Crea sito
Nessun
commento

1° MAGGIO – 1

 Una giornata per i lavoratori

Non ci dovrebbe essere una giornata a dover ricordare il diritto al lavoro, guardando oltre la ricorrenza mi vengono in mente tante storie di diritto negato, vite di persone che ho conosciuto in tanti anni, episodi visti in prima fila o solo  sentiti raccontare.06_07_01_15_47
Questa repubblica fondata sul lavoro sorda ai richiami degli autotrasportatori, incapace da tanti anni di trovare un percorso per guidare l’autotrasporto sulla Buona Strada!!!
Diverse volte abbiamo parlato con le colleghe, di quanto sia difficile seguire le norme, a volte controverse, troppo complicate da interpretare e di diversa applicazione a seconda dell’interlocutore. Tante parole spese, per nominare i milioni di euro a disposizione del trasporto merci, ma questo è un settore che se retribuito dalla committenza con il Giusto corrispettivo non avrebbe bisogno di sostegno; il nostro è un lavoro usurante, ma il trascinarsi per anni di riforme e controriforme ha consumato tutti,autisti ed operatori, una guerra fra poveri.
Lavoratori a cui viene imposto come e quando riposare, senza che nessuno si preoccupi del dove.
Sfruttamento di risorse umane per evitare investimenti in magazzini e risparmiare sul facchinaggio: fin troppo facile, perché a nessuno importa se un autista passa ore e ore in un piazzale a sbranarsi con altri simili che tentano di fare i furbi, queste grandi aziende si servono di mano d’opera che viene ingaggiata sempre in minori unità per effettuare la movimentazione dello stesso quantitativo di merci, allungando i tempi d’attesa, a cui gli autisti cercano di rimediare sacrificando i tempi destinati al loro riposo. Lavoratori descritti come criminali dai media e dall’opinione comune non tenendo conto della loro utilità sociale; trattati con arroganza e/o sufficienza da altri lavoratori;  oppure ritenuti criminali a priori, in occasione di controlli da parte delle forze dell’ordine. Mille storie di diritti negati.
Quindi abbiamo mille motivazioni per festeggiare la Giornata dei Lavoratori, rivendicando la
DIGNITA’ che ci spetta.

Buon 1° Maggio a tutte/i!!!

About The Author

No Comments

  1. Diamante65 ha detto:

    CIAO, buon primo Maggio a tutti. "Questo è un lavoro che se retribuito dalla committenza con il giusto corrispettivo non avrebbe bisogno di sostegno publico" . E poi dignita dignita e dignità ….Grazie Gisella per avere interpretato sinteticamente il pensiero (questa volta davvero) di tutti .
    LUIGI…

  2. giannimille ha detto:

    Brava Gisy,  con le tue parole hai descritto la festa dei lavoratori "camionisti" nel migliore dei modi.
    Sempre Buona Strada,  Gianni. 

  3. anonimo ha detto:

    Brava Gisy ! ottima descrizione. per tanti può sembrare retorica.. ma e una realtà di un indotto che ormai sembra che in troppi vogliano ignorare.
    cerchiamo di tenere duro almeno noi stessi, Buon primo maggio a tutti.
    Daniele Cicciotruck2.0

  4. solcodellaterra ha detto:

    La centralità del lavoro è stata del tutto dimenticata da venti e più anni, la finanza è al centro invece…

  5. Misteriosa ha detto:

    Ben detto Gisy! purtroppo è dura sopravvivere in questo sistema di cose, cerchiamo di non lasciarci sopraffare da personaggi che ci maneggiano senza scrupoli, facciamoci rispettare rivendicando i nostri diritti negati!!!

Leave A Reply