Crea sito

Posts Tagged "domande senza risposta"

POSSO FARE UNA DOMANDA???

Posso fare una domanda? E’ da un po’ che mi gira e rigira nella testa ed ho bisogno di “esternarla” e magari di avere una risposta da chi di dovere. Da chi fa le leggi.
Che cosa voglio sapere? Voglio sapere il perché del corso del “rinnovo” del CQC per i titolari di patenti superiori. Che siano C,D ed E.
Ultimamente nei discorsi tra noi camionisti ed autisti di autobus non si parla d’altro: “Hai già fatto il corso? Quando lo fai? Io lo sto facendo… Io aspetto dopo le ferie… E’ una noia… Io ho dormito tutto il tempo… Almeno li mi riposo…”
Si tratta, per chi non lo sapesse, di un corso obbligatorio di 35 ore, con OBBLIGO di frequenza e con 3 ore al massimo di assenza consentite, pena la non validità dello stesso, e con controlli sulla presenza. Il costo si aggira sui 300 euro, più o meno. (Sei sabati da sei ore… per chi lo fa nel fine settimana…). Chi non lo fa, alla scadenza non potrà più guidare un mezzo pesante, quindi…tutti a scuola!!!
Non ho ancora sentito nessuno che mi abbia detto che gli è stato utile: “Tutte cose che sappiamo già”, “Potremmo insegnare noi agli insegnanti…” e via di seguito…
Ma allora a cosa serve questo corso? Chi fa le leggi mi dirà che la formazione e l’aggiornamento sono cose IMPORTANTI, che bisogna conoscere le novità, e che in quanto professionisti della strada dobbiamo essere sempre al corrente di tutto, che serve per la sicurezza…
AH, la SICUREZZA, quanto è ABUSATA questa parola…, quante nuove leggi e regolamenti e aggiornamenti ai mezzi in nome di questa PAROLA
La SICUREZZA stradale, perché noi guidiamo mezzi pesanti e dobbiamo essere responsabili, dobbiamo conoscere i rischi del mestiere, ecc, ecc, ecc…
Sapete quante ore di TEORIA OBBLIGATORIE deve fare una persona che prende la patente B (quella per le automobili!) per la prima volta? NESSUNA!!!!!
La frequenza alle lezioni è solo consigliata!!! Di obbligatorie poi ci sono le guide, ma non la teoria…
Quindi, in nome della SICUREZZA stradale un neopatentato può non seguire le ore di lezione teorica e un autista di camion o autobus, che magari ha la patente da 30 e più anni DEVE seguire lezioni di TEORIA della durata di 35 ore per poi poter circolare sulle stesse strade dove circolano le automobili…. un po’ un controsenso, o no?
Ma LA LEGGE NON ERA UGUALE PER TUTTI???
Ho scritto bene: “era”….
O forse è solo un altro modo per svuotarci le tasche già vuote che abbiamo?
Attendo, fiduciosa, risposte…

Read More →

“Non piangere che parto…”

p

“NON PIANGERE CHE PARTO

MA PREGA CHE RITORNO”

 

Quante volte ho sentito questa frase… l’ho letta anche dietro a tanti camion, o scritta tra le varie  targhe sul  cruscotto…

“PREGA CHE RITORNO….”

Lo sappiamo ogni volta che usciamo di casa e saliamo in cabina che non è sicuro che ci torneremo, a casa,  in cuor nostro ci speriamo sempre, ma la vita è un azzardo e tante, troppe volte non è sufficiente essere prudenti, rispettare le norme, fare tutto a modo. A volte il “destino” se cosi si può chiamarlo, è li che ci aspetta al varco e cerca di prenderci…purtroppo tante volte ci riesce e si porta via colleghi, amici, parenti, anche solo sconosciuti che come noi condividevano la strada….

In questi ultimi mesi la cronaca è stata punteggiata dalle disgrazie assurde capitate ad alcuni colleghi, ne riporto qualcuna, senza nulla togliere a chi non ricordo o di chi non ho avuto notizia, nella disgrazia  tutti sono uguali, vittime innocenti troppe volte, forse sono quelle che mi hanno semplicemente colpito di più perché accadute in luoghi che frequentano miei amici, o in situazioni in cui mi sono trovata anch’io:

 SALVO IL CAMIONISTA TRAVOLTO CON IL CAMION DA UNA FRANA SULLA A12

  Mercoledì 26 Ottobre 2011 00:50

GENOVA. 25 OTT. E’ stato salvato il camionista rimasto intrappolato nella cabina dell’autocisterna travolta da una frana sull’Autostrada A12 tra Brugnato e Carrodano.

L’uomo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale San Andrea.

Le operazioni di salvataggio sono state coordinate dal soccorso alpino.

 

Una storia fortunatamente finita bene per il collega, ho tanti amici che percorrono abitudinalmente quella strada… ogni volta che piove torna la paura…

 

 

6 febbraio 2012 – 11:59

Emergenza freddo: camionista 68enne trovato morto nel suo camion in Abruzzo

L’AQUILA / L’ondata di gelo abbattutasi sull’Italia ha fatto una nuova vittima. Si tratta di un camionista di 68 anni, che è stato trovato morto all’interno del suo mezzo, in Abruzzo.
L’uomo era all’interno della cabina del suo camion lungo la strada statale 690 Avezzano-Sora, meglio conosciuta come superstrada del Liri.
Il Tir era incolonnato in direzione Sora. L’uomo, 68 anni sarebbe di Bologna.
Per l’uomo non c’è stato niente da fare: quando ci si è accorti dell’accaduto, per lui era troppo tardi.

Quanti di noi quest’inverno sono incappati nei blocchi alla circolazione dei mezzi pesanti ed abbandonati a se stessi…tanto sono solo camionisti…

 

Sbranato dai cani
Muore camionista di 50 anni

E’ accaduto questa mattina intorno alle 8 in un’area industriale a Biscottino, tra le province di Pisa e Livorno

Aveva cinquant’anni il camionista trovato morto, sbranato da una decina di cani. E’ successo tra le province di Pisa e Livorno in una zona chiamata Biscottino, un’area industriale. L’uomo era a terra in via dell’Arnaccio, dilaniato dai morsi di 8 cani. (…)
(28 febbraio 2012)

 

Sono rimasta senza parole, io che amo tanto i cani…ma non posso non pensare all’orrore di questa vicenda e di come forse, si poteva evitarla…

 

Crolla un muro sull’Autostrada del Brennero, un morto

20 marzo 2012 – 17:05 | Autore:

Crolla un muro sull’A13 (Photo Epa )

SCHÖNBERG, Austria — Drammatico incidente questa mattina nel tratto austriaco dell’Autostrada del Brennero. Un muro di cemento è crollato sulla carreggiata in direzione Italia, travolgendo un tir che proprio in quel momento si trovava a passare in quel punto. Non c’è stato nulla da fare per l’autista del mezzo pesante, rimasto sepolto sotto la frana.

 

Poi già dicono che il muro l’avevano controllato poco tempo fa, sarà la solita disgrazia imprevedibile… ma a lui la vita chi gliela ridà?

 

Tromba d’aria sul porto di La Spezia, volano decine di container: autista miracolato, estratto dopo ore dal tir distrutto

mercoledì 11 aprile 2012, 20:53 di

Tragedia sfiorata oggi in porto a La Spezia a causa del maltempo. L’autista di un tir, un italiano di 50 anni di Brugnato, e’ rimasto intrappolato dentro la cabina del suo camion per quasi cinque ore dopo che una mezza dozzina di container, impilati sul molo, a causa del vento si sono rovesciati sull’autoarticolato, sommergendolo. L’uomo, che ha riportato la frattura di una caviglia, e’ rimasto sotto le lamiere dell’abitacolo del proprio camion ‘sepolto’ dal peso di sette container. Poteva finire peggio, ma i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per fare in modo che l’uomo potesse essere estratto in sicurezza da cio’ che restava della cabina di guida del suo camion.

 

Chiudo con questa notizia, una storia con “ lieto fine” per fortuna!

Dedico un pensiero a tutti gli amici e le amiche che ogni giorno caricano nei porti sotto pile di container…la preghiera che non succeda mai più a nessuno, la preghiera che non succedano mai più cose del genere…per continuare a sperare di tornare a casa sani e salvi. Non so se ci vuole fortuna o che cosa, so solo che tante, troppe volte però le disgrazie hanno dietro l’incuria di qualcuno. Dedico una preghiera a tutti i colleghi che in questi mesi non sono stati fortunati e che ora percorrono strade diverse dalle nostre, dedico un pensiero alle loro famiglie, non servirà a molto ma non è giusto dimenticarsi di loro.

Buona strada a tutti sempre!

Read More →

Pronte per il trasloco…

Ciao Lady
Da un po’ di tempo sappiamo che dobbiamo “traslocare”… guardiamo indietro e selezioniamo cosa eliminare del passato, esattamente come si fa quando si cambia casa, perché in un certo senso questo blog è stato l’ambiente “accogliente” per noi, gli amici e i colleghi… chiacchiere, saluti, incontri, compleanni, lutti, scambio di opinioni, scherzi e sorrisi… il nostro piccolo salotto…
Gioie e dolori, come nella vita… Difficoltà e soddisfazioni, come sulla strada… guardo a cosa non vorrei portare io nella nuova “casa”, mi chiedo se sono le stesse cose delle altre lady, … penso di sì e sorrido, in più di quattro anni queste pagine ci hanno insegnato tanto… ognuna di noi ha condiviso qualcosa, proprio come sulle strade che percorriamo… Ognuna ritrova qui un unico messaggio… c’è sempre da imparare qualcosa… e cosa importa se non ci vediamo di persona? Cosa farà ora lady X che ha perso il lavoro perché il capo ha dovuto chiudere la Ditta? Come si sentirà lady Y in attesa dei risultati di un esame clinico? Qual è lo stato d’animo di lady K alla soglia del nuovo compleanno con il suo terrore d’invecchiare? Come passerà le feste lady W nella malinconia di una casa vuota? Come si sta preparando lady Q a diventare nonnna? Che sorriso avrà stampato sul viso lady Z ad abbracciare la figlia neonata? Che disperazione ci sarà nell’animo di ladyH dopo aver sfasciato il camion? Che stupore ci sarà negli occhi di lady B a vedere le sue foto pubblicate? Sappiamo che da qui prima o poi ci passano un po’ tutte… come dice Stellalpina, :”quando ho un po’ di malinconia, apro il blog e mi sembra di aver preso il caffè con tutte …”Mi viene da chiedere a Rò, a Mony, a Milly, a Marzia, tutte quelle che sento… ci lasciamo qualcosa alle spalle? Poi ci rifletto e capisco che non lo faremo, ogni pagina, ogni riga è frutto di una riflessione di quel momento e cancellarla non avrebbe senso…è come togliere pagine sparse ad un libro, sarebbe più confusa la comprensione… e allora via, comincia il viaggio… niente telepass, niente pieno di oro nero… un’immersione nel passato a riempire immaginarie scatole del nostro percorso, ma con cura perché fanno parte della storia di questo Gruppo, che non vuole cancellare nulla, perché tutto insegna, anche gli errori… e imbocchiamo la STRADA verso una nuova destinazione, sperando che sia BUONA!!!

156701_1615727669967_1139593655_31495814_6156787_n

Read More →

Una legge per… Omicidio stradale

Ciao Lady
a qualcuno di voi forse il nome Mauro Tedeschini ricorda qualcosa… ; ora dirige LA NAZIONE e tramite essa lancia un appello per raccogliere firme per introdurre il reato di Omicidio Stradale , e fin qui più che onorevole gesto, pubblico volentieri il testo:
DSCF2481

Firenze, 23 agosto 2011 – POCHE storie: al rientro dalle ferie i nostri parlamentari ci devono dire se vogliono o no la legge sull’omicidio stradale, che punisca in modo adeguato chi uccide guidando ubriaco o drogato. Ma per mettere onorevoli e senatori con le spalle al muro, occorre che la proposta di legge, promossa dall’Associazione Lorenzo Guarnieri, da Asaps e Associazione Gabriele Borgogni di Firenze, arrivi a 50 mila firme. Ecco perché da oggi, 
e fino al raggiungimento dell’obiettivo, sulla prima pagina de La Nazione, pubblicheremo il numero delle adesioni raggiunte: il traguardo è vicino, ma serve uno sforzo da parte di tutti per arrivarci nel minor tempo possibile.

Quello che mi lascia perplessa è che probabilmente, i nostri politici,  saranno capaci di trovare un modo per discriminarci anche sulla "carta"!!! 

Read More →

E' arrivato il "venerdi"…

Ciao a tutti…
E' arrivato il venerdi del blocco:
da oggi alle 16.00 a sabato sera alle 23.00 è vietata ININTERROTTAMENTE la circolazione ai mezzi pesanti… una cosa DISUMANA… considerando che sul camion c'è una PERSONA che se non ce la fa a rientrare DEVE STARE FERMA 31 ORE !!!!
Dove capita, perchè non è detto che si riesca a raggiungere un'area di servizio o un ristorante… può capitare di restare bloccati in mezzo al nulla, con ciò che ne consegue…e non viene certo la Protezione Civile a portarti acqua e generi di conforto…… sei un camionista: arrangiati!!!! Dove sta la "sicurezza" in tutto ciò? Noi aspettiamo sempre risposte dall'Alto…

Il collega Alessandro "Ecccezionale"  ci ha fatto un bel video che condivido: ve lo propongo:

Buona visione e buona strada a tutti i colleghi che devono rientrare oggi, buone ferie a chi ci va… ma permettetemi un "Vaffan…"  a chi fa le leggi senza pensare  a chi va a colpire: camionisti uguale lavoratori, uguale persone, uguale esseri umani dello stesso genere di quelli che stanno andando in vacanza… ciao bbye!

Read More →

Voglio ridere… per non piangere…

“Voglio ridere quando piangerai e ti dirai pensandomi
Aveva si ragione lui e capirai perché….”

 

E’ la strofa iniziale di una vecchissima canzone dei Nomadi (SEMPRE!!!  )….
Cosa centra con quello che sto per scrivere… forse niente, ma mi piaceva e un po’ rende l’idea di certe assurdità…
 
Voglio ridere...per non piangere...
Dunque, avevo pensato di aggiornare il blog col nuovo calendario dei divieti di circolazione, quelli introdotti con decreto n 277 del 19 luglio 2011 (vi ricordate la farsa dell’altra settimana?) e alla fine pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 23 luglio 2011, sabato, e quindi entrati in vigore.
Queste sono le nuove date:

– dalle ore 16:00 alle ore24:00 di venerdì 26 agosto
– dalle ore16:00 alle ore22:00 di venerdì 2 settembre
– dalle ore16:00 alle ore22:00 di venerdì 9 settembre
– dalle ore16:00 alle ore 22:00 di venerdì 28 ottobre

 
Questi nuovi divieti, tanto voluti dall’Unione consumatori Codacons, che aveva fatto ricorso al TAR del Lazio per ottenerli… bè, hanno un che di strano, si strano, perché a settembre ci troviamo i primi due weekend cosi regolati:

– divieto il venerdì dalle 16.00 alle 22.00
– sabato
SENZA alcun divieto
– domenica  col consueto blocco dalle 07.00 alle 24.00…
 
Dove sta la logica in tutto questo???
I camion sono “pericolosi” e intralciano il traffico il venerdì pomeriggio e non il sabato?

 
Mentre a fine ottobre:

–   venerdì 28, divieto dalle 16.00 alle 22.00
–   sabato 29, divieto dalle 14.00 alle 22.00
–   domenica 30, divieto dalle 08.00 alle 22.00
–   lunedì 31, LIBERO
–   martedì 1 novembre, dalle 08.00 alle 22.00

 (beati quelli che si fanno un weekend cosi lungo, in un’Italia che si professa sempre in crisi e senza soldi…)
 
E’ proprio vero che non c’è limite alla “fantasia” umana…
E nemmeno alle prese per il c..o alla nostra categoria di LAVORATORI!!!
Naturalmente restano in vigore le solite deroghe, quindi di camion in giro “autorizzati” ce ne saranno lo stesso… (sempre in risposta a chi si chiede perché nei giorni di divieto non stanno TUTTI fermi!)

 
E naturalmente restano in vigore anche i divieti stabiliti prima:
 

Agosto:
Tutte le domeniche: dalle ore 07:00-24:00
Venerdì  5: dalle ore 16:00 alle 24:00 
Sabato 6: dalle ore 00:00 alle 23:00  ATTENZIONE: sono 31 ore ininterrotte di divieto!!!!
Venerdì 12: dalle ore 16:00 alle 24:00 
Sabato 13: dalle ore 07:00 alle 23:00
Lunedì  15: dalle ore 07:00 alle 23:00 
Sabato 20: dalle ore 07:00 alle 23:00
Sabato 27: dalle ore 07:00 alle  23:00 
 
Settembre:

Tutte le domeniche: dalle ore 07:00 alle 24:00
 
Ottobre:

Tutte le domeniche:  dalle ore 08:00 alle 22:00
Sabato 29: dalle ore 14:00 alle 22:00 
 
Novembre:
Tutte le domeniche: dalle ore 08:00 alle 22:00
Martedì 01: dalle ore 08:00 alle 22:00 
 
Dicembre:
Tutte le domeniche: dalle ore 08:00 alle 22:00
Mercoledì 7: dalle ore 16:00 alle 22:00 
Giovedì  8: dalle ore 08:00 alle 22:00 
Venerdì 23: dalle ore 16:00 alle 22:00 
Sabato 24: dalle ore 08:00 alle 22:00 
Lunedì  26 dalle :ore 08:00 alle 22:00

Voglio ridere...per non piangere... Voglio ridere...per non piangere...
Detto tutto questo, viene un pò difficile augurare "Buona strada", ….ma lo faccio lo stesso:
Buona strada a tutti e buone vacanze!!!

Read More →

Meditazioni di una camionista fortunata….

E’ vero, sono fortunata, o almeno mi ritengo tale… oggi sono riuscita a rientrare prima dello scoccare delle ore 16.00!!!! Anche se le premesse erano di rimanere fuori… Già, perché oggi è venerdì, la gente parte per le ferie (beati loro!!) e alle 16.00  è scattato il blocco della circolazione dei mezzi pesanti…   ma io, incallita ottimista ci ho creduto e il “miracolo” si è avverato… sono qui a scriverne!
In questi giorni, anche a seguito della “FARSA” di venerdì scorso: “C'è il divieto, si, no, ve lo diciamo all’ultimo…”.   Dicevo, in questi giorni ho discusso con un po’ di colleghi su questa che per noi è un’ingiustizia bella e buona. Premesso che io non ce l’ho assolutamente con chi va in ferie, perché il diritto alla mobilità è sacrosanto e quello alle vacanze pure… però mi chiedo, e sono in buona compagnia: perché? Perché noi ci dobbiamo fermare dalle sedici alle ventiquattro, mentre le partenze dei vacanzieri sono cominciate da giorni? Con conseguenti interminabili colonne… Perché ci viene tolto il diritto di rincasare in un orario più decente? Perché sempre cittadini di serie B?
Poi mi sono data delle risposte… per esempio: il divieto scatta alle 16.00 perché si presume che per quell’orario la maggior parte delle merci è andata in consegna o è stata caricata sui camion che in consegna ci andranno lunedì… quindi, il lavoro è stato fatto, i committenti non ci smenano niente,  e chi se ne frega se sul camion c’è un essere umano obbligato a passare otto ore fermo li dov’è… tanto non lo paga nessuno… che poi chi è del mestiere sa che otto ore non si fanno, bisogna fare le “pause” da almeno NOVE ore…quindi altra presa per il c..o!
 

Un giorno senza il mio cellulare...
Un’altra cosa che tanti colleghi  lamentano come ingiustizia è che chi va in ferie ha comunque bisogno di benzina, mangiare, giornali, ecc…. e difatti, per chi trasporta “determinati” prodotti, c’è la deroga al divieto…. Simpatici i governanti, vero? Cosi ho risposto anche ai tanti automobilisti che si lamentano (alle varie trasmissioni radiofoniche) di vedere camion in giro quando c’è il divieto: lo fanno per VOI…  per non farvi mancare nulla, non sono criminali, potete stare tranquilli, hanno tutti i permessi!!!
Mi sono anche fatta un paragone, forse è un po’ esagerato, ma nemmeno tanto: la strada è il luogo di lavoro del camionista, come la fabbrica lo è per l’operaio. Nessuno dei due è padrone del proprio luogo di lavoro, ma dipende da altri.   A questo punto provate ad immaginare che nello stabilimento dove lavorate un giorno arrivino dei visitatori ed il vostro principale VI OBBLIGHI ad uscire nel cortile e stare li per otto ore, senza poter andare a casa, li cosi, seduti sulle panchine, in attesa, magari sotto il sole… fermi ad aspettare che i visitatori facciano i loro comodi e voi possiate tornare alle vostre occupazioni… vi darebbe fastidio un po’? Magari non vi pagano nemmeno la giornata…
Ora provate ad immaginare un camionista che è rimasto bloccato per il divieto lontano da un autogrill o da un ristorante o da un luogo dove comunque ci sono dei servizi… e mettetevi nei suoi panni!! Non sto raccontando cose strane, in questo momento diversi miei amici si trovano in questa situazione… rimasti bloccati dove stavano scaricando! E assurdità su assurdità, se anche ci fosse un ristorante nel raggio di poco, dentro nell’abitato urbano (dove si può circolare), non ci potrebbero andare col camion, perché interromperebbero la pausa e poi non potrebbero andare a casa alla fine del divieto senza rischiare di incorrere in sanzioni per i tempi di guida e di riposo!! Potrebbero andarci a piedi, dite? Già, e se poi sparisce qualcosa chi ne è responsabile? Il camionista che ha abbandonato il mezzo…
 
E dire che l’Italia era una Repubblica fondata sul lavoro!!!

Buona strada a tutti!

P.S.: queste sono mie considerazioni personali… ciao bbye da Monica. E buone ferie se ci state andando!!!

Read More →

Cronaca: le cose che non vorremmo mai leggere….

Le cose che non vorremmo mai leggere e soprattutto non vorremmo mai accadessero….

"Camionista ucciso trovato in area di sosta A1 a Castelfranco

Il corpo senza vita di un camionista napoletano 38enne, ucciso con un colpo d’arma da fuoco, è stato rinvenuto lungo l’autostrada A1 in direzione Nord al chilometro 179 all’altezza di Castelfranco Emilia. Il camion era parcheggiato in una piazzola di sosta. La vittima, che lavorava per un’azienda di trasporti di Piazzola di Nola, è stata trovata senza vita nell’abitacolo del camion. Un proiettile lo avrebbe colpito a un fianco. L’uomo ha anche un ematoma alla testa. Gli inquirenti ipotizzano che il delitto sia avvenuto durante un tentativo di rapina. Sul posto è intervenuta la polizia stradale. Sono in corso i primi accertamenti per ricostruire la dinamica e le cause certe dell’accaduto."

E invece purtroppo accadono… ti fermi a dormire e va a finire cosi…
Ogni volta che lo fai, di fermarti a dormire, dentro di te preghi sempre che non venga nessuno, che ti sveglierai tranquillo… purtroppo per rispettare le norme sui tempi di guida e di sosta, tante, troppe volte ti trovi obbligato a fermarti in zone poco sicure… pena verbali e punti patente se prosegui o ti sposti da dove hai scaricato…. veniamo trattati sempre più da automi e sempre meno da persone con diritti come tutte le altre. La legge sugli orari di guida sarà anche giusta, ma non tiene conto per niente delle varie tipologie di lavoro e di cosa queste comportano, sarebbe un discorso lunghissimo da affrontare, quando tempo fa dissi che io piuttosto che fermarmi in una piazzola a 20 minuti da casa sforavo e a casa ci andavo, mi è stato detto che ero schiava dei padroni, ecc, ecc… Io invece mi sento sempre più schiava di leggi fatte da chi su un camion non ci è mai salito!!!
Di leggi fatte a parole per "difendere" i nostri diritti, in realtà solo per mungere una categoria di lavoratori che sulle strade ci vive. E che sulle strade non è protetta da nessuno. Che sulle strade non trova servizi adeguati, parcheggi sufficienti e custoditi (ne stanno facendo, ma come li aprono sono già insufficienti), che troppe volte è obbligata a soste in zone a rischio, come le piazzole, col rischio anche di sentirsi dire, se succede qualcosa, "Perchè ti sei fermato li?"…
Questa settimana ho dormito nel parcheggio "lunga sosta" dell'area di servizio Arda, mi ci sono dovuta fermare a causa di un incidente che bloccava l'autosole, non ho potuto sfruttare l'ora di guida che mi rimaneva, cosi mi è toccato stare fuori anche al ritorno…,  quando mi sono alzata alle quattro del mattino non ho avuto il coraggio di attraversare a piedi tutto il parcheggio per andare ai servizi dell'autogrill…troppo lontano, ho invidiato gli uomini che possono fare la pipi sulle gomme… qualcuno dice che sono come i cani… io non credo! Fanno bene!! Comunque me la sono tenuta fino a Rimini…, di notte è quasi impossibile entrare negli autogrill e trovare un posto decente, finisci solo col perdere altro tempo e far lievitare le ore di guida. Tante volte mi è toccato uscire dall'autostrada e fermarmi a dormire dove capitava…  (Per esempio: lo sapete che se fate il passante di Mestre per più di 60 km non c'è un'area di servizio nè di parcheggio?  Ma quando si fa un'autostrada nuova, a queste cose non ci si pensa? A tutto il traffico pesante che è stato deviato li…)  A volte rimpiango i tempi in cui parlando tra colleghi si diceva che quando ti fermavano guardavano solo la velocità e mai le ore, perchè sento sempre più gente ossessionata da questa normativa cavillosa. Se è vero che non è giusto guidare troppo, e sono daccordo, è anche vero che una persona responsabile sa gestire i suoi tempi molto meglio di una fredda legge.

Scusate lo sfogo e le mie opinioni personali, spero tanto che non succedano mai più cose del genere, anche se è un'utopia, mando un abbraccio "virtuale" allo sfortunato collega, spero che ora viaggi su strade più serene.
Buona strada a tutti…

Read More →

Sempre cittadini di serie B ?

Per la serie : due pesi, due misure…

Ciao,
questa mattina ascoltavo il programma di Emanuela Falcetti su Isoradio. Parlavano della manifestazione di protesta degli autotrasportatori (disperati) in corso a Roma. Hanno detto che non è autorizzata. Hanno detto che anche se i motivi sono validi non si può creare problemi alla circolazione. Lei diceva di stare attenti che c’è rischio di denunce penali e multe salate…diceva di essere dalla parte dei camionisti e li metteva in guardia ….
Da parte loro, i camionisti, dicevano che continuano a chiedere provvedimenti al governo ma non vengono ascoltati, dicevano che avevano chiesto il permesso per manifestare ma gli era stato negato e l’hanno fatto lo stesso.
Qualcuno diceva che non si può creare disagio agli altri cittadini anche se si hanno seri problemi perché se tutti facessero cosi dove andremmo a finire…
Eppure, eppure, io ho un ricordo (e decisamente credo di non essere la sola!!) di manifestazioni di operai IN AUTOSTRADA!!! Chi non si ricorda (ad esempio) dell’Alfa Romeo di Arese e di quante invasioni in A 8 hanno fatto gli operai ai tempi? Qualcuno mi sa dire se la Società che gestisce l’A 8 dei Laghi li autorizzava a ciò? No, perché se cosi fosse, allora tutte le belle parole sulla sicurezza stradale ecc, ecc, sarebbero veramente solo una presa per i… fondelli!!! Se poi ripenso alle ore perse in colonna,  ma noi non facciamo testo……
E con questo non ce l’ho con gli operai, ma con chi sempre e a priori ce l’ha con i camionisti.
Dovremmo veramente starcene tutti a casa per un paio di settimane, cosi la finiremmo una volta per tutte di disturbare la tranquillità degli altri cittadini!!!
Scusate lo sfogo… buona strada, sperando che ce ne rimanga da fare!!!

Read More →

Senza titolo 62

Ciao
ho trovato questo articolo, mi fa ha fatto sorridere, chissà cosa inventeranno per scaricare le responsabilità sul camionista? Avrà forse attirato l'attenzione dei due automobilisti con qualche strattagemma per farli entrare in contromano in quella strada?

http://www.romagnanoi.it/News/Romagna/Imola/Cronaca/articoli/285251/Tutti-contromano-sotto-al-Tir.asp

Tanto si sa, il camionista ha sempre colpa!!! Voi cosa ne dite? Dalle foto sembra evidente che non ha potuto evitare l'impatto…

Read More →