Ci faranno un bel regalo per Natale???

Ci faranno un bel regalo di Natale??? Per tutti quelli di noi che percorrono spesso l’A1 tra Bologna e Firenze, una “variante di valico” nuova di zecca dopo tanti (troppi??) anni di attesa?
Riporto qui alcuni articoli comparsi on line in questi giorni:
Da “Firenze Today”

 

A1 Firenze-Bologna: dopo 11 anni di attesa, a dicembre aprirà la terza corsia

Il viceministro Nencini: “Aprirà a dicembre 2015”,
l’oramai mitologica ‘variante di Valico’, i 65,8 km dell’autostrada del
Sole compresi tra Barberino di Mugello e Sasso Marconi


Diego Giorgi

19 ottobre 2015

 

“Aprirà a dicembre 2015”, l’oramai mitologica ‘variante di Valico’,
il tratto dell’A1 tra Firenze e Bologna via Appennini. Chiaramente un
mito tutto italiano, che narra di infrastrutture pensate, cominciate e
poi irraggiungibili. Ritardi, inchieste, continui stop and go, la
girandola delle ditte, con quella cartellonistica, “Stiamo lavorando per voi”,
che alla lunga oltrepassa di gran lunga i livelli di guardia della
presa in giro. Così la variante Valico che nel corso di 11 lunghissimi
anni si è guadagnata anche una pagina su Wikipedia che lo definisce il
“tratto autostradale in fase di costruzione, compreso tra Barberino di
Mugello e Sasso Marconi (più 4,1 km fino a Casalecchio – Lotto 0) con
lunghezza complessiva di 65,8 km”.

Chi è nato nel 2004 oggi fa le medie. Lo sa il viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Riccardo Nencini, che ieri al Tgr della Toscana ha parlato di “un’opera che l’Italia aspetta da moltissimi anni”. Per questo “stiamo lavorando alacremente per rispettare la scadenza del dicembre 2015”.
Una promessa fatta lo scorso anno dal premier Renzi durante la
cerimonia per l’abbattimento dell’ultimo diaframma della galleria della
terza corsia appenninica dell’autostrada del Sole. I costi? Raddoppiati: da 3,5 miliardi di euro a circa 7.

Da Gonews.it
Aspettiamo e speriamo…dicembre non è poi cosi lontano!!!!
Buona strada… anzi “autostrada” a tutti!!!
La variante di valico
aprirà entro la fine dell’anno. L’ha detto, rispondendo a
un’interrogazione di Igor Taruffi (Sel), l’assessore ai trasporti
dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini. “Per ciò che riguarda i tempi di
apertura al traffico della Variante di Valico – ha detto Donini –
possiamo ribadire quanto riferitoci da Autostrade per l&rsquoItalia,
ossia l’intenzione di ultimare i lavori entro la fine del 2015″.Taruffi chiedeva un aggiornamento proprio sulla “situazione del tratto
autostradale” della Variante di Valico attualmente chiuso al traffico,
e, in particolare, sui “danni presenti in un muro di contenimento sito
in prossimità del viadotto Casino” in località Rioveggio. L’assessore ha
spiegato che il danno “è dovuto a un’errata esecuzione dei lavori
previsti da parte dell’impresa appaltatrice”.Società Autostrade, ha aggiunto, “sta già intervenendo per risolvere il
problema e ha chiarito che le relative spese saranno addebitate
interamente all’impresa esecutrice responsabile dei lavori”. Nella
replica, Taruffi ha chiesto “una particolare attenzione, da parte della
Regione, per il territorio montano” e ha espresso la propria solidarietà
a “Erri De Luca, assolto al processo per le sue parole No Tav”.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/10/20/variante-di-valico-lassessore-ai-trasporti-dellemilia-romagna-aprira-entro-il-2015/

Copyright © gonews.it

<< IndietroVariante di Valico, l’assessore ai Trasporti dell’Emilia-Romagna: aprirà
entro il 2015
20 ottobre 2015 13:08
foto di archiviofoto di archivio

La variante di valico aprirà entro la fine dell’anno. L’ha detto,
rispondendo a un’interrogazione di Igor Taruffi (Sel), l’assessore ai
trasporti dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini. “Per ciò che riguarda i
tempi di apertura al traffico della Variante di Valico – ha detto Donini
– possiamo ribadire quanto riferitoci da Autostrade per
l&rsquoItalia, ossia l’intenzione di ultimare i lavori entro la fine
del 2015″.

Taruffi chiedeva un aggiornamento proprio sulla “situazione del tratto
autostradale” della Variante di Valico attualmente chiuso al traffico,
e, in particolare, sui “danni presenti in un muro di contenimento sito
in prossimità del viadotto Casino” in località Rioveggio. L’assessore ha
spiegato che il danno “è dovuto a un’errata esecuzione dei lavori
previsti da parte dell’impresa appaltatrice”.

Società Autostrade, ha aggiunto, “sta già intervenendo per risolvere il
problema e ha chiarito che le relative spese saranno addebitate
interamente all’impresa esecutrice responsabile dei lavori”. Nella
replica, Taruffi ha chiesto “una particolare attenzione, da parte della
Regione, per il territorio montano” e ha espresso la propria solidarietà
a “Erri De Luca, assolto al processo per le sue parole No Tav”.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/10/20/variante-di-valico-lassessore-ai-trasporti-dellemilia-romagna-aprira-entro-il-2015/

Copyright © gonews.it

<< IndietroVariante di Valico, l’assessore ai Trasporti dell’Emilia-Romagna: aprirà
entro il 2015
20 ottobre 2015 13:08
foto di archiviofoto di archivio

La variante di valico aprirà entro la fine dell’anno. L’ha detto,
rispondendo a un’interrogazione di Igor Taruffi (Sel), l’assessore ai
trasporti dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini. “Per ciò che riguarda i
tempi di apertura al traffico della Variante di Valico – ha detto Donini
– possiamo ribadire quanto riferitoci da Autostrade per
l&rsquoItalia, ossia l’intenzione di ultimare i lavori entro la fine
del 2015″.

Taruffi chiedeva un aggiornamento proprio sulla “situazione del tratto
autostradale” della Variante di Valico attualmente chiuso al traffico,
e, in particolare, sui “danni presenti in un muro di contenimento sito
in prossimità del viadotto Casino” in località Rioveggio. L’assessore ha
spiegato che il danno “è dovuto a un’errata esecuzione dei lavori
previsti da parte dell’impresa appaltatrice”.

Società Autostrade, ha aggiunto, “sta già intervenendo per risolvere il
problema e ha chiarito che le relative spese saranno addebitate
interamente all’impresa esecutrice responsabile dei lavori”. Nella
replica, Taruffi ha chiesto “una particolare attenzione, da parte della
Regione, per il territorio montano” e ha espresso la propria solidarietà
a “Erri De Luca, assolto al processo per le sue parole No Tav”.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/10/20/variante-di-valico-lassessore-ai-trasporti-dellemilia-romagna-aprira-entro-il-2015/

Copyright © gonews.it

<< IndietroVariante di Valico, l’assessore ai Trasporti dell’Emilia-Romagna: aprirà
entro il 2015
20 ottobre 2015 13:08
foto di archiviofoto di archivio

La variante di valico aprirà entro la fine dell’anno. L’ha detto,
rispondendo a un’interrogazione di Igor Taruffi (Sel), l’assessore ai
trasporti dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini. “Per ciò che riguarda i
tempi di apertura al traffico della Variante di Valico – ha detto Donini
– possiamo ribadire quanto riferitoci da Autostrade per
l&rsquoItalia, ossia l’intenzione di ultimare i lavori entro la fine
del 2015″.

Taruffi chiedeva un aggiornamento proprio sulla “situazione del tratto
autostradale” della Variante di Valico attualmente chiuso al traffico,
e, in particolare, sui “danni presenti in un muro di contenimento sito
in prossimità del viadotto Casino” in località Rioveggio. L’assessore ha
spiegato che il danno “è dovuto a un’errata esecuzione dei lavori
previsti da parte dell’impresa appaltatrice”.

Società Autostrade, ha aggiunto, “sta già intervenendo per risolvere il
problema e ha chiarito che le relative spese saranno addebitate
interamente all’impresa esecutrice responsabile dei lavori”. Nella
replica, Taruffi ha chiesto “una particolare attenzione, da parte della
Regione, per il territorio montano” e ha espresso la propria solidarietà
a “Erri De Luca, assolto al processo per le sue parole No Tav”.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/10/20/variante-di-valico-lassessore-ai-trasporti-dellemilia-romagna-aprira-entro-il-2015/

Copyright © gonews.it

Un libro, un’autostrada, una coincidenza…

Lunedì, 18 maggio, stavo andando nelle Marche. Siccome le mie ore di guida finivano li, mi sono fermata all’area di
servizio Bevano. Ho cenato in cabina, perché a me cenare da sola seduta ad un tavolo mette tristezza. Poi sono andata a fare un giro dentro l’autogrill. L’ho visto negli scaffali, quel libro. A dire il vero l’avevo già notato un’altra
volta ma non l’avevo preso. Questa volta si. L’ho rigirato tra le mani, sfogliato, letto qualche riga… e sono andata alla cassa a pagarlo. Cibo per la mente invece di cibo per lo stomaco. L’economia gira anche cosi…

 

Sono tornata in cabina e ho cominciato a leggerlo. 
“La strada dritta” di Francesco Pinto, (http://ilmiolibro.kataweb.it/booknews_dettaglio_recensione.asp?id_contenuto=3722841 )è un romanzo che narra la costruzione dell’Autostrada del Sole. Ci hanno messo otto anni per costruire settecentocinquantacinque chilometri di autostrada partendo dal… niente!!!
Infatti all’inizio del libro è riportata questa frase:
“C’è stato un tempo in cui si
Facevano le cose impossibili.
C’è stato un tempo.”
Non è un libro nuovo, anzi, la prima stampa è del 2011, ne hanno fatto anche una miniserie TV, (che io non ho visto perché non guardo mai la televisione), però , citando una canzone che si ascolta in questi giorni : “una storia che non conosci non è mai di seconda mano”…
Ho letto i primi tre capitoli e poi ho dormito. Bisogna farlo, di dormire, se no le giornate al volante poi si fanno pesanti.
La mattina dopo ho continuato il viaggio e sono arrivata a destinazione. Dovevo aspettare il mio turno per scaricare. Cosi ho continuato la lettura.
Nel quarto capitolo si narra dell’inaugurazione dei lavori, a San Donato Milanese, dove in mezzo al nulla era stata posta una stele di marmo bianco su cui era inciso semplicemente:
“Autostrada del Sole –
Milano-Bologna-Firenze-Roma-Napoli”  e la
data,  “19 maggio 1956”
.
Martedì era il 19 maggio 2015, esattamente cinquantanove  anni dopo quel giorno… che strana coincidenza, ho pensato, sottolineando quella frase.
inaugurazione
Poi ho continuato a leggere.. l’ho fatto in ogni momento di pausa, affascinata da quel racconto, perché sull’Autostrada del Sole io ci ho vissuto e ci vivo tuttora, anche se oramai non la percorro più tutta come una volta, e leggere di come è stata costruita, dei problemi che hanno affrontato, della voglia di farcela a tutti i costi rispettando i tempi previsti (oggi impensabili, nonostante abbiamo a disposizione tecnologie e macchinari ben più all’avanguardia di allora), della fatica degli uomini che lavoravano nei vari cantieri con tutti i mezzi… beh , è stato emozionante. C’è stato veramente un tempo in cui si facevano le cose impossibili. Viene solo da dire grazie ha chi le ha rese possibili.
viadotto Aglio
Un libro che consiglio a chi crede che il coraggio e la forza di volontà sono più forti di tutte le avversità e permettono di raggiungere il traguardo!!
Buona lettura a tutti!!!