Un pirata in automobile &… una vita spezzata.

Ciao Lady
questo è un ragazzo che ha perso la vita in un pomeriggio che stava facendo commissioni per i suoi genitori, era sul suo apecar e un'automobile l'ha tamponato, scappando per sottrarsi alle proprie responsabilità, senza prestargli nessun soccorso, che sarebbe stato inutile, perchè Mattia aveva subito un urto troppo violento per sopravvivere…Responsabile,un pirata della strada,  una persona, anzi una bestia, che causa l'uso di stupefacenti ha causato la morte di altre persone in passato e nonostante tutto continua a drogarsi e spezzare vite… qualcuno, oltre a lui non  è responsabile di avergli riarmato la mano, ridandogli la patente?
Qualcuno avrebbe potuto fermare questo pericolo pubblico e non l'ha fatto! Un tossicodipendente non dovrebbe guidare nessun mezzo! 
Scusate lo sfogo personale! Grazie per questa iniziativa allo sci-club.
Buona Strada a mattia che non ha avuto il tempo di crescere!!! 

Precedente Lady Truck on tv Successivo Buon Compleanno!!! - 35

0 commenti su “Un pirata in automobile &… una vita spezzata.

  1. Gisy, queste sono cose che non dovrebbero mai succedere, soprattutto non a un ragazzino cosi giovane….
    E la mano sulla coscenza se la deve mettere si chi ha ridato la patente a uno cosi… se ti droghi non guidi!  Mi viene da pensare due pesi due misure…. ma non è il luogo adatto…
    Un "saluto" a Mattia… un abbraccio alla sua famiglia che starà vivendo giorni terribili con domande senza risposte… e anche a te perchè so quanto ti ha colpito questa tragedia.
    Buona strada, dovrebbe essere cosi, se non ci fossero, a volte, certe persone sul nostro cammino….

  2. luciano64 il said:

    Gisy ciao
    notizie tristi,specialmente per l'età del ragazzino…………
    Ma chi a piu' colpa ,il drogato,o chi gli ha ridato la patente,oramai non fa piu' nessuna differenza,non ci sarà giustizia che possa ridarci Mattia.
    Forza, un abbraccio anche se virtuale a te.
    E se stanotte guardi il cielo, c'è una nuova stella,la stella di Mattia
    Buonastrada

  3. anonimo il said:

    Ciao Gisy
    questa è stata una brutta vicenda, ha colpito la famiglia ma anche chi frequenta Porretta e Vergato, ognuno di noi conosce qualcuno o più di un familiare… brava gente, semplici e lavoratori, come dici tu      l'"emiliano laborioso"     che si fa voler bene e Fabio ne è il simbolo;
    Non so che dire, fatevi coraggio e ricordate i momenti belli.
    Quando vuoi venire qui troverai sempre la porta aperta e ti accompagnamo volentieri al cimitero.
    Un abbraccio a tutta la famiglia e alle camioniste

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.