Un libro sull'Autotrasporto scritto da una neomamma

 

 
   
Presentazione del libro: 
"Razza padroncina. Dieci anni di autotrasporto 2000-2010"
di Deborah Appolloni
edito dal Gruppo 24 ORE, nella collana I Libri deI Sole 24 ORE Trasporti
Roma, 2 dicembre 2010 ore 10
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Via del Policlinico, 2 (Sala Auditorium, 2° piano)
 
Un libro che racconta un viaggio all’interno del popolo dei Tir, anche attraverso le parole dei protagonisti dell’autotrasporto italiano: volti noti del mondo della politica, studiosi e committenti, ma anche autisti, padroncini e capitani d’azienda. 
Quali sono gli interessi in campo nel mondo dell’autotrasporto? Quali i meccanismi che li regolano?
Qual è il futuro dell’autotrasporto italiano?
Questi i temi che verranno affrontati nel corso della presentazione del libro.
Coordina Giorgio Santilli, Caporedattore centrale del Sole 24 ORE
e coordinatore editoriale del Sole 24 ORE Trasporti
Ore 10.00
C’era davvero bisogno di un altro libro sull’autotrasporto?
Giorgio Santilli intervista l’autrice Deborah Appolloni
 
Ore 10.20
Tavola rotonda: Perché i protocolli d’intesa degli ultimi 10 anni non hanno portato cambiamenti significativi nel sistema dell’autotrasporto italiano? Quali i motivi di uno sviluppo economico difficoltoso per i padroncini?
Ne discutono:
Marcello Pigliacelli – Vice Presidente ANITA
Paolo Uggè
 – Presidente Fai
Rosario Ambrosino
 – Presidente Fedit, Consigliere Confetra
 
Ore 11.20
Chiude la tavola rotonda: Bartolomeo Giachino – Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti
La partecipazione all’evento è libera e gratuita fino ad esaurimento posti.
Si prega di confermare la propria adesione compilando la scheda di registrazione on line:
SCHEDA DI REGISTRAZIONE
Per maggiori informazioni sui contenuti della presentazione scrivere a:
[email protected]
 
 

 

Da Redacon

Ciao a tutte/i
su IL VENERDI' di Repubblica uscito qualche settimana fa c'era un articolo-intervista ad Enrico Bini, prima autotrasportatore e ora Presidente della Camera di Commercio di Reggio Emilia, parla di "ndrangheta", tema farebbe pensare più a un'altra Reggio e invece…
http://redacon.radionova.it/index2.php?/leggi_news.php?id=14169&origin=N&ogg=notizie&categoria=1&pag_prox=1

Siamo solidali con il Sig. Bini che per diverso tempo è stato lasciato solo in questa battaglia e gli auguriamo 

BUONA STRADA Sempre!!!

Un abbraccio d'incoraggiamento a Elda

Ciao a tutte/i
chi non conosce la mitica Elda, sorriso sempre pronto, tanta disponibilità  e tanta tanta simpatia….  07082010792Elda che ha coinvolto tutte le venete che ha conosciuto, Lei che ha sempre una buona parola per tutti, domani deve affrontare una prova difficile, perchè è sempre così, quando si tratta di salute… Le mando un abbraccio da parte di tutte e……

IN BOCCA AL LUPO!!!

BUONA CONVALESCENZA COLLEGHINA!!!

Ciao a tutte/i

queste pagine tante volte hanno dato spazio agli auguri per la convalescenza delle LADY

13072010681

 TRUCK, sono state create anche per questo, ridurre le distanze, essere vicine a chi per cause di forza maggiore si trova in convalescenza, essere presenti con le parole per far compagnia a chi non è ON THE ROAD e ne soffre, perchè ognuna di noi quando è ai box, dopo un pò si sente soffocare dalle mura di casa o di un ospedale…
Stavolta è la nostra colleghina ROSSY ad essere impossibilitata a condividere le strade, ad essere in convalescenza e tutte sappiamo quanta tristezza mette dover recuperare energie e forze per poter riprendere la strada. FATTI FORZA tira fuori quel sorriso che ci manca così tanto…
Mando un abbraccio a ROSSY e un AUGURIO di BUONA CONVALESCENZA!!!
Ti aspettiamo presto ON THE ROAD!!!

BUONA STRADA SEMPRE!!!

La famiglia di Michela RINGRAZIA tutte/i!!!

 Ciao a tutte/i

Ieri ho incontrato ancora una volta la mamma di Michela,  è Ancora dal web...sempre difficile ma allo stesso tempo emozionante, perché anche se non posso alleviare il suo dolore, posso ascoltare le sue parole e condividere le sue lacrime, parlare delle sue difficoltà a continuare una vita senza una figlia che le dava tanta forza e che le manca tantissimo.

Posso guardarla negli occhi quando parla di Claudia, l’altra figlia, con cui condivide il dolore e la responsabilità di crescere Jessica,  posso vedere la gioia con cui racconta delle nipoti, posso vedere che splendida persona sia…
La famiglia di Michela è per me un esempio ed un confronto, so bene cosa voglia dire perdere un familiare, so bene quanta discrezione e sensibilità ci voglia ad avvicinarsi… e in punta di piedi mi sono avvicinata, perché veder  partire qualcuno per andare al lavoro e sapere da un estraneo che non ci sarà più un’occasione per parlarci e uno strazio troppo grande… ci vuole tempo ad accettarlo e lascia una ferita che non rimargina mai…

La mamma di Michela, Nadia, è una persona dolce, schietta e diretta, a cui vuoi bene istintivamente, non si piange addosso, si è rimboccata le maniche e ha preso in mano la situazione, senza mai lamentarsi se non della malinconia che le mette addosso la mancanza di sua figlia.
 
NADIA, CLAUDIA e JESSICA ringraziano con tutto il cuore chi ha contribuito a raccogliere la cifra che gli abbiamo consegnato;
a chi ha partecipato alla partita, giocatore o spettatore…
invitano tutte/i a non dimenticare mai Michela e il suo impegno per migliorare il lavoro, suo e dei colleghi, senza aver avuto nulla in cambio.

 
Il percorso di questa famiglia è molto duro e noi gli auguriamo
 

BUONA STRADA!!!

gisy
 

Da Facebook – 2

 

Nicoletta Topona Baratto
 

CIAOOOOOOO A TUTTE,ECCOMI FINALMENTE,

FINALMENTE,SICURAMENTE AVETE SENTITO LA MIA NOVITA',COMUNQUE STA ANDANDO TUTTO BENE,GIA' LA PRIMA CHEMIO HA RIDOTTO NOTEVOLMENTE IL LINFOMA,ADESSO SI PROSEGUE,SARA UN PO' DURA FISICAMENTE MA CON LA FORZA IL CORAGGIO CHE HO NIENTE E NESSUNO MI FERMERA'. PERO' E' VERO CHE SUI NOSTRI CALENDARI SCRIVIAMO CHE ANCHE LE DONNE FORTI COME NOI POSSONO AMMALARSI, DONNE NON ABBASSATE MAI LA GUARDIA!

NON VEDO L’ORA DI AVERE I CALENDARI, IN OSPEDALE CI SONO GIA 3 REPARTI CHE LO STANNO ASPETTANDO, VUOL DIRE LO SPIRITO CHE AVEVO LA’ DENTRO, MI CHIAMANO TUTTI TOPONA, COMPRESO IL MIO DOTT. HAUSE.

UN BACIONE A TUTTE E BUONA STRADA SEMPRE! TOPONA

Camion & Foto

 Ciao a tutte/i
fabIl nostro mondo attuale ci ha abituato a immagini di tutti i tipi, siamo sempre mfabiocolpiti dalle immagini che esse siano statiche o in movimento,  tralasciando quelle dei media, vorrei scrivere del quotidiano osservare di ognuno di noi, passando da un tramonto all’espressione fabbbioparticolare di un conoscente, da un arcobaleno al sorriso di un’amica,  dallo sguardo di un fffffffffaaaaaaaaaaabbbbbbioanimale domestico all’eleganza di un “bestione” tirato a lucido… potrei andare avanti all’infinito…; ci sono persone che hanno un talento particolare per catturare le immagini ,  non tutti recepiamo l’immagineffffffff allo stesso modo, alcuni sanno “catturare” un “qualcosa di magico” e trasmetterlo agli altri.
fabio lPrima di conoscere Mony non ho mai dato tanto significato alle foto,  le accantonavo e basta,  ho vuoti di anni consecutivi… Mony mi ha regalato delle foto che ritraevano momenti che avrei sempre ricordato volentieri e pian piano ho imparato ad accompagnare i ricordi con le immagini, sarà anche perché lei ci mette fabio +++PASSIONE a scattarle, è un suo modo per comunicare ; Come ICEMAn ha un ffffdono naturale nel cogliere e regalare un’emozione;   Massimo altra mano “fatata”; ma per primo  e che nel tempo ci ha sostenute e incoraggiate e nel tempo abbiamo conosciuto essere una persona “rara” e che ha un clic “speciale”,  appassionato di camion,  emiliano doc, figlio di camionista , persona schietta e leale come poche, sa trasmettere un “brivido” con le immagini… e mi fermo qui perché so che è anche riservato e non gli piace essere elogiato… i complimenti… solo per  il fabio mmmsuo Leonardo.
Voglio proporre qualcuna delle sue foto, per condividerle con chi non ha avuto modo di ammirarle…  e ringraziarlo per la sua amicizia disinteressata…

Grazie Fabio e Sempre Buona Strada!!!
fabio m

Falcetti On The Road

 Ciao a tutte/iisoradio
 

Generalmente ascolto poco la radio, preferisco i cd musicali, parole e musica ininterrottamente, ma il mattino presto le notizie m’incuriosiscono e di solito mi sintonizzo su Isoradio, stabilisco un contatto col mondo, io andrò a dormire e gli altri iniziano la loro giornata… verso le 8,00 inizia “FALCETTI On The Road”  una trasmissione condotta da Emanuela Falcetti, una di quelle giornaliste che o ti piace o non riesci a sopportare… senza mezze misure; ogni mattina un nuovo argomento, chiamando in causa persone che dovrebbero dare delle risposte e che spesso divagano, lei non molla e strappa risposte o fissa termini per ottenerle.emanuela falcetti
 

Credo sia una delle poche che non segue solo temi che fanno “odience” al momento, ma che sviscera le questioni dall’inizio alla fine… tratta di tante problematiche e cerca di dare risposte a noi cittadini e utenti; purtroppo non ha una conoscenza diretta dei camionisti e del nostro mondo, speriamo che s'informi a breve evitando di diffondere messaggi ancora negativi, in tutte le categorie, in particolare la sua per colpa di pochi, senza scrupoli nascono pregiudizi;
 da queste pagine voglio ringraziarla e augurarle
BUONA STRADA !!!

PACE SOCIALE????????

 
Il 2010? “Finora, almeno per il mondo dei trasporti, è stato positivo”. È soddisfatto Bartolomeo Giachino, felice perché il 2010 ha portato novità positive, un nuovo Codice della strada e pace sociale. Un anno decisamente importante, che il sottosegretario ai Trasporti riesamina per i lettori di Stradafacendo: “Prima c’è stato l’accordo con l’autotrasporto che non solo ha evitato il blocco dei Tir, ma che ha anche permesso di garantire la pace sociale fino al 31 dicembre 2011″.

Sarà contento lui… gli autotrasportatori non credo proprio!!!!
gisella corradini
 

Da Camionfera…

 

Andreas Söderström vince lo YETD 2010

Lunedì 11 Ottobre 2010 18:04

Per la prima volta, un autista svedese vince il Campionato Europeo riservato ai giovani conducenti e organizzato da Scania. È Andreas Söderström, di 26 anni, che ha conquistato il titolo di Young European Truck Driver 2010 grazie alla sua impeccabile prova nell'esercizio Super Z, battendo gli altri 17 finalisti provenienti da altrettanti Paesi europei. La finale europea è avvenuta l'8 ed il 9 ottobre a Södertälje, nel quartier generale della Casa svedese.

Il primo premio, un trattore Scania R, non dovrà fare quindi molta strada dallo stabilimento di produzione a casa di Andreas, che lo inserirà nella flotta dell'azienda di famiglia, di cui lui rappresenta la quarta generazione. La vittoria si è giocata sul filo di lana nella prova della manovra in retromarcia, dove il giovane svedese ha dovuto contrastare il tedesco Patrick Schildmann (arrivato secondo nella classifica generale) e l'austriaco Zarko Tokic (terzo). Loro hanno effettuato la prova nel minor tempo, ma Andreas è stato più preciso ed ha subito meno penalità, ottenendo così più punti. Sicuramente alla vittoria ha contribuito il lavoro quotidiano nelle difficili strade della foresta di Småland, dove si trova la sede dell'azienda dei Söderström.

Il rappresentante italiano, Gerhard Thaler, ha sfiorato il podio classificandosi in quarta posizione. Anche lui ha fornito un'ottima prestazione nelle prove che comprendevano le manovre, ma non è stata sufficiente per battere il terzetto di testa. È bastato un errore nel duello con il tedesco Schildmann, avvenuto durante la semifinale, per giocarsi il vertice della classifica. "Sono felicissimo di aver potuto prendere parte alla finale europea dello YETD, una competizione ben organizzata nel suo complesso, non solo nella parte dedicata agli autisti. Mi rammarica solo di aver raggiunto il limite d'età e pertanto di non poter provare a partecipare alla prossima edizione. Vorrà dire che metterò la mia esperienza a disposizione del futuro campione italiano", ha dichiarato Thaler.