Crea sito
Nessun
commento

strage

Come da copione s’è verificata l’ennesima strage sulla strada. Un bus impazzito con a bordo ragazzini dagli 11 ai 14 anni in gita scolastica trovatisi a vivere l’esperienza più terrificante della loro giovane vita. Erano francesi di un piccolo paesino vicino a Bordeaux, da ciò che si legge sui giornali stamane ancora non sapevano che un loro compagno di 13 anni aveva perso la vita, e cosa ancora più tragica uno di loro ha perso la madre insegnante. E’ morto anche l’autista. Chiunque di noi viaggiando sulle strade ed autostrade vede quotidianamente questi mezzi sfrecciare il più delle volte a velocità nettamente superiori a quelle consentite, ma tant’è che loro devono portare la gente a divertirsi! Da parte mia ho il terrore nelle gallerie di Genova che già fanno schifo di loro sono consapevole che se sbando faccio saltare mezza Genova ed allora quando dagli specchi li vedo arrivare mi sposto leggermente a centro strada x impedirgli il sorpasso. Sono consapevole di fare una manovra scorretta ,ma la paura è davvero tanta. I peggiori sono quelli della compagnia Atalassib, La maggior parte di questi bus viaggia con un rimorchio a 2 assi, il che già non viene più considerato carrello appendice che, ricordo, non deve superare i 750 kg a pieno carico, quindi se tanto mi dà tanto dovrebbero venire equiparati ad un autotreno con divieti e limiti di velocità dei camion. Nel giornale di stamane si ipotizzava che lautista sia stato colpito da infarto  quindi il buon nome di questi conducenti è salvo .Ricordate l’incidente sulla A4 quello del camion che sbanda invade l’altra corsia ne centra un altro ed esplode coinvolgendo anche vetture con un bilanciodi 7 morti? Ci hanno martellati giorno e notte, ci hanno accusati di essere dei criminali, ma quando s’è trattato di dire che l’incidente è stato causato da un guasto meccanico e che l’autista non era nè fatto,nè ubriaco è calato improvvisamente il silenzio. Ora mi chiedo io esistono due pesi e due misure x gli autisti? Noi siamo assassini ,loro hanno la scusante del malore. Il mio cordoglio va a queste persone ,al bimbo in modo particolare,ed a tutte le vittime della strada, ma cerchiamo di fare qualcosa xchè queste stragi cessino, facciamo sì che anche i bus vengano considerati mezzi  pesanti e facciamogli rispettare i limiti di velocità. Forse ogni tanto m’illudo di vivere ad Utopia ma continuo a sperare con tutta me stessa che un giorno la gente imparerà a rispettarci ed a capire che stiamo lavorando x loro, e ricordate cari conducenti di bus, noi portiamo rimorchi con merce, Voi avete delle vite umane a bordo!!!!!Meditate gente meditate!!!!!!!!!!!! Buona strada a tutte sempre

About The Author

No Comments

  1. Testarossa ha detto:

    Atlassib sono dei pazzi scatenati. spesso li vedo che tranquillamente vanno a 110-120, poi non parliamo del rimorchio a volte dimenticano di averlo. Io sono siciliano, c’è una ditta di trasporti Interbus – Sais che parte da Catania e arriva a Roma in 12 ore, ed è scritto sugli orari.
    Io mi chiedo la seguente da Villa San Giovanni a Roma Termini ci stanno 700 Km da Catania e Villa San giovanni ce ne stanno 100. Hanno la precedenza su tutti i mezzi ma per traghettare ci mettono un ora (ovvero messina tremestieri – casello di vilal san giovanni). Ti assicuro che ci sono molti tratti della salerno reggio che si percorrono ad unavelocità inferiore a quella di 80 km/h sarebbe chiaro per tutti che loro viaggiano ufficialmente ad una velocità superiore. Una domanda mi sorge spontanea, non ho visto mai un autobus fermato dalla stradale, ma nel caso li fermi la polizia controlla il tachigrafo?

  2. loredana62 ha detto:

    Caro Testarossa le domande che ti poni tu me le sono poste anch’io molte volte. Premetto che nessuno di noi è santo, anch’io ho fatto la mia parte, e nessuno venga a raccontare di essere sempre stato un virtuoso al volante e non aver mai infranto i limiti ,ma come fai giustamente notare non vedi mai la stradale fermare un bus, vieni al casello di Ventimiglia, si piazzano all’uscita dell’ultima galleria prima del casello in cui nell’arco di 100 mt devi passare da 80km a 40km, hai il telepass tutto a sx  e la polizia si piazza tra l’uscita della galleria e l’uscita x l’autoporto e ferma solo CAMION. Penso non ci siano commenti, un bacione e buona strada sempre!!!!!!!  

  3. dany67 ha detto:

    pienamente d’accordo con voi….sapete quante volte sui giovi mi chiedo con ke criterio mettoni i divieti e ki decide prova a percorrere l’autostrada????sai Loredana quante volte mi mandano a quel paese perchè nn li faccio passare???il bello è ke i criminali siamo solo noi……..purtroppo sono sempre e sole parole al vento….e vabbè Viva l’Italia……si fa x dire…..e come sempre BUONA STRADA  e un a tutti/e

  4. FrankBang ha detto:

    cara Loredana, ci tengo a precisare che l’unica trasmissione che parlò dell’incidente sulla A4 a Cessalto è stata Annozero di Santoro. Durante quella puntata intervistarono la moglie del polacco ke guidava il frigo della BFC artefice dello schianto. La povera signora raccontò x filo e x segno come andarono le cose e raccontò anke come il marito veniva "sfruttato e ricattato" in quell’azienda. Pena il licenziamento. Tanto…ki ha tempo di mettersi a fare una vertenza con una famiglia da mantenere?? Ovviamente disse anche ke le indagini avevano appurato ke l’incidente era stato causato dalla rottura del fusello sulla ruota ant sx…X quello il veicolo skizzò all’improvviso nell’altra corsia. Intervistarono anke 1 dei soci-titolare dell’azienda il quale, con arroganza, disse ke l’attuale rapporto tra costi e ricavi nn gli permetteva un’adeguata manutenzione ai mezzi. Non dico nient’altro, penso solo ke certe aziende VANNO FATTE FALLIRE. Con le buone o con le cattive. Per quanto riguarda il discorso autobus penso ke nn spetta a noi metterci a fare "i giudici della strada". Vogliono correre? Vogliono sorpassare? Facciano quello ke vogliono, spero solo ke se devono andare all’inferno…nn li accompagni nessuno. Io mi metto da una parte e li faccio passare e vado x la mia strada. Non vorrai mica ke ti capisci male con uno di qsti scienziati e ti si infila nel culo in una galleria!! Okkio a fare certi scherzetti….
    Ciao e God bless your truck
    Francesco

  5. gisytruck ha detto:

    Non avevamo parlato di quell’incidente a suo tempo, per scelta, noi qui abbiamo sempre parlato di Tutte le vittime, allo stesso modo, senza perizie, che non ci competono e senza giudizi, non si deve morire di lavoro!!!
    Abbiamo perso tanti colleghi nel periodo di vita del blog, rendiamo omaggio loro conservando il ricordo e indignandoci nelle giuste sedi.
    Tante volte abbiamo scritto attraverso i nostri racconti di trasporto di persone confrontandolo col trasporto merci e chiedendoci chi deve controllare perchè non lo fa, ma da qui a stabilire le responsabilità ce ne passa…

  6. giannimille ha detto:

    Personalmente non considero gli autisti di autobus diversi dai camionisti, anche loro sono vittime del sistema, anzi più stressati rispetto ai loro colleghi delle merci; chi fa linea interregionale e viaggia a nastro, pur non avendo il tachigrafo deve tenere dei tempi di percorrenza, e se può essere tollerato un ritardo di mezz’ora nelle merci, non lo è nel trasporto persone. Quindi se critiche vanno fatte sono al sistema e non a loro; sono d’accordo che anche per gli autobus drovrebbe essere vietato il sorpasso almeno nelle gallerie, ma sono le istituzioni che devono intervenire, e non i camionisti con dei comportamenti arroganti, che come tali possono solo incrementare il pericolo; non dimentichiamo che anche loro stanno lavorando!!!
    Buona strada a tutte/i.  Gianni

Leave A Reply