voglia di estero

Ultimamente se ne sono scritte tante sul famoso "virus" esterofilo che colpisce sempre più genteda parte mia è stata una scelta di vita, sono una tipa curiosa e m’è sempre piaciuto confrontarmi con altre realtà, premetto che ho anche girato tutta Italia in lungo ed in largo, dalla calda Sicilia al gelido Trentino, mi manca solo la Sardegna che ho vsitato da turista. Una volta si faceva l’internazionale x questioni economiche, gli stipendi erano più allettanti e in certi paesi mangiavi bene a poco prezzo ,calcolate che quando c’era la lira uno che faceva l’intertnazionale guadagnava dai quattro milioni e mezzo ai 6 milioni a seconda delle rotte e delle ditte ed erano bei soldi, cosa ancora migliore erano le dogane che obbligandoti alla fermata ti permettevano di socializzare. Caricando con il frigo c’era sempre il regalo x l’autista, fosse verdura o carne,naturalmente c’erano ,e ci sono tutt’ora, gli optional ovvero le mitiche fidanzate, andavi in Spagna e c’erano i "Club", in Germania ci sono i quartieri con le palazzine dove facendo stepping nel salire e scendere scale trovate tante signorine disposte a dispensarvi affetto dietro congruo compenso, in Belgio andate ad Anversa. e Bruxelles dove ci sono i quartieri a luci rosse con le signorine in vetrina, a Londra andate a Soho  oppure sulle strade troverete camper o roulottes che vi offrono massaggi,lo stesso dicasi in Francia. Ma tutto ciò è solo il contorno xchè facendo l’estero imparaqvi un altro rispetto della strada, ancora oggi sento idioti dichiarare che la Germania è il non plus ultra xchè non hanno limiti di velocità in autostrada,Cavolate,hanno dei tratti e ripeto TRATTI in cui puoi camminare con la BM anche a 200 km/h ma sono solo tratti, x il resto prova a sgarrare io sono convinta che la polizei si nasconda dietro ai fili d’erba x beccarti appena sgarri!!Ma nonostante tutto rimango del parere che sia bello confrontarsi con altre culture,altri modi di vivere quindi non denigriamo chi è esterofilo,anche xchè guardando la realtà delle cose passate le Alpi i soldi vengono impiegati nella sicurezza sulle strade e x gli utenti delle medesime,da noi vengono impiegati solo x mantenere ministri con aggiunta di accompagnatrici e l’esempio più lampante è la SA/RC ,fino a qualche anno fà la Spagna era un paese da terzo mondo come viabilità ha preso i contributi europei e li ha messi a frutto, e NOI???A noi basta mettere divieti ed aumentarci i costi di gestione. Quindi prima di parlare di virus esterofili confrontatevi con queste realtà e poi giudicate.A proposito ,prima che arrivassero i cosiddetti intelligentoni del trasporto che si pigliano a botte x accaparrarsi il traspaillet e scaricare x primi mentre gli addetti ridono e prendono il caffè  a noi ci chiamavano signor autista o chauffer ora siamo canchero scarica in fretta che mi serve la ribalta libera! Belle conquiste abbiamo fatto!!!!Buona strada sempre a tutte/i

Incontri – 8

Ciao a tutte/i

 è da un pò che non scrivo dei miei viaggi, anche perchè percorrendo lo stesso tragitto e in zone tranquille non capitano molte cose interessanti. Fa sempre piacere salutare colleghi che fanno la tua stessa linea, anche se ormai x cb non si sentono + le solite animate kilometriche chiacchierate di camionisti che fanno la stessa tratta in Incontricompagnia. Non so voi , ma almeno nella A22 il cb sembra diventato un optional; penso x contratti di telefonia mobile che ti permettono di parlare al cellulare senza limiti di tempo e in privato. Un volta infatti eri aggiornato sulla situazione del traffico x incidenti, caselli sporchi/puliti  e informazioni su posti di carico e scarico (che son sempre quelli ormai li so anche se non ci sono mai andata). Addirittura su certiIncontri canali sapevi di trovare radioamatori con l’apparato in casa propria (quindi stazione fissa) e x compagnia o semplice senso di utilià davano informazioni ai camionisti in zona, se non ricordo male c’era nonna Rosa nelle coordinate di  Merano e un religioso in zona Rovereto. Poi se chiedevo io informazioni… tz! gringhella!!! chi sei dove sei cosa fai come ti chiami ecc ecc (da quì il nome di Misteriosa) oppure la classica domanda "sei la Pinky?" Sono lontani quei tempi, sanno chi sono perchè ormai non sono + Misteriosa come una volta, dagli anni che faccio linea nonostante non abbia sempre lo stesso mIncontriezzo, sicuramente mi riconoscono e non passo mai inosservata. Comunque non ho mai avuto problemi con nessuno, anche perchè x me il fatto di non aver mai dato confidenza agli altri mi ha aiutato parecchio. Mi sono dilungata con questa prefazione x dire che… è sempre un piacere trovare amici che con un sms mi informano "Rò sono in zona, riusciamo a trovarci x il caffè?" era Tania che mi avvisava che aveva scaricato e che intorno le 8 mi avrebbe aspettata x la colazione. Infatti ho parcheggiato a fianco di lei intorno le 4.30 e verso le 8 abbiamo tirato le tendine x la sveglia. Andiamo al Truckstop x caffè, una sciacquata alla faccia x la foto di rito, due chiacchiere in compagnia e poi via x il viaggio di rientro! vita dura x noi frigoristi! bruci le notti x le consegne e poi hai anche tutta la giornata davanti! poi se devi cimentarti nella guida di un autotreno… Tania te lo sconsiglio!!! ok x il bilico ma se puoi resta con la motrice, che + il mezzo è lungo e + ci son rotture di maroni!! E questo è tutto vi auguro sempre una buona strada e quando siete nelle mie zone non esitate a contattarmi che il caffè è d’obbligo ciaoooooo