Crea sito

Anno 2012: il mio weekend del camionista…

Questo è un racconto di Gisytruck, una pagina del suo diario, una di quelle che ti si imprimono nella mente e non si cancellano più, passano gli anni ma certi giorni  non si scordano, non è possibile e non sarebbe giusto.

——————————————————————————————————–

0098 - 26 Gisy e Tania 23 09 2008

Ma quanto mi son divertita stasera?!?!

Un’ottima scelta quella di Tania, un ristorante dove il pesce è re del menù e per chi come me viene dall’entroterra è un vero paradiso. Antipasti, vino bianco frizzante…Spaghetti e vino; frittura e vino; dolci e vino dolce… che spettacolo!!! Approfitto del fatto che non devo guidare… e che per una volta stacco la spina dalla quotidianità…Tania ci riporta sani e satolli in albergo.

Finalmente in camera, a dar sollievo ai miei piedi… tutta la giornata a guardare le prove dei camion e quegli stand che han scelto di venire a questa manifestazione: Week End del camionista.

Camion in tutte le salse: in esposizione, in gara, in prova, modellini, raduno… poi la cena, il rientro, le ultime chiacchiere e ora son talmente stanca che non riesco ad addormentarmi.

Questo albergo è a ridosso del circuito, ieri sera quando siamo arrivate c’era un Blue Shark parcheggiato vicino all’ingresso, sembrava un maggiordomo a dare il benvenuto. La mia camera ha finestra su degli alberi e sento musica, senza vedere da dove proviene…dopo toilette e pigiama, in tv non trovo nulla di interessante e allora meglio dormire… domani sarà un altra sfacchinata.. appuntamento alle 9 per colazione.

Non mi rendo conto di quanto tempo è trascorso da quando mi son sdraiata, mi sveglio di sobbalzo spaesata… non capisco cos’è il rumore che mi ha svegliata, ma soprattutto cosa succede al mio stomaco, mai provato questa sensazione di nausea: ho capito, mi sono ubriacata per la prima volta in vita mia…in pochi secondi accendo la luce… sul tavolino vedo che la bottiglia d’acqua che ho portato su prima dalla reception sembra schekerata… ma allora? Allora questo rumore non è un bisonte della strada… queste vibrazioni sono altro… le pareti non sembra a me che si muovano, si muovono veramente e devo uscire prima possibile.. cerco di aprire la porta ma serve un ‘infinità di tempo o così sembra a me… quando finalmente esco in corridoio c’è un silenzio da film horror… a parte la porta sulla mia destra che si sta aprendo è tutto normale… luce accesa e silenzio…

ci guardiamo increduli… non ci conosciamo e siamo gli unici in tutto lo stabile ad essere svegli, è un ragazzo che mi chiede “ma era il terremoto?” “sembrava di sì, ma l’abbiam sentito solo noi? Impossibile!” Aspettiamo qualche minuto, nessun movimento… guardo la porta dove dorme Tania con la tentazione di svegliarla, poi l’immobilità totale di tutto mi fa desistere “sarà stato un camion, ciao, buonanotte!” e me ne torno a letto, dove ovviamente non riesco a prender sonno… prendo il computer e in pochi minuti capisco che siamo lontani da un disastro… chiamo a casa e mi assicuro che sia tutto a posto, svegliandoli… ok ora provo a dormire davvero. Sogno un terremoto che in realtà non ho sognato ma era una scossa d’assestamento..

terremoto-maggio-2012

Dopo poche ore mi alzo, mi preparo per trascorrere un altra giornata sul circuito e vado a svegliare Tania, la informo del terremoto dalle nostre parti e lei mi prende in giro dicendomi che era solo una sbronza e non mi devo preoccupare… poi accende la tv e finalmente mi crede. Le racconto che durante la notte dalla camera a fianco la mia era uscito un ragazzo, mentre la sera precedente ci ha dormito un collega che si definisce play boy e scoppiamo a ridere, per un attimo …poi Lei parte in quarta a fare supposizioni su come aiutare e cosa può servire. Trascorriamo la giornata chiedendo a chi arriva notizie più dettagliate, sul momento sembra non ci siano gravi danni, invece non sarà così.. una giornata un po’ in sospeso, felici di stare in compagnia e guardare le gare ma allo stesso tempo preoccupate per gli amici che abbiamo in quella zona; Comincia da lì la nostra collaborazione con la protezione civile e le varie consegne a Finale Emilia perchè il giorno dopo ci mettiamo in contatto con l’associazione di cui facciamo parte e ci organizziamo.

Rientrando la sera cominciamo a capire l’entità del disastro dal numero dei mezzi delle forze e dei vigili del fuoco che si dirigono verso l’Emilia ferita.

A building in San Felice Sul Panaro is damaged following an earthquake on May 20, 2012 in the Modena province. Panicked people rushed into the streets when a powerful earthquake shook northern Italy early Sunday, killing three people and injuring at least 50.  AFP PHOTO / GIUSEPPE CACACE        (Photo credit should read GIUSEPPE CACACE/AFP/GettyImages)

Non era un Truck e purtroppo non era neanche un sogno, una cruda realtà.

Il lunedì mattina il mio viaggio era per Camposanto e ho cominciato a toccare con mano cosa significa mollare tutto e scappare perchè vibra tutto, il pavimento , le pareti e il tetto… solo sul camion e lontano da edifici c’è un momento di tranquillità… la ditta è aperta, manca molta gente, ma ogni tanto tutto s’interrompe e si radunano le persone nell’area predisposta… andrà avanti così per tante settimane del 2012… e non ci si fa l’abitudine, si sopravvive.

6760141_orig

Un altro “week end del camionista ” sta arrivando ma il 2012 sarà indimenticabile! Almeno per me.

———————————————————————————————————————

(Le foto del terremoto sono prese dal web)

 

Read More →

Trucking, A Man’S World?

Lei è una simpatica lady truck americana, questo è il suo canale “Trucking is Glamorous!  https://www.youtube.com/channel/UCEzEoMxY7FrnkVfbe36RUJw 
e questo è un simpaticissimo video che ha fatto, sul mondo dell’autotrasporto, un mondo di uomini? 😀
Trucking, A Man’S World?“, per sorridere un pò!!!
Buona visione e buona strada sempre!!!

 

 

 P.S. : lei viaggia col suo compagno e due bei cagnoloni!!!
Read More →

Una grande “caminhoneira”!!!

Se su Youtube trovo video che raccontano storie di colleghe cerco sempre di guardarli, alcuni sono veramente belli, altri un pò meno, ma mi è sempre piaciuto vedere che in ogni parte del mondo c’è qualche donna che guida i camion con passione, anche se sono sempre troppo poche rispetto agli uomini. Ultimamente ho trovato questi video che “raccontano” di Thais, caminhoneira brasiliana. Il primo è davvero bello e fa parte della serie “Na Estrada”, dedicata ai camionisti brasiliani e alle loro tipologie di trasporto.

 

Il secondo è un’intervista a lei e a una sua collega Luzia Alexandra. Io non parlo brasiliano (portoghese), ma si capisce abbastanza  quello che dicono, e poi le immagini da sole raccontano bene la loro vita!!!

Buona strada sempre  colleghe!!!

Read More →

Film: “Il camionista”

Il-Camionista-Giorgio-Tirabassi-Luca-Gaudino

 

Per chi, come me, non è riuscito a vederlo al cinema, giovedi sera su Canale 5 in prima TV, il film “Il camionista”.

http://www.mediaset.it/canale5/articoli/il-camionista-prima-tv_15823.shtml#

 

IL CAMIONISTA – PRIMA TV

GIOVEDI’ 29 DICEMBRE – In Prima Tv Canale 5, Giorgio Tirabassi e Simona Borioni in un dramma che affronta sapientemente i temi caldi di clandestinità e tossicodipendenza…

In Prima Tv Canale 5 un film di Luciano Gaudino con Giorgio Tirabassi, Simona Borioni, Pippo Delbono, Elena Cotta, Nicola Nocella e Nicola Di Pinto.

Giorgio Tirabassi è Riccardo, un uomo di quarantotto anni con una situazione familiare complessa: è appena uscito da un divorzio difficile con moglie Sara, ex tossicodipendente, e ha una figlia di dieci anni di nome Angela che vive con lui e la sua anziana mamma.

Di professione fa il camionista e con il suo camion è implicato in un traffico clandestino.

Un giorno riceve ordine di portar da lui e custodire temporaneamente Maisha, una bambina africana affetta da piccole turbe psichiche.

L’uomo non può tirarsi indietro e la bambina diventa compagna di giochi di sua figlia. Ma Maisha è destina a tutt’altra vita…”

Read More →

Buona strada Silvia!!!

Un articolo e un video dedicati a Silvia, la camionista più giovane d’Italia!!

http://youmedia.fanpage.it/video/aa/WEfq9uSw6pSN5u4c

http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/trento/cronaca/2016/12/21/news/silvia-coi-tacchi-a-spillo-alla-guida-del-suo-tir-1.14598384

 

image

“VALLARSA. Ha solo 22 anni ma alle spalle ha già diverse migliaia di chilometri a bordo del suo camion. Lei, Silvia Aste di Vallarsa, è la più giovane camionista italiana e dalla scorsa estate guida il suo mezzo 5 giorni a settimana lungo le strade del Trentino. Una professione difficile, che porta via molto tempo e che costringe a turni e orari che poco si addicono alle donne, ma lei è cresciuta sempre a fianco dei tir e sin da bambina i camion hanno fato parte del suo vivere quotidiano.

Da sempre appassionata di veicoli pesanti, la sua professione è una questione di destino anche se c’è lo zampino del papà, pure lui camionista: «Fin da quando ero bambina – rivela – salivo con lui sul camion e facevo qualche viaggio. Crescendo col tempo non è svanita, ho frequentato la scuola per diventare parrucchiera, ma a metà del terzo anno ho sviluppato un’allergia ai prodotti usati. Ho tenuto duro e finito la scuola sapendo che non avrei potuto esercitare la professione. In seguito ho fatto dei lavori saltuari fin quando non ho ottenuto la patente per guidare gli autoarticolati.

Mio papà da qualche tempo soffre di mal di schiena e così dallo scorso luglio lo sostituisco alla guida». Impiegata in un lavoro molto pesante e in un ambiente nettamente maschilista, Silvia pare a suo agio nella cabina del camion, personalizzata con fiori e i coprisedili zebrati: «Sicuramente è più impegnativo rispetto ad altri lavori che ho svolto perché significa svegliarsi all’alba e andare a dormire la sera tardi sapendo di dover ricominciare tutto il giorno dopo. Eppoi non si tratta solo di guidare ma ci sono anche le operazioni di carico e scarico. Però a me non pesa, sicuramente non pesa di più rispetto ad altri lavori che ho svolto in passato ma che non corrispondevano alla mia passione. Guidare il camion mi dà un grande senso di libertà e pazienza se ci devo rimettere qualche ora di vita sociale e serate con gli amici».

Proprio gli amici sono i suoi primi supporters, la mamma un po’ meno. «Alla fine ha dovuto arrendersi – rivela – ma vedendomi contenta e soddisfatta del mio lavoro le pesa meno la mia professione. Gli amici sono un po’ divisi, c’è chi si chiede chi me l’abbia fatto fare, chi si chiede come faccia a svolgere così tante ore consecutive tutti i giorni, ma in molti dicono ammirati che ho realizzato ciò che volevo fare sin da bambina». Quello che la fa arrabbiare sono gli autisti indisciplinati: «Alle volte è davvero difficile mantenere i nervi saldi, perché molti automobilisti non riescono a capire che un camion necessiti di più spazio per effettuare anche una semplice svolta verso destra e spesso usano il clacson a sproposito pensando a una direzione diversa da quella segnalata. Un altro problema riguarda i rallentamenti, un camion non è un’auto e ha bisogno di più spazio per frenare, ma i pericoli maggiori provengono dai motorini. Pur avendo una visione dall’alto rimangono dei punti ciechi e spesso i motorini si infilano proprio lì e si rischia di investirli involontariamente».

 

—————————————————————————————–

 

Buona strada sempre Silvia!!!!

Read More →

Un appuntamento a Giussano!!!

Babbo NataleUn appuntamento con gli amici del Coast to coast truck team, domenica pomeriggio a Giussano!!!!

Read More →

Diario fotografico dal pranzo delle Lady Truck!!! (parte quarta)

Ed eccomi con l’ultima parte delle fotografie scattate al nostro pranzo!!! Una giornata bellissima in compagnia di gente allegra e bellissima!!! L’appuntamento è per tutti all’anno prossimo!!!
Buona strada sempre!!! 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Read More →

Diario fotografico dal pranzo delle Lady Truck!!! (parte terza)

Continuo a girare tra i tavoli e sulla veranda della 45….la giornata è grigia ma l’atmosfera è solare, illuminata dai sorrisi dei presenti!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(continua…)

Read More →

Diario fotografico dal pranzo delle Lady Truck!!! (parte seconda)

Continuo a pubblicare le foto del nostro pranzo… girando tra i tavoli, tanti sorrisi!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 (continua…)
Read More →

Diario fotografico dal pranzo delle Lady Truck!! (parte prima)

Comincio a pubblicare un pò di foto per ricordare il nostro pranzo annuale e per ringraziare tutte le persone (amici e colleghi) che sono venuti a condividere una giornata di festa in compagnia!!!
Un benvenuto ai tanti nuovi amici che hanno partecipato per la prima volta e un salutone anche a tutti quelli/e che quest’anno non sono riusciti a venire per vari motivi, ci siete mancati, ma l’invito è sempre valido per il prossimo anno!!! Vi abbracciamo e vi salutiamo tutti!!!
Ed ora le foto!!!
 
Ci siamo ritrovati all’area di servizio di San Zenone per il primo caffè e fare un pò di strada insieme:

 

 

 

 

 

E finalmente siamo arrivati al “Nostro Ristorante”, dove per tradizione ci ritroviamo tutti gli anni perchè ormai siamo di famiglia!!!!
Ed ora tutti a tavola…. io giro e scatto foto qua e là, come sempre mi scuso se qualcuno non l’ho immortalato… eravamo in tanti e non stavamo “seduti e composti”, il bello è girare a far chiacchiere tra un piatto e l’altro!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(continua!!!)
Read More →