una nuova amica: Deborah!

Il bello del nostro lavoro è che prima o poi le strade si incrociano, poi se un collega che viene da lontano arriva nelle tue zone è ancora più facile incontrarsi e così è successo per me e Deborah. Lei è laziale e attraverso un messaggio su fb vengo sapere da mia mamma che era proprio a pochi km da casa!!  fortunatamente eravamo appena rientrate, e la stanchezza non ci ha impedito di prendere la macchina e andare a conoscere Deborah!!! così ci scambiamo i numeri di telefono d’accordo di aspettarci  al posto di carico dove facciamo la foto di rito. 🙂

Andiamo in piazza per un caffè e due chiacchiere in compagnia di altri colleghi dove abitualmente fanno carica batteria.

Il tempo è sempre poco ed è ora di partire per Deborah così ci salutiamo baci abbracci e poi sfanalate a valvola aperta e penso: come vorrei essere anch’io con lei!!! 🙂

Buona strada e occhio vivo sempre alla prox Deborah!!!

 

C’è posta per noi

Lunga la strada da percorrere insieme..lunghe saranno le nostre avventure..
eterno sarà il bene che provo x voi! Guidare i miei camion..non c’è cosa più
bella al mondo..VI AMOOOOooo. Spero che queste foto vi facciano capire tante
cose…commentate…Questo è dedicato ad una persona importante,capace di
ascoltare e di dare consigli..di farmi sorridere di dimostrarmi l affetto è l
amore in ogni momento della mia vita, papino Michele grazie di tutto,quando una
passione ti attraversa il Camion è così è capace di consolarti..in momenti difficili..il camion è capace di farti passare momenti magici ed indimenticabili..

Ecco Scania 141 scania 142 siete i miei migliori amici…La mia passione…niente e nessuno potrà ostacolarla..x sempre..in qualsiasi posto sarete, io ci sarò, su qualunque strada.. e cmq vada non ci perderemo!!! Siete speciali non dimenticatelo mai .
Quando penso al presente son felice anzi felicissima,xchè voi tre < scania 141 scania 142>>siete sempre con me,non mi stancherò mai di dirvi GRAZIE
D’ esistere!!!!Ho sempre avuto paura che in un mondo così grande non avrei mai
potuto trovare la metà dei miei sorrisi…la metà delle mie giornate..poi un
giorno,così x caso mi accorsi che in una piccola parte di questo mondo…
incontrai la passione di guidare i camion..un sogno diventato realtà grazie al
mio papà…TI AMO..Baci dalla tua piccola stella del tuo cuore grazie di tutto
papà grazie scania 141 grazie scania 142.
Vi amooo by Angela 84…..
Buona Strada

Incontri on the road

Mai me lo sarei aspettata di trovare la Silvia a Clès.

 

Io avevo appena finito di caricare mentre lei era appena arrivata… parcheggia vicino a me e andiamo in ufficio.

Facciamo 4 chiacchiere e poi ci salutiamo visto che avevo ancora poco tempo disponibile (maledette ore di impegno). Faccio alcune foto e poi si scende trukke trukke giù per la Val di Non. Alla prox e buona strada sempre!!!

Il Sabo Rosa alla nostra Gisy!!!

Ciao!!

Volevo segnalarvi qualche articolo sull’assegnazione del Sabo Rosa 2012, offerto in occasione dell’8 marzo dalla Roberto Nuti Spa, che quest’anno è andato alla nostra cara Gisy!!!

Buona lettura e buona strada a tutti!

E ancora tanti complimenti alla Gisy!!!

Questo è tratto dal sito www.sabo.it:

Il Sabo Rosa a Gisella del Buonastrada Lady truck driver team

E’ l’autotrasportatrice Gisella Corradini ad aggiudicarsi il Sabo Rosa 2012, lo speciale riconoscimento promosso dalla Roberto Nuti Spa che da tre anni viene assegnato l’Otto Marzo a una donna che si è particolarmente distinta in un mondo tradizionalmente maschile, come quello dell’autotrasporto. Gisella Corradini, portavoce del gruppo «Buona strada lady truck driver team», ha ricevuto oggi nella sede della Roberto Nuti Spa un esemplare del raro ammortizzatore dipinto di rosa.

Gisella Corradini, 45 anni, è originaria di Fiorano Modenese e fa la camionista dal 1994, conciliando il lavoro con il ruolo di moglie e l’impegno di mamma. Gisella è un punto di riferimento per tutte quelle donne che, come lei, condividono la passione per questo lavoro. La scelta della commissione non è stata semplice, per via dell’alto livello delle numerose candidature.

«Il marchio Sabo – dice Massimo Nuti, direttore generale della Roberto Nuti Spa, nella foto insieme alla premiata – si è affermato in tutto il mondo anche grazie all’impegno profuso dalle tante donne che, ancora oggi, la nostra azienda impiega, in particolare nella nostra sede direzionale nel bolognese. Il settore del trasporto pesante, in cui operiamo da decenni, come tutti sanno, è sempre stato un mondo fortemente maschile. Dagli anni Novanta in poi le cose cominciarono a cambiare significativamente, grazie anche alla tenacia e alla passione di donne come Gisella Corradini. Per questo abbiamo pensato, tre anni fa, di istituire questo riconoscimento dedicato alle donne che si sono fatte onore in questo settore, siano esse autiste di camion e autobus, siano esse dirigenti di imprese dell’autotrasporto. Il Sabo Rosa è una versione speciale del nostro storico ammortizzare, un esempio di made in Italy e, consentitemi, anche un prodotto simbolo della tradizione meccanica del nostro territorio. Pur essendo la Roberto Nuti Spa presente in oltre ottanta Paesi, ci inorgoglisce ricordare l’origine del nostro marchio di punta: il marchio Sabo, infatti, è l’acronimo di Shock absorber Bologna».

Questa la motivazione che la commissione della Roberto Nuti Spa ha accompagnato al premio:

«Gisella Corradini ha dato voce, prima di tutto sul Web e in tempi in cui i collegamenti Mobile dovevano ancora affermarsi, a tutte le donne che in Italia svolgono la professione di camionista. Gisella Corradini, imprenditrice e mamma, si impegna molto anche come portavoce di questo folto gruppo, facendo così emergere il lato femminile di un mondo che per generazioni è stato tutto al maschile». Infatti, attraverso il blog «Buonastrada», Gisella e le sue colleghe si incontrano, socializzano e «accorciano le distanze reali che le separano».

«Il gruppo è ciò a cui teniamo di più – rivela Gisella – e nasce per dare un volto positivo alla figura del camionista, che spesso viene dipinto in termini negativi. Comunemente si pensa che il mondo dell’autotrasporto sia solo maschile ma non è vero, perché ne fanno parte moltissime donne, soprattutto nella piccola distribuzione. Un altro motivo per cui si sente poco parlare di noi è perché tendiamo poco a metterci in mostra».

Gisella, che sognava di guidare i pullman gran turismo, nel 1994 inizia questa nuova esperienza di autotrasportatrice, seguendo i suggerimenti di un’amica. Fu subito amore, nonostante i ritmi, gli orari e i sacrifici che contraddistinguono questo mestiere. Ma è la passione che la guida sempre, perché «se ti manca, non resisti». Oggi lavora con il marito, ma ognuno ha il suo mezzo: e così, tutte le mattine, Gisella salta sul suo Daf, aerografato con leopardi, orsi bianchi, rose blu ed arcobaleni, per consegnare in tutto il nord Italia merci di valore, per conto di una nota azienda di logistica.