un collega che mi aveva visto
    in difficoltà mi ha chiesto se volevo una mano, "Si! Grazie!!" gli ho risposto,
    mi disse che altre donne in altre occasioni gli avevano risposto un pò
    acidamente che potevano benissimo farcela da sole….Mi chiedo perchè?
    Oggi ho bisogno io e mi aiuti tu, domani avrai bisogno tu e ti aiuterò io.
    Il segreto per una buona convivenza sta tutto li. Il difficile è trovare persone
    che vogliono metterlo in pratica.
    Hai ragione a dire che la strada non fa distinzione tra uomini e donne, ma anche la strada va rispettata,io non dico che bisogna essere perfetti al 100%,sarebbe impossibile, ma nemmeno andare a 130 km/h con un camion…ultimamente ho avuto una discussione proprio su questa questione, perchè io chiedevo tolleranza per chi sgarra di poco e ultimamente viene "pettinato" anche per un quarto d’ora e mi hanno detto di tutto…ma resto sempre dell’idea che in tutte le cose ci vuole giusta misura, responsabilità e rispetto.Le leggi ci voglionoma non devono essere fredde, vanno adeguate ai casi. Chi va a 130 non è lo stesso di chi va a 88/90, chi guida 10 ore e un quarto non è lo stesso di chi ne guida 18…
    Non dovrebbe esistere chi ti impone queste cose…ma andrebbero colpiti
    i "mandanti"…non gli esecutori…e forse queste esagerazioni andrebbero rifiutate…prima che succeda l’irreparabile…morire per strada non è mai giusto, non deve succedere…ti lascia sgomento…
    Ma ci deve essere una via di mezzo…perchè si deve sempre passare da un’esagerazione all’altra?
    Mi sa che ho un pò divagato, ti saluto e ti auguro una buona strada sempre, ciao bbye!!

Leave A Reply