C'è posta per noi… – 5

Ciao a tutte/i

all’indirizzo [email protected] è arrivata un’e-mail con parole commoventi e gratificanti, ho chiesto il permesso di condividerle con tutti voi, salvaguardando l’anonimato di questa persona ma lusingata per me e per tutte coloro che sacrificano tempo e pensieri a queste pagine…  lo ringrazio  per il suo affetto e la sua autorizzazione…

> > Ciao.
> > Da qualche mese sono iscritto al vostro blog, anche se non sono un truck driver; seguo volentieri il vostro blog perchè è carino e perchè all’interno trovo spontaneità e simpatia, cose che apprezzo molto. Mi piace ad esempio, vedere quella bella aria di festa che si nota nei vostri raduni, i quali rappresentano sicuramente per voi l’occasione per trascorrere una bella giornata all’insegna dell’amicizia.
> > Io ammiro voi Ladytruckdriver perchè credo che siete donne in gamba, donne in grado di cavarsela anche in situazioni non facili, in cui credo vi potete trovare svolgendo la vostra professione. Inoltre la vostra presenza al volante dei vostri camion abbellisce le strade del nostro paese e fa assomigliare sempre di più l’Italia, sotto questo aspetto, a paesi in cui la donna al volante di un TIR è una realtà consolidata già da parecchio tempo; ricordo che 20 anni fa in Francia e Germania di donne al volante di un camion, ne avevo viste diverse.
> > Ciò che mi colpisce è la grande passione per il proprio lavoro spesso presente in chi fa il vostro mestiere; recentemente ho chiacchierato con un vostro collega, che dopo anni alla guida dei TIR aveva cambiato lavoro, ma dopo qualche anno è ritornato a guidare il camion perchè, mi ha detto, per quanto sia un lavoro duro, non lo scambierebbe con altri mestieri.
> > Penso che chi ci governa (a prescindere dal partito) dovrebbe avere un po’ più di attenzione nei vostri confronti. Anzichè perseguitarvi con 1000 norme e cavilli, dovrebbe pensare a realizzare infrastrutture adeguate: per fare un esempio, a me viene un accidente quando vedo le aree di sosta o di servizio sulla A4, che di notte sono stracolme di TIR, così a volte qualche camion è costretto a proseguire per assenza di spazi, ed il povero conducente nemmeno riesce a riposare un po’.
> > Ho notato con piacere che fra i vari link c’è quello della SS 202, e questo lo apprezzo molto perchè ciò che rimane della vecchia SS 202 si trova in quel di Trieste, ed il sottoscritto è triestino; inoltre la vecchia SS 202 è molto pertinente ad un sito di camion, perchè quella vecchia statale è nota con il nome di "camionale".
> > Tempo fa hai risposto ad una mio messaggio e mi hai scritto che questo blog a voi costa parecchio in termini di sforzo ed impegno; voglio dirti che i vostri sforzi ed il vostro impegno sono ben spesi, perchè è davvero un bel blog.
> > Ciao e…. buona strada. la sua modestia…

Se volete rispondere anche voi, io l’ho fatto quando ho chiesto il permesso di pubblicare….

AUGURO a Voi e a Lui BUONA STRADA!!!!

CAMION – una canzone….

Ciao…

ritorno con una canzone, me l’ha segnalata Ale, il nostro grande amico-bloglettore, è di Roberto Vecchioni, io non la conoscevo, però devo dire che mi piace molto, è stata pubblicata in un CD di inediti allegato ad un libro sul cantautore….la dedico a tutti voi che leggete…

http://www.youtube.com/watch?v=jAK8C0y-t6I

 ..e questo è il testo…

CAMION (1973 – R. Vecchioni)
 
La strada è lunga ancora
io tiro via, via, via,
dorme il compagno vicino,
sogna ben altra compagnia.
I fari di quest’ora
mi fanno male e tiro via
appesa sul finestrino
mi strizza l’occhio la Sophia
ricordi almeno tu
le lunghe strade che non finiscon più
in mezzo a fiori che
ho attraversato per anni insieme a te
paesi in allegria, chilometri di noia.

Chi ti aspetta camion
chi ti aspetta in fondo alla strada?
Chi ti aspetta camion
chi ti aspetta in fondo alla strada?
Chi ti aspetta camion
chi ti aspetta in fondo alla strada?
Chi ti aspetta camion
chi ti aspetta in fondo alla strada?

Fermiamoci mezz’ora
il tempo della trattoria
minestra calda e fagioli
e il vino scalda l’ironia
ho detto a tutti quanti
stasera porto roba mia,
in viaggio ascolto la radio
c’è solo musica e poi via.
Sei stufo almeno tu
di queste strade che non finiscon più
in mezzo a fiori che
non ho mai il tempo di cogliere per lei
lei non li ha chiesti mai,
ma non è giusto sai.

Chi ti aspetta camion
chi ti aspetta in fondo alla strada?
Chi ti aspetta camion
chi ti aspetta in fondo alla strada?
Chi ti aspetta camion
chi ti aspetta in fondo alla strada?
Chi ti aspetta camion
chi ti aspetta in fondo alla strada?

C’è la donna mia, la famiglia mia,
c’è casa mia, la vita mia..

Buona strada a tutti!!!

un raduno speciale per Roberto

Ieri c’è stato un piccolo speciale "raduno senza camion" in cima ad una collina dove si faticava ad arrivare con la macchina… in cima a questa collinetta a Mason Vicentino, una chiesetta e un panorama sulla vallata piena di vigneti da togliere il fiato.
 
Un gruppetto di bambini che giocavano dopo un pick-nic, e più in là noi … facce tristi che diventano subito sorridenti quando cominciamo a ricordare Roberto, ognuno racconta un aneddoto divertente, gli scherzi, le sbronze ai raduni, il suo modo di fare, di urlare, di coinvolgere….
Sono passati due anni dal giorno di quel fatale maledetto incidente a Sommacampagna, di anni ne ave
va solo 32 e ….non ci sembra ancora vero. Sua mamma ci vuole ringraziare uno ad uno, non se lo sarebbe mai aspettato cheRoberto groppi dietro un camion, dice, ci fossero così tante amicizie, tanto affetto e tanta unione; la ringraziamo noi, un’altra al suo posto i camion li avrebbe odiati!
Ci guardiamo in giro e si, siamo proprio tutti gli "amici dei raduni", (Elda Giovanni Eveline Max e il piccolo Michael Andrea Elisa Maci Katia Maicol Melania Silvia Lilla Stefano Michele Ivan Manuel Cristina Tex e ragazza Tommas Daniel Massimo F. e tanti altri amici camionisti) questo sembra proprio un raduno speciale tutto per Roberto, El Pertega, com’era soprannominato dai colleghi! Un amico gli ha dedicato una preghiera che finiva così: "non andare tanto in giro per il paradiso, ma veglia su di noi"