Crea sito

Posts Tagged "sicurezza"

Tributo a Karmeshia

Questo video è un tributo a una giovane collega americana che è stata trovata morta (dopo tre giorni che la cercavano!) nel suo camion, in un truck stop vicino New Orleans. Aveva solo 25 anni, e l’hanno uccisa…
ma non si sa cosa sia successo, nessuno parla….
Le sue colleghe si sono mobilitate per cercare info e per aiutare la famiglia. In questo video, nella seconda parte c’è lei che si racconta in un video che aveva pubblicato su YT… Aumentare le visualizzazioni serve ad aiutare la
famiglia, guardarlo non costa nulla, a noi…. non riporterà in vita Karmeshia, ma sarà un piccolo gesto per ricordarla…
Certe cose non dovrebbero succedere, certe notizie non si vorrebbero leggere…

Read More →

Ho trovato questo articolo…

Ho trovato questo articolo girando per il web, non è recente, è di fine 2012, però mi è piaciuto molto, è tratto dal sito trasportiamo.eu, si intitola: “Dichiarazioni dal mondo dei vip  –  IO E IL CAMION, PAROLA DI GASSMAN, BOLLANI, LAGERBACK E…”

Questo è il link del pdf:

http://www.trasportiamo.eu/public/comunicati/2012-12-17_Io%20e%20il%20camion,%20parola%20a%20Gassman,%20Lagerback/2012-12-17_Io%20e%20il%20camion,%20parola%20di%20Gassman,%20Bollani,%20Lagerback.pdf

E questa, che trascrivo, è la parte che mi è piaciuta di più (senza nulla togliere agli altri!), perché in poche righe ha descritto alla perfezione il problema e la soluzione! Grande Antonio Lubrano!!!

 “(…) Più seria e competente la valutazione di Antonio Lubrano che, oltre alla sua fortunatissima «Mi manda Lubrano», ha condotto diverse trasmissioni sulla sicurezza stradale. «Credo che il trasporto su gomma in questo momento si attesti intorno all’80% del traffico merci globale. E di questo mai nessuno tiene conto quando viaggia sulle strade. Io lo chiamo l’egoismo del volante, perché pensiamo di essere sempre i padroni delle strade e che i tir e i camion siano dei nemici da sconfiggere, mentre invece stanno svolgendo un servizio importante per il Paese e per il nostro vivere quotidiano. Il loro è un compito primario ed imprescindibile per l’economia, mentre noi ogni giorno li facciamo sentire degli intrusi. Il problema è che l’italiano è un popolo di individualisti: non pensiamo mai abbastanza agli altri, siamo dei grandi egoisti e lo diventiamo ancora di più quando siamo al volante».

Buona lettura dell’articolo (ne vale la pena!!) e buona strada a tutti!!!

Read More →

Un inarrestabile Marco Berry…

Un’ intervista, tutta da vedere, a Marco Berry da parte di  Pamela Mauro conduttrice di ” Tracky News” e con la partecipazione di Carlo Otto Brambilla direttore della rivista “Trasporto Commerciale“.

Devo fare i complimenti (per l’ennesima volta!) a Marco Berry per la sua trasmissione, gli “Inarrestabili“,  perché è riuscito a capire e portare la gente nelle cabine dei camion facendo vedere a tutti che chi li guida sono “persone” che tutti i giorni affrontano un sacco di problemi, sconosciuti ai più, per consegnare le merci che servono a tutti per vivere.!!!

Un grande, veramente!

Buona visione!!!

Chi non conosce non sa.

Chi non sa, troppo spesso “immagina”, e immagina male.

Chi inizia a conoscere, inizia a capire.

Chi approfondisce la conoscenza capisce.

Chi capisce comprende.

Conoscenza uguale comprensione.

 

Read More →

Un nuovo blog: “Vita da camionista”!

Nei miei soliti giri e rigiri in rete ho trovato questo nuovo blog “vita da camionista“.
E’ nella pagina del sito di http://www.sicurauto.it/ “.
Racconta di un viaggio on the road dal Belgio alla Spagna a bordo di un Camion con Iwona Blecharczyk Trucking Girl.
Lei è una camionista molto famosa su Youtube (https://www.youtube.com/channel/UCP5R-AsfGO0qo6xkeGp5W4A ), giovane e molto carina!! Fa viaggi per tutta Europa e li racconta nei suoi video.
Il viaggio con lei, raccontato dal giornalista che l’ha accompagnata, è stato fatto per cercare di capire “dal di dentro” il mondo dei camionisti, le loro problematiche, la loro vita.
E’ una bella iniziativa e faccio i miei complimenti a chi l’ha pensato e realizzato!!

Il blog è corredato dai video girati durante il viaggio, questo è il link della playlist, ma ci sono già tutti nel blog! 


 

Tutto da leggere e guardare, quindi: “Buona visione e buona lettura!!”

E naturalmente, buona strada sempre!!!

Read More →

The no zone…

Ho trovato questa immagine in rete…
Visto che spesso si sente parlare di sicurezza stradale e di convivenza tra diversi tipi di veicoli, io proporrei di tradurla in italiano e di inserirla nel programma per il conseguimento della patente… a partire da quella per il motorino!!!
Cosa ne pensate?
Forse con un po’ di “conoscenza” in più si potrebbero evitare situazioni pericolose!
Tante volte gli altri utenti della strada non immaginano quanti “punti morti” (intesi come visibilità) abbiamo noi alla guida di un mezzo pesante.
E gli specchi non sono sempre sufficienti, anche perché di occhi ne abbiamo solo DUE!!!

the no zone

Non mettetevi mai nella “No zone” e viaggerete più sicuri!!!
Buona strada a tutti!!

Read More →

In attesa del corso per il rinnovo del CQC….

Ultimamente è uno degli argomenti più gettonati tra colleghi….il corso per il rinnovo del CQC…

C’è chi l’ha già fatto, chi lo sta facendo e chi è in attesa di cominciarlo, come me, nel frattempo,  ecco un “simpatico” video con le impressioni di Tony e Bob al ritorno dalla loro “prima lezione”….

E se la prima è andata cosi chissà le prossime!!!

Mi passa la voglia!!! Aiutoooo!!!!  :-(

Read More →

POSSO FARE UNA DOMANDA???

Posso fare una domanda? E’ da un po’ che mi gira e rigira nella testa ed ho bisogno di “esternarla” e magari di avere una risposta da chi di dovere. Da chi fa le leggi.
Che cosa voglio sapere? Voglio sapere il perché del corso del “rinnovo” del CQC per i titolari di patenti superiori. Che siano C,D ed E.
Ultimamente nei discorsi tra noi camionisti ed autisti di autobus non si parla d’altro: “Hai già fatto il corso? Quando lo fai? Io lo sto facendo… Io aspetto dopo le ferie… E’ una noia… Io ho dormito tutto il tempo… Almeno li mi riposo…”
Si tratta, per chi non lo sapesse, di un corso obbligatorio di 35 ore, con OBBLIGO di frequenza e con 3 ore al massimo di assenza consentite, pena la non validità dello stesso, e con controlli sulla presenza. Il costo si aggira sui 300 euro, più o meno. (Sei sabati da sei ore… per chi lo fa nel fine settimana…). Chi non lo fa, alla scadenza non potrà più guidare un mezzo pesante, quindi…tutti a scuola!!!
Non ho ancora sentito nessuno che mi abbia detto che gli è stato utile: “Tutte cose che sappiamo già”, “Potremmo insegnare noi agli insegnanti…” e via di seguito…
Ma allora a cosa serve questo corso? Chi fa le leggi mi dirà che la formazione e l’aggiornamento sono cose IMPORTANTI, che bisogna conoscere le novità, e che in quanto professionisti della strada dobbiamo essere sempre al corrente di tutto, che serve per la sicurezza…
AH, la SICUREZZA, quanto è ABUSATA questa parola…, quante nuove leggi e regolamenti e aggiornamenti ai mezzi in nome di questa PAROLA
La SICUREZZA stradale, perché noi guidiamo mezzi pesanti e dobbiamo essere responsabili, dobbiamo conoscere i rischi del mestiere, ecc, ecc, ecc…
Sapete quante ore di TEORIA OBBLIGATORIE deve fare una persona che prende la patente B (quella per le automobili!) per la prima volta? NESSUNA!!!!!
La frequenza alle lezioni è solo consigliata!!! Di obbligatorie poi ci sono le guide, ma non la teoria…
Quindi, in nome della SICUREZZA stradale un neopatentato può non seguire le ore di lezione teorica e un autista di camion o autobus, che magari ha la patente da 30 e più anni DEVE seguire lezioni di TEORIA della durata di 35 ore per poi poter circolare sulle stesse strade dove circolano le automobili…. un po’ un controsenso, o no?
Ma LA LEGGE NON ERA UGUALE PER TUTTI???
Ho scritto bene: “era”….
O forse è solo un altro modo per svuotarci le tasche già vuote che abbiamo?
Attendo, fiduciosa, risposte…

Read More →

Dall’anno 1961… un pò di storia…

Questi video mi piacciono un sacco… raccontano la nascita dell’autostrada, danno consigli di guida…poco ascoltati dagli italiani e fanno pubblicità comparativa!!!

Secondo me sono bellissimi!

Read More →

Non piangere che parto…

…MA PREGA CHE RITORNO…

Stiamo arrivando all’assurdo.

E’ una notizia di oggi che lascia sgomenti: ma quelli cattivi non erano sempre i camionisti?

Ultimamente pare proprio di no, solo che quando sono vittime non meritano titoloni…

La cosa che più fa male è sapere che sono stati dei ragazzi…il nostro futuro…lo so che non sono tutti cosi, per fortuna…

Ma da una notizia del genere io traggo solo un insegnamento: mai più mi fermerò a dare una mano a qualcuno, mai più!

Spero solo che sia fatta giustizia, che una cosa cosi orribile non sia fatta passare come una “semplice bravata” perchè non lo è.  La violenza gratuita non è mai una bravata. La violenza è violenza e basta.

Questo è l’articolo:

Sabato 20 Ottobre 2012 – 14:41

ROMA – Un camionista è stato vittima di un’aggressione alle porte di Roma.  Sei persone sotto l’effetto dell’alcol lo hanno massacrato di botte, gli hanno rubato il mezzo e poi sono finite fuoristrada qualche metro dopo. Protagonisti della vicenda sono sei giovani di Tor Bella Monaca, di cui tre minorenni (tra i 15 ed i 17 anni) e tre donne, che hanno concluso così una nottata passata tra locali e discoteche vicino a Frascati, ai Castelli Romani. Il camionista è in prognosi riservata con un grave trauma cranico e ferite sul capo. Sono da poco passate le sei del mattino, quando i sei ragazzi decidono di far ritorno a casa dopo l’ennesimo bicchiere bevuto nell’ultimo locale in una serata ad alto tasso alcolico. Durante il tragitto verso Roma, però, l’auto si ferma sulla via Cisternolea lasciando i giovani a piedi. I sei riescono a fermare un camionista, chiedendogli aiuto per riparare il guasto. L’uomo scende dall’abitacolo senza immaginare quello a cui sarebbe andato incontro. I giovani, tra cui tre donne, sradicano un bastone da una staccionata e cominciano a picchiare il camionista lasciandolo senza sensi a terra. Salgono così sul mezzo e tentano di scappare. La loro fuga però finisce pochi metri dopo, quando finiscono fuori strada forse perchè poco avvezzi a guidare mezzi pesanti. Sul luogo dell’incidente arrivano i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Frascati che fermano i giovani e li portano in caserma, dove è tutt’ora al vaglio la loro posizione.

http://www.leggo.it/roma/nera/roma_sei_giovani_rapinano_camionista_e_lo_prendono_a_sprangate_e_grave/notizie/199043.shtml

Read More →

“Non piangere che parto…”

p

“NON PIANGERE CHE PARTO

MA PREGA CHE RITORNO”

 

Quante volte ho sentito questa frase… l’ho letta anche dietro a tanti camion, o scritta tra le varie  targhe sul  cruscotto…

“PREGA CHE RITORNO….”

Lo sappiamo ogni volta che usciamo di casa e saliamo in cabina che non è sicuro che ci torneremo, a casa,  in cuor nostro ci speriamo sempre, ma la vita è un azzardo e tante, troppe volte non è sufficiente essere prudenti, rispettare le norme, fare tutto a modo. A volte il “destino” se cosi si può chiamarlo, è li che ci aspetta al varco e cerca di prenderci…purtroppo tante volte ci riesce e si porta via colleghi, amici, parenti, anche solo sconosciuti che come noi condividevano la strada….

In questi ultimi mesi la cronaca è stata punteggiata dalle disgrazie assurde capitate ad alcuni colleghi, ne riporto qualcuna, senza nulla togliere a chi non ricordo o di chi non ho avuto notizia, nella disgrazia  tutti sono uguali, vittime innocenti troppe volte, forse sono quelle che mi hanno semplicemente colpito di più perché accadute in luoghi che frequentano miei amici, o in situazioni in cui mi sono trovata anch’io:

 SALVO IL CAMIONISTA TRAVOLTO CON IL CAMION DA UNA FRANA SULLA A12

  Mercoledì 26 Ottobre 2011 00:50

GENOVA. 25 OTT. E’ stato salvato il camionista rimasto intrappolato nella cabina dell’autocisterna travolta da una frana sull’Autostrada A12 tra Brugnato e Carrodano.

L’uomo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale San Andrea.

Le operazioni di salvataggio sono state coordinate dal soccorso alpino.

 

Una storia fortunatamente finita bene per il collega, ho tanti amici che percorrono abitudinalmente quella strada… ogni volta che piove torna la paura…

 

 

6 febbraio 2012 – 11:59

Emergenza freddo: camionista 68enne trovato morto nel suo camion in Abruzzo

L’AQUILA / L’ondata di gelo abbattutasi sull’Italia ha fatto una nuova vittima. Si tratta di un camionista di 68 anni, che è stato trovato morto all’interno del suo mezzo, in Abruzzo.
L’uomo era all’interno della cabina del suo camion lungo la strada statale 690 Avezzano-Sora, meglio conosciuta come superstrada del Liri.
Il Tir era incolonnato in direzione Sora. L’uomo, 68 anni sarebbe di Bologna.
Per l’uomo non c’è stato niente da fare: quando ci si è accorti dell’accaduto, per lui era troppo tardi.

Quanti di noi quest’inverno sono incappati nei blocchi alla circolazione dei mezzi pesanti ed abbandonati a se stessi…tanto sono solo camionisti…

 

Sbranato dai cani
Muore camionista di 50 anni

E’ accaduto questa mattina intorno alle 8 in un’area industriale a Biscottino, tra le province di Pisa e Livorno

Aveva cinquant’anni il camionista trovato morto, sbranato da una decina di cani. E’ successo tra le province di Pisa e Livorno in una zona chiamata Biscottino, un’area industriale. L’uomo era a terra in via dell’Arnaccio, dilaniato dai morsi di 8 cani. (…)
(28 febbraio 2012)

 

Sono rimasta senza parole, io che amo tanto i cani…ma non posso non pensare all’orrore di questa vicenda e di come forse, si poteva evitarla…

 

Crolla un muro sull’Autostrada del Brennero, un morto

20 marzo 2012 – 17:05 | Autore:

Crolla un muro sull’A13 (Photo Epa )

SCHÖNBERG, Austria — Drammatico incidente questa mattina nel tratto austriaco dell’Autostrada del Brennero. Un muro di cemento è crollato sulla carreggiata in direzione Italia, travolgendo un tir che proprio in quel momento si trovava a passare in quel punto. Non c’è stato nulla da fare per l’autista del mezzo pesante, rimasto sepolto sotto la frana.

 

Poi già dicono che il muro l’avevano controllato poco tempo fa, sarà la solita disgrazia imprevedibile… ma a lui la vita chi gliela ridà?

 

Tromba d’aria sul porto di La Spezia, volano decine di container: autista miracolato, estratto dopo ore dal tir distrutto

mercoledì 11 aprile 2012, 20:53 di

Tragedia sfiorata oggi in porto a La Spezia a causa del maltempo. L’autista di un tir, un italiano di 50 anni di Brugnato, e’ rimasto intrappolato dentro la cabina del suo camion per quasi cinque ore dopo che una mezza dozzina di container, impilati sul molo, a causa del vento si sono rovesciati sull’autoarticolato, sommergendolo. L’uomo, che ha riportato la frattura di una caviglia, e’ rimasto sotto le lamiere dell’abitacolo del proprio camion ‘sepolto’ dal peso di sette container. Poteva finire peggio, ma i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per fare in modo che l’uomo potesse essere estratto in sicurezza da cio’ che restava della cabina di guida del suo camion.

 

Chiudo con questa notizia, una storia con “ lieto fine” per fortuna!

Dedico un pensiero a tutti gli amici e le amiche che ogni giorno caricano nei porti sotto pile di container…la preghiera che non succeda mai più a nessuno, la preghiera che non succedano mai più cose del genere…per continuare a sperare di tornare a casa sani e salvi. Non so se ci vuole fortuna o che cosa, so solo che tante, troppe volte però le disgrazie hanno dietro l’incuria di qualcuno. Dedico una preghiera a tutti i colleghi che in questi mesi non sono stati fortunati e che ora percorrono strade diverse dalle nostre, dedico un pensiero alle loro famiglie, non servirà a molto ma non è giusto dimenticarsi di loro.

Buona strada a tutti sempre!

Read More →