Pulizie

PULIZIE DI PRIMAVERA

 
Abbiamo sempre lasciato porte e finestre aperte per far sì che entrasse  aria nuova, così è stato per molto tempo; poi ha cominciato ad entrare polvere.Pulizie

Per chi soffre di allergia, è una cosa insopportabile!!!

Esistono cure, più o meno efficaci, ma la polvere rimane una cosa insopportabile e intollerabile.

Non possiamo solo chiudere porte e finestre, non è bello e non ci siamo abituate.

Per colpa della polvere in casa rischiamo di perdere amiche preziose che hanno contribuito a gettare le fondamenta della nostra casa.

Ne hanno costruito le pareti e il posato il tetto.
Ne hanno dipinto le pareti (di rosa), hanno messo gli arredi, l’hanno resa una casa accogliente.
Pulizie

Adesso per colpa della polvere la nostra casa si stà svuotando.
Non si vedeva l’ora di rientrare per venire a vedere cosa c’era di nuovo in casa, adesso che non ci sono più gli arredi e le pareti sono coperte di polvere la nostra casa non è più accogliente e presto si svuoterà!!!

E’ arrivata la primavera e da brave donne di casa facciamo le pulizie, togliamo la polvere e ridipingiamo le pareti di rosa!!!
Poi lasceremo sempre porte e finestre aperte, perché è cosi che ci piace!!!

Ma metteremo delle zanzariere molto robuste!!!Pulizie

L’aria nuova, pulita fa bene sia al corpo sia alla mente e predispone l’animo al pensare positivo nonostante tutte le brutture e le cattiverie che ci circondano!!!

Benvenuta aria di Primavera, fai tornare presto le Rondini nella loro casa!!!Pulizie

Buona Strada a tutte Milly!!!

Una Lady ad Aquino,(FR).

Ore 14,40 del 23.03.10 inizia il mio viaggio a bordo dell'auto della scuola guida di fianco alla mia prima allieva del pomeriggio.
Ore 15,30 l'allieva di turno si accinge ad arrestare il veicolo allo STOP di fronte l'ingresso secondario della Cartiera di Aquino (FR),mentre il mio sguardo si posa incuriosito su una donna bionda con capelli a caschetto,sui 50 e con dei fogli tra le mani che,nel bel mezzo della via con passo deciso,allungava l'occhio per controllare che fosse quello il capolinea della sua corsa.Con mia grande ammirazione ho capito subito che era una Lady Truck ma,ahimè, nè il luogo nè il momento erano dalla parte del desiderio che avevo di fermarmi a conoscerla e fare due chiacchiere con lei.              
Rammaricata mi sono dovuta accontentare di guardarla risalire sul suo STRALIS bianco della ditta Venditti e in quell'attimo si è accorta della scomoda presenza della mia auto.Sebbene avessi io lo STOP a lei serviva spazio per la manovra così un'intesa di sguardi seguita da un cenno di mano da prte di entrambe,mi ha permesso di far riprendere la marcia,alla mia allieva,in sicurezza.In quell'attimo le nostre strade si sono incrociate per dividersi subito dopo e lasciare ciascuna di noi due alla propria giornata di lavoro che da parte mia è proseguita con una punta di soddisfazione nell'animo.
Buona strada Lady sconosciuta!!!!!

SOFIA.

Buona Strada LILIANA!!!

A tutte noi ha sempre portato un rispetto esagerato, lei che non guidava neanche l'automobile, riteneva che guidare un camion fosse "un'impresa ciclopica", lei che aveva investito tutte le sue forze a costruire il tessuto di un'Associazione come l'ALTS e ha provato sulla sua pelle, la malattia, che domenica se l'è portata via!
 

VOGLIA DI LEGGEREZZA

 

Scritto da Liliana Dama, Guida Editore   
Che succede se improvvisamente la vita si fa buia? Che cosa accade se, a un certo punto, e quando non te lo aspetti, irrompe nella tua esistenza la malattia? Succede ciò che è capitato a Liliana Dama, sociologa, impegnata da tempo nel volontariato, moglie e mamma di medici, per giunta entrambi oncologi: torni a riconsiderare la tua esistenza e capisci che il futuro non potrà essere come è stato il passato ma che, proprio dal passato, puoi trovare le energie per poter continuare ad andare avanti.

Ristrutturando te stessa, mettendo in ordine le cose, riconsiderando le priorità, aggrappandoti a spezzoni della tua esistenza che ti hanno regalato momenti felici. Liliana Dama ha raccontato questo e altro in Voglia di leggerezza (edizioni Guida, pagg. 58, euro 8,50, da oggi in libreria), un diario intimo rivolto al pubblico, il racconto di grandi malinconie ma anche di grandi gioie. «Ogni volta che mi sento triste – scrive l’autrice, chiudendo il libro – guardando l’universo, mi riconcilio con il mondo. Tanta bellezza, tanti colori, tanta musica, appartengono al mio passato, al mio presente e spero anche al mio futuro. La mia anima può così abbandonare il cancro e, chiudendo gli occhi, lasciarsi cullare dalla bellezza del mare e dalla leggerezza dei ricordi».

Un inno alla felicità, appunto. Che fa da contrasto alla malinconica citazione iniziale di un passo di Giampaolo Rugarli: «Rimane la circostanza che mi è stato tolto non un insignificante pezzo di vita, bensì un giardino incantato dove, con la fantasia, anche oggi mi sarebbe piaciuto e mi piacerebbe indugiare». È questo contrasto – tra il bianco e il nero, tra la gioia e il dolore – il filo conduttore di un racconto che è innanzitutto un caldo invito alla riflessione sul senso della vita, una fermata (necessaria) nella nostra folle corsa quotidiana. Del dolore dell’autrice scrive in prefazione il marito, Giuseppe D’Aiuto, oncologo, una vita trascorsa tra chi soffre, punto di riferimento di migliaia di donne operate di tumore al seno. Anche il suo racconto è coinvolgente perché è in equilibrio tra la figura del medico e quella del marito: «Quando scambi la vita con la sofferenza degli altri, allora essere medico ti restituisce per lo più il lato colpevole della felicità, l’illecito di quel profondo desiderio di vivere».

 BUONA STRADA LILIANA!!!!

Buona Strada Jessica!!!

02012008012In questi anni, frequentando l'Associazione NOIPERLORO, abbiamo sempre dovuto confrontarci con la consapevolezza dei ragazzi che può non esserci un domani, può essere l'ultimo giorno per sorridere ai tuoi amici… E' stato bellissimo sentire quando uno di loro, rivolgendosi a Milly che si stava impegnando a disegnare cartelli stradali gli ha detto:" Meno male che fai la Camionista, perchè di disegnare non sei capace!!!" ; oppure due sorelline, una voleva fare da grande la maestra e l'altra :"Ma io non so, se diventerò grande!!!"; queste frasi ci hanno legato ancor di più a loro, spronato a ritagliarci il tempo per portare un piccolo aiuto; il Profess Izzi che ripete sempre che l'incontrarci è per loro un'emozione e tante volte non sa come fare a dirgli che non li può portare perchè troppo deboli… Ragazzi con le pulsioni dei              coetanei ma a volte senza energie per poter anche 02012008013solo correre… Così abbiamo conosciuto Jessica, adolescente in cura, ma spiritosa e loquace, che ci riempiva di domande e così la vogliamo ricordare… Come l'ultima volta che ci ha ricevuto, alla cena, dove LORO hanno voluto ospitarci e con la simpatia di una ragazza con la Vita davanti, :" Finalmente siete arrivate, mancavate solo Voi!!!"
Ritrovemo il Prof, Fiorenza, Nella, i ragazzi e tutti gli altri Volontari, ma la mancanza di Jessica e delle sue domande, dovremo cercarle solo nei nostri ricordi.
Per ricordare Jessica, solo alcune foto di quella serata, in rispetto del dolore dei suoi amici e familiari.

020120080140201200801503012008018030120080200201200801603012008019

http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/37466/Jessica_stroncata_dalla_leucemia_a_17_anni.html

Un Abbraccio, Buona Strada a Jessica!!!

TANTI COMPLEANNI NEL MESE DI MARZO!

Una bella idea, accorciare le distanze per un giorno, sedersi a tavola con qualche amico e…magari trovare una scusa per festeggiare, un compleanno, due, tre….. che improvvisata! Scopriamo spargendo la voce che ci sono ben 6 compleanni tra di noi e la usiamo come scusa per questo mini-raduno! Ce ne sono di più in realtà ma non tutti riescono a raggiungerci all'AUTOPARCO BRESCIA EST luogo ideale e "centrale" considerando la provenienza del team…. aosta, milano e interland, bergamo, rovato, salsomaggiore, parma, vicenza, venezia, latisana…
Una festa riuscitissima all'insegna dell'allegria, della buona tavola, brindisi di "luna nuova" ottimo passito bresciano, delle barzellette, di un susseguirsi di sfide a calcetto e a biliardo, risate a non finire e ovviamente argomento principale: i truck! Senza rendersene conto, è già sera e quindi spazio ai saluti purtroppo, ma appuntamento alle prossimine visto che la stagione dei raduni è alle porte! Viva la compagnia!Foto Nikon 4 048

Fate click qui se volete vedere altre foto di questa giornata. Ancora auguri a Rò, Sabrina, Ciccio, Mario, Luciano, Enzo…tutti marzaioli…


E a proposito di compleanni non potevamo non farli alle biondissime Elda e Luisa che le abbiamo incontrate alla cena dell'Higway Truck Team sabato 13 marzo! E' stato un peccato non aver partecipato alla sfilata dove han contato ben 113 camion su e giù per l'altopianoTANTI COMPLEANNI NEL MESE DI MARZO! di Asiago! certo per noi frigoristi è sempre un dilemma spostarsi di sabato! però finito il lavoro io eTANTI COMPLEANNI NEL MESE DI MARZO! Paolo siamo riusciti a fare una toccata e fuga e abbiamo raggiunto i nostri amici alla Fazenda, ristorante brasiliano di Isola Vicentina. Il parcheggio era colmo di camion tra i quali ho riconosciuto il volvo di Silvia e il Daf di Dayana come lady truck che ci rappresentavano, oltre ai mezzi della Elda, consigliere attiva nel club vicentino. E' stato un piacere rivedere gli amici di sempre, fra chiacchiere, torte, spumanti e foto di rito , per festeggiare alla grande!!! Ci vediamo on the road!!!!

Facciamo gli auguri anche ad Antonella che il 16 marzo ha festeggiato il suo compleanno!!
un bilico di auguri da tutti noi!!!

Sabrina sosladydriver e Ro' LaMisteriosa

Raduno a Cadeo (PC)

2° raduno a  Cadeo –  Piacenza il 24 – 25 aprile

x informazioni conttattare:
 Pippo al n 3 3 9 6 1 2 3 6 0 1

 

Dopo il successo dell'anno scorso, gli amici di Cadeo ci invitano al loro mitico raduno anticipandoci la data così che possiamo tenerci liberi e non mancare! Ovviamente vi facciamo un in bocca al lupo ragazzi e vedremo di esserci! Un saluto dalle ladytruck,
Marzia