Uomini & Camion – 1

Ciao a tutte/i
grazie alla segnalazione di un amico, ho scoperto che stasera Fabio Montanaro affronterà un tema importante, d'attualità e che ha contribuito ad affossare diverse aziende serie del settore…

TrasportoEuropa Giovedì 28 maggio nella trasmissione Uomini e Camion di Radiouno (h 23:27) si parlerà delle infiltrazioni mafiose nell'autotrasporto. Il conduttore Fabio Montanaro intervisterà il direttore di TrasportoEuropa e Camionsfera, partendo dall'inchiesta di TrasportoEuropa su tale fenomeno.

vorrei far presente l'impegno di diversi autotrasportatori dell'Emilia a combattere questo fenomeno, che ha portato a diversi fermi nelle settimane scorse ed ora speriamo le istituzioni facciano la loro parte; a questo proposito riporto alcuni testi da   Redacon… Che riportano l'opinione di Marco Ferrari e Enrico Bini autotrasportatore prima e rappresentante delle istituzioni ora; 
 

“Un ambiente mafioso fino al midollo”
Enrico Bini ribadisce le sue denunce sulla situazione adulterata nel settore trasporti che si registra nel nostro territorio. Marco Ferrari, autotrasportatore felinese, è al suo fianco: “Lo sosterremo utilizzando scritte sui nostri camion"

 

 

Pochi giorni fa (precisamente il 3 dicembre scorso), sulle pagine nazionali del Resto del Carlino un articolo dal titolo “L’insostenibile concorrenza dei Tir” riportava pesanti accuse del presidente della Cna reggiana ad aziende del Sud. Enrico Bini – che da tempo fa presenti i problemi che toccano anche la nostra provincia, come anche segnalato su questo giornale telematico – nel pezzo in questione accusava il mercato del trasporto di essere alterato da comportamenti che sfuggono ad ogni controllo.

Bini tra l’altro afferma: “Da quando ho svelato le denunce sono stato lasciato solo”. Già nell’intervista rilasciata a Redacon alcune settimane fa Bini aveva espresso la pesante situazione, il bisogno di far emergere questa piaga e la necessità che la denuncia possa diventare collettiva, che le istituzioni escano dal silenzio e facciano la loro parte.

Importante sostegno a Bini e alla categoria arriva anche da Marco Ferrari, felinese, uno dei soci di Zara Line, azienda di trasporti conosciuta in tutta la provincia e apprezzato organizzatore dell’ormai noto raduno Tartaruga Truck Team. Uno insomma che conosce bene il settore. Anche Ferrari lo scorso anno, sempre sul nostro sito, aveva denunciato un sistema ormai al collasso e richiesto interventi urgenti che garantissero il rispetto delle regole e un maggior controllo.

Ferrari ora ci dice: “A Bini voglio dare il mio appoggio, la mia solidarietà e la mia stima, sia come collega che come presidente di un’associazione così importante nel nostro territorio; ma soprattutto come amico. Profonda è la mia stima perché, come si dice nel nostro mondo, Bini ha avuto ‘gli attributi per esporsi in un ambiente mafioso fino al midollo’”. “Purtroppo anche chi ci dovrebbe tutelare – afferma sempre Ferrari – spesso chiude occhi, orecchie e bocca”.

“Spero che le denunce fatte non cadano nel vuoto – ribadisce – e che a Bini si uniscano anche altri; e invito la parte sana della nostra categoria a sostenere questa battaglia per la legalità e per il rispetto delle regole. Caro Bini, se ci sarà bisogno ti sosterremo utilizzando scritte sui nostri camion per far conoscere il problema”.

Agenzia Redacon ; Cinzia Formentini
12-12-2008, 23:34

riporto a solo titolo informativo il mio commento a questo articolo per solidarietà

No mafie!!!
Vorrei esprimere solidarietà al signor Bini, che non conosco, per la sua crociata. Opero nel settore trasporti da alcuni anni nella provincia di Modena; spesso, troppo, ho visto aziende crescere in un modo smisurato all’andamento dell’economia: praticare tariffe impensabili per chiunque operi nella legalità. Inizialmente pensavo di aver commesso errori nella gestione dell’impresa, ma anche i miei colleghi e/o concorrenti subivano l’impatto con queste ditte e la committenza guardava unicamente al miglior offerente. Ho constatato che si propagava a macchia d’olio un’illegalità su diversi fronti e fuori del rispetto delle norme previdenziali, del codice della strada e fiscali e ciò consente di affossare aziende che operano nel settore da decenni…. Revisioni fantasma, come certi contratti d’assunzione che sembrano scritti con l’inchiostro “simpatico”… cifre sospette di denaro contante, nessun rispetto per le ore di guida consentite, la massa trasportabile e tutto il resto… Ma come in og ni dramma che si rispetti c’è anche la beffa… Queste sono le stesse aziende e uniche che ricevono contributi dagli enti pubblici per il rinnovo del parco circolante, per i giovani imprenditori e l’incremento delle aziende in rosa. La lotta all’infiltrazione di queste organizzazioni di stampo mafioso va sostenuta nell’interesse di tutti noi, che sia Cosa nostra, ‘Ndrangheta, Camorra o Sacra corona unita non fa differenza, deve trovare un tessuto sociale costantemente unito. La voce delle persone che hanno il coraggio di denunciare è anche la nostra. GRAZIE!

 

BUONASTRADA!!!!!!!!


 

 

 

Precedente UN SOGNO REALIZZATO Successivo 15-16/05/10: Truck Day Show

0 commenti su “Uomini & Camion – 1

  1. Forse saremo come Don Chisciotte, che combatte contro i mulini a vento, ma se nessuno ha il coraggio di iniziare una battaglia, è certo che nn la si può vincere; ora a mio parere abbiamo toccato il fondo, ed è anche ora che le istituzioni facciano il loro dovere, almeno per il rispetto di chi lavora onestamente.
    Buona strada,  Gianni. 

  2. Ciao Gianni,
    hai ragione – l'argomento è sempre tabù e la gente ha quasi paura di parlarne… questa trasmissione è un atto di coraggio. Purtroppo leggo solo oggi e non l'ho vista ieri sera, se avete registrato…pubblicatela!

  3. Ciao,  ben vengano trasmissioni che trattano certi argomenti. Non ho avuto modo di seguirla, mi auguro sia stata incisiva e determinata. Sicuramente non ci hanno rivelato la venuta del Messia e neanche hanno riscoperto l'acqua calda.La denuncia del signor Bini risalente a qualche anno fà lo dimostra.
    LUIGI…

  4. @ Gianni… è uno sporco lavoro, ma qualcuno dovrà pur farlo! Questa frase racchiude la mia stima per tutti coloro che hanno fatto sentire la loro voce in questo senso e adesso vedere Trasporto Europa, Uomini & Camion che ne parlano (Tuttotrasporti l'anno scorso) è indice che qualcosa si sta muovendo.. a piccoli passi, si affronta ogni percorso anche il più impervio.
    @ sosladydriver… purtroppo non è stata registrata.
    @ Luigi… Non hanno scoperto ne l'acqua calda ne il Messia, le associazioni di stampo mafioso hanno radici più profonde della invenzione dei camion, ma da tante voci è formato il coro e per occuparsene devono trovare persone disposte a parlarne, rischiando del proprio. La dove c'è interesse economico, affonda i tentacoli la mafia.
    Dissento, personalmente, dal messaggio che traspare dal tuo commento nel tuo blog, che riporto per correttezza;
    i raduni, anche loro nati dopo la mafia, sono nati per socializzare e far festa tra camionisti, coinvolgendo le famiglie e molto spesso racchiudono al loro interno iniziative di beneficenza, oltre a quelle sulla sicurezza;quasi tutti gli organizzatori, donano il ricavato, quando c'è.
    Non sono frequentati solo da camion accessoriati e super decorati, ma anche in quel caso non lo sono perchè appartengono a persone che hanno legami con la mafia, conosco gente che rinuncia alle proprie ferie, ci lavora con le proprie mani e aggiunge un pezzo alla volta, quando se lo può permettere, comunque non spetta a noi o a te, giudicare come i camionisti spendano i propri soldi, guadagnati onestamente e con sacrificio.
    Le persone del genere che descrivi tu, se frequentano raduni in poco tempo smettono perchè non trovano compagnia, fidati.

    Il tuo commento diceva :

    E' presa da TE trasporto Europa. L'ho voluta riportare non per strumentalizzarla volgarmete, ma piu che altro per dare uno spunto di riflessione, a quanti credono che in questo settore è tutto oro quello che luccica.E magari riflettendo riflettedo qualcuno si pone anche qualche domanda, su come mai a quei raduni ave tu non andresti mai, si vedono  quei camion, con tutti quei fanali sulla cabina ,mentre sule strade di tutti giorni, si vedono sempre più camion con le gomme lisce !!!

    Rifletti anche tu, prima di sparare parole su gente che non conosci; paragonare i tanti che fanno sacrifici con i pochi che fanno "i furbi"  non mi sembra corretto.

    buona strada  gisy

  5. @Gisella tu sei malata di protagonismo a tal punto che non riesci  neanche piu a nasconderlo ! ma non è di questo che voglio parlare. In due parole – IO NON HO MAI DATO DEL MAFIOSO A NESSUNO ! Questa parola la stai usando tu solo tu e secondo me anche  a sproposito! La domanda che tanto ti ha scandalizzata se la pone anche il mio barbiere ogni volta che vede passare un "superdecorato" d'avanti la sua bottega !!  Non ce l'ho con i raduni ne con chi li organizza ne tantomeno con chi vi partecipa. Io non ci vado perchè la beneficenza la faccio già devolvento l'otto x mille !!

    Per "correttezza" hai riportato la mia frase ?! questa è stata la cosa piu squallida che avresti potuto fare!  Non perchè io abbia qualcosa da nascondere anzi….ma semplicemente perchè l'hai usata per fare passare, tu si qualcosa che è lontana dal mio pensare. Vedi non te lo puoi permettere di riportare frasi da altri blog, sai perchè? Semplicemente perchè il tuo è "MODERATO" cioè controllato ,in altre parole passa solo quello che piace al convento,un pò come il telegiornale di Fede!!

    Tu non solo l'hai fatto, ma non hai avuto nenche la sensibiltà di riportare l'indirizzo web di provenienza. Questione di stile!
    "Dissenti" dal messaggio che a tuo avviso traspare dal mio commento? Liberissima di dissentire, ma dovevi farlo sul MIO blog,  perchè è li che si è sviluppata la discussione. Anche perchè il blog  è aperto a tutti e a tutti i modi di pensare !  Evidentemente a te piace giocare in casa,e a porte chiuse, cosi ti scegli l'albitro e anche i tifosi. Ma quello che non capisco è :che cosa c'entri tu in quella discussione ?  Io non ti ho mai citata o tirata in causa personalmente,anche se avessi apertamente parlato male dei raduni in generale. Ammeso e non concesso che tu non ti ritenga la madrina ti tutti i raduni dell'universo !

    Adesso se conosci la correttezza,primo devi fare passare questo commento, E poi dovresti aprire il blog a tutti , per vedere quante persone "dissentono" con te ,e quanti  invece,la pensano come mè. Ma sò che la mia è una pia illusione !
    LUIGI…

  6. [email protected] Luigi..
    questo blog è arrivato alla moderazione grazie alle persone come te, che non capiscono che se il menù non ti piace, basta cambiare ristorante; se il mio modo di fare e scrivere non ti va, non so cosa farci, qui posso scrivere ciò che penso, come hai detto tu gioco in casa.

    Per quanto riguarda il tuo blog è libero fino a dove ti fa comodo, sono magicamente scomparsi diversi commenti e se non ho commentato ho i miei buoni motivi, usi due metri diversi, e "trasportare" i testi è una cosa che hai fatto prima tu, in diverse occasioni. è lì visibile per chi vuole.

    Per quanto riguarda le tue opinioni, esprimile più chiaramente perchè l'italiano dici essere una lingua che va interpretata e non solo io ho "letto" che certi camion si vedono solo ai raduni e non per strada… e dire che sono belli illuminati!!!

    Stavolta lo riporto per intero:post e commenti a scanso di ulteriori equivoci.

    Ti chiedo cortesemente di cancellare il mio numero, come ti ho già detto tempo fa, io e te non abbiamo nulla in comune e questo ne è la dimostrazione, io rispondo sempre a tutti, ma nel tuo caso, non lo farò più.

    Ho chiesto io al moderatore di passarti questo commento, per quanto mi riguarda non ti risponderò più, dovessi riscrivere non ti rivolgere a me, le nostre strade sono divergenti. Dimenticavo… se io sono malata di protagonismo, le persone che si vantano di conoscere il mondo del trasporto così per esteso come fai tu abbondano di modestia???

    Ti auguro BUONA STRADA SEMPRE!!! gisella

     

    domenica, 16 maggio 2010

    Codice nuovo trucchi vecchi…

    Immag0541[1]Tra le tante modifiche al nuovo CDS quella che riguarda i tempi di guida e di riposo è sicuramente tra le piu importati, cosi come la definisce anche il sito camionsfera.

    "Un'importante modifica per gli autisti di veicoli industriali e di autobus riguarda la modulazione delle sanzioni per le infrazioni connesse al superamento delle ore di guida e di riposo. In pratica, viene alleggerita la sanzione per le violazioni più leggere ed aggravata quella per le violazioni più gravi. Ora, lo ricordiamo, la sanzione è identica sia che si superi il tempo di guida di un minuto, sia che lo si oltrepassi d'intere ore. Lo schema delle novità in tal senso è piuttosto articolato ma, per esempio, il nuovo testo ha alleggerito la multa per chi supererà l'orario di guida fino al 10% del tempo massimo consentito (da 38 a 152 euro) ed ha aumentato fino ad 1600 euro quella per chi supererà i tempi del 20%."
                                                                                                                                                
    (da camionsfera.com)

    La novità sostanziale, riguarderebbe l'aumento della sanzione in base alla gravità dell'infrazione. E questo teoricamente a mio avviso sarebbe un fatto positivo.Adesso c'è da vedere gli effetti che produrrà all'atto pratico.
    Cioè se le 1600 euro di multa per chi supera del 20% i tempi di giuda, riusciranno a dissuadere gli amanti del DOPPIO DISCO e I fautori della DOPPIA SCHEDA e del MAGNETE SUL CAMBIO !!!

    Postato da: Diamante65 a 11:54 | link | commenti (5)

    function delComment(cid) {
    if (confirm(‘{“Do you really want to delete this comment?”|translate}’)) {
    var el = document.createElement(“input”);
    el.type = “hidden”;
    el.name = “cid”;
    el.value = cid;
    var frm = document.forms[‘comments’];
    frm.appendChild(el);
    frm.action = document.location.href;
    frm.target=’_self’;
    frm.submit();
    }
    }
    function publishComment(cid) {
    if (confirm(‘{“Do you really want to publish this comment?”|translate}’)) {
    var frm = document.forms[‘comments’];
    var el = document.createElement(“input”);
    el.type = “hidden”;
    el.name = “cid”;
    el.value = cid;
    frm.appendChild(el);
    var el = document.createElement(“input”);
    el.type = “hidden”;
    el.name = “op”;
    el.value = “publish”;
    frm.appendChild(el);
    frm.action = document.location.href;
    frm.target=’_self’;
    frm.submit();
    }
    }

     

    Comments:

     

     

    #1  16 Maggio 2010 – 17:32

     

    Bell articolo,bella modifica,ma ancora c è chi crede alle favole??? Fatta la legge,fatto l inganno,il rischio è il vero lavoro di chi è responsabile di un mezzo pesante su strada,il poter dimostrare di essere bravo a camminare più ore di chi in minoranza prova ad adattarsi alle regole,quando viene permesso..perchè come si sà,il settore è rovinato,sempre tutto di fretta,si deve arrivare una volta che si è stati caricati,magari con lunghi tempi di attesa,ti trovi scritto sul documento "consegna tassativa ore 7"…scarico Milano,e tu ti ritrovi a mettere in moto a Napoli alle 23…Si l autotrasporto è veramente diventato un percorso di prove,per vedere chi arriva prima e chi è il più bravo,con tutti i trucchi del caso!!! Ma quanto vorrei che la legge si facesse furba e che a molti nn andasse più bene,a forza di bastonate,uno deve pur ridimensionare la propria posizione…Bn cose a tutti e quando siete stanchi,nn dovete dimostrare niente a nessuno,se nn dimostrare a voi stessi,che è meglio fermarsi che rischiare la vita altrui e la propria..perchè la vita è un attimo e nn è giusto essere schiavi del lavoro! Mascherinalea.

    Utente: Mascherinalea

    Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.

    Mascherinalea

    #2  21 Maggio 2010 – 18:10

     

    quello che scrivono sul documento non fa testo di fronte al codice della strada e nel CCNL dell'autotrasporto e spedizionieri non c'è scritto da nessuna parte che l'autista sia obbligato a rispettare le clausole presenti sul DDT o CMR che sia. Il malcapitato ignorante di turno (padroncino o autista che sia) non è a conoscenza di questi dettagli, vede la scritta, si spaventa e corre. Per quello sono convinto che l'ignoranza sia la prima causa di tutti i nostri …

  7. Utente: Diamante65 Diamante65 Diamante65 è loggato. Diamante65 NON è disponibile in chat. Data: 29 Maggio, 2010 – 00:21

     

    Gisella non so se sei tu il moderatore del blog, mi rivolgo a te in quanto portavoce. Te lo dico con il cuore in mano…non voglio creare stupidi dualismi ne assurdi conflitti. Publica il mio commento come risposta al tuo, e finiamola qui. mi sembra il minimo che tu possa fare per rimediare alla gaffe nei miei confronti. Hai sbagliato e devi ammetterlo, hai fatto tutto sto casino, per compiacere qualche signore dei raduni che si è sentito infastidito dalla mia presa di posizione ( potevano farlo loro stessi , ci sarebbe stata una civile scambio di idee e di opinioni,come è mio solito).Sei venuta sul mio blog a copiare una frase per ricamarci sopra sul tuo blog.E tutto questo lo hai fatto x conto terzi, me lo hai detto tu stessa al telefono come se niente fosse. ( ho la registr)

    Se domani non leggo il mio commento sul blog mi sentirò autorizzato a difendere la mia immagine con tutti i mezzi leciti a mia disposizione.

  8. @ Luigi
    Mi sa che la gaffe l'hai fatta tu, gli orari dimostrano che mentre scrivevi il messaggio privato il tuo commento era già stato pubblicato, il moderatore non sono io, ma sono stata interpellata e avrei potuto esprimere anche parere sfavorevole, ma a che pro, io non ho nulla da nascondere e nessuno da compiacere come scrivi tu.

    Non intendo farlo ma sappi che riconoscere la paternità di una registrazione telefonica all'insaputa dell'interlocutore è perseguibile legalmente.

    Discutere civilmente con te mi sembra azzardata come espressione, i tuoi testi sono lì a dimostrarlo, si contraddicono in diversi punti e anche i tuoi metodi di valutazione;  se le persone non commentano sul tuo blog non dipende da me,ma le strade prima o poi s'incrociano sempre, quelle di tutti e prima o poi incontrerai chi non commenta nei blog ma parla in faccia. 

    Con le tue minacce hai solo guadagnato l'esclusione;

    La tua opinione nei miei confronti non m'interessa, e i termini che hai usato dovresti rivolgerli a qualcuno a cui si addicono di più, io ho sacrificato parte della mia privacy, frequentando anche i raduni, per portare avanti il progetto di questo gruppo in cui ho creduto da quando l'ho conosciuto, chi mi conosce sa che sono una persona trasparente e leale, mi basta.

    BUONA STRADA!!!

  9. @ Gisella copi incolli stracopi,ti stai avvitando su te stessa.La tua "Tua malattia" di protagonismo è ad un punto tale che solo a fartelo capire,sarebbe accanimento terapeutico !

    Il tuo blog è arrivato alla moderazione solo per colpa tua ,e questo a discapito delle tue colleghe e di chi ha fondato il blog. Quando lo proclami un altro sciopero?!!
    Quando ti ho scritto il pvt non ero sul blog quindi non potevo sapere se il commento era stato publicato ,altrimenti che te lo avrei scritto a fare ?
    A me non interessa se la gente commente o non commenta, se lo visita o non lo visita .Io non ho obbiettivi da raggiungere. A proposito Congratulazione x le vostre centomila visite. A desso che succede vi proclameranno blog dell'anno? (Buonastrada se lo meriterebbe,se solo esonerasse  la portavoce.!) O diventerai emittente ufficiale di qualche raduno tamarro?!

    Bah  tutto quello che farai, fallo senza nominare il sottoscritto, e se proprio non ti riesce fallo ,ma alla luce del sole, e senza fare il giochetto del copia incolla, che tanto ti piace . Buonastrada al blog,e il blog non sei tu !!
    LUIGI…

  10. #1  16 Maggio 2010 – 17:32

     

    Bell articolo,bella modifica,ma ancora c è chi crede alle favole??? Fatta la legge,fatto l inganno,il rischio è il vero lavoro di chi è responsabile di un mezzo pesante su strada,il poter dimostrare di essere bravo a camminare più ore di chi in minoranza prova ad adattarsi alle regole,quando viene permesso..perchè come si sà,il settore è rovinato,sempre tutto di fretta,si deve arrivare una volta che si è stati caricati,magari con lunghi tempi di attesa,ti trovi scritto sul documento "consegna tassativa ore 7"…scarico Milano,e tu ti ritrovi a mettere in moto a Napoli alle 23…Si l autotrasporto è veramente diventato un percorso di prove,per vedere chi arriva prima e chi è il più bravo,con tutti i trucchi del caso!!! Ma quanto vorrei che la legge si facesse furba e che a molti nn andasse più bene,a forza di bastonate,uno deve pur ridimensionare la propria posizione…Bn cose a tutti e quando siete stanchi,nn dovete dimostrare niente a nessuno,se nn dimostrare a voi stessi,che è meglio fermarsi che rischiare la vita altrui e la propria..perchè la vita è un attimo e nn è giusto essere schiavi del lavoro! Mascherinalea.

    Utente: Mascherinalea

    Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.

    Mascherinalea

    #2  21 Maggio 2010 – 18:10

     

    quello che scrivono sul documento non fa testo di fronte al codice della strada e nel CCNL dell'autotrasporto e spedizionieri non c'è scritto da nessuna parte che l'autista sia obbligato a rispettare le clausole presenti sul DDT o CMR che sia. Il malcapitato ignorante di turno (padroncino o autista che sia) non è a conoscenza di questi dettagli, vede la scritta, si spaventa e corre. Per quello sono convinto che l'ignoranza sia la prima causa di tutti i nostri mali.

    Utente: FrankBang

    Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.

    FrankBang

    #3  21 Maggio 2010 – 19:36

     

    @Francesco sono in totale disaccordo con te e con il tuo  ragionamento, e ti spiego anche il motivo. Tu pensi veramente che un autista corre e non rispetta le norme solo perchè legge sul ddt "urgente"  non sapendo (perchè "ingnorante in quanto camionista") che il ccnl dell'autotrasporto non lo prevede ?? Vedi Francesco in questo dannato lavoro ci sono REGOLE NON SCRITTE, ma che conosciamo bene. E sappiamo bene che esse vanno rispettate!!
    Se tu non fossi un camionista,potrei anche spiegarti di quali REGOLE sto parlando.Ma suppongo non ce ne sia bisogno,perchè sicuramente le conosci bene. E se non le conosci è perchè non hai mai lavorato al SUD !!!!

    Adesso che cosa vogliamo dire che chi sottostà alle regole non scritte si rende Carne da macello ?? Ok diciamolo pure,però devi accettare l'evidenza dei numeri. Le statistiche dicono che l'infrazione piu commessa dagli autisti è il mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo. E le quantifica per l'85% !!
    Stanto al tuo discorso quindi l'85% dei tuoi colleghi, sarebbero degli ignoranti che non sanno che il ccnl e il cds non amettono e addirittura vietano di CORRERE anche se sul  DDT  XAB  DAA o CMR leggono  "URGENTE" ??

    IO non lo credo!! Credo anzi che almeno la metà di noi non conosce, aimè nemmeno il CCNL, e non perhè ignorante,ma perchè non è  stato mai inquadrato secondo quanto questo prevede.!
    Io non voglio fare la vittima sacrificale, ma non me la sento nemmeno di  dare la colpa solo alla nostra ignoranza. Farei un ulteriore regalo a chi da anni continua sfruttarci,  consapevole della nostra debolezza e della nostra disgregazione . Abbiamo uno strumento a disposizione, che se usato con intelligenza,può fare tremare i palazzi .Usiamolo !! uniamoci facciamoci rispettare non continuiamo a spararci addosso l'un l'altro, il nemico è un altro… ed è armato fino ai denti, vive del nostro sanque e non vuole perderne una sola goccia !!!

    Utente: Diamante65

    Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.

    Diamante65

    #4  26 Maggio 2010 – 16:39

     

    Caro Luigi,chi non ha lavorato sui frigo non ha idea dello stress a cui sei sottoposto, così come chi trasporta x la fiat/iveco, le quali da quando hanno messo in campo il Just in time pretendono corse pazzesche x un solo cassone su di un completo.Ci sono ditte che hanno i mezzi che non vedrai mai fermati chissà xchè!!C'è una legge che vieta all'autista di caricare e scaricare ma ci sono gl'idioti che x guadagnare mezz'ora litigano x appropriarsi del traspaillet. Ciò che non riesco a capire abbiamo le leggi dalla ns parte e le agiriamo, abbiamo i mezzi x contrastare tutto ciò ma basta che ci diano un camion taroccato e tuning ed accettiamo pure una diminuzione di stipendio!!!Ho letto di gente che davano consigli su come impicciare i dischi, ho letto di camioniste il cui vanto è di scaricarsi il camion ma a che prò??Forse x farsi dare della brava e della tosta??Le camioniste che quando non hanno nulla da fare vanno ai raduni x farsi consegnare un premio neanche facessero un mestiere fuori dal comune,ma tant'è l'importante è apparire e tante colleghe e colleghi vanno classificati al pari della PUPA E IL SECCHIONE ovvero una massa di idioti!!! Prima di cercare di primeggiare con foto ed apparizioni meditate su ciò che la legge cerca di darci tutela xchè la semplice badante ha molte più responsabilità di noi ,il nostro mestiere è stato una scelta x le badanti una necessità, quindi piantiamola d'incensarci e torniamo donne comuni e non wonderwoman,coi camion d'oggi è tutto faacile..Scusami Luigi ma leggendo certi post e vedendo l'ipocrisia mi bolle il sangue, IO ho lottato x essere accettata, ho imparato a fare il meccanico , il carrozziere e tutto ciò che può servire a portare un camion a casa.

  11. Voglio provare a dire anche io la mia….
    Il web purtroppo è un'arma a doppio taglio, da visibilità ma crea anche situazioni di "invidia" (la chiamo cosi per non dire di peggio), situazioni in cui a volte è meglio non trovarsi…se ti esponi diventi anche facile bersaglio per chi dissente,  c'è sempre chi si diverte a tirare i sassi, nascondere la mano e non farsi mai vedere….troppo facile dire che chi mette foto è un esibizionista senza aver mai mostrato la propria faccia….io di foto ne avevo messe tante perchè credevo nella "comunicatività" che le immagini possono dare….ho creduto in tante cose nel periodo in cui ho collaborato poi mi sono resa conto che non potevo più condividere la mia vita con chi entrava in casa nostra (il blog) solo per criticare a priori qualsiasi cosa, parola, immagine….con chi spegneva i colori e cercava di rendere tutto grigio e triste. Persone che uccidono la fantasia e la voglia di vivere. Persone che ci hanno accusato diverse volte di non avere affrontato argomenti senza aver mai letto veramente quello che il blog aveva raccontato. Senza essersi prese la briga di tornare indietro di qualche pagina e di scoprire che si, di quella cosa una di noi aveva già scritto. Che continuano ad accusarci con altri mezzi perchè qui purtroppo si è arrivati alla moderazione….scelta triste ma dovuta, perchè la cosiddetta libertà di pensiero ha anche dei limiti, che si chiamano educazione e rispetto per chi ospita le opinioni e anche e soprattutto per chi viene a leggere. I lettori del blog, quelli che fanno salire le visite, ma che non sono importanti per quello ma perchè ci hanno sostenuto tante volte in tante cose. I traguardi si raggiungono perchè c'è chi crede in quello che fai!!
    Mi è stato detto più volte che io descrivevo tutto rose e fiori…mi sono chiesta se queste persone hanno mai letto veramente quello che ho scritto, di tutti i problemi di cui ho parlato…è vero che se c'è un bicchiere a metà per me è metà pieno e ne descrivo il contenuto, ma il vuoto che c'è intorno lo conosco anche troppo bene…la vita ha “regali” per ognuno di noi… ma perchè intristire tutto? I problemi del trasporto e non solo si possono affrontare anche senza sputare veleno su tutto e tutti…a volte fa più un sorriso che una parolaccia per togliersi da un impiccio…

    Voglio lasciare anche un pensiero a quelli che accusano Gisy di protagonismo…ci vuole un impegno enorme a fare quello che fa lei, a portare avanti tutte le iniziative, a continuare a scrivere qui…a trovare gli argomenti e la volontà di esporsi ogni volta, mi ripeto, ma è troppo facile criticare senza averci mai messo un briciolo di impegno e di dignità ma solo critiche, il più delle volte infondate.
    Quando è partito il blog temevamo attacchi da persone esterne al nostro mondo, persone che avevano pregiudizi sulla categoria…la cosa triste è stato scoprire che gli attacchi più feroci sono arrivati da colleghi/e che dicono di volerla difendere, questa categoria. E’ vero, sono proprio un’illusa…è per questo che ho mollato tutto…

    Ciao e buona strada a tutti, anche a chi non condivide i miei pensieri…buona strada perché ce n’è sempre bisogno, buona strada perché quello che oggi è una certezza domani potrebbe essere solo un dolce ricordo, buona strada perché di cattiveria ce n’è già troppa in giro e non c’era bisogno di portarla anche in queste pagine…buona strada perché se questo blog è un bersaglio facile la vita non sempre lascia scelte…buona strada…a tutti, di nuovo, sempre.

  12. E' la dimostrazione che l'italiano ha la sua importanza; l'equivoco è sempre in agguato quando non ci si esprime chiaramente in modo da non lasciar spazio ad interpretazioni che possono essere anche viziate e condizionate da precedenti divergenze d'opinione.

    Si, comunque, ad onor del vero, conosco gente che ha il camion decorato o super potente….e poi non pagano gli autisti come dovrebbero e/o sono sempre lì a piangere xkè, alla fine del mese, i conti non tornano.
    Però vanno ai raduni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.