Un libro: “Truck driver” di Giovanni Zeoli

Questa volta vi segnalo un libro che ancora non ho letto (ma mi riprometto di procurarmelo al più presto!) , abbiamo ricevuto una mail, che pubblico volentieri, con la recensione del libro di Giovanni Zeoli  “Truck driver” ,appena uscito per la casa editrice “Enzo Delfino Editore”

“Truck driver, diario di un camionista che leggeva romanzi d’amore

Esce in questi giorni per la Enzo Delfino Editore il romanzo del giovane campano Giovanni Zeoli, Truck driver, incentrato sulla vita nomade e piena di verità di un camionista on the road, a metà tra autobiografia e fiction. Per Giovanni il tir è una casa mobile: giorni e notti sulla strada, solitudine e lunghe distanze, rapporti quasi esclusivamente telefonici, la branda dietro ai sedili come alcova. E all’alba si riparte, per una nuova transumanza sull’asfalto bollente della Salerno-Reggio Calabria. La cabina diventa per lui un osservatorio privilegiato da cui osservare il mondo, le relazioni, la crisi degli ultimi anni che è anche la sua crisi interiore, di trentenne alle prese con dei genitori ingombranti e la comoda sicurezza di partner discutibili. Tra buffi aneddoti di provincia e delusioni dell’età adulta, tra il sesso divorato come un pasto veloce e la stanchezza della routine, scoprirà che la via delle merci rischia di sbarrargli per sempre la via del cuore. Un romanzo che non ha paura di raccontare intimità, sogni e insoddisfazioni di chi domina quella stessa strada su cui spesso è invisibile, una storia nuda, che non cade nello stereotipo del camionista maledetto ma scorre tra le pieghe più profonde di una poetica, ordinaria quotidianità.  Il libro è disponibile in formato digitale su tutti i migliori ebook store e nelle principali librerie online, o su www.enzodelfinoeditore.it. ”

E’ bello scoprire che ci sono sempre nuovi libri che raccontano la vita dei camionisti,  quindi un augurio di “Buona strada” all’autore e a chi l’ha pubblicato è d’obbligo!!!

Buona lettura!!!

Truck driver

Qualche consiglio per il week end…

Il consiglio migliore sarebbe quello  di andare a qualche raduno (è cominciata la stagione e ne vale sempre la pena),  o magari andare a fare un giro al mare o in montagna… o uscire con gli amici…

Ma poi c’è anche chi deve stare a casa,  cosi,  per passare il tempo  sempre in compagnia dei nostri amati camion s’intende :-),   ecco qualche cosa che li riguarda da vicino:

Una  nuova “canzone” e un “ballo”!!!

————————————

Questo è un video che ho trovato su YouTube, la canzone è  “Il camionista” di  Bobby Solo  interpretata come ballo di gruppo!

Un giorno o l’altro ci devo provare anch’io, per ora la dedico a chi piace il genere ed è capace di ballare!!!

 

 

 

Un  nuovo “libro”:

————–

Sempre alla ricerca di libri sui camion, ho trovato questo nuovo libro di un camionista – scrittore,  lo sto leggendo,  mi piace,  un po’ ci riguarda anche ,  perché nei primi capitoli è citata anche una donna camionista! Carmelina, detta Tina, che viaggiava con il marito Tonino a bordo di un Fiat 180 NC, dalla Sicilia alla Germania.

L’autore è Massimo Antonio Cornago, a cui faccio i miei complimenti,  il libro si intitola : “TIR – Sulle strade d’Europa con Sandro ed il suo Fiat  170.33 “ .

Naturalmente l’ambientazione è negli anni ’70!!!

TIR sulle strade d'Europa (1)

TIR sulle strade d'Europa (2)

Un “vecchio film”:

————————–

Anche questo l’ho trovato  nel Web, su Youtube,  girando e rigirando come mio solito:  “Simone e Matteo un gioco da ragazzi“,  anno 1975. Non ne avevo mai sentito parlare di questo film… eppure ne ho visti tanti di questo genere quando ero piccola… i protagonisti imitano Bud Spencer e Terence Hill… ma il vero protagonista (per gli appassionati!!) è il Fiat 691!!!

Quattro assi, 220 CV, 8 marce, 4 normali e 4 ridotte, serbatoio 320 litri, cabina elastica.” (Lo spiega uno dei protagonisti).
Film completo, per ridere un po’ e rivedere i veicoli che circolavano allora!!! Simpatico!!!

Dopodiché auguro un buon week end a tutti/e!!!

Buona strada sempre!!!

Un nuovo blog: “Vita da camionista”!

Nei miei soliti giri e rigiri in rete ho trovato questo nuovo blog “vita da camionista“.
E’ nella pagina del sito di http://www.sicurauto.it/ “.
Racconta di un viaggio on the road dal Belgio alla Spagna a bordo di un Camion con Iwona Blecharczyk Trucking Girl.
Lei è una camionista molto famosa su Youtube (https://www.youtube.com/channel/UCP5R-AsfGO0qo6xkeGp5W4A ), giovane e molto carina!! Fa viaggi per tutta Europa e li racconta nei suoi video.
Il viaggio con lei, raccontato dal giornalista che l’ha accompagnata, è stato fatto per cercare di capire “dal di dentro” il mondo dei camionisti, le loro problematiche, la loro vita.
E’ una bella iniziativa e faccio i miei complimenti a chi l’ha pensato e realizzato!!

Il blog è corredato dai video girati durante il viaggio, questo è il link della playlist, ma ci sono già tutti nel blog! 


 

Tutto da leggere e guardare, quindi: “Buona visione e buona lettura!!”

E naturalmente, buona strada sempre!!!

“La strada di Paolo”, un film…

Io sono sempre alla ricerca di tutto quello che riguarda il mondo dei camion, quindi canzoni, libri, documentari, film, ecc., ecc.
Di questo film, “La strada di Paolo“,  avevo letto qualcosa tempo fa, ma non avevo avuto l’occasione di vederlo, poi ultimamente ho scoperto che lo vendevano in DVD su ibs.it e l’ho ordinato. Mi è arrivato da poco e finalmente me lo sono guardato.
E’ la storia di un camionista che consegna un carico di medicinali a Betlemme. Un viaggio in Terra Santa in cui farà degli incontri che gli cambieranno la vita. Non è un film d’avventura come lo sono di solito i film sui camionisti. Non c’è molta azione qui, ci sono riflessioni, parole, pensieri, convinzioni, spiritualità, idee, punti di vista…
Ti fa pensare, ti fa domandare da che parte sta la ragione, se mai la ragione sta da qualche parte…
Al mondo ognuno vuol far valere le proprie verità convinto che le sue siano giuste e quelle degli altri sbagliate. Eppure dipende sempre e solo dai punti di vista.
Un esempio facile, facile, per capire: provate a prendere una dozzina di persone e metterle a sedere intorno ad un tavolo rotondo, al centro esatto del tavolo mettete una bottiglia di vino, di quelle con le etichette sia davanti che dietro. Poi chiedete a turno a tutte le persone sedute intorno al tavolo di descrivervela. Avrete dodici descrizioni diverse della bottiglia che dipenderanno semplicemente dal punto di vista diverso che le persone hanno su quell’oggetto! Nessuno di loro avrà mentito, avranno semplicemente descritto dodici verità diverse. Cosi è per tante cose della vita. Ma in tanti non ci vogliono pensare. Non vogliono provare a pensare mettendosi nei panni di chi gli sta di fronte.
Chiusa parentesi, torno a parlare del film, diretto da Salvatore Nocita, è stato presentato al Festival del Cinema di Roma nel 2011, ecco qualche link con più notizie:

E anche il video col trailer:

Mi è piaciuto, anche se il finale lascia un po’ l’amaro in bocca…, mi è piaciuto perché fa pensare, fa riflettere, e penso che viviamo in un’epoca in cui ce n’è veramente bisogno. Se vi capita, guardatelo!

Che bello!!!!

Che bello!!!

Lo so che non l’ho ancora visto, ma solo sapere che è una storia di camionisti già mi piace, ne avevo scritto ieri sera, comunque….

                                                    HA VINTO!!!!!!!

Il film “TIR” di Alberto Fasulo ha vinto il “MarcAurelio d’Oro” come MIGLIOR FILM al Festival Internazionale del Cinema di Roma!!!

COMPLIMENTI  al regista, agli attori e a tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione del film e naturalmente BUONA STRADA SEMPRE!

E’ il nostro augurio, sperando di vederlo presto nelle sale!!!

TIR Film

 

Libri, camion, camionisti…

Le vacanze stanno finendo, ma la voglia di leggere non mi abbandona mai.

Questa volta vi voglio consigliare due libri, naturalmente ad argomento camionisti, che sto leggendo.

19 8 2013 libri (1)

Il primo l’ho appena finito, si intitola “Truck driver legend” di Alessio Puliani, è la storia di un viaggio di un camionista americano attraverso gli USA, un viaggio molto particolare e  con un finale davvero imprevisto !

Di più non vi dico !

19 8 2013 libri (3)

Il secondo è un “diario di bordo” scritto da un collega, Marco Bonzio, si intitola ” Diario di un camionista affamato“, sono arrivata a metà, fino a qui mi è piaciuto molto, forse perché leggere le avventure/disavventure dei colleghi è un modo per sentirsi parte di una grande famiglia, forse perché è proprio un bel libro !

Uno di quelli che consiglierei a chi su un camion non ci è mai salito, per cercare di capire cosa vuol dire fare questo mestiere !

19 8 2013 libri (4)
“il retro della copertina”

Buona lettura e buon week end a tutti!