INCONTRI ON THE ROAD 2012

Ciao Lady

Foto0498

Iniziato il nuovo anno, dopo un periodo di riposo si torna al lavoro,  qualche novità in azienda, qualcuna anche positiva, ma come al solito viaggi:”last minute”, come le vacanze… uno dei primi giorni, la direzione è Cremona, scarico unico e carico a Crema, con le indicazioni di consegnare direttamente i pezzi di ricambio che verranno utilizzati per una riparazione urgente… uff, sempre di fretta… A metà percorso cominciano i guai con la temperatura dell’acqua e la giornata prende una brutta piega, mi sono dovuta alzare presto e perdere tempo è seccante; rimedio al guasto, riparto e chiamo l’officina, spero di arrivarci senza aver bisogno di assistenza,  ma intanto mi riserveranno il posto per lavorarci… Per raggiungere la Ditta dove caricare aggiro mille divieti e perdo un sacco di tempo, accerchiando completamente la 

città… uff, quando decido di fermarmi a fare colazione, 

Foto0496

l’ennesimo divieto, mi spazientisco e ci rinuncio, rimandando a più tardi… al momento del carico, l’amara sorpresa di capire che non mi aspettavano e forse manca materiale… avessi almeno preso il caffè…alla fine dopo un incrocio di telefonate ci si organizza per effettuare il carico in due diverse sedi e DDT subito… sì, ma c’è da prendere un ascensore, senza pareti, tipo montacarichi e col mio attuale equilibrio non è proprio uno spasso, solo quando chiudo finalmente i teli pronta a rientrare mi passa l’angoscia che mi aveva chiuso lo stomaco. Chiamo il numero di cellulare della persona che mi aspetta a Fiorano, concordiamo l’orario e ora ho una tabella di marcia più rilassata… Direzione Lodi…calcolo i tempi… si rientra, scarico,officina e casa. Imboccata l’A1 si presenta l’occasione di 

conoscere una persona, già la conosco tramite web, diversi amici in comune, ma non ci 

Foto0497

siamo mai visti… il famoso, sospirato caffè, lo offre lui e usciti dal bar, due chiacchiere mentre osserviamo i rispettivi camion, sporchi per i km percorsi ma nelle foto non si vedrà…ci siamo incrociati tante volte, ma non ricordiamo se ci siamo mai visti, ma gli amici in comune tanti e ci sorprendiamo di quanti in realtà siano…

Il tempo è sempre poco e dobbiamo riprendere il viaggio entrambi, io per rispettare l’orario concordato e lui per raggiungere il porto d’imbarco per la Sardegna… Proprio bello il suo camion, curato nei particolari e giustamente ne va fiero… Saluti… Grazie JURI del caffè, del sorriso e della compagnia..Si riparte!!! Nel seguire, anzi nell’inseguire, perché mi semina subito, lo avverto che manca una luce nel semirimorchio, scommetterei che appena avrà due minuti fermo sostituirà la lampadina e vincerei sicuramente..Nel tragitto che manca allo svincolo

Foto0499

 per la Cisa 

socializziamo con un collega e i km scorrono veloci tra battute spiritose e altri saluti… in un attimo le strade si dividono, ognuno per la propria meta e un Arrivederci!!!
Il resto del viaggio è tranquillo, tenendo sotto controllo costante la temperatura; leggermente in anticipo oltrepasso il cancello del piazzale di scarico, una telefonata e mi mandano un addetto, il tempo di aprire la centina e si scarica, firma, chiusura e via, il lavoro terminato ma girando intorno a Titty ho visto che la nebbia non l’ha risparmiato e ha bisogno di uno shampoo… non c’è la temperatura adeguata, pazienza, non posso lasciarlo cosìììì… Vale ben la pena di prendere un po’ di freddo per vederlo lucido..  vado verso l’officina stanca morta ma soddisfatta, l’inizio non prometteva per niente bene, ma poi la giornata è migliorata… chissà se Juri avrà raggiunto la sua amata Sardegna… Non so, forse 

Foto0500

ancora aspetta in porto… l’importante trovi Sempre BUONA STRADA!!!!

C'è posta per noi… – 35

Bologna, 11 gennaio 2012

 

Sabo Rosa: cercasi candidata camionista e/o imprenditrice

 
Torna nel 2012 il Sabo Rosa, il riconoscimento che ogni anno, in occasione dell’Otto marzo, viene conferito a una donna che si distingue, per la passione che mette nel lavoro, o per la bella carriera, nel mondo tradizionalmente maschile dell’autotrasporto (di merci o persone). La designata, selezionata da una commissione sulla base di autocandidature o segnalazioni, riceverà uno specialissimo ammortizzatore da autocarro di colore rosa, offerto dalla Roberto Nuti Spa, azienda che da decenni produce e commercializza in oltre 80 Paesi le sospensioni a marchio Sabo. La festa proseguirà con un pranzo e tante foto, che regaleranno alla vincitrice indimenticabili momenti di celebrità.
La donna che si sarà aggiudicata il Sabo Rosa sarà ricevuta l’8 di marzo nella sede della Roberto Nuti Spa, a Castel Guelfo di Bologna, a poche centinaia di metri dal casello autostradale di Castel San Pietro Terme, sull’autostrada A14. Nella scorsa edizione il Sabo Rosa fu assegnato alla camionista e imprenditrice livornese Daniela Cappelli, mentre nel 2010 fu conferito a Elena Scognamiglio, vigilessa del fuoco e conducente di autoscale (nonché ex autista di autobus) in servizio alla centrale dei Vigili del fuoco di Bologna.
Per proporre la propria candidatura o segnalare un’amica, scrivere a [email protected], entro e non oltre il 12 febbraio 2012, ricordandosi di indicare anche un numero di telefono per essere richiamati. E’ gradito anche un cenno di motivazione a sostegno della candidatura.
                       

 
Se volete proporre qualcuna che secondo voi si distingue per qualità positive, Rizomedia vi ringrazierà per la collaborazione…

Lady Truck, Befane e Strghe… BUON 2012!!!

 Ciao Lady
 

Il nuovo anno è arrivato e il nuovo blog, quasi pronto… ma sarebbe troppo bello se insieme all’anno vecchio potessimo buttare alcune esperienze e magari anche qualche persona… oh,  solo virtualmente, siamo pacifiste, (per la maggior parte, poi qualcuna è più fumantina e potrebbe farlo anche di persona… ah ah ah); osservando a ritroso il percorso dell’anno precedente, mi viene da sorridere per tutte le belle persone che si sono avvicinate al gruppo e che probabilmente saranno sempre al nostro fianco…; ho scritto probabilmente perchè non si puòfoto0223_001 MAI Dire…negli anni scorsi, altre persone si sono avvicinate tutte mielose e poi si sono rivelate vere e proprie serpi e la delusione non è stata piccola, ma così è anche la vita e nel mondo del web tutto si amplifica, e il peggio si moltiplica all’ennesima potenza…il veleno e le persone velenose hanno bisogno di protagonismo e qui non c’è terra fertile; quel genere di cose ci sarà sempre qualcuno a ricordarcele, anche se le abbiamo rimosse… quel che invece va ricordato e custodito gelosamente sono i sorrisi e le emozioni positive, perché in rete noi veniamo a cercare un contatto con le amiche e colleghe, un sorriso da lontano o una lacrima da condividere, ma emozioni semplici, vissute sulla propria pelle e respirate a pieni polmoni… condividere il viaggio con qualcuno che non è in cabina ma nel cuore…Foto0223
 

Come il sorriso di una collega che mi “ferma” dopo mesi che ha il numero di cellulare ma non ha mai avuto il coraggio di comporre… avendomi incrociato ha colto l’occasione ed è arrivata una nuova Amica, cominciando con un caffè e tante chiacchiere… poi dicono che parlo poco, non è vero, dipende da chi è l’interlocutore…; la commozione di Nadia, quando mi racconta di aver conosciuto, tramite noi, colleghe di Michela, che le regalano dei ricordi…; l’espressione compiaciuta di “colleghi” con grande esperienza che ci dicono:”Siete state in gamba a trovare il “collante” giusto per tenere unite persone così diverse e particolari…il difficile non è creare un gruppo, ma farlo crescere e in armonia…” in realtà non c’è una formula precisa, ci siamo poste delle regole guida all’inizio e quelle ci hanno preservato da tanti problemi,  però nel tempo,esponendoci a critiche e giudizi… ; come non conservare la gioia di una lady truck che dopo anni che guida,  ha sentito raccontare la sua quotidianità a una radio nazionale; come dimenticare due bambini che rincorrono con lo sguardo rapito due colleghi come fossero campioni di F1…; come tralasciare l’affetto di chi non ha potuto e non potrà mai fare questo lavoro, e attraverso noi si sente “in viaggio”…; come non portarsi nel cuore tutte le risate condivise, che solo Lady Paolina e il suo gruppo di amici, poteva rendere possibile…;come non essere felici per chi sorpassa una grave malattia chiamata cancro e se la lascia alle spalle..; come non gioire insieme a chi vive la felicità del primo figlio anche se ogni tanto versa una lacrima a forma della V come Volvo…; come non sorridere a veder pubblicato su  di una rivista di settore dei nostri post..forse non scriviamo, solo cretinate…images (1)
 

Questo è il nostro 2011 in rete, foto, ricordi, emozioni, che possono sembrare frivole, magari lo sono anche, ma fanno parte del nostro essere semplici persone che fanno un mestiere con sacrificio e passione… Il periodo di crisi l’abbiamo vissuto anche noi, ne abbiamo scritto, ma non ne abbiamo fatto un approfondimento continuo perché ci sono decine di siti, blog, persone e associazioni che si occupano dei vari aspetti , con conoscenza o credono di averla… ognuna di noi conosce o riconosce cosa ha cambiato nella propria vita lavorativa e personale, ma con la modestia di non  saper come risolvere tutti i problemi del mondo del trasporto… magari , neanche qualche idea per migliorare la propria condizione lavorativa… Siamo Streghe…, (ecco perché una lady è nel libro della GRUBER omonimo) ma senza incantesimi e magie… l’unica magia è l’Amicizia che è nata tra alcune persone e di quella SI’ siamo ORGOGLIOSE!!!

BUONA STRADA a Tutte/i !!!

Pronte per il trasloco…

Ciao Lady
Da un po’ di tempo sappiamo che dobbiamo “traslocare”… guardiamo indietro e selezioniamo cosa eliminare del passato, esattamente come si fa quando si cambia casa, perché in un certo senso questo blog è stato l’ambiente “accogliente” per noi, gli amici e i colleghi… chiacchiere, saluti, incontri, compleanni, lutti, scambio di opinioni, scherzi e sorrisi… il nostro piccolo salotto…
Gioie e dolori, come nella vita… Difficoltà e soddisfazioni, come sulla strada… guardo a cosa non vorrei portare io nella nuova “casa”, mi chiedo se sono le stesse cose delle altre lady, … penso di sì e sorrido, in più di quattro anni queste pagine ci hanno insegnato tanto… ognuna di noi ha condiviso qualcosa, proprio come sulle strade che percorriamo… Ognuna ritrova qui un unico messaggio… c’è sempre da imparare qualcosa… e cosa importa se non ci vediamo di persona? Cosa farà ora lady X che ha perso il lavoro perché il capo ha dovuto chiudere la Ditta? Come si sentirà lady Y in attesa dei risultati di un esame clinico? Qual è lo stato d’animo di lady K alla soglia del nuovo compleanno con il suo terrore d’invecchiare? Come passerà le feste lady W nella malinconia di una casa vuota? Come si sta preparando lady Q a diventare nonnna? Che sorriso avrà stampato sul viso lady Z ad abbracciare la figlia neonata? Che disperazione ci sarà nell’animo di ladyH dopo aver sfasciato il camion? Che stupore ci sarà negli occhi di lady B a vedere le sue foto pubblicate? Sappiamo che da qui prima o poi ci passano un po’ tutte… come dice Stellalpina, :”quando ho un po’ di malinconia, apro il blog e mi sembra di aver preso il caffè con tutte …”Mi viene da chiedere a Rò, a Mony, a Milly, a Marzia, tutte quelle che sento… ci lasciamo qualcosa alle spalle? Poi ci rifletto e capisco che non lo faremo, ogni pagina, ogni riga è frutto di una riflessione di quel momento e cancellarla non avrebbe senso…è come togliere pagine sparse ad un libro, sarebbe più confusa la comprensione… e allora via, comincia il viaggio… niente telepass, niente pieno di oro nero… un’immersione nel passato a riempire immaginarie scatole del nostro percorso, ma con cura perché fanno parte della storia di questo Gruppo, che non vuole cancellare nulla, perché tutto insegna, anche gli errori… e imbocchiamo la STRADA verso una nuova destinazione, sperando che sia BUONA!!!

156701_1615727669967_1139593655_31495814_6156787_n

Lady Truck e… Polonia

Ciao LadyFoto0383
 Negli ultimi mesi, per puro caso, ho sentito diverse volte il nome di una Nazione di cui non sapevo praticamente nulla, se non che era entrata in Europa nel 2004, la moneta aveva un nome impronunciabile e la lingua è un continuo di K: la Polonia. Dovrò documentarmi…
Abbiamo iniziato il percorso per organizzare il viaggio umanitario alla Casa di Begnamino a Lublino; dall’idea di Agata alla materiale preparazione delle scatole, dal vestiario ai biscotti.. dai giocattoli ai pennarelli; dal Veneto, all’Emilia Romagna per proseguire verso la Lombardia, a dimostrazione che si possono unire gli sforzi e partire verso una destinazione lontana…Vittorio e Agata hanno portato a termine il progetto.
  A metà Ottobre abbiamo incontrato Padre Marian, in visita in Italia, ci ha emozionato Foto0385nel raccontare che per questo inverno avrà meno difficoltà a gestire la comunità, e insieme abbiamo guardato il video realizzato da Chiodo
http://www.youtube.com/watch?v=tC8NCfKd1IA e ora, sono dispiaciuta di non essere potuta andare…
Un'altra occasione che mi ha “legato” a questa nazione è stata la richiesta di fare un’intervista per inserirla in un programma della http://
www.tvp.pl/
e il 26 ottobre l’abbiamo realizzata, è stata una bella mattinata in compagnia di tre splendide persone, il vero problema la lingua, ma sto cercando di rimediare e magari qualche frase riuscirò a dirla… per stavolta la traducono e dovrebbero farci sapere quando verrà trasmessa…Hanno ripreso dalla colazione con i colleghi, agli ingressi degli stabilimenti; dalla Pedemontana allo stabilimento delle Terme dove erano alloggiati…Foto0386
Mi è tornato in mente che io e altre due Lady eravamo già state su una rivista di settore, di cui non ricordo il nome, nel 2003 , c’è una foto… ma stavolta è stato molto più divertente…
Mi hanno raccontato di non aver mai visto camioniste nel loro Paese… che nonostante lo sviluppo economico,  rimane tradizionalista e questo non è un mestiere che potrebbe attrarre le ragazze…

Chi può mai dirlo…secondo me ci sono… auguro a tutte/i

szerokiej drogi!i oczy szeroko otwarte…

  
  Foto0387
  
  Foto0391
Foto0388  
  
  
  
  
  
  
  

Camioniste… in minigonna…ESISTONO!!!

Ciao Ladyfoto0221_001_001

L'altro giorno, riordinando cartelle di foto,( in realtà ne stavo cercando una di un fan per il calendario, ma è un’impresa impossibile) mi è capitata sott’occhio questa foto, scattata a Settembre e mi è venuta in mente una discussione di parecchio tempo fa, in cui sostenevo di non aver mai visto una camionista in minigonna, nel contesto lavorativo, tranne lei… poi negli altri momenti, ben vengano…
ce ne sono alcune che se la possono ampliamente permettere… e altre che la indossanno tranquillamente perchè a loro piace…

Questa foto non è stata ritagliata, l’ho veramente fatta solo alle gambe, qualcuno sa di chi sono????

Ciao & Buona strada a tutte/i!!!

Ps: è solamente uno scherzo ad un'amica….

Ciao CINTYA

Ciao Lady
nel percorso di questo gruppo, abbiamo conosciuto diverse Lady, alcune delle quali abitano lontane e frequentano l'Italia per lavoro, oltre che per passione…
Una di queste è lei,  CINTYA simpaticissima e innamorata dell'Italia e degli amici che vi ha incontrato… Ora ha un nuovo camion, gli è stato affidato dalla distro transport maastricht e ci ha mandato le foto, perchè non può, per ora, portarlo

materialmente a

vedere…
DSC_0048DSC_0079

DSC_0062

… bellissima… una bella pubblicità per la CASA della stella…

CIAO CINTYA & BUONA STRADA SEMPRE!!!

Da Genova… nesw che ci riguardano da vicino…

Ciao Lady
Alcune di noi hanno avuto il piacere di conoscere degli amici provenienti da Genova e sacrificato un pò della loro privacy… Sono persone socievoli e cordiali e non è stato molto faticoso… ma qualcuno ha dovuto dedicarci un pò di tempo, rinunciando ad altro;
Sapevamo che era già "pronta"  e leggerlo su un quotidiano ci ripaga del sacrificio…; un altro piccolo passo per dare un volto umano al camionista, sempre più sfigurato dalla stampa e dagli altri mezzi di comunicazione… e sappiamo essere formata della somma di piccoli passi anche la maratona più lunga…;

http://www.genova24.it/2011/11/festival-delleccellenza-al-femminile-si-riparte-da-ipazia-a-genova-dal-16-novembre-22431

BUONA STRADA A TUTTE/I !!!

pink vespa