S P O R T

SPORT

Oggi a Pechino sono iniziate le Olimpiadi.

 Ma io vi voglio parlare  di un gruppo di ragazzi di 13 anni che giocano a Baseball.

Giocano tutti nella squadra del proprio paese.

Circa due mesi fa sono stati chiamati a Bologna per le selezioni della squadra regionale.

Da Collecchio, dove vivo, sono stati scelti 2 ragazzi, uno di questi è mio nipote Matteo!!!

A luglio, sempre a Bologna, si è svolto il torneo delle regioni e la squadra dell’Emilia Romagna si è qualificata prima.

Questo risultato a fatto si che la squadra partisse per la Polonia a difendere i colori nazionali contro le altre squadre dell’Europa.

Oggi si è giocata la finale: Italia – Olanda.

Risultato 8 – 1

Hanno staccato il biglietto per Los Angeles

Anche questo è sport, anche se nessuno ne parla.

Questi ragazzi non si conoscevano, ma sono stati in grado di fare squadra e realizzare qualcosa a cui forse non avevano mai pensato.

SIETE STATI GRANDI!!!

 

Auguro Buona Strada a tutta la Squadra che partirà per Los Angeles!!!

Zia Milly!!! 

 

 

Ricordi di viaggio…

Ciao a tutti i blog-lettori,

la prima settimana di vacanza è letteralmente volata via, si può dire che me ne sono quasi sempre stata chiusa in casa a far del disordine…

Domani vado al raduno di Tezze, spero di trovare tante amiche e amici li. Sono talmente pigra che non ho chiamato nessuna per sapere se va: scusami Gisy!

Volevo scrivere qualcosa, ma i “viaggi” dalla cucina alla camera non sono molto interessanti, e nemmeno le curve col ferro da stiro o le manovre col pennello e la vernice…cosi, un’altra volta sono andata a sfogliare i miei VECCHI diari di bordo e ho ripescato questa divertente storiella….

*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^

Il maniaco di giorno – giugno  1993

AdS S Martino  1993Area di servizio S.Martino  (ancora…). Autostrada del Sole in direzione Milano. Di ritorno da un giro di consegne in Emilia Romagna. E’ circa mezzogiorno, mi sono fermata per mangiare, Ste è seduto di fianco a me, fa caldo, abbiamo i finestrini aperti, alla mia sinistra c’è un bilico della Arcese. Guardando nello specchietto vedo che c’è un ragazzo che gira intorno al semirimorchio. Penso che sia l’autista, non ci faccio particolarmente caso, continuo a mangiare il mio panino, però tutte le volte che guardo indietro lui è li’….

Indossa un completino maglietta e calzoncini corti rosa e nero e un cappellino da base-ball. Quando ho finito di mangiare la frutta scendo e vado a lavarmi le mani al bidone dell’acqua che ho sul lato destro del camion.

Quando torno indietro per risalire in cabina me lo trovo di fronte con giù i pantaloni in una posa inequivocabile…

-Ste, corri che c’è qua uno con l’uccello in mano!!- grido retrocedendo.

Forse non si aspettava una reazione simile da parte mia, forse pensava che fossi da sola, ma nel frattempo che Ste è sceso ed è  venuto li’ quello si è già tirato su i calzoni ed è scappato in mezzo ai camion…Ste ha provato a rincorrerlo per un po’ ma poi è tornato indietro.

Ci siamo guardati  e ci siamo fatti una risata: ne succedono proprio di tutti i colori in autostrada!