BUONA STRADA a DINO

Ciao  Lady

torno sul blog dopo un periodo d'assenza e avrei voluto scrivere di cose belle… invece ho il magone alla gola perchè non mi vengono le parole per salutare un amico che ci ha sempre incoraggiato e sostenuto. Come l'ultima volta che l'ho visto, in occasione della Sfilata organizzata dall'HTT…

Lo ricordo seduto a tavola che mi parla sorridente, che m'incoraggia a non dar credito a chi giudica perchè guidato da invidia, mi esorta a continuare per la mia strada seguendo la strada del cuore…

Dice che il bello del nostro gruppo sono la nostra semplicità, le nostre facce trasparenti, le nostre emozioni trasmesse e i nostri sorrisi… Elda a rappresentare tutte, con la vitalità e la grinta dei veneti…
 

Mi prende in giro perchè sbadatamente mi sono rovesciata addosso il vassoio con la grigliata e ho macchiato i pantaloni, come una bambina…
Mi racconta di una storia d'amore nata tra due persone per lui importanti… dimostrando tanta sensibilità; ma allo stesso tempo determinato a sostenere un'opinione il momento in cui si presenta un spiacevole  equivoco tra i presenti… e la serata continua… una persona unica, sotto questo aspetto, c'è il momento per i chiarimenti e quello per far festa, mischiarli crea solo confusione e non va bene, dice.
Le rassicurazioni, quando stupite abbiamo aperto una busta con dentro delle banconote per le nostre iniziative, da parte di un camionista che non aveva voluto essere presente:"Non preoccupatevi, ha voluto così, una scelta, si fida e vi ammira!", ma poi si da da fare per farci avere il numero di telefono e possiamo chiamare e ringraziare.

Al momento dei saluti, tante raccomandazioni e un arrivederci ad Agosto… ma non ci rivedremo, purtroppo, ogni volta manca qualcuno…
Vorrei parlare di lui, come persona, come uomo che ha vissuto la sua vita nel mondo dell'autotrasporto, ma non so praticamente nulla, se non qualche episodio raccontato ai raduni… Vorrei poter dire tante cose, invece mi viene solo in mente quando parlava delle persone che erano venute a mancare dalla ditta con la voce tremante…
Anche a questo servono queste pagine, a non far sentire che trema la voce…a salutare da kilometri di distanza chi ha condiviso momenti di spensieratezza, ad abbracciare virtualmente chi gli ha voluto bene, chi ha lavorato con lui e magari ci ha anche discusso, ma ora è triste… perchè per tanti, ROMAGNA  trasporti è sinonimo di famiglia, e come tale vive il dolore… L'ha portato via una strada in quello che doveva essere un momento di gioia… ma sarà sempre con noi, con  il suo sorriso e la sua imponente voce…

Ovunque tu sia ora… BUONA STRADA DINO
 

Precedente C'è posta per noi - 29 Successivo A tutti i camionisti che non ci sono più

5 commenti su “BUONA STRADA a DINO

  1. Schianto al rally, muore pilota

    MALO.La vittima dell'incidente è Illide Romagna detto Dino. I sanitari del Suem hanno tentato invano di rianimarlo

    L'uomo ha avuto un malore ed ha perso il controllo della sua Lancia che è finita contro un'auto parcheggiata fuori dalla pista 20/06/2011

  2. Zoom Foto

    La Lancia Delta Martini ribaltata dopo il tremendo impatto fuori dalla pista di Malo. FOTO RUGGIERO| Illide Dino Romagna

     

    Claudia Ruggiero
    Aveva concluso il giro dimostrativo tra gli applausi di appassionati e amici a bordo della sua Lancia Delta Martini, durante il Trofeo Città di Malo. Ma Illide Romagna 67 anni, conosciuto da tutti come Dino, non ha fatto i conti con il cuore malato da tempo. Appena concluso il giro in pista, Illide stava portando l'auto a parcheggiare quando un malore improvviso ha fatto schizzare l'auto in avanti. Il mezzo fuori controllo è andato a sbattere su una Ypsilon Dieci parcheggiata poco lontana e la Lancia si è ribaltata. Subito è scattato l'allarme, in molti hanno pensato che solo un malore potesse far deviare l'auto da rally in quel modo. Illide era un pilota esperto, già campione italiano ed europeo di Auto cross.
    La famiglia Romagna, nota in paese per l'attività di autotrasportatori, ogni anno è tra i promotori della gara di rally che si svolge in zona industriale. Gli organizzatori avevano chiesto con insisistenza la partecipazione di Dino che nei giorni scorsi era fuori paese. Così nelle fasi finali della gara, solo per la grande passione che aveva per i motori, Dino è montato sulla Delta Martini per un giro dimostrativo, come faceva sempre nelle gare in cui veniva invitato come ospite per il suo passato da campione. Concluso il giro, Dino stava portando l'auto nel parcheggio quando un colpo al cuore ha provocato l'incidente. Secondo le prime testimonianze infatti, Romagna avrebbe rallentato prima di una curva, e poi accellerato di colpo andando a sbattere contro una Lancia Ypsilon ferma e affiancata alla sede del Regno dei Testimoni di Geova in via Montello.
    Subito dopo l'impatto la vettura del pilota si è ribaltata su sè stessa, il forte impatto poi ha fatto divampare le fiamme per qualche secondo, spente dalla Protezione civile che era a bordo pista per il servizio di sicurezza della manifestazione. Dopo qualche minuto sono intervenuti i soccorritori che hanno estratto dall'auto il corpo. All'arrivo del Suem l'uomo è stato intubato e dopo alcuni minuti di defibrillazione, Romagna è stato caricato sull'autoambulanza e trasportato al pronto soccorso del "De Lellis" di Schio dove è arrivato in condizioni disperate.
    Sul luogo dell'incidente sono intervenuti gli agenti della polizia locale e i carabinieri che hanno chiuso l'accesso a via Montello e si sono attrezzati per i primi rilievi. La gara è ripresa dopo una quarantina di minuti, giusto il tempo di far giungere gli spettatori incuriositi alle transenne che sbarravano la strada verso il punto dello schianto. Nessuno immaginava che il campione del rally fosse all'ultima corsa .

  3. anonimo il said:

    A NOME DEI  B&B , CONDOGLIANZE A SIMONE PER LA PERDITA DEL  CARO PADRE, UN GRANDE CAMIONISTA  , DINO ROMAGNA !!!!

    Franco B&B

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.