Donne & camion…nel mondo…10…Annabellawood

Ciao a tutti!

Oggi è sabato e si va a conoscere le colleghe… siamo ancora negli U.S.A., e vi presento  Annabella, lei è una  lady truck driver che canta la sua vita sulla strada, il genere è country, naturalmente ! ! !
A me piace molto  ! ! !
 

Ecco il suo video:

Questa è la presentazione del video su youtube:

Upbeat lady truck driver sings about her life on the road. Original country music. Recorded by Dan Kleiman at Klimatic Studios in Paoli, PA. Special thanks to Rob Self of Self Heating for the use of his truck which is absolutely gorgeous and for sale! Get in touch with me if you are interested.
If you like this music and want to hear more go to annabellawood.com and sign up. Or check out my interview at northernspiritradio.org where Mark Helpsmeet and I talk about my life's journey and play 6 of my tunes.
Leave me a comment. I love hearing from you.

Questo è il link del suo canale:

http://www.youtube.com/user/annabellawood

Buon weekend, buon ascolto e buona strada a tutti!!!

 

Italiani si diventa

 Ciao Ladyitaliani si diventa
Il fine settimana  avrei voluto essere a Misano, non tanto per i camion, ma per incontrare tanti amici e amiche, ci ho sperato fino all’ultimo…; mi ritrovo a casa a cercare di recuperare arretrati di lavoro e quando sono stanchissima mi concedo qualche pagina di un libro, ieri sera ho finito di leggere “ ITALIANI SI DIVENTA”, dal titolo sembra un’ennesima celebrazione ai 150 anni della nostra Italia, ma Beppe Severgnini lo ha scritto nel ’79 anticipando i tempi di parecchio e senza retorica, un’analisi del Paese attraverso i suoi occhi e il suo vissuto;
davvero interessante e leggerlo è stato un viaggio tra ricordi e nostalgia…. Un tuffo in un passato in parte conosciuto e in altra parte idealizzato… un omaggio gratuito ad un Paese che ha dato tanto e spesso toglie a chi ci è nato… se lo trovate e vi ho incuriosito…
Ora sto leggendo il “regalo di Mony” ed è molto interessante…. A presto i commenti…
Buona Lettura & Buona Strada!!!

Un incontro e una consegna….

Ieri parlando del libro " Faccio il camionista " , ho scritto che ne avevo ordinate due copie…
La seconda era un regalo per la mia amica Gisy… l'ho rincorsa per una settimana e, finalmente, oggi sono riuscita a trovarla!!!

gisy e il libro

Cosi ho fatto la mia " consegna " prima di riprendere la grande a Campogalliano in direzione Milano.

Gisy e MonyLa nostra foto di rito non poteva mancare, anche se non è molto centrata!!! Ma quello che conta è il sorriso!

Un saluto a tutti e buona strada sempre!!! Ciao bbye!!

"Faccio il camionista", un libro di Fabrizio Piras


Oggi vi parlo di un libro…
Si, lo so, ne hanno già scritto lo scorso anno sui giornali di settore, ma… io prima di parlare di qualcosa devo “conoscerla”!!
Cosi l’avevo visto, ma non lo trovavo nelle librerie, poi mi è passato di mente, presa tra mille impegni e la strada da fare.
L’altra settimana, navigando per il web, mi è passato di nuovo davanti: “Faccio il camionista”  di Fabrizio Piras, ho visto che si poteva ordinarlo nelle librerie online, e con l’aiuto di my brother, (perché io li sono una frana) ne ho ordinate due copie. Era sabato. Mercoledì c’era già il pacco ad aspettarmi, consegnato grazie alla tempestività del trasporto su gomma. Come scrive giustamente lui, ogni cosa che noi abbiamo, ce l’abbiamo perché un camion l’ha trasportata. Anzi, un camionista! Anche il suo libro…
Cosi ho cominciato a leggerlo, assaporando le sue parole, condividendo gran parte dei contenuti, le cose che ogni giorno si vivono su strada, la passione, l’essere camionisti dentro, che se non lo sei non duri (e questa è la vera regola!) , l’ironia con cui descrive le situazioni, cogliendo però sempre  il punto della questione. Su qualcosa non ero d’accordo, ma forse perché di generazioni diverse, e per me il “camionaro” è sempre stato semplicemente  il “camionista” nel gergo CB. Anche se devo dire che la sua distinzione ci sta bene. O forse col tempo qualcosa è veramente cambiato anche nel significato della parola.
Le strade d’Italia, tutte accumunate dallo stesso essere “disastrate”…
La solitudine in cabina, la notte, quelle notti che ti chiedi “Cosa ci faccio qui? Chi me lo fa fare…mentre tutti gli altri dormono?”…
Le conversazioni al CB…sembra di sentirle le voci…e il famoso vocabolario delle parolacce da cui spesso attingiamo nelle discussioni…
I puffi, i nostri nemici-amici….
Gli incidenti, quel sapere che parti e non se tornerai…
Il nord est…i colleghi dell’est…la concorrenza dell’est…
E tanti altri capitoli che scorrevano sotto i miei occhi, mi sembrava di leggere nero su bianco tutte le cose di cui parliamo ogni giorno tra noi camionari/camionisti…
 
50276_103803812993511_1819_n
L’ho letto con calma, l’ho anche riletto al telefono ad amici…
Ho voluto gustarlo dalla prima all’ultima parola. Finalmente un libro che ci racconta dal di dentro, dalla cabina di un camion, con gli occhi di chi vede la strada dall’alto e sa cosa vuol dire affrontarla ogni giorno e riuscire a farsela amica.
Io ve lo consiglio. Lo consiglio a chi è del mestiere perché ci si riconoscerà, in tutto od in parte, e soprattutto lo consiglio a chi vuol “capire” qualcosa di quelle persone che stanno sedute dentro un camion, lo guidano, lo vivono, lo amano. Quelle persone che ogni giorno trasportano tutto quello di cui la società moderna ha bisogno.
Buona lettura e buona strada a tutti!!

Dimenticavo, c'è anche questo video, la prima parte è un narrato, poi c'è una sua intervista…

 

Buona strada a Fabrizio e al suo libro!!!

Donne & camion…nel mondo…9… Truck Stop Safety… Judy

Ciao,

questo mio appuntamento con le donne camioniste nel mondo oggi è un pò triste…

Avevo visto il video  su Judy, realizzato da un'altra collega (NJCatwoman), lei fa video-interviste alle sue colleghe americane… poi mi sono imbattuta in questo intitolato "Truck Stop Safety" e mi sono messa a guardarlo, dall'inizio ho capito che non si trattava di una bella storia, tuttaltro…

Queste sono le parole di presentazione al video:

I've lost a couple of friends due to getting struck and killed at a truck stop. One was Charles Cline, from Athens, Georgia. And Judy Stanton and I became fast friends after I made a video starring her, entitled, "The LadyTrucker Chronicles, Meet Judy". We had spoken the night before she got killed by a hit and run trucker at the Love's Truck Stop in Mifflinburg (Bloomsburg) Pennsylvania. The family is still grieving, and any information that you can provide to the PA State Troopers would be greatly appreciated. Truck stops are supposed to be a trucker's "Safe Haven". When you watch this video, you will see how incredibly dangerous that they can be. Please everyone, slow down in the truck stops! Keep your speed between 3-5 mph, and watch for pedestrians. THEY have the "right of way". God Bless Judy, God Bless Charles Cline, and for all the drivers who have been struck and killed at a truck stop, you will never be forgotten. Let us ALL strive for more safety at our "Safe Haven's".

RIP Judith Stanton. My friend. I will miss you forever.

E questo è il video:

Si parla della sicurezza nei Truck Stop, della morte di due colleghi, ed una era Judy, investiti da un camion che andava veloce… sembra una storia assurda, purtroppo è vera. I truck Stop in america sono molto grandi e poco illuminati la notte…
Allora vedendo questo video mi è venuto in mente un episodio che mi capitò anni fa  (ma di giorno) in un autogrill (che per fortuna ora è stato rifatto e modificato) quando dal bar stavo andando nel parcheggio dei camion sul retro ed un "collega" entrò a velocità sostenuta e quasi mi investiva… non aveva visibilità sufficiente per andare a quella velocità!! Degenerò in una discussione alquanto animata, e ancora gliene veniva a lui… io avevo fatto un balzo indietro per non farmi investire, ma se al mio posto ci fosse stata una persona anziana? Eravamo in periodo di gite turistiche e spesso i vecchietti si aggirano per i parcheggi, curiosano tra i camion, anche solo stanno intorno al loro autobus, attraversano piano piano per andare al bar… No, lui aveva fretta e non aveva tempo da perdere, doveva fare gasolio… le aree di sosta, lo dice pure il nome, sono fatte per fare una sosta e normalmente si scende dal veicolo, e si diventa pedoni, e allora il minimo che si può fare quando si entra e si esce da queste aree è di moderare la velocità e di stare più che attenti!
Un saluto a Judy e a Charles, che forse ora viaggeranno su autostrade celesti, un augurio di Buona Strada a tutti, e la speranza di non leggere più notizie come questa…
Ciao…

MISANO ARRIVIAMO!!!

Questo weekend non potete mancare al weekend del camionista!!!!

Vi riporto l'articolo tratto da Romagnaoggi.it

  MISANO – Dal 20 al 22 maggio torna a Misano il Week-end del Camionista, l'unico evento in Italia che unisce novità di prodotto, sport in circuito al massimo livello e raduno d'eccellenza di uomini e mezzi. Quest'anno l'edizione sarà ancora più straordinaria e spettacolare, perché dedicata ai 150 anni dell'Unità d'Italia. Gli appassionati potranno divertirsi, sia sabato che domenica con la seconda prova del Campionato europeo di velocità di "truck". Biglietto dai 12 ai 15 euro.

 I camion e l'autotrasporto, infatti,  uniscono l'Italia. E non conoscono confini. Sono le premesse di un raduno unico, ispirato ai 150 anni dell'Italia unita. Saranno perciò 150 i camion, insieme a quelli esposti dalle Case o impegnati nei test in pista, che animeranno il raduno del Weekend. Si prevede la presenza – con l'abbraccio della folla – di truck decorati provenienti da tutte le regioni italiane e da otto Paesi stranieri, pronti a onorare la ricorrenza con il tricolore e con una parata di capolavori aerografati.

 Decorati al "top" annunciati a Misano: accanto ad alcuni conosciuti e irrinunciabili capolavori, come il Volvo "Intoccabili"  di Paolo Villa e lo Scania "Gladiatore" di Whendy e Michele,  la rassegna di Misano di quest'anno presenta alcune prime assolute: dalla Francia arriva sull'Adriatico, alla guida di Alain Cavard, lo spettacolare "Venezia", dedicato al carnevale della città lagunare. Le donne della famiglia Cavard, Nathalie e Marie, portano in giro invece la storia d'amore della grande cantante Edith Piaf e del pugile Marcel Cerdan.

 Per rimanere in campo sportivo, è destinato a sbalordire il Kenworth di Pierantonio Violetto, "finito di dipingere" venerdì sera 20 maggio: torna così a Misano Valentino Rossi, ma questa volta sulla sua nuova moto tutta rossa. Un'anticipazione del Motomondiale di settembre. Il più famoso dei rallysti italiani, Sandro Munari, accompagna sulle strade l'azienda ligure Gallo Trasporti, mentre dalla Germania (anche in questo caso con una famiglia al volante, Christian e Sigrid) scendono due combinazioni – trattore e corto rimorchio – da non credere: nel loro lavoro abituale, diffondono mille colori sgargianti in un ambiente rude e senza contrasti come le cave di ghiaia o sabbia. E ancora i tori, le leggende del mare, i paesaggi delle Alpi o del Far West, i leoni, i personaggi avventurosi dei film.

 Ma c'è tanto altro da vedere e gustare nel più esclusivo raduno italiano, dai camion a tinte forti del Nord Europa ai super accessoriati italiani ai quali, una volta tanto, piace "ruggire" in libertà: per non parlare di certi interni cabina da sogno, con rivestimenti in pelle e superpotenti impianti Hi-Fi.. Belli fuori e belli dentro insomma.

 Per i professionisti del settore saranno in mostra i  più recenti modelli di automezzi, veicoli rimorchiati, attrezzature di sollevamento, servizi per l'autotrasporto, componenti e accessori, grazie alla presenza di grandi marchi come Daf, MAN, Renault Trucks, Scania; e poi Datacol, Fassi Gru, RAO, Grandi Navi Veloci. Dimostrazioni, test personalizzati in pista e tanta informazione. La rivista Tuttotrasporti è media partner dell'evento.

 Gli appassionati potranno divertirsi, sia sabato che domenica con la seconda prova del Campionato europeo di velocità di "truck". Quella di Misano, che festeggia quest'anno la ventesima edizione, è l'unica pista italiana prevista dal  calendario della FIA, Federazione automobilistica internazionale. Scodate, derapate e sportellate non solo sono prerogativa di auto e moto: anzi, con questi super camion da brivido sono ancora più spettacolari.

 Costo del biglietto d'ingresso: Euro 12,00 Sabato 21 maggio; Euro 15,00 Domenica 22 maggio

TRUCKFEST PETERBOROUGH (GB) ed ELIZABETH WATERS

I primi di maggio si è svolto l'annuale Truck fest a Peterborough in Gran Bretagna e Raffy con orgoglio ci riporta la sua testimanianza con questo breve racconto:

Sono andata al Truckfest di Peterborough (GB)!!!
 

Per il mio primo raduno all'estero ho scelto l'England…più che scelto, mi han fatto una sorpresona!!!
Volo Ryanair, auto a nolo e hotel.
Che spettacoloooo…per gli occhi e per l'anima!!! Ne avevo proprio bisogno!
Era immenso, in 2 giorni non son riuscita a vederlo tutto. Prati di un verde splendido pieni di camion! Nuovi, vecchi, americani, decorati. Tantissimi Scania, i miei preferiti ovviamente! Ho vinto anche un abbronzatura, anzi mi son proprio bruciata…strano vero, scottarsi dal sole in Inghilterra??? Cose da Raffy :-P
Tempo stupendo non si finiva mai di girare, tante foto, ovunque guardavi eri circondato da camion, tanto da non saper che strada prendere…e proprio percorrendo una di queste, che ti vedo?
Uno stand dove ci sono le Lady Truck Drivers UK!!!

Foto e abbraccio con Liz (che poi ho scoperto avesse moltissimi amici in comune con me su facebook)…mi son fatta socia ed ho subito comprato tazza per il caffè, giubbino rosa riflettente,t-shirt, uno spettacolo, ora ci dobbiamo gemellare con loro!!!

Il raduno non finiva più…non bastavano due giorni…ce ne sarebbero voluti almeno 4 per me! Tanti chioschi di fish and chips, gelati, bar, hamburger, gokart, modellini, bancarelle di accessori di camion e tantissimo altro, erano super attrezzati, la miglior cosa sarebbe stato di andarci in camper per godersi appieno tutto lo spettacolo! Insomma, una mega fiera dove i protagonisti erano loro…i camion!
Il sole c'era ed era splendido ma era accompagnato anche da molto vento, tanto, così mi son presa una felpa troooooppo bella…
Di camion ce n'erano vecchi e nuovi, Scania, Volvo, piu' eran vecchi piu' sembravan nuovi! La gente troppo gentile…una pace!
Ditte che esponevano decine di camion, autisti e famiglie accampati in tende e roulotte,ora di pranzo…vai col barbecue.
Il bello è che i camion erano tutti diversi tra loro, tutti coloratissimi, pieni di scritte, di tanti colori, tanti avevano le tendine in tessuto tipo scozzese, tante ditte avevano camion vecchi e nuovi tutti perfetti con la stessa livrea.
Si vede che lassu' c'è una passione diversa…
Due giorni son volati, stanca, cotta dal sole, strapazzata tanto che, al momento di andare via, ho dimenticato il cellulare nell'auto a nolo…una corsa coi tacchi è quel che mi mancava!
Il 3 si rientra in aereo in Italia, solita vita, soliti problemi, un po' di tristezza ma tanto, tanto, tanto felice di aver fatto questo viaggio stupendo con in tasca la tessera delle Lady Truck Drivers UK!

P.S. Ovviamente, nel compilare il modulo di iscrizione ho firmato e riportato il saluto delle Lady italiane…Buona Strada Sempre

Raffy Titta 75

 Elizabeth Waters è la rappresentante del club delle Lady Truck Drivers UK, il gruppo delle camioniste in Gran Bretagna. L’abbiamo conosciuta attraverso la sua pagina su facebook per incontrare altre colleghe e promuovere il club con attività a scopo benefico, proprio come il nostro, ecco il sito www.ladytruckdriversuk.com


Dopo l’incontro con Raffy, Liz ci ha contattate con un messaggio nella nostra bacheca per farci questa proposta: “  Hi ladies, you may have heard of our club, Lady Truck Drivers UK and we have now gone International and inviting Lady Truck Drivers Clubs from all over the world to join our association. Love to hear from you and think your site is great. Liz secretary of Lady Truck Drivers UK and International Lady Truck Drivers Association”.

Mai avremmo pensato di poter costituire un unico gruppo a livello internazionale, anche se abbiamo colleghe estere che ci scrivono o viaggiano con la nostra tabella sulle strade europee. Qualche tempo fa ci scrisse anche un gruppo dal Canada per organizzare un unico raduno ma nel proprio territorio dove il ricavato sarebbe stato destinato ad associazioni di ricerca. Tutto ciò… è grande!

Pertanto ringrazio Raffy per averci rappresentate al raduno e ringrazio Liz per la sua proposta che non si può proprio rifiutare! Perché TOGHETER WE ARE STRONG = INSIEME SIAMO FORTI!  

 

Un libro per tutte… – 1

Ciao Lady9788804598145g

ultimamente ho letto questo libro, a grandi pause, un capitolo per volta, quando avevo qualche minuto libero lo tiravo fuori dalla borsa e leggevo una serie di parole che mi facevano ridere o almeno sorridere… grande potere della Littizzetto; non si perde il filo, non si perde la voglia di sano divertimento… davvero bello, se vi capita sottomano vi consiglio di leggerlo…


BUONA STRADA alle risate…

C'è posta per noi… – 28

 

 

Trasportare Oggi  è anche su Facebook!
Stare al passo coi tempi è una regola fondamentale per chi, come noi, si occupa di comunicazione. Non solo nel senso di fornire una informazione sempre puntuale sull’attualità del nostro settore, ma anche in quello di utilizzare i canali più adeguati per veicolarla nel modo più veloce ed efficiente. Canali che, inoltre, ci permettano di avere un feedback immediato da parte dei protagonisti dell’autotrasporto (e non solo), invitandoli ad interagire con noi.
Oggi l’informazione travalica i confini della carta stampata viaggiando (anche) in rete, sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie per essere condivisa in un altrove virtuale, nuovo punto di incontro per la comunità digitale. E’ l’ultima frontiera della comunicazione sociale: ogni giorno, ogni ora, idee, opinioni, commenti su qualsiasi fatto rimbalzano sui social network, luoghi privilegiati per la condivisione, il dialogo, lo scambio.
Ecco perché anche Trasportare Oggi ha scelto di aprire una pagina dedicata su Facebook, il più famoso e frequentato tra i social network. Per essere ancora più accessibile, per relazionarsi e confrontarsi con voi. Per aprirsi al mondo.
Non rimane dunque che invitarvi sulla fan page di Trasportare Oggi, sulla quale saranno inoltre rimandati automaticamente i video e le playlist preferite creati sul canale Youtube dedicato alla nostra rivista.
Cliccate numerosi su “Mi piace”! Noi siamo lì ad aspettarvi:

http://www.facebook.com/transpobank#!/pages/Trasportare-Oggi-in-Europa/213543848657022
 
Trasportare Oggi in Europa delfini