Marie Martine

 

Un nuovo “vecchio” video dal canale francese di Philippe Fournet, la storia di Marie Martine che all’inizio degli anni ’80 ha intrapreso l’attività di autotrasportatrice!

“1981 Marie Martine raconte la création de sa petite entreprise de transports”

Au début des années 1980, Marie Martine s’est installée comme transporteur dans la région Clermontoise. Une équipe de télévision l’accompagne à bord de son Volvo F1020 lors d’une tournée de travaux, elle raconte son parcours.

Buona visione e buona strada sempre!

Read More →

Il sogno realizzato di Iwona!

 

In questo video c’è la realizzazione di un sogno!

Iwona, dopo 10 anni da autista, riesce a realizzare il suo sogno e ad aprire una sua ditta di autotrasporti!

“Se puoi sognarlo, puoi realizzarlo!” e lei l’ha fatto! E’ bellissimo vederla sorridere e piangere di gioia!

Il 18 agosto è andata a ritirare il suo nuovo camion e da li partirà la sua nuova avventura,  augurarle BUONA STRADA SEMPRE  è d’obbligo!!!

Buona visione!

 

Read More →

La storia di Lola

 

Ecco un’altra bella storia di una ragazza che ha mollato tutto per diventare camionista, non il sogno di una vita, ma una scelta maturata negli ultimi anni e ora realizzata, questa è la storia di Marta, “Lola” per gli amici, la trovate nelle pagine di “Uomini e trasporti”  a questo link:

https://www.uominietrasporti.it/uet-blog/anche-io-volevo-il-camion/come-lasciare-tutto-per-correre-dietro-a-un-camion/

 

L’articolo,  di Elisa Bianchi,  inizia cosI:

Come lasciare tutto per correre dietro a un camion

Stravolgere la propria vita per inseguire il sogno di guidare un camion. No, non è la trama di un bel film, ma una storia di vita vera e, soprattutto, una storia di coraggio e determinazione. È la storia di un’autista, Marta Bertazzo – “Lola” per chi la conosce e la vede a bordo del suo mezzo – che dopo quindici anni trascorsi a lavorare come grafica pubblicitaria ha lasciato tutto per ritrovare se stessa, in cabina

39 anni, coraggio da vendere e la calma nella voce di chi sa di aver intrapreso la strada giusta, Marta soppesa le parole, così come racconta di aver soppesato bene la sua scelta prima di lanciarsi in questa avventura. «Mi è sempre piaciuto guidare, ma mai avrei creduto di farlo per lavoro. È un sogno relativamente recente, un’idea che ha iniziato a balenarmi in testa solo qualche anno fa, fino ad allora l’unico camion che avessi mai visto era quello della Coca Cola nelle pubblicità natalizie», racconta ridendo.

Cosa è scattato poi?

Sono una persona riflessiva, se mi viene un’idea non la assecondo subito, lascio che si sedimenti e quando mi rendo conto che continua a tornarmi in testa, allora valuto il da farsi. Cinque anni fa quando ho capito che quella per la guida era una passione troppo forte ho comprato un fuoristrada. Ho iniziato ad approcciarmi a questo mondo e mi è piaciuto. Allora lavoravo come grafica e sviluppatrice di siti internet, nessuno in famiglia faceva l’autista, mio papà era un programmatore di software, mamma un’educatrice privata. Non è stata una decisione presa d’istinto quella di lasciare tutto per fare l’autista. Ho aspettato, ho riflettuto e alla fine ho deciso. Mi piaceva lavorare come grafica, ma a un certo punto mi sentivo troppo dentro a quei pixel, avevo bisogno di persone, di concretezza, avevo bisogno dell’asfalto. Era l’autunno del 2019 quando mi sono iscritta per prendere la patente C, poi è arrivato il Covid. Ho studiato durante il lockdown e nel giro di un anno ho preso anche la CQC e la E. Sapevo di dover arricchire il mio curriculum, completamente vuoto in questo settore, per crearmi più possibilità in futuro.

 

(…) il resto della storia di Lola nella pagina ufficiale di “Uomini e trasporti”

Buona strada Marta!!!

Read More →

Laura scrive: “Donne e camion”

 

Un altro simpatico articolo della nostra collega Laura Broglio, sempre dal sito TIMOCOM.it

Questa volta ci parla di donne e camion, ovvero di come le donne vengono percepite nel mondo dell’autotrasporto, da sempre un mondo maschile e anche abbastanza maschilista… argomento più volte trattato anche in queste pagine, ma questa volta visto con brio e un pizzico di ironia che non guasta di certo!

Buona lettura e complimenti a Laura!

Questo è il link:

https://www.timocom.it/blog/donne-e-camion?siamocarichi

Il pezzo inizia cosi:

Siamo Carichi : Donne e camion

Solo il 2% degli autisti professionisti sono donne. Come ci si sente a lavorare in un mondo ancora quasi esclusivamente maschile?

Come ci si sente ad essere una camionista donna in un mondo esclusivamente maschile

„Sono donna, mamma e camionista. Rigorosamente in quest’ordine”. Lei è Laura e si descrive così, se le chiedi di farlo.
A proposito di camion aggiunge: “compenso la mia piccola statura con i due metri di altezza del mio Volvo FM, perché nell’Fh non vedo fuori”.

Con il suo stile ironico e mai banale, nella serie “Siamo Carichi”, Laura ci racconta spaccati e momenti della sua vita di autista professionista.
In questo articolo, Laura ci parla proprio dell’essere donna in un mondo quasi esclusivamente ancora maschile, quello dell’autotrasporto.

_____________________

Il due per cento della totalità degli autisti è composto da donne. Un numero talmente piccolo da nascondersi tra la moltitudine di chi tutti i giorni si mette al volante.
Sarà per questo motivo che su di noi si raccontano tante storie narrate nel “foro boario” camionistico per eccellenza, punto strategico dove si decide il destino del popolo, al pari del Bar Sport per i pensionati: la saletta caffè.

Quando ci siamo noi camioniste al centro della scena, i toni raggiungono enfasi degne di Mastrota durante la pubblicità dell’Eminflex e godono di trame avvincenti come quella di “Un Posto al Sole”. Competono in attenzione solo le vicende dell’unica vera star, il The Rock dell’autotrasporto, l’unico maschio in grado di essere più irresistibile di una donna: il 190/48.

La fantasia si scatena e l’immaginazione cerca di darci un volto: per alcuni siamo tutte tedesche bionde alte un metro e ottanta, praticamente delle pinte di birra all’Oktober Fest. Per chi invece preferisce le more, siamo come Serena Grandi in “Teresa”; che se fosse per lo stacco di coscia e il decolleté, ci sarebbe anche andato bene, ma – diciamolo – l’atteggiamento procace e volitivo lo abbiamo abbandonato dopo aver affrontato il rito di iniziazione per tutti i viaggiatori che si rispettino: il caffè dell’autogrill.

Superato quello, sei arruolato.

———————————————————————–

(…) continua nella pagina TIMOCOM.it

Buona strada sempre!

 

Read More →

Benvenuta Giulia!

 

Questa è la storia di un’altra Giulia, nuova collega di Follonica a bordo di un camion alla quale auguriamo tanta buona strada!

Questo è il link dell’articolo che racconta la sua storia:

https://www.ilgiunco.net/2021/08/06/il-lavoro-che-cambia-giulia-prima-donna-a-guidare-i-camion-della-cooperativa/

Inizia cosi:

FOLLONICA – È di oggi la notizia del conseguimento della patente C per Giulia Boschi, la giovane socia di 28 anni e dipendente della Cooperativa Melograno.

Attraverso il “Bando di sostegno al conseguimento patenti per aspiranti autisti per le cooperative del settore merci” emanato dalla Fondazione Noi – Legacoop Toscana, Giulia ha raggiunto un obiettivo importante per quanto riguarda l’inclusione lavorativa di genere. Giulia, infatti, è la prima donna all’interno della Cooperativa Melograno ad aver conseguito questo importante traguardo. Giulia è inoltre iscritta al corso Cqc (carta di qualificazione del conducente) e dovrà sostenere gli esami per il conseguimento della qualifica e partecipare ai relativi corsi di aggiornamento previsti per mantenere l’abilitazione. (…)

Il resto lo potete leggere nella pagina  de “IL GIUNCO.net” il quotidiano della Maremma.

 

 

 

Read More →

La prima donna che…

 

Vi ricordate che tempo fa misi il link di un articolo che parlava di Giulia Solomita, classe 1936, la prima donna italiana a guidare un autobus?

 

Ora ho trovato questo video (di un paio di mesi fa) trasmesso dalla Rai in una serie dedicata alle “prime donne” in lavori particolari. Ci sono immagini d’epoca e una voce narrante, è molto bello da vedere! Anche perchè descrive bene i pregiudizi che c’erano allora ed è un omaggio a una pioniera che ha aperto la strada alle ragazze venute dopo di lei!

Giulia naturalmente non guida più, ma buona strada glielo auguriamo lo stesso!

Questo è il link del video:

https://www.raiplay.it/video/2021/05/La-prima-donna-che-giulia-solomita-bbc5bc75-1585-47a2-9b68-7df8e6afa987.html

Read More →

Annullato il raduno del Coast to coast

 

Purtroppo il raduno del Coast to coast truck team, in programma a Giussano a fine agosto, non si terrà a causa delle  limitazioni introdotte per le feste all’aperto con gli ultimi decreti riguardanti la prevenzione del Covid 19.
Arrivederci all’anno prossimo…

Read More →

Condoglianze Pinky

 

“Condoglianze” è una parola che non vorremmo mai pronunciare. Perché implica la perdita di una persona cara a chi la rivolgiamo.

Nel mondo moderno le notizie viaggiano velocemente, ieri mi hanno detto ”Sai è morto il marito della Pinky in un incidente sul lavoro”. Io non la conosco di persona, ma è una ragazza del gruppo e la notizia mi ha lasciato sgomenta. Perché non si dovrebbe mai morire lavorando, ma soprattutto perché posso solo vagamente immaginare il suo immenso dolore. Non ci sono parole che possono consolare.

Solo volevo mandarle un abbraccio virtuale da parte di tutte le Lady truck, dirle che le  siamo vicine… Condoglianze Pinky.

Read More →

Nuova scadenza CQC e fogli rosa

 

Un video interssante dal canale You Tube di Tommaso Peterlini,

https://www.youtube.com/channel/UCylCv8rsL6rnwsysDf0UBWg

Le novità sulle nuove scadenze di patenti, fogli rosa  e CQC !

 

Read More →

Tragedia annunciata?

 

Ciao a tutti e tutte,

questa volta non parlo di donne camioniste ma di un “problema” segnalato da un collega, e non è un problema da poco, lo potete vedere nelle foto qui sotto e leggere nel testo, speriamo che non diventi l’ennesima tragedia dovuta all’incuria di chi non fa il suo dovere… poi parliamo di sicurezza sul lavoro????

 

Messaggio da Chiodo…

“Guardate le condizioni di questo pilastro…. siamo in attesa di una tragedia annunciata: SOPRA passa la corsia che porta al Terminal container Sech a Genova…tutti i giorni ci sono decine di camion fermi in attesa di entrare per le operazioni portuali, quanto peso devono sostenere questi pilastri? Quanto resisteranno ancora? Siamo SOLO camionisti ma non vorremmo essere le nuove vittime dell’incuria delle amministrazioni competenti.
Qualcuno vuole intervenire per cortesia????? “

Tutto il tempo che passiamo in coda preghiamo…. che non tocchi a noi di venire giù insieme alla sopraelevata…

Read More →