Voglio ridere… per non piangere…

“Voglio ridere quando piangerai e ti dirai pensandomi
Aveva si ragione lui e capirai perché….”

 

E’ la strofa iniziale di una vecchissima canzone dei Nomadi (SEMPRE!!!  )….
Cosa centra con quello che sto per scrivere… forse niente, ma mi piaceva e un po’ rende l’idea di certe assurdità…
 
Voglio ridere...per non piangere...
Dunque, avevo pensato di aggiornare il blog col nuovo calendario dei divieti di circolazione, quelli introdotti con decreto n 277 del 19 luglio 2011 (vi ricordate la farsa dell’altra settimana?) e alla fine pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 23 luglio 2011, sabato, e quindi entrati in vigore.
Queste sono le nuove date:

– dalle ore 16:00 alle ore24:00 di venerdì 26 agosto
– dalle ore16:00 alle ore22:00 di venerdì 2 settembre
– dalle ore16:00 alle ore22:00 di venerdì 9 settembre
– dalle ore16:00 alle ore 22:00 di venerdì 28 ottobre

 
Questi nuovi divieti, tanto voluti dall’Unione consumatori Codacons, che aveva fatto ricorso al TAR del Lazio per ottenerli… bè, hanno un che di strano, si strano, perché a settembre ci troviamo i primi due weekend cosi regolati:

– divieto il venerdì dalle 16.00 alle 22.00
– sabato
SENZA alcun divieto
– domenica  col consueto blocco dalle 07.00 alle 24.00…
 
Dove sta la logica in tutto questo???
I camion sono “pericolosi” e intralciano il traffico il venerdì pomeriggio e non il sabato?

 
Mentre a fine ottobre:

–   venerdì 28, divieto dalle 16.00 alle 22.00
–   sabato 29, divieto dalle 14.00 alle 22.00
–   domenica 30, divieto dalle 08.00 alle 22.00
–   lunedì 31, LIBERO
–   martedì 1 novembre, dalle 08.00 alle 22.00

 (beati quelli che si fanno un weekend cosi lungo, in un’Italia che si professa sempre in crisi e senza soldi…)
 
E’ proprio vero che non c’è limite alla “fantasia” umana…
E nemmeno alle prese per il c..o alla nostra categoria di LAVORATORI!!!
Naturalmente restano in vigore le solite deroghe, quindi di camion in giro “autorizzati” ce ne saranno lo stesso… (sempre in risposta a chi si chiede perché nei giorni di divieto non stanno TUTTI fermi!)

 
E naturalmente restano in vigore anche i divieti stabiliti prima:
 

Agosto:
Tutte le domeniche: dalle ore 07:00-24:00
Venerdì  5: dalle ore 16:00 alle 24:00 
Sabato 6: dalle ore 00:00 alle 23:00  ATTENZIONE: sono 31 ore ininterrotte di divieto!!!!
Venerdì 12: dalle ore 16:00 alle 24:00 
Sabato 13: dalle ore 07:00 alle 23:00
Lunedì  15: dalle ore 07:00 alle 23:00 
Sabato 20: dalle ore 07:00 alle 23:00
Sabato 27: dalle ore 07:00 alle  23:00 
 
Settembre:

Tutte le domeniche: dalle ore 07:00 alle 24:00
 
Ottobre:

Tutte le domeniche:  dalle ore 08:00 alle 22:00
Sabato 29: dalle ore 14:00 alle 22:00 
 
Novembre:
Tutte le domeniche: dalle ore 08:00 alle 22:00
Martedì 01: dalle ore 08:00 alle 22:00 
 
Dicembre:
Tutte le domeniche: dalle ore 08:00 alle 22:00
Mercoledì 7: dalle ore 16:00 alle 22:00 
Giovedì  8: dalle ore 08:00 alle 22:00 
Venerdì 23: dalle ore 16:00 alle 22:00 
Sabato 24: dalle ore 08:00 alle 22:00 
Lunedì  26 dalle :ore 08:00 alle 22:00

Voglio ridere...per non piangere... Voglio ridere...per non piangere...
Detto tutto questo, viene un pò difficile augurare "Buona strada", ….ma lo faccio lo stesso:
Buona strada a tutti e buone vacanze!!!

Per vivere libero….

Buona domenica a tutti…

Questa che scrivo oggi è una pagina del mio diario di due mesi fa… un incontro e una considerazione che si ricollega a quello che ho scritto venerdi… a quella  "libertà" che giorno dopo giorno ci stanno togliendo insieme alla nostra dignità….ma noi, ostinati, andiamo avanti perchè…

"Giovedì, 02 giugno 2011

Per vivere libero…

Ieri, su una rotonda a Castellanza, ho dato la precedenza ad uno Scania bianco, bilico, portacontainer, aveva una scritta sopra il parabrezza, ho fatto appena a tempo a leggerla mentre mi passava davanti:
"PER VIVERE LIBERO"…
"Magari fosse cosi…" ho pensato….
Magari fosse vero, è la nostra illusione più grande, quella di essere liberi, forse ci sentiamo cosi perchè non lavoriamo al chiuso di quattro mura, forse ci illudiamo che il nostro essere sempre in giro, sempre in viaggio, sia un sinonimo di libertà, il fatto di non avere sempre qualcuno vicino che controlla ogni nostro movimento, il poterci fermare ogni volta in un Bar diverso a bere un caffè diverso… vedere albe e tramonti da prospettive sempre nuove, facce nuove… poter decidere di chiudere il mondo fuori dalla nostra cabina e condividerla solo con i nostri pensieri… basta spegnere il baracchino ed il telefono ed il mondo degli altri non ci raggiunge più… lasciare a casa tutti i problemi e pensare solo ai chilometri di asfalto nero che ci aspettano questa volta…
Sono tutte "dolci illusioni", e lo sappiamo, ma sognare è bello…. poi sappiamo benissimo che "dietro" abbiamo il carico da consegnare, un orario da rispettare, un padrone che vuole che arriviamo presto e consumiamo poco… che c'è chi ci tiene prigionieri in infinite attese per documenti ed operazioni varie di carico e scarico, in dogane, in porti ed aeroporti, in magazzini di logistica… che dobbiamo cercare di essere gentili con tutti, ma che non sempre ci riusciamo… che se non rispettiamo le "regole" che altri hanno scritto per noi verremo sanzionati… che… che… che…

17052010 tramonto in A 4
Ma non c'è niente da fare…
PER VIVERE LIBERI,  per sentirci liberi, facciamo i camionisti…"